Come bruciare calorie camminando? Il calcolo è semplice se sai come farlo.

Come bruciare calorie camminando Il calcolo è semplice se sai come farlo.

Quanta gente vedi per strada che cammina e suda?

E magari dici che vorresti farlo anche tu?

Allora non hai più scuse.

Infatti oggi ho in mente di parlarvi di un obiettivo fattibile, per ognuno che abbia bisogno di sentirsi in forma e di perdere peso.

Non c’è bisogno di essere degli atleti professionisti, perché devi sapere che si possono bruciare calorie camminando.

Bene, allora se il tuo obiettivo è proprio quello di perdere un po’ di peso, e di recuperare la forma perduta, questo articolo ti spiegherà proprio come bruciare calorie mentre cammini.

E spiegherò come effettuare il calcolo di quante calorie il nostro corpo brucia facendo un passo dopo l’altro.

Si bruciano calorie camminando?

La prima domanda da porsi è proprio questa, se si brucino calorie camminando e se, a stretto giro, si possano vedere dei risultati concreti.

La prima regola di cui ha parlato Jessica Smith, guru del fitness USA è che chiunque può farlo, non abbiamo bisogno di un fisico pazzesco o di un equipaggiamento per iniziare.

E’ una cosa facile per le articolazioni e riesce ad aiutare nel controllo dell’appetito perché a differenza della corsa camminare ti porta ad avere meno fame.

Erin Palinski-Wade, autore di Walking the off weight for Dummies dice che camminare funziona per quasi ogni corpo perché il livello di attività non mette a dura prova i muscoli, le articolazioni e il cuore ma se si soffre di qualche problema cronico è meglio chiedere al nostro medico cosa dobbiamo fare.

Nel momento in cui ci troviamo, infatti, a sentire qualche dolore è meglio passare qualche test precedente a qualsiasi situazione ci possa mettere in difficoltà poi.

Camminare, comunque, in linea di massima, fa bene a tutti.

E’ un toccasana per le articolazione e per la circolazione, oltre alla perdita di peso.

Anche solo mezz’ora al giorno lascia il nostro corpo allenato e la nostra mente rilassata.

Abbigliamento corretto

Come bruciare calorie camminando Il calcolo è semplice se sai come farlo.: abbigliamento corretto

Il tuo medico ha detto che puoi lanciarti tranquillamente nella camminata quotidiana?

Bene, allora la tappa successiva è quella di andare in un negozio di articoli sportivi o di scarpe e prendere un paio di scarpe da ginnastica di alta qualità.

Parliamo, infatti, di un paio di scarpe davvero buone.

Ci sono dei negozi che fanno l’analisi del piede e di quello che dovete fare e il risultato che ne consegue è la scarpa giusta per voi.

Smith consiglia prendere sempre mezzo numero in più rispetto a quelle che usate per il lavoro dal momento che i piedi tendono a gonfiarsi quando si cammina.

Camminare, quindi, non richiede un armadio pieno di costosi pezzi da abbigliamento sportivo, ma bisognerebbe scegliere delle scarpe leggere, con la suola che fa grip e non scivola sul marciapiede o dove decidiamo di andare a camminare.

Cercate di vestirvi sempre con tessuti traspiranti che assorbano il sudore per il massimo del comfort, asciutti e liberi dai fastidi.

Scegliete dei tratti di strada che non siano proprio piatti ma non vi lanciate subito in salite o discese pazzesche, e, soprattutto, nella stagione fredda vestitevi a strati per spogliarvi man mano durante l’allenamento.

Il grande male, quello che dobbiamo combattere soprattutto all’inizio, è la combinazione sudore-movimento che può lasciare la pelle del corpo irritata.

Serve la vaselina che lascia scivolare o un balsamo a base vegetale.

Usatelo tra le gambe, sul collo, sulle braccia o in qualsiasi altro posto del vostro corpo in cui siete inclini allo sfregamento doloroso.

Scegliete calzini che facciano il loro dovere e che non facciano scivolare o non siano troppo corti, perché si potrebbero creare delle vesciche.

Se così fosse usate uno di quei cerotti specifici, come i Compeed, che prevengono nuove irritazioni e alleviano il dolore.

Comincia piano

Come bruciare calorie camminando Il calcolo è semplice se sai come farlo.: comincia piano

Il nostro obiettivo per bruciare calorie è quello di camminare quasi tutti i giorni dai 30 ai 60 minuti ma dobbiamo pensare di cominciare piano.

Se non abbiamo un allenamento alle spalle iniziare forte non ha nessun senso, è completamente controproducente, abbiamo bisogno di camminare anche solo 10 minuti per iniziare a mettere in circolo il nostro corpo.

Ogni settimana aumenteremo il nostro sforzo di 5 minuti così che daremo al nostro corpo la possibilità di adattarsi senza rischiare lesioni pericolose.

Palinski-Wade dice che se all’inizio mezz’ora ci sembra davvero pesante possiamo suddividere il nostro sforzo in segmenti da 10 minuti ciascuno.

L’importante è mantenere il ritmo e seguire un programma costante in modo da costruire resistenza e camminare più velocemente senza sforzo.

Alcuni ricercatori dell’Ohio hanno scoperto che se si decide di variare il passo c’è la possibilità di perdere il 20 per cento delle calorie in più rispetto ad un passo costante, quindi dobbiamo anche cercare di programmare una variazione rispetto a un percorso piatto tutti i giorni.

Ricordatevi che con qualsiasi variazione voi decidiate di avere a che fare ci sono dei dolori nuovi con cui vi troverete a lavorare.

Parliamo di dolore ai polpacci se si cammina in salita o piccoli dolori muscolari dovuti allo sforzo.

Cercate di avere in casa del ghiaccio da mettere sulle parti indolenzite o dei pacchetti di raffreddamento come Therapearl che sono adattissimi per i piccoli traumi.

Prendete un giorno di riposo, invece, se il dolore altera la vostra andatura o limita i movimenti o se i dolori si verificano intorno alle articolazioni e non solo nei muscoli.

Il dolore direttamente dietro la rotula, intorno al tendine di Achille, o nelle vostre caviglie o fianchi potrebbe significare che stiamo andando oltre le nostre possibilità.

Se un paio di giorni di riposo e formazione di ghiaccio non risolvono questi problemi, vedete un fisioterapista per un consulto.

Per scongiurare i dolori più pesanti pensate a forzarvi solo una volta a settimana e poi man mano sempre più, senza andare di fretta.

Tieni traccia dei tuoi progressi

Rimaniamo motivati e monitoriamo i nostri progressi.

Non c’è bisogno di mantenere una lista dettagliata con i tempi come se ci preparassimo alla maratona.

Ma basta annotare quanto tempo, quanti chilometri, che pendenza c’era, se camminiamo sul tapis roulant.

E poi, questo è fondamentale, segnare i progressi significa avere un occhio attento rispetto ai piccoli cambiamenti che inizierete a vedere sul corpo e questo renderà tutto, finalmente con un senso.

Rendilo divertente

Come bruciare calorie camminando Il calcolo è semplice se sai come farlo.: rendilo divertente

Scegli un compagno di palestra se fai tapis roulant o un amico con cui andare a correre.

Scaricati sul tuo lettore mp3 musica latina o rock per rendere la passeggiata una vera e propria colonna sonora da film.

Il resto è tutto nelle tue mani.

Puoi scaricarti una di quelle app super fighe che ti disegnano il percorso e che ti fanno da contacalorie, da contapassi, segnano anche il tempo che hai impiegato.

Questo è divertente e crea un tracciato su cui confrontarsi con se stessi per essere felici di quello che si sta facendo e dei cambiamenti che il tuo fisico sta vivendo.

Ora guardiamo un paio di allenamenti che si possono fare.

Camminata veloce

Guardiamo come primo tipo di allenamento la camminata veloce.

La camminata veloce ha dei grandi vantaggi.

  • Ideale allenamento cardiovascolare
  • Si può fare ovunque
  • L’intensità può essere facilmente alterata
  • Ottimo modo per avviare il monitoraggio della frequenza cardiaca

Dovremmo anche pensare di camminare velocemente con una tecnica corretta.

Innanzitutto dobbiamo camminare verticali, completamene diritti, poi tenere gli addominali stretti per meglio mantenere la schiena.

Usare le braccia per oscillarle a tempo con la falcata.

Piegare i gomiti a 90 gradi.

Poggiare sempre prima il tallone sul terreno e poi spingere con le dita dei piedi, con i glutei e con i muscoli posteriori delle gambe.

Una volta che hai imparato la tecnica devi mantenere un’andatura costante, naturale.

Se si mantiene un certo ritmo naturale si può arrivare a bruciare 115 calorie per paio di chilometri, come uno che fa jogging.

Camminata in salita

Come bruciare calorie camminando Il calcolo è semplice se sai come farlo.: camminata in salita

Ci sono modi per modificare la passeggiata per renderla più efficace per perdere peso.

Andare in salita a piedi è un bel modo per perdere peso e restare in forma.

Se avete una collina vicino è un bel modo di attrezzarvi a fare attività.

Se non doveste averla basta un tapis roulant con la pendenza variabile.

Ovviamente non partite spediti come se doveste scalare il Nanga Parbat, andate sempre piano, seguite il ritmo naturale e non fatelo per troppo tempo.

Calcolo delle calorie bruciate ogni km

I fattori che determinano la qualità di calorie bruciate mentre si fa attività fisica dipendono da un sacco di fattori.

Ad esempio dal nostro peso, dal tempo percorso e dall’intensità della camminata.

Per tanto è difficile dare dei valori indicativi.

Il mio consiglio è quello di usare uno strumento molto comodo e semplice da usare come quello che puoi raggiungere cliccando qui.

Intanto posso dirvi che per bruciare 200 calorie, un uomo che pesa 70kg, deve camminare alla velocità di 5 km l’ora per 36 minuti circa (segue tabella indicativa).

  • 300 calorie (54 minuti)
  • 400 calorie (72 minuti)
  • 500 calorie (90 minuti)
  • 1000 calorie (180 minuti)

Conclusioni

Ogni passo che facciamo nel rendere la nostra vita migliore è un passo guadagnato e mai come in questo caso la parola passo non è a caso.

Bruciare calorie camminando è un modo semplice di stare bene e di migliorare se stessi. Bruciare calorie in modo così naturale è una grande conquista ed è anche un modo non dispendioso di fare sport tutti i giorni.

Dovremmo imparare che camminare sia una regola di vita e non solo un momento di dieta da portare avanti per perdere qualche chilo.

Il nostro obiettivo non è solo dimagrire, è stare in forma e felici con noi stessi.

Redazione Vailo

Redazione Vailo

Vailo è un blog dove pubblicano articoli semplici appassionati della salute e del benessere ma anche professionisti riconosciuti: dietisti, nutrizionisti, personal trainer e wellnes coach. Per saperne di più clicca qui.

1 Comment

  1. chi ha rubato la leptina?
    le solite omelie fanno perdee tempo, sono irritanti e hanno solo l’intelligenza di consumare GIGA.
    almeno un nome oppure sparo…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *