Evita i carboidrati trattati, meglio i carboidrati semplici

Evita i carboidrati trattati, meglio i carboidrati semplici

Ogni mattina mi sveglio con l’obiettivo di regalarvi delle novità per quanto riguarda il perdere peso o per raccontarvi di qualche nuova dieta per dimagrire. Oggi voglio parlavi dei vari tipi di carboidrati e di come evitare i carboidrati trattati scegliendo di mangiare i carboidrati semplici.

Non tutti i carboidrati sono uguali.

Molti cibi integrali che sono ad alto contenuto di carboidrati sono incredibilmente sani e nutrienti.

D’altra parte, i carboidrati raffinati o semplici hanno la maggior parte delle sostanze nutritive e delle fibre rimosse.

Mangiare carboidrati raffinati è legato al rischio di molte malattie, tra cui l’obesità, malattie cardiache e diabete di tipo 2.

Quasi tutti gli esperti di nutrizione concordano sul fatto che i carboidrati raffinati dovrebbero essere limitati.

Tuttavia, sono ancora la principale fonte di carboidrati alimentari in molti paesi.

Questo articolo spiega che cosa sono carboidrati raffinati, e perché fanno male alla salute.

Quali sono i carboidrati raffinati?

Evita i carboidrati trattati, meglio i carboidrati semplici

I carboidrati come carboidrati semplici o carboidrati trasformati.

Ci sono due tipi principali:

Zuccheri: zuccheri raffinati e trasformati, come il saccarosio (zucchero da tavola), sciroppo di fruttosio e sciroppo di agave.
Cereali raffinati: questi sono i cereali che hanno avuto le parti fibrose e nutrienti rimossi. La fonte più grande è la farina bianca di grano raffinata.

I carboidrati raffinati sono stati privati ​​di quasi tutti i fibre, vitamine e minerali. Per questo motivo, essi possono essere considerati come calorie vuote.

Sono anche digeriti rapidamente e hanno un alto indice glicemico. Ciò significa che essi portano a rapide picchi di zucchero nel sangue e livelli di insulina dopo i pasti.

Mangiare cibi ad alto indice glicemico è stato collegato a eccesso di cibo e aumento del rischio di molte malattie.

Le principali fonti alimentari di carboidrati raffinati sono farina bianca, pane bianco, riso bianco, dolci, bibite, snack, pasta, dolci, cereali per la colazione e zuccheri aggiunti.

Mangiare un sacco di carboidrati raffinati può avere molti effetti negativi sulla salute. Tuttavia, non tutti i carboidrati sono cattivi.

Cereali integrali

Evita i carboidrati trattati, meglio i carboidrati semplici

Alcuni, cibi integrali ricchi di carboidrati sono estremamente sani. Questi sono grandi fonti di fibra, vitamine, minerali e vari composti vegetali benefici.

Alimenti ricchi di carboidrati sani includono verdure, frutta, legumi, ortaggi a radice e cereali integrali, come avena e orzo.

Essi contengono elevate quantità di molti nutrienti, come fibre, vitamine del gruppo B, ferro, magnesio, fosforo, manganese e selenio.

A meno che non si sta seguendo una dieta di carboidrati ristretta, non c’è assolutamente alcuna ragione per evitare questi cibi solo perché contengono carboidrati.

Da tutto questo abbiamo capito che non c’è nessuna ragione per modificare la nostra dieta eliminando completamente i carboidrati dalla nostra alimentazione. Serve, però, distinguere e cercare di scegliere sempre cereali integrali piuttosto che pasta e farina bianche. Questo perché, i cereali raffinati sono dannosi per la salute e tendono a farci ingrassare in maniera molto più evidente rispetto agli integrali che hanno bisogno di più tempo per essere digeriti e quindi sono perfetti per restare sazi più a lungo.

E voi? Mangiate cereali integrali? E se sì quali?

 

Redazione Vailo

Redazione Vailo

Vailo è un blog dove pubblicano articoli semplici appassionati della salute e del benessere ma anche professionisti riconosciuti: dietisti, nutrizionisti, personal trainer e wellnes coach. Per saperne di più clicca qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *