Le patatine fritte fanno male?

Le patatine fritte fanno male?

Le patatine fritte fanno male?

Come in tutte le cose che mangiamo dobbiamo sempre stare molto attenti a quello che pensiamo e a quanto ne mangiamo prima di demonizzarle definitivamente.

Oggi voglio parlarvi di patatine fritte e, soprattutto, voglio sfatare un po’ di miti sul fatto che facciano male.

Le patatine fritte fanno male? E quali capi di imputazione sono veri e quali falsi rispetto a tutto ciò che noi pensiamo su questo alimento così controverso?

Ora li vediamo insieme.

[sc name=”SCOPRI COME DIMAGRIRE”]

Le patatine sono davvero così dannose?

Sicuramente sì se mangiate in quantità industriale.

D’altronde se compriamo un pacco di quelle confezionate come snack di sicuro non sarà la cosa più sana da prendere in considerazione. Ma se assaggiamo un paio di patatine cucinate con olio di casa, e con poco sale, con patatine tagliate a mano da noi e fritte nell’olio d’oliva di certo non prenderemo due chilogrammi di peso.

Infatti l’olio d’oliva extravergine, dove andrebbero sempre fritte le patatine, contiene una percentuale più bassa di grassi polinsaturi e quindi è molto più indicato di tutti gli altri oli a reggere le alte temperature della frittura senza ossidarsi e quindi produce molto meno sostanze nocive per il nostro organismo.

Le patatine non vanno demonizzate, più di altri elementi grassi o salati, per quanto riguarda l’aumento della cellulite.

E’ una questione di equilibrio tra gli alimenti, diciamo, non proprio di scelta dell’alimento patatine che porta alla formazione di cellulite.
Così come di certo non è vero che mangiare patatine fritte porti per forza alla formazione dei brufoli. I brufoli proliferano certamente per alimentazione sbagliata ma anche per predisposizione a un certo tipo di pelle impura e agli ormoni che, specie in adolescenza, ci portano ad avere maggiori problemi epidermici.

E non è neppure vero che le patatine quelle già confezionate siano tutte orribili.

Ce ne sono alcune di scarsissima qualità ma anche molte buone solo già tagliate e confezionate che, cotte in un olio buono a casa, non fanno poi così male.

E poi dobbiamo sempre pensare a quello che noi facciamo per il nostro corpo: se abbiamo un’attività fisica costante possiamo anche permetterci un piatto di patatine a settimana e di certo non sarà quello a farci ingrassare.

Conclusioni

La parola chiave alla domanda se le patatine fritte fanno ingrassare è una e una soltanto: equilibrio. Se parliamo infatti di equilibrio tra dieta e buona attività fisica saremo anche capaci di poter mangiare un bel piatto di patatine come contorno a settimana senza sentirci in colpa. Chiaro è che se ne abusiamo o se abbiamo già uno stile di vita sedentario e mangiamo patatine in busta tutto il giorno questo ci farà sicuramente male.

Ma se abbiamo una dieta equilibrata, con tante proteine e fibre, una buona dose di frutta e verdura giornaliera, e un allenamento costante possiamo ben decidere di mangiare quello che più ci aggrada, con attenzione alle materie prime, all’olio sempre extravergine di oliva e al poco sale.

 

Redazione Vailo

Redazione Vailo

Vailo è un blog dove pubblicano articoli semplici appassionati della salute e del benessere ma anche professionisti riconosciuti: dietisti, nutrizionisti, personal trainer e wellnes coach. Per saperne di più clicca qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *