Alternative naturali al viagra senza ricetta

Il Viagra è un noto farmaco per il trattamento della disfunzione erettile, una condizione dolorosa e comune.

Esistono molte alternative al Viagra che possono migliorare o invertire i sintomi della disfunzione erettile.

Queste opzioni includono:

  • farmaci
  • trattamenti medici
  • cambiamenti nello stile di vita 
  • rimedi alternativi

Ma che cos’è la disfunzione erettile?

Se un uomo non è in grado di ottenere o mantenere un’erezione abbastanza a lungo o non raggiunge un’erezione o perde l’erezione durante il rapporto sessuale, può avere problemi di disfunzione erettile.

I problemi di erezione sono comuni e interessano quasi tutti gli uomini adulti in un dato momento della propria vita. Tuttavia, un problema che colpisce frequentemente la funzione erettile di un uomo adulto può essere classificato come disfunzione erettile.

Le cifre indicano che la disfunzione erettile colpisce ogni anno oltre 600.000 uomini solo negli Stati Uniti. Sebbene la frequenza di questo problema aumenti con l’età, non è limitata agli anziani.

Cause della disfunzione erettile

La disfunzione erettile può derivare da

  • fattori medici
  • psicologici
  • emotivi
  • una combinazione di questi

Le condizioni mediche collegate alla disfunzione erettile includono:

  • Alta pressione sanguigna
  • Diabete
  • Malattia del cuore
    Aterosclerosi cioè quando la placca si accumula nelle arterie
  • Malattie renali
  • Sclerosi multipla
  • La malattia di Peyronie, quella dove si forma tessuto cicatrizzato nel pene
  • Lesioni al pene, alla prostata, alla vescica, al bacino o al midollo spinale a causa di interventi chirurgici o altri mezzi

Le problematiche psicologiche che contribuiscono alla disfunzione erettile comprendono:

  • ansia
  • depressione
  • senso di colpa
  • stress
  • bassa autostima

Le scelte di stile di vita che sono state collegate alla disfunzione erettile includono:

  • Uso di alcool o droghe
  • Peso in eccesso
  • Mancanza di esercizio
  • Fumo

Quando vedere un dottore

disfunzione erettile
In presenza di una disfunzione erettile è opportuno incontrare un medico specialista (andrologo)

Poiché la disfunzione erettile è un problema reale se le mancate erezioni persistono per diverse settimane o più devono essere controllate da un medico.

Ciò è particolarmente importante per coloro che sospettano che la loro disfunzione erettile possa essere correlata a un’altra causa, come malattie cardiache o diabete.

Alcuni farmaci da prescrizione sono legati alla disfunzione erettile.

Coloro che assumono determinati farmaci prescritti potrebbero voler discutere i possibili effetti collaterali e le alternative a questi farmaci con il proprio medico ed è questi giusto che vadano dal proprio dottore a farsi visitare e capire.

Il farmaco Viagra

La disfunzione erettile può essere dolorosa come abbiamo visto, ma ci sono soluzioni.

Il Viagra è stato sviluppato nel Regno Unito.

Nel 1998, la società farmaceutica americana Pfizer Inc. la mise sul mercato.

Il nome generico per il Viagra è sildenafil.

Il nome commerciale è Viagra, e il farmaco prende anche il nome di Revatio.

Il Viagra agisce rallentando l’azione del PDE5, un enzima che agisce nei tessuti del pene.

L’enzima PDE5 scompone una sostanza responsabile del flusso di sangue nel pene.

Questo aiuta gli uomini a raggiungere e mantenere un’erezione.

Tuttavia, il sildenafil può solo aiutare a mantenere un’erezione se il pene è fisicamente stimolato.

Senza uno stimolo fisico, il sildenafil non può causare un’erezione.

Effetti indesiderati comuni del Viagra o sildenafil, però comprendono:

  • mal di testa
  • rossore al viso
  • indigestione
  • congestione nasale
  • colore blu del corpo

Alternative farmacologiche

Esistono diverse alternative al Viagra disponibili per gli uomini con disfunzione erettile.

Farmaci per via orale:

Vardenafil: venduto con i marchi Levitra e Staxyn, questo farmaco è disponibile in compresse. Per essere efficace, dovrebbe essere presa un’ora prima del sesso. Può durare fino a 7 ore.

Tadalafil: venduto con i marchi Adcirca e Cialis, il tadalafil può essere assunto da 1 a 2 ore prima del rapporto sessuale. Queste compresse sono efficaci per 36 ore.

Avanafil: commercializzato negli Stati Uniti come Stendra, le compresse di avanafil possono essere assunte da 15 a 30 minuti prima del rapporto sessuale e durano fino a 6 ore.

Farmaci non orali:

Autoiniezioni sul pene: farmaci come alprostadil, papaverina e fentolamina possono essere iniettati direttamente sul lato o sulla base del pene. Questi possono aiutare a raggiungere o mantenere un’erezione fino a 40 minuti.

Supposta uretrale: piccole supposte di alprostadil possono essere collocate nell’uretra peniena utilizzando un apposito applicatore. Questo stimola l’erezione per iniziare entro 10 minuti, che può durare fino a 60 minuti.

Sostituzione del testosterone: questo trattamento può essere consigliato a coloro la cui disfunzione erettile è legata a bassi livelli di testosterone. L’ormone testosterone può essere somministrato con una varietà di metodi tra cui iniezione, cerotto o farmaci per via orale.

Altre cure mediche

Ci possono essere alcuni uomini per i quali il farmaco non è adatto, a causa di altre condizioni mediche o di un altro motivo. In queste situazioni, possono essere suggeriti altri trattamenti medici.

Esistono le pompe per il pene.

Sono apparecchi che hanno una pompa manuale o alimentata a batteria e funzionano con il drenaggio del sangue che viene, appunto, pompato nel pene. Aiutano a raggiungere un’erezione che può essere mantenuta utilizzando un anello di tensione. Si parla sempre e comunque di un’opzione che va valutata con il proprio medico.

Alternative naturali al Viagra senza ricetta

Diversi integratori alimentari, preparati a base di erbe e prodotti alimentari sono venduti come rimedi per la disfunzione erettile.

Ad esempio il ginseng.

Il ginseng può aiutare nei casi di disfunzione erettile.
Sono disponibili anche alcuni trattamenti erboristici alternativi, che hanno mostrato risultati positivi in ​​studi di piccole dimensioni.

Alcune erbe generalmente considerate sicure e disponibili per l’acquisto online sono:

  • DHEA
  • Ginseng
  • L-arginina
  • Propionil-L-carnitina

Tuttavia, i consumatori dovrebbero fare attenzione quando acquistano o consumano prodotti alternativi, compresi quelli che affermano di essere versioni a base di erbe del Viagra.

L’OMS ha emesso diverse dichiarazioni che avvertono i consumatori sulla sicurezza di questi prodotti.

Dicono che questi prodotti possono contenere sostanze chimiche sintetiche nascoste o altri ingredienti che potrebbero essere dannosi, quindi scegliamo sempre prodotti di cui siamo sicuri, su cui ci siamo informati per bene.

Non c’è stata abbastanza ricerca per supportare pienamente l’uso di questi integratori, quindi non andiamo a tentoni ma leggiamo sempre quello che c’è da leggere prima.

Secondo l’OMS, i test di laboratorio dimostrano che circa 300 integratori o alimenti commercializzati per migliorare la funzione sessuale contengono ingredienti farmaceutici non divulgati. Chiunque usi un integratore deve informare il proprio medico e, soprattutto, deve informarsi sempre su cosa contengano, se la casa farmaceutica o erboristica che li propone sia buona e poi pensare di cambiare in meglio la propria esistenza.

Approfondisci su Bionotizie.it le alternative al viagra.

Cambiamenti nello stile di vita

Alcune scelte di stile di vita possono contribuire alla disfunzione erettile in alcuni uomini.

Le ricerche indicano che la condizione può essere invertita con successo in alcune situazioni concentrandosi sui fattori dello stile di vita sani.

Le seguenti modifiche al proprio stile di vita possono essere utili per quelli che soffrono di disfunzione erettile:

  • Mangiare una dieta equilibrata: alcune ricerche suggeriscono che mangiare cibi ricchi di flavonoidi, come mirtilli, fragole, more e agrumi, può ridurre la disfunzione erettile sia negli uomini giovani che in quelli di mezza età.
  • Mantenere un peso corporeo sano: essere sovrappeso o obesi può causare o aggravare la disfunzione erettile.
  • Fare attività fisica regolare: l’attività fisica può essere di beneficio a chi ha la disfunzione erettile in diversi modi. Migliora la circolazione, riduce lo stress e contribuisce a un peso corporeo sano.
  • Smettere di fumare: la ricerca indica un forte legame tra le tante sigarette e il grado di disfunzione erettile. Smettere di fumare può migliorare la disfunzione erettile in molti fumatori.
  • Evitare alcol e uso di droghe: bere troppo o assumere droghe illegali può influire sulla funzione sessuale negli uomini. Anche fumare marijuana può causare disfunzione erettile.
  • Cercare aiuto per problemi psicologici o emotivi: affrontare stress, ansia, depressione e altri tipi di disagio emotivo può migliorare o risolvere i sintomi.

Un medico può dare buoni consigli agli uomini che stanno vivendo questo problema ma anche un buon articolo informativo come questo può iniziare a dare speranza a coloro che vivono questo dramma da soli senza dirlo a nessuno e che non riescono a fare quel passo per uscire fuori da una situazione davvero brutta. Forza e coraggio, si possono tentare tante strade differenti, è bene pensare all’acquisto di alternative naturali se pensiamo che questa possa essere una soluzione valida per noi. Parliamone con il nostro medico, non aspettiamo di arrivare al punto da non avere nessuna di queste soluzioni a portata di mano.

Trapianto di capelli: il metodo più utilizzato contro la calvizie

Il  trapianto di capelli è il rimedio più drastico per combattere un problema annoso come la calvizie. Si tratta di un vero e proprio intervento chirurgico, che può essere effettuato in modalità differenti a seconda delle esigenze del paziente ma anche della sua condizione. Proprio rispetto alla condizione vanno fatte le considerazioni più approfondite: prima di intraprendere un’azione come quella del trapianto bisogna avere tutte le informazioni necessarie. Per farlo si può consultare il sito di cesareragazzi, uno dei pilastri italiani in materia che può fornire tutte le soluzioni più adatte. Ma vediamo in questo articolo quali sono le principali cose da sapere in merito al trapianto di capelli.

Trapianto di capelli: in cosa consiste e come comportarsi prima dell’intervento

Il trapianto di capelli consiste nell’estrazione di alcune unità follicolari dalla parte posteriore della testa e nell’inserimento delle stesse nella zona soggetta a calvizie. Si tratta di un intervento che si svolge in anestesia locale, della durata che va dalle 2 alle 8 ore a seconda dei casi. Per farlo, il medico utilizza dei piccoli aghi in modo da creare dei piccoli fori nei quali impiantare i follicoli.

L’intervento chirurgico si può fare a tutte le età (la perdita di capelli è un problema che interessa principalmente gli uomini di qualsiasi età), ma è bene sapere che prima dei 30 anni è sconsigliato sottoporsi a tale intervento per via del fatto che la calvizie potrebbe ripresentarsi e quindi sarebbe necessario un ulteriore intervento.  Prima di sottoporsi ad un trapianto di capelli ci sono delle regole che è il caso di osservare, in modo da giungere all’appuntamento nelle migliori condizioni possibili e quindi favorire il lavoro del medico.

Nel mese che precede l’intervento è consigliato massaggiare il cuoio capelluto per circa 5 minuti al giorno, inoltre bisogna smettere di fumare almeno una settimana prima di sottoporsi al trapianto e consumare una cena leggera la sera prima dell’intervento. Per quanto riguarda gli eventuali medicinali che si stanno assumendo, bisogna attenersi alle indicazioni del proprio medico.

Metodo fut o fue: le principali differenze

Esistono due tecniche per il prelievo di unità follicolari: Fut o Fue. La tecnica Fut (Follicolar unit transplantation) consiste nel prelevare una striscia sottilissima di capelli (strip) grazie all’aiuto di strumenti di precisione come occhialini o piccoli binocoli. Si tratta di una tecnica che richiede moltissima esperienza poiché molto minuziosa: se ben effettuata la tecnica FuT consente anche di ridurre i tempi tra espianto e impianto di capelli. La percentuale di attecchimento dei capelli risulta molto alta se vengono messe in atto le procedure giuste.

Questa è già una prima differenza con la tecnica Fue, che invece ha percentuali di attecchimento dei capelli decisamente più basse. A fare da contraltare però c’è il costo dell’intervento, molto più alto con tecnica Fut rispetto a quella Fue.

La tecnica Fue (Follicolar Unit Extraction) consiste in un trapianto diretto delle unità follicolari del cuoio capelluto, che avviene utilizzando dei bisturi. Tale prelievo non è “centrato” come nel caso della tecnica Fut, per questa ragione la percentuale di riuscita si abbassa notevolmente. Inoltre per tale tecnica viene spesso richiesta una rasatura totale della zona interessata, aspetto che i pazienti non gradiscono molto. I vantaggi richiedono in costi più bassi, meno esperienza necessaria e una più rapida esecuzione, mentre gli svantaggi sono relativi principalmente alla percentuale di riuscita e alla possibilità che si creino delle piccole cicatrici.

Problemi alla schiena, cause e rimedi per smettere di soffrire

Problemi alla schiena, cause e rimedi per smettere di soffrire

Molti di noi soffrono di problemi alla schiena, è chiaro ed evidente che sia il disturbo più comune tra tutti quelli che hanno a che fare con il nostro apparato muscolo scheletrico.

Ma quali sono le cause del mal di schiena? E quali i rimedi?

Il mal di schiena ha una serie di varianti incredibili, e tutte molto dolorose:

  • la mattina ci si sveglia e ci si sente come bloccati, poi il dolore migliora
  • c’è chi sta male una settimana d’improvviso
  • c’è chi ha dolore dopo un movimento ripetuto o uno sforzo
  • chi ha dolore a stare nella stessa posizione per lungo tempo

Altrettanto interessanti sono le zone in cui arriva il dolore:

  • al centro
  • ai lati
  • nella zona lombare
  • nella zona dei glutei
  • dalla schiena alla gamba

Quali sono le cause? Ovviamente ci sono delle cause oggettive, come ernie o problemi meccanici legati alla struttura delle vertebre e anche cause altre. Ad esempio un intestino pigro può portare problemi alla schiena.

Non per forza il dolore alla schiena nasce da uno sforzo o da un problema di ossa e muscoli, questo mi raccomando, ricordatelo.

Ma, soprattutto, ricordiamoci di quanto dolore possiamo provare nel momento in cui dobbiamo stare seduti, in casa o in ufficio, su quella che è una sedia scomoda.

Allora come possiamo migliorare questo aspetto?

Come si migliora la postura?

E’ possibile migliorare la postura con una sedia ergonomica?

Perché è importante una sedia ergonomica?

Perché è studiata apposta per dare il giusto supporto alla nostra schiena restando certamente comoda ma dando quel senso di sostegno che è troppo importante per non avere problemi frequenti di schiena.

Il sostegno che dà una sedia ergonomica è completamente differente da quello di una sedia da ufficio di quelle canoniche. Quindi ci troviamo davanti a delle sedie operative che però hanno questo tipo di struttura che permette di risparmiarci posture completamente sbagliate o infortuni cronici dovuti a un errore nella seduta.

Ma se il mal di schiena già ce l’abbiamo e volessimo prenderci un antidolorifico efficace per andare avanti?

Rimedi in farmacia per il mal di schiena

Quello che è considerato un disturbo molto comune è, certamente, uno dei disturbi più dolorosi tra tutti quelli possibili.

E lo sappiamo bene tutti perché, volente o nolente, ognuno di noi ha avuto per qualche ora o per un po’ di tempo un brutto mal di schiena.

Ma come si cura il mal di schiena?

Al di là di quello che abbiamo confermato prima, cioè trovare la sedia giusta per noi o allenarci in maniera continuativa per rafforzare quella parte del corpo, se il mal di schiena c’è già dobbiamo non fare altro che lanciarci in quelli che sono i rimedi farmacologici.

Allora si può pensare un rimedio locale come la pomata, che di solito può aiutare soprattutto se la causa è muscolare.

Per chi sta davvero male è bene una terapia che preveda una serie di iniezioni. Lo si sa che è facile che un’iniezione aiuti a migliorare il proprio dolore in maniera efficace e molto potente. Una sola siringa, a volte, può cambiare completamente una situazione compromessa.

Il mio consiglio, che poi è quello che utilizzo sempre anche io e che va bene sia per i traumi che per i colpi d’aria, è usare l’Aspirina, da anni il farmaco più utilizzato al mondo per tutta una serie di malattie più o meno croniche.

E voi come lo curate il mal di schiena? Avete problemi cronici o soffrite di tanto in tanto? Quali sono le vostre cause e cosa fate per farlo sparire il più velocemente possibile?

 

Tutto pronto per l’Autunno di Yoga a Gastein

Nove giorni dedicati allo spirito e al contatto con la natura. Un appuntamento imperdibile per rigenerare corpo e spirito. È la kermesse “Autunno di yoga a Gastein – Una fonte di ispirazione”, in programma dal 20 al 29 ottobre nella cittadina austriaca.

L’evento più grande in Europa

Gli Yoga Days di Gastein sono l’evento dedicato a questa disciplina più grande di tutta Europa. Nove giornate ricche di incontri, appuntamenti ed eventi. Sono oltre 300, ad esempio, le lezioni e i corsi capaci di rispondere alle esigenze degli appassionati di ogni livello, tre le località coinvolte dall’iniziativa, numerose le professionalità coinvolte. Un’occasione imperdibile per ritrovare il perfetto equilibrio tra corpo e spirito, nello scenario suggestivo, unico e straordinario della Valle di Gastein, nel cuore degli Alti Tauri e da sempre specializzata nel benessere e nella salute.

Alla ricerca di energie positive

Lo yoga è una disciplina sempre più praticata anche in Italia. Fioriscono corsi e strutture dedicate proprio a questa attività che consente, attraverso la meditazione e le diverse tecniche respiratorie, di favorire il ritorno al perfetto equilibrio tra corpo e mente, consentendo di fare una scorta di energie positive indispensabili per affrontare la quotidianità con la giusta marcia.  Gastein, con i suoi 40 insegnati altamente qualificati, rappresenta un evento irrinunciabile per incontrare i migliori esperti mondiali di yoga e scambiare opinioni ed esperienze con una platea internazionale. È impossibile resistere alla tentazione di mettere in valigia l’abbigliamento per lo yoga, da acquistare anche on line sul portale specializzato shankara.it, e prenotare un biglietto per l’Austria.

 

Pacchetti esclusivi

Partecipare alla kermesse più grande d’Europa è facile e possibile. I pacchetti per gli appassionati di yoga sono davvero tanti e sono stati elaborati su misura per tutte le tasche. A partire da 126 euro, infatti, è possibile prenotare un soggiorno di tre notti e la partecipazione al programma di venti e lezioni. Quattro gli elementi che faranno da cornice a questa esperienza: acqua, quella termale della valle, natura, aria pure e montagne. Un solo esempio per entrare già in atmosfera: la piattaforma di esercizio e saluto al sole si affaccia sulle cime montuose circostanti e sulla cascata di Bad Gastein, regalando uno spettacolo unico che farà da sfondo a attimi di profonda meditazione. Tantissime le attività da svolgere all’aria aperta, proprio per valorizzare e approfittare del contesto unico e inimitabile che ospita la kermesse.

Sì allo yoga moderno

Il programma valorizza soprattutto la moderna idea della disciplina orientale, con un approccio nuovo: dagli esercizi con vista mozzafiato, alla meditazione all’alba o al tramonto guardando le cime innevate, dagli infiniti sentieri che portano alle cime delle montagne e ai laghi allo yoga per la schiena, detox yoga e lo yoga in combinazione con attività fitness e gestione dello stress fino a passeggiate meditative lungo i luoghi di energia di Gastein. Tutto questo è espressione del nuovo ruolo che assume il contesto e l’aria aperta nell’approccio moderno allo yoga.

Il punto di vista dell’esperto

A evidenziare i benefici dello yoga praticato all’aperto è Franziska Lipp, istruttrice certificata: “Lo Yoga all’aperto è da sempre un’esperienza speciale, che si appella a tutti i sensi e permette di percepire in modo differente l’ambiente circostante. Attraverso la meditazione sarà più semplice percepire il vento e il sole sulla pelle, ascoltare profondamente gli uccelli cantare e distinguere profumi e odori diversi: i castagni in primavera o la neve, che in autunno inizia a ricoprire le cime montuose. Tuttavia, durante le lezioni di yoga all’aperto, è importante rimanere concentrati su se stessi, sulla respirazione e non lasciarsi distrarre dal bel paesaggio circostante”. “Già al primo respiro – continua – i polmoni si riempiono di aria di montagna meravigliosamente pura in grado di risvegliare e vivacizzare tutte le cellule del nostro corpo. Così facendo, gli elementi naturali caratteristici della zona della Valle di Gastein diventano agenti fondamentali per rimettersi in moto e caricare la mente attraverso esperienze indimenticabile”.

Estrattori di succo: lo strumento migliore per la migliore spremitura

Estrattori di succo: lo strumento migliore per la migliore spremitura

Gli estrattori di succo sono oggi considerati i migliori strumenti per estrarre nel modo più completo possibile succo dagli alimenti vegetali come frutta e verdura.

Come dice il termine anglosassone, i cosiddetti “slow juicer” compiono un’estrazione lavorando gli ingredienti lentamente, ovvero con un basso numero di giri al minuto, in modo da non sviluppare calore e quindi senza incidere sulla qualità del succo estratto, che presenta quindi le stesse caratteristiche della frutta e della verdura fresche completamente a freddo.

In un certo qual senso, l’estrattore di succo è da considerarsi l’evoluzione dei frullatori e delle centrifughe, dai quali gli estrattori oggi in commercio si differenziano soprattutto per quanto riguarda la lavorazione delicata degli alimenti, che oggi, come è ormai risaputo, è da considerarsi la migliore tipologia di estrazione per conservare intatte tutte le proprietà nutritive degli alimenti vegetali.

Il succo estratto con gli estrattori di succo a freddo, infatti, è da considerarsi un “succo vivo”, ovvero in cui sono presenti nel modo più integro possibile tutti i preziosi micronutrienti contenuti nella frutta e della verdura fresche, quali vitamine, sali minerali, enzimi e oligoelementi, importanti per ogni funzione del nostro organismo e per migliorare le nostre difese immunitarie contro mali di stagione e molte malattie e disturbi.

Con una lenta estrazione lenta a freddo, le proprietà benefiche e curative della frutta e della verdura non vengono intaccate e quindi vanno direttamente a finire nel succo, il cui utilizzo quotidiano può diventare un valido alleato per la salute e il benessere del nostro organismo.

Quando decidiamo di acquistare un estrattore di succo, la scelta non è sempre così semplice: le domande infatti che ci poniamo sono diverse, non ultime quelle che riguardano i prezzi estrattori di succo

Ciò che vorremmo acquistare è infatti un apparecchio in grado di darci ciò che desideriamo, che ci sia d’aiuto nella nostra alimentazione e che abbia un prezzo contenuto. È possibile avere tutto questo dai modelli oggi in commercio?

Prezzi estrattori di succo: è possibile acquistare ottimi modelli a prezzi contenuti?

Un buon metodo per iniziare a valutare quale modello acquistare tra i molti presenti oggi sul mercato, è quello di chiedersi innanzitutto quali siano le nostre esigenze e quali le caratteristiche e le funzioni che vorremmo dal nostro estrattore di succo a freddo di frutta e verdura “ideale”.

In commercio, infatti, vi sono modelli di vario genere, il cui prezzo spesso varia a seconda delle caratteristiche specifiche.

Un’ottima risorsa dove reperire informazioni tecniche sugli estrattori di succo è consiglidicasa.it, un portale dedicato interamente ai nostri amati slow juicer, si può trovare tutte le informazioni utili all’acquisto e alle migliori marche in commercio, al miglior prezzo!

Troviamo infatti estrattori di succo che sono più adatti ad estrarre succo da certi tipi di frutta e di verdura anziché da altri, così come estrattori che possono essere utilizzati soltanto per estrarre succo ed altri che invece possono venirci d’aiuto in cucina con diverse altre funzioni, come ad esempio la preparazione di omogeneizzati e pappe per i più piccoli, gelati, sorbetti e dessert, nonché latte vegetale estratto da semi e frutta a guscio.

Una volta che abbiamo ben chiaro ciò che vorremmo dall’estrattore che vogliamo acquistare, dobbiamo iniziare a valutare i vari modelli che sono presenti in vendita.

Molte sono le aziende che producono e commercializzano ottimi estrattori di succo, realizzati utilizzando le tecnologie più innovative, che garantiscono un prodotto estratto sano e genuino e buone caratteristiche per quanto riguarda il motore e i materiali con cui sono costruiti.

Tra queste, alcune ben note aziende coreane che producono e vendono ottimi estrattori di succo a freddo, entrati per loro merito in moltissime famiglie in tutto il mondo, quali Hurom, Kuvings e Coway, ma moltissime altre sono le aziende (alcune, altrettanto buone e affidabili, anche italiane), che realizzano estrattori di succo e che propongono online i loro prodotti.

Se è vero che vi sono modelli professionali molto costosi in commercio, adatti a lunghi periodi di lavoro continuativo e quindi indicati anche per essere utilizzati per la ristorazione, come ad esempio in bar e ristoranti, e che ovviamente possono essere acquistati anche per poter realizzare in casa succhi di frutta e di verdura (il loro utilizzo è consigliato ad esempio nel caso in cui si vogliano consumare succhi quotidianamente e il loro uso debba soddisfare le esigenze di una famiglia numerosa), è anche vero che in commercio (e soprattutto se ci rivolgiamo al mercato online, che consente spesso di usufruire di buone offerte che consentono un notevole risparmio) è possibile trovare ad acquistare per ottimi prezzi estrattori di succo di qualità.

A cosa serve il medico andrologo?

A cosa serve il medico andrologo?

L’andrologica è una disciplina medica che si occupa specificatamente dell’area sessuale e riproduttiva del maschio e affronta anche problemi riguardanti l’area uro-genitale o propriamente urologica, volgendo uno sguardo alle ripercussioni che questi possono avere sulla sfera sessuale e riproduttiva. Il medico andrologo è il professionista che esegue la visita andrologica. Vediamo a cosa serve e cosa fa.

Quando occorre rivolgersi ad un andrologo

Vi sono delle situazioni in cui è strettamente necessario rivolgersi al medico andrologo, come ad esempio nei casi di impotenza, eiaculazione precoce, disfunzione erettile, problemi nella sfera sessuale, ingrossamento dei testicoli, non si riesce ad avere figli, problemi alla prostata, sospetto di varicocele, dolori negli organi sessuali, ritardo nello sviluppo in adolescenza, dopo i 50 anni di età.

Il paziente può confidare al medico andrologo i problemi intimi senza timore di essere giudicati: il medico professionista è un esperto della materia e saprà trovare le soluzioni più giuste al problema manifestato. Inoltre, è la persona indicata per fornire un rimedio professionale nei casi di eiaculazione precoce e impotenza, due problemi molto diffusi nella vita moderna.

Come avviene la visita andrologica

La visita andrologica non è dolorosa e non ha alcun rischio. Quindi, chiunque debba recarsi dal medico andrologo per sottoporsi ad un esame può stare tranquillo che non accadrà nulla di grave.

Non occorre alcuna preparazione prima di andare a visita, basta solamente portare con sé eventuali esami svolti in precedenza per dare al medico la possibilità di avere un quadro più chiaro della situazione.

La prima cosa che farà l’andrologo sarà quella di esporre al paziente alcune domande riguardanti l’alimentazione, l’attività fisica, il consumo di alcol e fumo e in generale sullo stile di vita condotto.

Dopo aver presto tutte le informazioni riguardanti assunzione di farmaci, eventuali patologie legate agli organi genitali, vita sessuale e altro procede il medico andrologo procede ad esaminare il corpo, analizzando peluria, grasso corporeo, forma delle mammelle, dimensione ed aspetto di pene e testicoli, per rilevarne possibili anomalie.

Il medico conclude l’esame con la palpazione dei testicoli per controllare la dilatazione dei vasi sanguigni e appurarne la sensibilità, in modo da poter fare una diagnosi corretta.

Problemi di udito: la dieta per preservare la funzionalità dell’orecchio

Problemi di udito: la dieta per preservare la funzionalità dell’orecchio

Le cause del calo dell’udito sono varie, tra cui dobbiamo certamente enumerare il trascorrere del tempo. La continua esposizione agli stimoli uditivi infatti porta, con la vecchiaia, ad una diminuzione più o meno importante della capacità di sentire correttamente rumori, suoni e la voce umana. Alcuni studi hanno però dimostrato che una dieta corretta può aiutare a diminuire sia la perdita fisiologica di udito, sia quella dovuta ad altre cause.

Le cause della perdita dell’udito

Le motivazioni per cui si perde l’udito sono molte, alcune correlate alle nostre abitudini quotidiane. Molte persone che perdono l’udito in giovane età, o anche in età avanzata, sono state sottoposte negli anni a stimoli uditivi eccessivi. Chi lavora in ambito musicale, in cantieri, miniere o luoghi in cui si utilizzano apparecchiature molto rumorose dovrebbero rendersene conto sin da subito.

Questo perché la perdita di udito in questi casi è progressiva e si assomma a alla fisiologica perdita di funzionamento degli organi che ci consentono di sentire. Ci sono poi persone che assumono dei farmaci che possono portare a vere e proprie lesioni dell’apparato uditivo, così come soggetti che hanno pessime abitudini quotidiane.

Una scarsa o nulla igiene dell’orecchio, o anche malattie trascurate, come la più banale otite batterica, possono provocare un abbassamento dell’udito temporaneo che però, a lungo termine, si può tradurre nell’impossibilità di sentire correttamente. Se vuoi approfondire questo argomento scopri le cause del calo uditivo su InfoUdito.

La dieta per l’udito

Come abbiamo detto, alcuni ricercatori hanno scoperto che una dieta corretta permette di migliorare l’udito, o di evitare che la perdita dell’udito avvenga rapidamente. Si tratta di assumere delle sostanze che favoriscono il corretto funzionamento di tutti gli organi che sono coinvolti nel sistema uditivo, oltre a rallentarne l’invecchiamento in modo sensibile.

Tali alimenti sono tutti quelli ricchi di folati, gli stessi che vengono consigliati alle mamme prima e durante una gravidanza. Stiamo parlando di alimenti di facile reperimento, che possiamo aggiungere quotidianamente alla nostra dieta senza grossi problemi.

Gli alimenti ricchi di golati sono: i legumi di ogni tipo, i cereali ma solo se integrali, le frattaglie (soprattutto il fegato), il lievito di birra e le verdure a foglia verde.

La ricerca di cui sopra ha anche evidenziato come per gli uomini, a parità di condizioni lavorative, di salute e di età, hanno un rischio una volta e mezzo superiore rispetto alle donne dia vere problemi di udito. Questo significa che la dieta ricca di folati è particolarmente importante soprattutto per l’udito maschile, che con questi alimenti diminuiscono del 20% il rischio di sordità totale.

Altre buone abitudini

Oltre ad introdurre nella dieta alimenti ricchi di folati ci sono anche altre buone abitudini da seguire, che mantengono le nostre orecchie giovani e in salute. La prima riguarda la cura di eventuali malattie del condotto uditivo, che non vanno mai sottovalutate: se avvertite un dolore all’orecchio recatevi sempre dal medico.

Allo stesso modo se si perde, anche in minima parte, la capacità di sentire suoni e voci conviene sottoporsi subito ad un esame audiometrico, per verificare che non ci siano problematiche in atto.

Graviola in Capsule 100% naturale: dove acquistarle e posologia

Graviola in Capsule 100% naturale: dove acquistarle e posologia

Avete mai sentito parlare di graviola?

C’è la possibilità, in questo articolo informativo, di sapere un bel po’ di notizie sui benefici della graviola e, soprattutto, dove acquistarla in capsule e la posologia con cui dovremmo inserirle in quello che è un piano di dieta già sano.

Mi piace sempre dire, e lo farò anche ora, che non siamo dei venditori di miracoli ma sappiamo bene come aiutare il nostro corpo a stare meglio quando già abbiamo deciso di stare meglio.

Non è mangiando 30 pizze a settimana che il nostro corpo può vivere meglio ma è certamente vero che è un regime dietetico sano può essere integrato da una serie di elementi naturali che fanno bene al metabolismo, agli organi interni, al nostro umore come questa graviola che ora vedremo insieme.

Dove acquistare Graviola in Capsule naturali al 100%

La graviola è un frutto che si trova in:

  • Asia meridionale
  • Sudamerica
  • Florida (in alcune zone)
  • Australia

E’ un frutto di grosse dimensioni, ogni graviola può arrivare a pesare circa 2 chilogrammi. Non solo il frutto ma anche radici, corteccia, foglie sono usati da millenni come rimedi fitoterapici. Da anni la graviola viene considerato un potente anticancerogeno, perché si è scoperto che riesce a intaccare delle cellule malate rispettando quelle sane. Stiamo ragionando su quella che è una attività reale che ancora non si sa bene quanto possa poi aiutare fino alla fine, quindi per ora ragioniamo sul fatto che ci faccia bene anche preventivamente.

Ha grosse potenzialità antibatteriche e antidepressive, oltre a essere un potentissimo antiossidante. Questo è possibile perché all’interno della graviola sono presenti moltissimi alcaloidi che permettono di nutrire ciò che serve con grande dedizione, più di vitamine e minerali presenti in altri alimenti.

Ora vedremo quattro recensioni di 4 prodotti altrettanto validi che potrete acquistare sul web.

GRAVIOLA – Integratore alimentare

GRAVIOLA - Integratore alimentare di Graviola (Annona muricata L.), 100 capsule - 1000 mg per dose.
  • GRAVIOLA è un integratore alimentare in capsule contenente l'estratto secco 4:1 dei frutti di Annona muricata L.
  • Ogni capsula contiene 500 mg di principio attivo.
  • Favorisce la naturale regolarità intestinale.
  • Prodotto in Italia e notificato al Ministero della Salute (Dls. 111/92).

Questo è un integratore che viene usato principalmente come regolatore dell’intestino, che è un altro dei 1000 usi della graviola ed è giusto che venga definito da subito come una sorta di beneficio totale per il corpo. Dobbiamo, però, dire che nonostante nella medicina tradizionale la graviola venga considerato un vero miracolo in Europa, a volte, viene definito sempre e comunque solo per la funzione lassativa. Quindi pensiamoci sempre quando decidiamo di comprare.

Questa boccetta di capsule costa circa 11 euro e 50 e ne contiene 100.

Graviola compresse 120 x 120 mg

Graviola compresse 120 x 1200mg estratto di frutta 4:1 vegano, prodotto di qualità da MoriVeda (1x120 Tabs)
  • Graviola è un albero speciale trovato nella regione dell'Amazzonia in Sud America e uno dei regali unici della natura.
  • E 'alto circa 5-6 metri e contiene numerosi principi attivi, che ci hanno fatto la forza attiva di Madre Natura come un dono.
  • Gli indigeni prendono i frutti come bevande rinfrescanti e le foglie vengono utilizzate per i rimedi tradizionali
  • Maggiore biodisponibilità attraverso il rilascio di enzimi mescolando saliva e assorbimento diretto attraverso le mucose
  • L'albero evergreen Graviola ed è l'originale del Perù. Maggiori informazioni sul prodotto nella descrizione qui sotto.

15 euro per 120 capsule che è specificato servano per tutta una serie di motivazioni e non solo per il regolare del traffico intestinale. Prodotto riconosciuto, nei commenti, come di buona qualità è un vero e proprio compagno giornaliero per migliorare in toto la nostra situazione di corpo e di mente.

Graviola Extract 2000 mg

Graviola Extract 2000 mg - 90 capsule vegane da estratto di frutta in polvere di Graviola Berry - Vita felice - Buon umore - Fornisce la serotonina naturale
  • ATTIVO NATURALE - Contiene 2000mg di estratto di Graviola un estratto speciale della bacca di Graviola, che è stata trattata con cura e sensibilità.
  • BIOPERABILITÀ - Biodisponibilità elevata.
  • PRODOTTO IN GERMANIA - Tutti i nostri prodotti sono fabbricati in Germania e sono soggetti a vari controlli di produzione. Vitabay è sinonimo di qualità e prodotti innovativi da oltre 10 anni. Stiamo espandendo la nostra gamma quasi ogni settimana e vogliamo offrirti i migliori integratori alimentari al miglior prezzo.
  • GARANZIA DI QUALITÀ - La nostra azienda è soggetta alle più severe procedure di controllo secondo la norma ISO 13485, che ci consente di garantire ai nostri clienti una qualità controllata e sicura. Utilizzare solo materie prime certificate secondo gli standard di qualità riconosciuti a livello internazionale HACCP, ISO 9001 e GMP - Buone pratiche di produzione.

Prodotto tedesco di alta qualità, in questo tipo di presentazione del prodotto viene specificato l’utilizzo della graviola per recuperare le condizioni psicofisiche ottimali. Soprattutto viene definito eccellente nell’esaltare la serotonina, quindi l’ormone del benessere. Questo è un prodotto tedesco e come tale viene sottoposto a una serie di controlli nella filiera di produzione molto precisi.

Graviola Guanàbana 380mg,

Graviola Guanàbana 380mg, 120 VegeCaps
  • L'Annona muricata è una pianta appartenente alla famiglia delle Annonaceae, che produce un frutto comunemente chiamato Guanàbana, Graviola o Corossole.
  • Graviola - il frutto magico dei popoli amazzonici Guanàbana, Graviola oppure Corossole.
  • Graviola, nome esotico sinonimo di un albero molto speciale proveniente dalla regione amazzonica del Sud America. I suoi frutti sono apprezzati dai nativi dei tropici come alimento rinfrescante e le sue foglie sono uno "strumento" per risolvere tradizionalmente una varietà di problemi di salute.
  • Negli ultimi anni la pianta della foresta pluviale sta sempre più richiamando l'attenzione degli scienziati e sembra destinata a colmare il divario tra medicina degli indiose la medicina occidentale.
  • La foresta pluviale del Sud America è il più grande serbatoio di diversità botanica della terra. Ed è qui che trova posto anche la Graviola; la regione amazzonica è, come ben si sa, la più grande foresta pluviale tropicale del nostro pianeta e punto di cruciale importanza per la biodiversità.

120 capsule per un costo di circa 25 euro. Strumento considerato fondamentale per quella che è una dieta equilibrata, parliamo sempre e comunque di prodotti che vengono controllati ed è giusto che lo siano in ogni passato e bilanciamento per poi essere, alla fine, completamente naturali.

Posologia della Graviola in Capsule

Posologia della Graviola in Capsule

Comunque, anche se la graviola è naturale è bene pensare sempre di ragionare con un alimento che ha una serie di alcaloidi e nutrienti piuttosto forti nel suo interno, quindi meglio non abbondare, soprattutto per non rovinare reni ed intestino in maniera più che pesante.

Allora è bene ragionare sul prendere 3 capsule al giorno, chiedere per sicurezza al proprio medico di famiglia e poi continuare con un regime alimentare sano.

Vorrei fosse chiaro, a tutti, che qui non vendiamo, ancora e ancora, miracoli.

Se una persona mangia male e vive male non c’è graviola che tenga.

Ma se si pensa a uno switch di vita che sia in grado di migliorare il proprio stato di salute, mentale e non, in maniera decisa allora la graviola può aiutare molto a stare meglio, con se stessi e con gli altri.

L’importante è il senso della misura e la rinnovata voglia di benessere che sono entrambi fondamentali.

Corsi di trucco permanente

Corsi di trucco permanente: ecco cosa devi sapere

Avete mai pensato di cambiare la vostra esistenza percorrendo una strada nuova nel mondo dell’estetica? Un corso di trucco permanente, attraverso la piattaforma Orsini Belfatto (www.corsiorsinibelfatto.it), può essere una bella opportunità per imparare una tecnica di trucco che possa renderci molto competitive nel mercato del lavoro, molto brave, assolutamente in grado di mostrare la nostra competenza con una tecnica innovativa e permanente.

Questo tipo di corsi, presenti dal 1989 grazie alla fusione di due maestri come Orsini e Belfatto, è in grado di svelarci tutti i segreti della dermopigmentazione, una sorta di tatuaggio/trucco che, con tecniche diverse, è in grado di esaltare la bellezza con un trucco che è in grado di rendere felici o soddisfatte coloro che hanno voglia di affrontare questo percorso nuovo ma molto incisivo sul viso.

I corsi di trucco permanente

I corsi di trucco permanente (qui trovi informazioni sul trucco semipermanente) sono quelli che diventeranno, in maniera più che evidente, una vera e propria manna dal cielo per chi ha voglia di intraprendere questa professione come possibile lavoro futuro.

Questi corsi sono seguiti anche da professionisti già truccatori o da completi neofiti che sono studenti di corsi tenuti da operatori che sono stati inseriti nei corsi dagli stessi Orsini e Belfatto e, soprattutto, dopo una serie di prove e di esami specifici.

Solo alla fine del percorso individuale gli operatori diventano Maestri Dermopigmentisti, insegnanti quindi autorizzati di questi corsi specifici e super tecnici.

Ma come si può diventare maestro?

Sicuramente con una serie di esami interni, con delle domande specifiche e una serie di testi da studiare e di prove trucco e esami proprio sull’uso degli strumenti da usare con una certa serenità e con grande dovizia.

Oltretutto la scuola possiede una figura professionale importantissima che è quella del tutor. Inserisce il tutor lo studente nella classe e poi segue il suo percorso fino ad arrivare al diploma e poi all’inserimento nel mondo del lavoro, sempre grazie all’aiuto della scuola che non vuole di certo parlare di disoccupati ma di nuovi professionisti che lavorano, da subito, nel mondo del lavoro.

5 tipi di corsi:

  1. corso base di trucco permanente
  2. corso avanzato e correttivo
  3. corso di dermopigmentazione estetica
  4. corso di sopracciglio realistico
  5. corso di tricopigmentazione

Il corso base di trucco permanente è il vero fulcro di quello che è questo tipo di trucco, ha una durata di sei giorni ed è quello che permette di imparare svariati trucchi completi da viso che possano restare permanenti con la tecnica, affinata e delicatissima, del tatuaggio estetico.

Il corso avanzato e correttivo è quello che viene fatto solo successivamente al corso base e dopo aver almeno concluso 5 trattamenti ed è il corso avanzato, appunto, cioè quello che viene usato per aggiustare gli errori di trucchi permanenti o se ci troviamo davanti a qualche problema di asimmetria o qualche altro problema che possiamo trovare su un viso.

Il corso di dermopigmentazione estetica serve anche a curare difetti di una donna dopo operazioni di vario genere. Parlo, nel caso specifico, di quello che può accadere a una donna dopo un’operazione al seno. In questo caso la dermopigmentazione potrebbe aiutare la donna nel tatuarsi un capezzolo perso o rovinato durante l’intervento.

Il corso di sopracciglio realistico è quello che serve per riprendere, con un trucco super reale, pelo dopo pelo, nella ricostruzione o nella costruzione di una sopracciglia inesistente o rovinata.

Il corso di tricopigmentazione dura due giorni ed è molto interessante perché stiamo parlando di un tatuaggio che permette di recuperare autostima grazie a un tappeto, molto realistico, che aiuta in casi di calvizie o di alopecia.

Mi sembra molto interessante parlare di questi corsi, sicuramente riprendendoli poi, perché è molto interessante proprio chiedere info a questo tipo di scuola, fatta di professionisti per i professionisti e che permette di creare posti di lavoro a cui forse non avete mai pensato anche trovandovi già in una posizione estetica tradizionale. Che ne dite di provare a informarvi e a chiedere un preventivo? Grandi offerte senza filtri.

 

Trucco Semipermanente: come rendere uniche le sopracciglia

Avete mai sentito parlare di trucco semipermanente?

Vailo, da qualche tempo si è appassionata a questa tecnica, molto precisa e molto indicata per chi ha voglia di essere alla moda o ha voglia di cambiamento deciso, o anche più naturale, sul suo viso.

Immaginate quanto possa essere molto più comodo partire da una base di trucco che resti senza possibilità di rovinarsi per il troppo caldo, il troppo freddo, senza doverlo rifare ogni giorno dopo essersi struccate. Una bella idea, certamente, questa del tatuaggio sopracciglia che è super consigliata per chi vuole sempre restare in ordine, non ha voglia di truccare e disfare tutti i giorni e vuole mantenere uno sguardo molto più intenso anche senza essere truccata in maniera tradizionale.

Ma come funziona il trucco semipermanente e dove possiamo trovare tutte le risposte alle nostre domande?

Un sito che potrebbe fare al caso nostro è sicuramente www.tonibelfatto.it che è una piattaforma curatissima in cui possiamo trovare tutte le risposte alle domande più disparate sul trucco, sulla bellezza, sul quel piccolo particolare che può rendere noi donne molto più sicure, molto più belle, molto più affascinanti.

Ma come funziona questo trucco, questo tatuaggio per le sopracciglia? Quali sono le tecniche che possiamo scegliere per cercare di trovare ardore e passione nel nostro viso, forse dopo mesi o anni di stanchezza nel vederci un po’ sciatte o truccate sempre nello stesso modo?

Il trucco semipermanente per le sopracciglia

Non c’è una risposta univoca alla ricerca del trucco semipermanente per le sopracciglia. Ci sono donne che lo fanno per recuperare uno sguardo intenso dopo qualche danno permanente legato a qualche moda del momento. Chi nasce con poche sopracciglia, con qualche vertigine che disturba lo sguardo, chi ha voglia di averle più folte o di cambiare, finalmente, la forma delle proprie che non le è mai piaciuta.

Ci sono diverse tecniche per dare di nuovo vita a delle sopracciglia infelici:

  • sopracciglia definita
  • sopracciglia iperrealistica
  • sopracciglia a tecnica mista

La tecnica della sopracciglia definita è più che buona per chi ha voglia di avere una bella sopracciglia in evidenza, cioè un trucco marcato che si veda anche da lontano, che crei un bello stacco tra la pelle e la forma dell’occhio.

La tecnica della sopracciglia iperrealistica è quella più scelta da coloro che cercano un trucco naturale, che riprende, con un uso molto fine di una sorta di ricostruzione pelo per pelo, una sopracciglia classica, un po’ più in evidenza ma certamente molto credibile come sopracciglia, quasi solo per cambiare la forma.

La sopracciglia a tecnica mista, forse, è quella che è più considerata in questo momento come una scelta che rappresenti il giusto equilibrio tra le due cose. Quindi c’è sia la tecnica del pelo per pelo che quella che incide il tatuaggio in maniera più evidente sul viso.

Le labbra e il trucco semipermanente

Per le labbra avremmo modo poi di approfondire in articoli che riguardano solo quel tratto del viso, altrettanto marcante. Posso solo dirvi che vengono usati dei pigmenti che tatuano le labbra per far sì che ci possa essere un rossetto tatuato del colore che vogliamo che non va via con l’acqua.

Come applicare il trucco semipermanente agli occhi

Altrettanto interessante sarà parlare di come applicare matita o ombretto semipermanenti sugli occhi. Stiamo sempre parlando di tatuaggi che vengono fatti dalle mani di esperte estetiste e che permettono di avere occhi truccati, senza nessuna sbavatura, tutto il tempo che vogliamo.

Ovviamente, dopo qualche tempo, ci sarà bisogno di ritoccare il trucco su cui si è lavorato ma il risultato è talmente tanto entusiasmante che è veramente difficile tornare indietro. Chiaramente un trucco che cambia radicalmente o naturalmente il viso di una donna intriga parecchio, vero? Chiedete info e lasciatevi irretire dalla bellezza e dalla comodità.

Come combattere la fame nervosa

Come combattere la fame nervosa

Quali sono gli accorgimenti che devono essere adottati per contrastare la fame nervosa?

Il primo consiglio da tenere a mente è quello che prevede di fare molto movimento: non solo perché l’attività fisica consente di restare in forma, ma anche perché è molto preziosa dal punto di vista psicologico, consentendo di dire addio a tutti quegli stimoli che hanno a che fare con la fame nervosa.

In generale, poi, è consigliabile dedicarsi ad attività che consentano di tenere il cervello impegnato, così da distrarre la mente. Che si tratti di yoga, di videogiochi, di letture o di qualsiasi altra mansione, ciò che conta è ingannare la negatività che spesso è alla base della fame.

Pianificare l’alimentazione

Un altro suggerimento è quello che prevede di programmare quel che si mangia, e più in generale attenersi a una pianificazione meticolosa: il che vuol dire, per esempio, rispettare sempre gli stessi orari per alimentarsi ed evitare di ingerire snack o merendine ogni volta che si beneficia di una pausa o di un break.

Avere degli orari fissi, per altro, fa sì che la fame si abitui e si regolarizzi. Viceversa se si mangia a ogni ora del giorno e della notte si trasmette al proprio corpo un segnale che lo induce a far comparire la sensazione della fame in qualsiasi momento.

Se si pensa di non riuscire a raggiungere questo obiettivo, ci si può aiutare con un diario del cibo.

Gli integratori naturali

Dei preziosi alleati possono essere individuati, inoltre, negli integratori naturali anti-fame: un esempio è quello della Garcinia Optima, che gli esperti ritengono un prodotto quasi miracoloso, dotato di caratteristiche molto importanti per il nostro organismo.

Esso, infatti, presuppone un consumo di calorie necessarie a digerirlo superiore alle calorie che apporta: è quello che viene definito “alimento a calorie negative”.

La Garcinia Cambogia è disponibile in commercio sotto forma di compresse ed è un eccellente anti-fame naturale: oltre a smorzare l’appetito, inoltre, agisce sulle cellule adipose e offre al corpo energia naturale. 

No alle diete drastiche

Qualunque sia il motivo per il quale si vuol provare a perdere peso, è assolutamente vietato cominciare una dieta drastica: diminuire da un giorno all’altro l’apporto di carboidrati, o più in generale di calorie, è un errore estremamente grave. La cosa consigliata invece è quello di seguire un vero e proprio programma di dimagrimento.

Per altro, l’assenza di zuccheri fa sì che la fame sia ancora più intensa – e quindi sarebbe difficile resistergli -. In più, non appena si ritorna a un regime alimentare normale i zuccheri vengono metabolizzati in modo istantaneo, vanificando tutti quegli inutili sacrifici compiuti per dimagrire.

Sì agli spuntini, ma con moderazione

Gli spuntini nel corso della giornata non devono essere banditi, ma tutto dipende da quel che si mangia: via libera alla frutta fresca e alla frutta secca, che consentono di tenere la fame sempre sotto controllo.

Vanno bene anche i succhi di frutta preparati in casa e lo yogurt, mentre devono essere evitati gli alimenti che favoriscono la sensazione della fame: insomma, meglio stare alla larga dagli snack salati, dalle salse e dalle patatine fritte, il cosiddetto junk food.

Gli alimenti con farine raffinate e la carne rossa sono ammessi nei pasti principali, ma sempre a condizione di non eccedere con le quantità, mentre l’alcol dovrebbe essere messo da parte. La fame nervosa – non va mai dimenticato – è solo un istinto.

Magimix Juice Expert 3: un prodotto unico sul mercato

Magimix Juice Expert 3: un prodotto unico sul mercato

Avete mai pensato a quanto possa migliorare la vostra alimentazione e la vostra vita avere in cucina un estrattore a freddo di succhi e polpa come questo Magimix Juice Expert 3?

In questo articolo avrò il piacere di presentarvi un elettrodomestico top di gamma, dotato di tante funzioni che vi renderanno molto piacevole centrifugati e vellutate con cui poter iniziare un regime alimentare in cui il chilometro zero, la freschezza degli alimenti e la qualità dei prodotti faranno sì che la vostra vita e la vostra dieta cambino in maniera radicale.

Ma che cos’è Magimix Juice Expert 3 e come funziona?

Magimix Juice Expert 3

Magimix Juice Expert 3 è un estrattore a freddo di succo e polpa.

Perché a freddo qualcuno di voi si chiederà?

Perché così restano integre le qualità antiossidanti e le vitamine contenute nella frutta e nella verdura che inseriamo nella bocca larga dell’estrattore. Chiaro è che nel momento in cui il processo avesse dovuto attraversare un’escursione termica molto probabilmente tante vitamine, minerali, fibre e quant’altro sarebbero state cotte o bollite e quindi avrebbero perso forza e qualità.

Estrae circa il 96 per cento di succo, l’85 per cento di vitamine e circa il 95 per cento di antiossidanti. Sono numeri pazzeschi, possibili grazie alla qualità del prodotto che sto presentando e che è un accessorio che non può mancare nella cucina di una persona che è attenta a quella che mangia.

Il brevetto esclusivo Smoothiemix permette di passare la polpa in modo da non avere nessuna buccia e nessun seme, quindi ideale per i bambini, e preparare ottime zuppe, vellutate, sorbetti, gelati, creme.

Il cibo è conforto, è curativo, rende il nostro corpo più curato e sano. Proprio per questo è bene pensare di comprare un prodotto del genere che garantisce spremute, centrifughe, vellutate di prima qualità, direttamente dalle nostre mani, quindi freschi e sani non come i prodotti da supermercato che contengono sempre additivi o conservanti e quindi sono sottoposti a processi industriali.

E sono possibili anche tante ricette differenti con cui poter variare la nostra alimentazione quotidiana.

Ve ne inserisco un paio, così vi faccio pensare, ancor di più, a quante cose possiate fare con questo grande estrattore.

Vellutata di piselli e menta

Ingredienti:

  • 800 grammi di piselli
  • una bella manciata di foglie di menta (più di 20)
  • 1 cucchiaio di curcuma
  • 1/2 litro di acqua
  • olio
  • sale

Dopo aver cotto i piselli al vapore inserirli, ancora caldi, nell’estrattore, aggiungere la curcuma e la menta e allungare con acqua.

Alla fine aggiungere a filo l’olio e il sale quanto basta.

Centrifugato di carote, cetriolo e pompelmo

Ingredienti:

  • 4 carote
  • 1 pompelmo
  • 1 cetriolo
  • mezzo finocchio
  • un cucchiaino di curry

Tagliate a pezzi tutte le verdure e poi inseritele nella centrifuga, liberando poi il cestello di bucce e residui man mano. Mescolate bene e poi servite.

 

Queste sono solo due delle possibilità culinarie di questo accessorio principe di ogni cucina moderna e sana che si rispetti.

E voi cosa aspettate ad informarvi sul Magimix Juice Expert 3 per imparare a mangiare e a vivere meglio?