Boswellia e curcuma: un mix perfetto per combattere le infiammazioni in modo naturale

Avete problemi di infiammazioni croniche che vi creano fastidi nella vostra vita quotidiana?

Sappiamo, perfettamente, quanto possa essere invalidante avere dei problemi gravi, soprattutto ad articolazioni e legamenti.

In questo articolo cercheremo di trovare dei rimedi naturali che possano fare la differenza come la boswellia e la curcuma, due principi attivi completamente naturali, molto usati per curare i problemi del nostro corpo.

Cosa sono le infiammazioni?

L’infiammazione è un processo naturale che il corpo usa per combattere gli invasori stranieri al corpo stesso, appunto, come batteri e virus.

Tuttavia, accompagna, in maniera anche molto invasiva e invalidante, anche alcune malattie, tra cui l’artrite reumatoide e altre condizioni articolari, come l’artrosi e la gotta.

Lesioni, poi, come distorsioni o lacerazioni del legamento possono anche causare infiammazioni che possono renderci difficile anche muoversi dal letto.

La boswellia e la curcuma sono due prodotti vegetali naturali che possono aiutare ad alleviare il dolore causato dall’infiammazione.

Adesso vediamo come questa cosa sia possibile e come fare. Ovviamente, e mi sento di sottolinearlo, se abbiamo anche altre malattie pregresse sarebbe meglio consultare il nostro medico per capire come fare per assumerle e se ci fanno bene.

I sintomi di un’infiammazione

Quando è in corso un’infiammazione si produce rossore e calore

Quando un’articolazione o un’altra parte del corpo si infiammano, le cellule immunitarie rilasciano sostanze chimiche naturali che causano un aumento del flusso sanguigno, producendo rossore e calore nella pelle.

Si sviluppa, in questo modo anche del gonfiore che può restare a lungo e i nervi possono diventare irritati, causando dolore localizzato proprio dove abbiamo preso il colpo o dove avvertiamo problemi di reumatismi o artrite cronica.

Le articolazioni a volte diventano rigide e anche i muscoli, restando indolenziti, creano un mix micidiale anche solo per muovere un passo, questo è molto doloroso e anche molto comune.

La boswellia

La Boswellia è utilizzata per curare le artriti

La Boswellia, detta anche incenso indiano, è usata nella medicina tradizionale indiana, o nell’Ayurveda, per curare l’artrite e altri disturbi.

Il suo principio attivo, l’acido boswellico, inibisce un enzima coinvolto nell’infiammazione e quindi fa in modo di farci sentire molto meno dolore, di sgonfiare e di abbassare quel senso di calore e rossore che ci impedisce di vivere una vita più tranquilla.

Può anche sopprimere quella che è la sindrome di osteoartrite infiammatoria che è una delle malattie croniche più dolorose possibili.

Ci sono alcuni studi americani che ne confermano l’efficacia e che trovano sintomi più blandi in corrispondenza con l’assunzione di questo principio attivo.

La curcuma

Anche la curcuma, insieme alla boswellia, vien utilizzata contro le artriti

La curcumina è l’ingrediente biologicamente attivo della curcuma, una spezia utilizzata nella medicina tradizionale cinese e indiana per combattere l’artrite.

Come la boswellia, la curcumina ha proprietà antinfiammatorie che agiscono inibendo le sostanze chimiche infiammatorie prodotte dalle cellule immunitarie. La curcumina è anche un antiossidante, infatti rimuove quelli che sono i radicali liberi dal corpo.

Anche in questo caso moltissimi studi americani hanno trovato una corrispondenza positiva tra l’assunzione della curcuma, che è detto anche l’oro della cucina, e quelle malattie come artrite e reumatismi.

Questa pianta è considerata miracolosa anche per curare altri tipi di malanni, stagionali e anche cronici, e moltissimi la utilizzano in cucina come spezia così che i piatti possano essere al tempo stesso buonissimi, orientaleggianti, un po’ piccanti e sani.

Come usarle insieme

Visto che stiamo parlando di due spezie indiane va detto che mentre qui le due spezie sono arrivate negli ultimi anni lì sono usate da migliaia di anni per curare i loro corpi e le malattie che, specie se si fanno lavori faticosi, arrivano un po’ a tutti in quelle zone.

E sono stati gli indiani stessi a capire che visto che i due principi attivi sono molto simili i due ritrovati potevano essere assunti insieme.

Le erboristerie o le compagnie più industrializzate hanno ben pensato di creare degli integratori che hanno al loro interno entrambi i principi attivi. Gli integratori hanno una fortissima componente antisettica e antinfiammatoria e servono per tante cose:

  • dolori articolari. Assumere regolarmente integratori fa sì che il dolore nato da patologie articolari differenti sia molto più contenuto. Ci sono una serie di effetti protettivi riconosciuti che migliorano le infiammazioni e fortificano la cartilagine.
  • vie urinarie. Queste due piante sono perfette per le infezioni alla vescica e all’uretra, rendono meno pericolosi i batteri come quelli che causano la cistite
  • vie respiratorie: ci saranno molti meno raffreddori e meno problemi a bronchi e polmoni che vengono fortificati da un uso quotidiano degli integratori.
  • pelle: aiuta sia nelle dermatiti che durante l’orrido periodo dell’acne, cuperose o altri problemi più o meno gravi di pelle.

Ovviamente va sempre visto quanto questo integratore incida con altri farmaci, quindi è bene informarsi prima di iniziare questa cura con questi integratori quotidiani.

Non voglio sembrare troppo zelante ma di certo, in tutti questi anni, questi due principi attivi sono quelli che hanno più studi fatti a loro favore e che, in effetti, incidono in maniera positiva sulla vita delle persone.

Qui parliamo di due piante che sono davvero un toccasana per un sacco di malattie e di disturbi cronici che ci infelicitano la vita in tanti modi differenti ed è anche vero che dall’oriente arrivano sempre metodi tradizionali di cura che aiutano tantissimo nei piccoli e grandi problemi di tutti i giorni.

E voi che tipo di rapporto avete con le spezie orientali? Ne fate uso in cucina o non avete mai pensato di usarle o di comprare le compresse per iniziare a ingerirle ogni giorno?

Io consiglio sempre l’acquisto delle capsule già confezionate, così non si avrà nessuno choc culinario, con sapori così differenti dai nostri, ma sarà come prendere un qualsiasi integratore inodore e insapore.

Quando il nostro corpo sarà più energico e meno dolorante sono certa che molti di voi ne saranno sbalorditi ma ci sono delle piante che davvero curano e che davvero rendono i nostri giorni più sereni e meno dolorosi.

Redazione Vailo

Vailo è un blog dove pubblicano articoli semplici appassionati della salute e del benessere ma anche professionisti riconosciuti: dietisti, nutrizionisti, personal trainer e wellnes coach. Per saperne di più clicca qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *