Come e perché pasti a base vegetale possono aiutare a perdere peso

Come-e-perché-pasti-a-base-vegetale-possono-aiutare-a-perdere-peso

Perdere peso può essere una lotta infinita ma non è tanto questo il punto da cui far partire il nostro cambiamento quanto ciò che mangiamo.

Dovremmo avvicinarci ai vegetali a braccia aperte, è comprovato, infatti, da parecchie ricerche che questo aiuti a perdere peso.

Non c’è mica bisogno di essere vegetariani o vegani per avvicinarsi alla natura e ai vegetali, c’è solo bisogno di mangiare cibi naturali che si trovino a pochi chilometri dalla propria casa.

Ecco quali….

 I vegetali

Come e perché pasti a base vegetale possono aiutare a perdere peso: i vegetali

Non bisogna certo essere degli estremisti del vegetarianesimo per mangiare più verdure e stare meglio.

D’altronde dobbiamo sempre pensare a cosa mangiare e a come mangiarli.

Anche i biscotti ripieni di crema sono vegetali ma fanno male e sono grassi!

Quello che dobbiamo inserire nella nostra dieta è un menù a base di verdure, frutta, cereali integrali, legumi (fagioli, piselli e lenticchie), frutta secca e semi, tutto senza olio, zucchero, o altri ingredienti raffinati.

Basta un mix intelligente di questi alimenti per iniziare a perdere peso, mescolando questi che sono vegetali davvero ottimi per dimagrire e per i nutrienti con dei grassi sani come quelli dell’olio di cocco o dell’avocado, ad esempio.

Mangiare vegetali abbasserà, in maniera esponenziale, la possibilità di contrarre malattie cardiache o diabete di tipo 2, così come l’obesità o l’ipertensione, correlati completamente o quasi alle nostre abitudini alimentari.

Come e cosa mangiare

Come e perché pasti a base vegetale possono aiutare a perdere peso: come e cosa mangiare

Al di là dei chiari benefici che una dieta a base vegetariana può dare al nostro stile di vita e alla qualità della nostra vita, non dobbiamo dimenticarci di mangiare altro.

Le proteine animali, se non siamo vegani o vegetariani, possono rientrare nella dieta, così come i carboidrati.

I carboidrati non sono il male assoluto, anzi.

Il corpo ha bisogno di carboidrati per bruciare calorie e non implodere in se stesso.

Certo, se il carboidrato è accompagnato al vegetale tutto ha molto più senso, perché il vegetale è ricco di fibre che aiutano il nostro intestino e ci lasciano sazi più a lungo.

Le fibre, oltretutto, sono davvero fondamentali per purificarsi e disintossicarsi.

Il nostro corpo utilizza quelle calorie, quelle delle fibre, per pulire il nostro organismo, non inizia neppure il processo per tradurre quelle calorie in grasso.

Per questo le verdure fanno bene.

3 piccoli passi nel mondo dei vegetali

Qui sotto scriverò 3 ricette molto nutrienti a base vegetale.

Come ho detto prima la vera regola per vivere bene, a contatto con le nostre problematiche ma con raro equilibrio, è la combinazione degli elementi, non la sottrazione degli stessi.

Quindi sì ai carboidrati, sì ai grassi buoni (che servono ad accelerare il metabolismo), sì alle proteine di origine animale, sì agli omega-3 che si trovano per lo più nel pesce ma si possono ingerire sotto forma di integratore.

Attenti a non diventare integralisti, il nostro corpo a lungo andare scoprirà di avere delle carenze da qualche parte.

Quindi sì alla salute prima di tutto con integratori, sostituzioni e non diete ferree basate su un solo alimento o quasi.

1. Cereali integrali con semi di chia o di lino e bacche fresche

I cereali integrali sono straordinari a colazioni per rendere il metabolismo più accelerato, avere all’interno del seme tutti i nutrienti e restare poi sazi più a lungo.

I semi di chia o di lino sono proteine vegetali straordinarie.

Le bacche fresche sono antiossidanti e antitumorali naturali, combattono i radicali liberi.

In una tazza da colazione mettere 150 grammi di cereali, un cucchiaio di semi di chia o di lino e 80 grammi di bacche fresche.

Potete ammorbidire tutto con latte vaccino o di soia scremato.

2. Lenticchie con cavolo e zucchine

Il cavolo è ricco di fibre, ha pochissime calorie e un alto contenuto dal punto di vista nutritivo, è perfetto per riempirsi senza ingrassare.

I carboidrati sani in questa ricetta arrivano sia dalla quinoa che dalle lenticchie.

La quinoa è un seme ricco di ferro, vitamine del gruppo B, magnesio, potassio e proteine.

Le lenticchie sono ricchi di proteine e fibre.

Le zucchine sono ricche di vitamina C, anche se pochissimi lo sanno e ricche di potassio, perfetto per combattere i crampi muscolari.

La ricetta:

  • Metti a bagno quinoa e lenticchie.
  • Quando si sono smollate abbastanza mettile in una pentola in cui c’è un po’ di olio evo e un po’ di sale iodato.
  • Aggiungi del brodo vegetale e lascia cuocere mezz’ora.
  • Griglia o metti a bollire delle zucchine a tocchetti che poi aggiungi.
  • Alla fine, giusto per 5 minuti, fai cuocere il cavolo, per non fargli perdere tutti i nutrienti.
  • Aggiungi qualche erba aromatica e mangia a pranzo o a cena

3. Frullato di verdure a foglia verde

Le verdure a foglia verde sono un miracolo.

Sono ricche di ferro, fibre, magnesio, aminoacidi, vitamine del gruppo B e vitamina C e vitamina A ed E.

In pratica tutto.

Il frullato è un modo molto intelligente per mangiare tutte queste verdure senza rendere tutta la dieta monotematica.

Un bel frullatone ricco di tutto e via.

Ecco la ricetta:

  • 300 grammi di spinaci
  • 150 grammi di frutti di bosco
  • 1 cucchiaio di semi di canapa
  • 1 cucchiaio di semi di chia
  • 1 cucchiaio di semi di lino macinati
  • 70 grammi di cereali integrali
  • 1 banana matura o stevia come dolcificante naturale
  • acqua o latte scremato

Frullate e bevete come spuntino o come sostitutivo del pasto

Conclusioni

Includere nella propria dieta quotidiana pasti a base vegetale è la cosa migliore che si possa pensare di fare per stare in salute.

Senza essere assolutisti l’importante è inserire elementi vegetali che sono ricchi di nutrienti, sono magri, danno energia, accelerano il metabolismo e rendono sazi più a lungo.

Questo tipo di procedimento porta alla scelta di una dieta personalizzata in base alle nostre esigenze, è importante sapere sempre cosa sia meglio per noi.

Lo dico perché si può essere intolleranti alle lenticchie, ad esempio, e un tipo di dieta del genere può farvi più male che bene.

Quindi attenti sempre a ciò che siamo, non scegliamo le diete per moda ma solo basandoci su quello che è meglio per noi.

E ora tutti a scegliere nell’orto una bella verdura da cucinare oggi per pranzo o per cena.

Redazione Vailo

Vailo è un blog dove pubblicano articoli semplici appassionati della salute e del benessere ma anche professionisti riconosciuti: dietisti, nutrizionisti, personal trainer e wellnes coach. Per saperne di più clicca qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *