Dieta del kiwi per depurare e dimagrire: benefici e controindicazioni

Dieta del kiwi per depurare e dimagrire: benefici e controindicazioni

Avete mai pensato di provare una dieta a base di kiwi?

Io sì e devo ammettere che tra le tante diete lampo che promettono di perdere tanto peso quella del kiwi promette, almeno, di consumare altri cibi insieme a questo frutto e di perdere un bel po’ di peso in una sola settimana.

Vi va di scoprire insieme che cos’è la dieta del kiwi e cosa possiamo mangiare?

Che cos’è il kiwi?

Il kiwi è un frutto ricco di vitamina C e ricchissimo di fibre che lo fanno considerare estremamente consigliato per la stipsi.

Non tutti sanno che al di là di queste proprietà che sono note a tutti è bene anche sapere che questo tipo di frutto ha grandi proprietà diuretiche e disintossicanti oltre che antiossidanti e quindi è perfetto per una dieta per dimagrire a base di questo tipo di frutto e altri alimenti ipocalorici di cui vi parlerò nel paragrafo successivo.

Il kiwi, però, in questo tipo di dieta, va mangiato o sotto forma di frullato o ne si può estrarre il succo o sotto forma di macedonia.

Io la consiglio a tutte quelle persone che tentano di perdere 2 o 3 chili di peso in una settimana perché hanno voglia di rientrare in quel costume da bagno o in quel vestito che non va più bene. Ed è bene rendere il tutto in maniera veloce ed efficace e per poco tempo. Perché continuare, per tanto tempo, una dieta così tanto settaria può provocare dei problemi a lungo termine al nostro fisico e al nostro metabolismo.

Cosa si può mangiare

Non solo kiwi nella dieta del kiwi, questo lo abbiamo capito.

Si possono mangiare:

  • carne
  • formaggi magri
  • pesce
  • pasta
  • pane integrale
  • verdure
  • yogurt magro

E tanti kiwi, ovviamente.

Questo frutto è bene aggiungerlo nelle macedonie o nello yogurt, estraendo il succo, anche in piatti salati come delle belle insalate esotiche o dei primi piatti un po’ speciali.

Ovvio è che se parliamo di dieta abbiamo sempre a che fare con un piano alimentare povero di condimenti. Infatti al di là del poco sale parliamo di una dieta in cui abbiamo a che fare con 2 cucchiai di olio extravergine al giorno.

Dieta del kiwi, una settimana

Dieta del kiwi, una settimana

LUNEDI’

Colazione: 3 kiwi, 2 fette biscottate con marmellata e una tazza di tè
Pranzo: risotto ai funghi o zucchine, insalata e kiwi
Cena: zuppa di legumi, verdure grigliate e kiwi

MARTEDI’

Colazione: yogurt magro con 2 kiwi tagliati a pezzetti e mescolati
Pranzo: pasta integrale al sugo con parmigiano e olio, un kiwi
Cena: pollo con insalata e un kiwi

MERCOLEDI’

Colazione: 3 kiwi, 2 fette biscottate con marmellata e una tazza di tè
Pranzo: pasta al pomodoro, merluzzo e un kiwi
Cena: formaggio magro, pomodori tagliati a fette, 40 grammi di pane e un kiwi

GIOVEDI’

Colazione: macedonia di frutta di stagione con 2 kiwi all’interno e una tazza di tè
Pranzo: insalata di riso, un kiwi
Cena: 1oo grammi di prosciutto, una vellutata di verdura a scelta e un kiwi

VENERDI’

Colazione: 200 grammi di latte scremato con cereali integrali e 2 kiwi
Pranzo: spaghetti con le vongole, un kiwi
Cena: merluzzo alla piastra con verdure, 40 grammi di pane integrale e kiwi

SABATO

Colazione: 3 kiwi, 2 fette biscottate con marmellata e una tazza di tè
Pranzo: insalatona con 150 grammi di robiola, 50 grammi di pane integrale, un kiwi
Cena: 150 grammi di bresaola con rucola e scaglie di parmigiano con 40 grammi di pane integrale e kiwi

DOMENICA

Colazione: yogurt magro con due kiwi e una tazza di tè
Pranzo: pasta con zucchine, un kiwi
Cena: passato di verdura con 40 grammi di pane integrale e un kiwi

Tutti gli spuntini possono essere fatti con kiwi freschi, estratti o frullati.

Vale la pena provare la dieta del kiwi?

La dieta del kiwi non fa male, è certamente una dieta lampo che fa sì che si perdano parecchi chili in una settimana (o soltanto 3 giorni). E il mio consiglio, poi, è quello di non esagerare tanto perché non tutti gli intestini e tutti gli stomaci sono in grado di reggere un frutto così fibroso. Quindi non è bene farne un abuso perché si potrebbero rischiare dei fastidi gastrointestinali piuttosto evidenti.

Non consiglio, infatti, questa dieta a chi soffre di colite, di morbo di Crohn, di diverticoli. In questo caso è sempre bene parlare con un nutrizionista per capire quanto possa fare male una dieta del genere a una persona che ha già problemi intestinali.

Ricordiamo inoltre che il consumo di kiwi è in generale sconsigliato a chi soffre di colite, diverticoli, morbo di Crohn in fase acuta o rettocolite ulcerosa. Se avete qualsiasi tipo di patologia evitate questa come altre diete fai da te e rivolgetevi ad un nutrizionista.

Non so neppure dirvi perché questo tipo di dieta sia una dieta alla moda. Posso azzardare che l’utilizzo di un frutto così piccolo e così conosciuto rende questa dieta lampo molto facile, molto appetibile per molti. Infatti promette, e devo ammettere mantiene, una perdita di un certo numero di chili in pochissimo tempo.

Può funzionare questo tipo di dieta?

Può funzionare se non abbiamo voglia di perdere troppo tempo con una dieta che comunque ha un eccesso di kiwi che può portare a una serie di problemi sul lungo termine.

Ma se abbiamo voglia di perdere 3 chili in una settimana è la soluzione ideale.

Chiaro è che se invece abbiamo voglia di perdere peso definitivamente è bene pensare a un altro tipo di dieta che è quella per cui il regime alimentare è vario e segue le stagioni e il chilometro zero.

E poi c’è bisogno di un’attività fisica continuativa che permetta di mantenere altrettanto in forma il nostro corpo.

Ma avete gli strumenti giusti per estrarre il succo del kiwi?

Nel prossimo paragrafo vi do qualche consiglio.

Come estrarre il succo dal Kiwi?

Avete mai pensato a quanto possa essere utile avere un apparecchio in casa che sia in grado di aiutarvi ad estrarre i succhi del kiwi come di altra frutta e verdura?

In quest’epoca in cui abbiamo capito che è molto meglio farci le cose in casa senza conservanti (abbiamo infatti imparato a vedere quanto possa essere difficile trovare un buon succo di frutta che non ci faccia male e che non sia pieno di zuccheri raffinati) è bene pensare di trovare on line, come su questo sito davvero super fornito, un buon spremitore, un apparecchio che possa tirare fuori succo e polpa senza buccia e senza semi.

Non sto parlando di chissà quali elettrodomestici complicati, non vi ho portato a conoscenza di una dieta complicata, quindi è parecchio interessante, a mio avviso, iniziare questa dieta in questo momento dell’anno che precede la nostra settimana di ferie estiva.

Prova costume?

Possiamo superarla insieme.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *