I 7 segni che potreste avere bisogno di una dieta detox

Sul web ma non solo ormai si parla molto spesso di dieta detox e della sua influenza sullo stato di salute generale del corpo.

Una dieta – ma sarebbe meglio dire un programma – detox aiuta l’organismo a liberarsi di tossine potenzialmente pericolose come residui di pesticidi, metalli pesanti e i cosiddetti VOCs – Composti Organici Volatili.

E’naturale per queste tossine accumularsi nei tessuti ed è per questo che, se non le si elimina periodicamente, iniziano a manifestarsi sintomi più o meno evidenti di stress per l’organismo. 

Per evitare che la situazione vada troppo oltre e insorgano fastidi ci sono una serie di segnali che possono aiutarci a capire se è il momento di intervenire con una dieta detox che possa aiutarci a sbloccare le tossine e farci ritrovare l’equilibrio.

Ecco a cosa dobbiamo prestare attenzione

1) Stanchezza costante

La stanchezza costante è un sintomo da non sottovalutare ed è molto stressante. Se questa sensazione di mancanza di energie è provocata dall’accumulo di tossine è ovvio che cercare di dormire di più o bere più caffè sono rimedi che non avranno alcun effetto.

Se la stanchezza cronica ha a che fare con l’accumulo di tossine e metalli pesanti una dieta detox farà migliorare la situazione nel giro di due/tre settimane. 

2) Problemi autoimmuni

Quando le tossine si accumulano nei tessuti è possibile che scatenino una risposta immunitaria ovvero il sistema immunitario si attiva contro il nostro corpo. I sintomi di questo attacco autoimmunitario sono tanti e molto diversi fra loro, ma i principali sono:

  • Gonfiore a muscoli e articolazioni Sore joints and muscles
  • Dermatiti
  • Stanchezza
  • Un accenno di febbre

Ci sono diversi studi che indicano come un accumulo di metalli pesanti sia in grado di provocare una risposta a livello autoimmune nel corpo mentre un altro studio rivela come i pesticidi aumentino il rischio di malattie autoimmuni come il Lupus o l’artrite reumatoide. 

3) Pelle e tessuti

Un altro segno che il tuo corpo ha accumulato troppe tossine e ha bisogno di un periodo di detox è l’aspetto di pelle e lingua. 

Brufoli, pelle secca, dermatiti e chiazze pruriginose possono essere un segno di accumulo di tossine, così come la lingua bianchissima.

Aumentare la dose di cibi “amici della pelle” mentre si fa una dieta detox può aiutare a risolvere prima il problema, anche se è importante sottolineare che, così come ci vuole tempo prima che pelle e tessuti mostrino i segni di un disagio a livello intestinale o un problema di natura autoimmune, è altrettanto vero che rimettere a posto la pelle o la lingua bianchissima è un processo che richiede pazienza.

4) Difficoltà di concentrazione

Fai difficoltà a mantenere la concentrazione? Una dieta detox potrebbe aiutarti

Hai l’impressione che i tuoi livelli di attenzione si siano abbassati? Se concentrarti è più faticoso del solito potrebbero essere le tossine le responsabili di questo problema. 

Alcuni studi hanno infatti scoperto che anche una moderata esposizione ai pesticidi è in grado di influire sulle capacità cognitive anche in modo significativo.

Altri studi suggeriscono che anche l’uso e soprattutto l’abuso di farmaci – compresi quelli da banco – contribuiscono al declino delle facoltà intellettive.

Una dieta detox ben fatta può aiutare a liberarsi da questi accumuli

5) Mal di testa frequenti

Il mal di testa è un po’ come la stanchezza cronica, nel senso che può essere il sintomo di innumerevoli problemi di salute.

FORSE TI PUÒ INTERESSARE: Linfociti altissimi: cause e rimedi definitivi

Se non si è soliti alle emicranie e si sono escluse le cause più comuni come la cefalea tensiva che deriva da muscoli contratti e postura sbagliata oppure sensibilità a qualche cibo, è possibile che la causa sia proprio l’accumulo di tossine. In particolare uno studio condotto in Turchia ha evidenziato la connessione fra mal di testa frequenti e livelli di metalli pesanti nel sangue.

6) Difficoltà a perdere peso

Forse uno dei più curiosi sintomi di accumulo delle tossine nell’organismo è la difficoltà a perdere peso. La perdita di peso è influenzata da molti fattori tra cui lo stile di vita, la salute dell’intestino, le scelte che si fanno a tavola: questi sono tutti i classici fattori che maggiormente contribuiscono alla riuscita di una classica dieta per perdere peso. Se però sapere di aver fatto le corrette scelte e nonostante questo il peso sembra essere sempre uguale è possibile che le tossine accumulate nel vostro corpo stiano rallentando il processo; molte tossine sono infatti obesogeni, ovvero contribuiscono all’accumulo di grasso. 

Molteplici studi suggeriscono che l’accumulo di metalli pesanti, ftalati, pesticidi, BPA (derivati della plastica) e altre tossine possono causare un significativo aumento del peso.

7) Insonnia e disturbi del sonno

I disturbi del sonno sono molto diffusi. 

Certamente l’uso eccessivo di telefoni, tv e computer prima di dormire influiscono negativamente sulla qualità del sonno, ma anche le tossine potrebbero essere parte del problema. 

Quando metalli pesanti come il mercurio e il piombo si accumulano nell’organismo possono provocare insonnia.  Oltre a seguire sane abitudini per riequilibrare il ciclo sonno-veglia, una dieta detox può aiutare a risolvere il problema di un’insonnia non cronica.

Redazione Vailo

Redazione Vailo

Vailo è un blog dove pubblicano articoli semplici appassionati della salute e del benessere ma anche professionisti riconosciuti: dietisti, nutrizionisti, personal trainer e wellnes coach. Per saperne di più clicca qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *