Fitline Activize Oxyplus opinioni e controindicazioni

Fitline Activize Oxyplus: opinioni e controindicazioni

Fitline Activize Oxyplus opinioni e controindicazioni

Nel mio ultimo articolo vi avevo presentato una dieta efficace per una parte del nostro corpo che a volte sottovalutiamo nello scegliere gli alimenti per la dieta: le gambe.  Oggi, invece, vorrei di nuovo parlarvi di Fitline, di cui vi ho già parlato in questo articolo, e di un prodotto in particolare: Fitline Activize Oxyplus puntando il dito su opinioni e controindicazioni. 

Ma che cos’è Fitline Activize Oxyplus e perché ha una così alta considerazione?

Perché è un prodotto in grado di produrre più energia del dovuto e quindi di donarle, soprattutto se noi ci troviamo in un momento di estrema fiacchezza.

Ora vediamo bene nello specifico quali siano le sue caratteristiche e poi guarderemo le opinioni.

Le caratteristiche di Fitline Activize Oxyplus

Fitline Activize Oxyplus è un integratore energizzante prodotto dalla PM International, che dà il giusto apporto fisico ed intellettuale per far sì che la giornata si prospetti vincente.

Il complesso vitaminico B, di cui è ricco il prodotto Fitline Activize Oxyplus, è perfetto per bruciare i carboidrati ingeriti e, soprattutto, fornisce una energia completamente rinnovata sia al cervello che ai muscoli.

Le vitamine B6 e C servono per la concentrazione e per la stimolazione nervosa mantenendo a bada i radicali liberi che portano a un invecchiamento precoce.

La niacina, poi, porta le sostanze nutritive alle cellule più lontane. Questo fa sì che il metabolismo energetico sia migliore.

Vitamina B12, acido folico e ancora la vitamina B6 trasportano più ossigeno nel sangue.

In più, come tutti i prodotti Fitline, contiene l’esclusivo NTC, il trasporto di sostanze nutritive. Il concetto, approvato dal comitato scientifico, fiore all’occhiello dell’azienda tedesca, si basa sul trasportare i nutrienti del cibo e degli integratori alimentari esattamente dove ce n’è bisogno.

Opinioni e controindicazioni

Molte delle opinioni sono più che positive, è dimostrato che il prodotto Activize Oxyplus apporti alle cellule il 10 per cento di ossigeno in più. Soprattutto al cervello.
E questo fa sì che migliori la concentrazione e si abbia maggiore energia fisica ed intellettuale. Altre opinioni che si leggono sul web dimostrano anche che, in soggetti affetti da stanchezza cronica, questo tipo di integratore dia un significativo apporto energetico, grazie anche al guaranà che sostituisce la caffeina, apportando ancora e ancora più energia e possibilità di bruciare i grassi.

Alcune controindicazioni danno, invece, problemi ai reni, così pare e anche un certo gonfiore alla pancia. Oltretutto un utente in particolare ha riscontrato una stanchezza maggiore nel momento in cui finisce l’effetto dell’integratore.

In tutta onestà, però, le opinioni positive superano di gran lunga qualche scettico.

Conclusioni

I prodotti Fitline sono del tutto naturali e vengono seguiti, in tutta la filiera produttiva dal comitato scientifico.

Questo prodotto in particolare, l’Activize Oxyplus, è comprovato che apporti circa il 10 per cento di ossigeno in più agli organi interni e, soprattutto al cervello, accelerando il metabolismo ma soprattutto aiutando il cervello ad avere una maggiore concentrazione. Questo fa sì che l’apporto energetico sia superiore e che si superino anche stati di stanchezza cronica evidente. Tranne alcune opinioni un po’ meno entusiastiche il prodotto sul web viene presentato come molto buono.

 

Una dieta efficace per dimagrire le gambe

Una dieta efficace per dimagrire le gambe

Una dieta efficace per dimagrire le gambe

Nell’articolo precedente vi avevo parlato di quanto potesse essere interessante staccare dall’alimentazione quella quotidiana iniziando una dieta veloce disintossicante con cui perdere qualche chilo in pochi giorni.

In questo articolo, invece, io vi parlerò, visto anche il periodo che ci porta a scoprirci con una certa facilità, di una dieta efficace per dimagrire le gambe.

Anche perché, come ben sapete, sono molte le diete che dicono come perdere peso e grasso addominale.

Sulle gambe i consigli sono meno specifici, come se fare attività fisica, che certamente è la cosa più importante, non avesse poi bisogno di una dieta con alimenti specifici che aiutino a drenare le nostre gambe.

Quindi vediamo insieme questa dieta dimagrante pensata apposta per le gambe.

La nostra dieta per le gambe

La prima cosa da pensare, oltre a fare un’attività fisica importante, è quello di fare una dieta equilibrata, ma, soprattutto bere due litri di acqua al giorno d’inverno e fino a tre litri d’acqua al giorno d’estate, a prescindere dall’avere sete o meno. Questi liquidi aiuteranno a sciogliere il grasso, la cellulite e a drenare la ritenzione idrica.

L’altro primo consiglio che posso darvi è quello di mangiare cose buone ma non di smettere di mangiare, perché questo è sempre controproducente.

Non mangiare significa solo avvizzirsi e restare, probabilmente, uguali come peso.

Il peperoncino, il tè verde, lo zenzero, il pompelmo e l’aglio sono alimenti perfetti per bruciare i grassi. Così come è chiaro che sia meglio mangiare molta frutta e verdura, senza esagerare nel mangiare grassi e zuccheri.

Vediamo uno schema settimanale di una dieta efficace:

  • colazione: si può prendere uno yogurt con cereali e frutta: una tazzina di caffè con 3 fette biscottate con la marmellata; 4 biscotti secchi con una tazza di latte scremato
  • spuntino: un frutto o 30 grammi di frutta secca
  • pranzo: tre volte a settimana pasta con sughi semplici di verdura; le restanti tre volte proteine magre (pollo, coniglio, tacchino, pesce) con verdura fresca. Una volta a settimana si può mangiare un assaggio di primo con un assaggio di secondo.
  • merenda: un frutto o 30 grammi di frutta secca
  • cena: tre volte a settimana insalate fresche o verdure grigliate con mozzarella o ricotta fresca; due volte uova sode con verdure; una sera uno sfizio che può essere un panino, un gelato o una pizza.

Questo è un tipo di dieta molto tranquillo, attenzione al sale, che deve essere poco e iodato, e all’olio che deve non superare mai i 5 cucchiaini di olio al giorno.

Abbondate, se piace, con l’aglio e il peperoncino, mangiate come spuntino il pompelmo e usate anche tisane di zenzero.

Conclusioni

Una dieta efficace per dimagrire le gambe non è facile da immaginare, soprattutto perché molto credono che si possa pensare solo all’attività fisica. Invece bisogna bere molta acqua, tisane allo zenzero, idratarsi e mangiare cose sane.

Questa è la prima regola per vivere una vita che sia considerabile sana e non c’è neppure bisogno di tanto sforzo, solo abbandonare il cibo grasso e fare un po’ di movimento.

Una dieta drastica, veloce ed efficace Ecco la dieta dei tre giorni

Una dieta drastica, veloce ed efficace? Ecco la dieta dei tre giorni

Una dieta drastica, veloce ed efficace Ecco la dieta dei tre giorni

Avete proprio bisogno anche voi di una dieta drastica, veloce ed efficace con cui arrivare in forma, o almeno con qualche chilo in meno, alle agognate vacanze estive?

Sì, vero?

Anche io.

Allora mi viene subito in mente una dieta per dimagrire di tre giorni depurativa, un one shot dietistico, una di quelle diete che in poco tempo ti fa perdere un po’ di peso, perfetto per il primo bagno o per farti entrare quel vestito che proprio fa fatica a scivolare sulle tue rotondità.

Lo scorso articolo vi avevo parlato di integratori alimentari, quindi di una dieta accompagnata da integratori che portano a dimagrire maggiormente sul lungo termine.

In questo caso, invece, parliamo di una dieta veloce, molto rapida, un bel po’ drastica, da fare in pochissimi giorni.

Ma guardiamo insieme di cosa si tratti.

La dieta drastica e veloce dei tre giorni

Innanzitutto vi devo dire che in questo caso stiamo parlando di una dieta disintossicante efficace per poter perdere due o tre chili nell’arco di questi 3 giorni.

Chiaramente questo tipo di dieta è capace di farti perdere in maniera veloce anche tutte le tossine di cui sei saturo e di ritrovarti, in poco tempo, più rilassato, più in forma e più leggero.

Questa la dieta:

  • al mattino bevi un bicchiere d’acqua calda con una spremuta di limone, per accelerare il metabolismo, o una tisana depurativa allo zenzero, perfetta allo scopo;
  • a colazione mangia uno yogurt magro con avena o cereali integrali
  • a pranzo un brodo disintossicante (va benissimo quello vegetale filtrato che poi cucinare con sedano, fagiolini, pomodori e zucchine) con una fetta di pane integrale
  • a cena mangia una proteina magra (come pollo, maiale, coniglio o pesce) con verdure di stagione (chiaramente non fritte)
  • gli spuntini possono essere di frutta fresca e secca, senza nessuna aggiunta di zucchero
  • prima di dormire bevi una tazza di camomilla o di tè al tarassaco per lenire lo stress e favorire il sonno

Come avrete notato questa dieta ha degli elementi liquidi evidenti che servono a drenare il nostro corpo in maniera più che evidente.

Perdendo i liquidi è molto facile perdere quei due o tre chili di ritenzione idrica che ognuno di noi si porta dietro con una dieta sbagliata.

Conclusioni

Una dieta drastica, veloce ed efficace è proprio questa di cui vi ho parlato ora, una dieta certo non a lunga scadenza ma in grado di poter donare una leggerezza e una depurazione facile e completamente naturale.

Basta mangiare, appunto, cibi leggeri, piuttosto liquidi, senza abbondare di pane ma con un paio di tisane al giorno per migliorare radicalmente il nostro stato di benessere.

Per esempio l’idea del bicchiere d’acqua calda con il limone di primo mattino per accelerare il metabolismo è una di quelle cose che dovrebbe diventare un’abitudine reale per iniziare la giornata con uno slancio differente.

Quindi sì a queste pause dalla nostra alimentazione abituale per depurarci da tutte le tossine che ci portiamo dietro ogni giorno, nella nostra vita stressata e piena di cibo spazzatura.

Se invece vuoi seguire una dieta sana ed efficace, e sopratutto duratura, allora scarica il menu del lunedì della nostra dieta:

Uomo Donna
Fitline e le opinioni negative. I prodotti fitline per dimagrire funzionano o fanno male

Fitline e le opinioni negative. I prodotti fitline per dimagrire funzionano o fanno male?

Fitline e le opinioni negative. I prodotti fitline per dimagrire funzionano o fanno male

Il tempo delle vacanze al mare si avvicina e si avvicinano anche i dubbi sulla nostra forma fisica.

Oggi voglio parlarvi di Fitline e delle opinioni negative che a volte riscontriamo sul web quando ci troviamo ad avere a che fare con degli integratori alimentari che, accompagnati ad una dieta equilibrata, promettono di farvi stare in forma aiutandovi a dimagrire meglio mangiando bene.

Lo scorso articolo vi avevo consigliato di provare, senza esagerare, una dieta molto drastica, della durata di 15 giorni, la dieta Plank, una dieta perfetta per chi vuole perdere parecchio peso in un tempo ristretto.

Come avrete certamente intuito usare i prodotti Fitline è qualcosa di diametralmente opposto, è un surplus alla nostra alimentazione quotidiana che potrebbe accompagnarci per tutta la vita.

Vediamo insieme nello specifico cosa sia Fitline, se i prodotti per dimagrire funzionano o se invece fanno male, e se davvero mantenga le promesse di qualità a cui noi aspiriamo.

Parleremo anche delle opinioni negative, appunto, che abbiamo letto e trovato sul web.

Sempre con la massima attenzione nell’essere chiari, soprattutto perché stiamo parlando di qualcosa di cui non abbiamo mai parlato prima.

Cos’è Fitline?

Fitline è una linea di prodotti che, da circa 21 anni, è stata sviluppata dall’azienda tedesca PM International che gravita nel mondo del commercio dal 1993 con due linee di prodotti, quella che ci interessa degli integratori alimentari e una di cosmetici sempre bio.

I prodotti sono qualitativamente molto interessanti, come in tutto ciò che riguarda integratori assolutamente naturali, la filiera della produzione viene seguita costantemente da un comitato scientifico di cui vi parlerò più ampiamente poi.

Massima sicurezza, appunto, per questi prodotti, che seguono gli standard del Good Manufacturing Practice (GMP) valido per l’industria farmaceutica.

300 milioni di prodotti venduti in tutto il mondo sono un’altra dimostrazione dell’interesse per questi integratori e della soddisfazione dei più di 100mila clienti nel mondo.

Oltretutto Fitline è usato soprattutto da chi fa sport ad alti livelli anche perché questi integratori riescono a migliorare le prestazioni personali degli atleti.

Interessante anche perché da anni, PM International, esegue delle analisi per far sì che questi prodotti non rientrino mai in quelle che vengono considerate sostanze dopanti.

Gli integratori alimentari sono quelli che più di ogni altro prodotto sono considerati perfetti per equilibrare lo stress quotidiano mantenendo la salute a un livello ottimale.

Soprattutto lo sviluppo da parte degli scienziati dell’azienda del concetto di trasporto dei nutrienti (NTC) porta i nutrienti dove sono necessari a livello cellulare.

Questo concetto rinforza il sistema immunitario e il cuore e la circolazione.

Proprio per questo abbiamo effetti benefici per la pelle, le unghie e i capelli.

Il comitato scientifico, di cui vi ho parlato prima, è la base essenziale per l’azienda, e serve per la Cooperazione Interdisciplinare di Conoscenze ed Esperienza che sono i cardini su cui l’azienda tedesca si basa.

Opinioni negative: fanno male?

Al contrario di tutto quello che vi ho scritto nel primo paragrafo è possibile, gironzolando sul web, trovare un po’ di opinioni negative sulla veridicità dei prodotti Fitline.

Alcune persone hanno riscontrato problemi con alcuni mancamenti o svenimenti, dopo la prima settimana dall’assunzione dei prodotti.

Altri invece hanno riscontrato un leggero torpore, dovuto ad alcuni integratori presi per migliorare la qualità del sonno e anche un po’ di gonfiore intestinale, precisa immagine per descrivere quella sensazione, non tanto piacevole, di aria nella pancia.

Prodotti per dimagrire

Il più famoso di tutti, tra i prodotti della Fitline, è il Proshape All in 1“,  supporto nutrizionale molto noto per l’aiuto nella perdita di peso.

La mousse al cioccolato, chiaramente dietetica, è ricca di proteine e di zinco.  La sostituzione, con questo integratore, dei due pasti principali (per un periodo di tempo limitato) permette di perdere peso in maniera costante.

Altro decisamente famoso è il FitLine CC-Cell Plus e questo è il prodotto più famoso per quello che riguarda la lotta alla cellulite. Il prodotto aiuta nell’assottigliare la massa grassa a dispetto della massa magra, dà una migliore consistenza alla pelle, anche perché funziona come rassodante.

Clear Skin è il prodotto, invece, che funziona per una pulizia molto profonda della pelle e aiuta, quindi, alla purificazione della pelle per eliminare il terribile problema dell’acne.

Ma c’è anche il Fitline Activize Oxyplus che va tanto per la maggiore.

Fitline funziona?

Come in tutte le cose in cui si parla di prodotti estremamente funzionali per migliorare la nostra vita ci sono dei pro e dei contro.

Innanzitutto dobbiamo iniziare a capire che questi prodotti non siano miracolosi ma che servono, in qualche modo, a migliorare la qualità della nostra esistenza in maniera sostanziale se questi prodotti non siano davvero i soli ed unici protagonisti della nostra dita alimentare o della nostra cosmesi ma che ci possano aiutare, con una dieta equilibrata, a vivere al top.

Quindi come dire se una cosa funziona o meno se non la si prova?

Ci sono delle opinioni negative nel mondo di internet ma anche tantissime opinioni iper positive di persone che non fanno altro che dire che Fitline ha cambiato loro la vita, che ha migliorato la qualità dei loro corpi e del loro sonno, eliminando lo stress in eccesso, eliminando i chili in eccesso grazie al mix di proteine, di vitamine e di minerali, tutti controllati, che sono al centro dei prodotti stessi.

Funzionano? Funzionano se non crediamo nei miracoli ma accompagniamo una vita sana a questi prodotti, non dimenticandoci di fare attività fisica e di mangiare sano.

Conclusioni

Fitline è la linea di integratori nata dal comitato scientifico di PM International, un’azienda che si occupa del benessere della persona dalla metà degli anni Novanta.

I prodotti sono suddivisi in integratori alimentari, che servono per dimagrire, e prodotti per la cosmesi che servono a eliminare problemi annosi sia esteticamente che di salute come la cellulite e l’acne.

Gironzolando per il web si possono leggere opinioni negative sui prodotti (a onor del vero molto poche) e tante tantissime recensioni entusiastiche di gente che aveva perso 10-15 chili e che aveva notato il cambiamento in meglio nelle loro vite a livello di stress e di pressione.

Il Concetto, poi, di trasporto dei nutrienti, che è un marchio registrato PM International, consente poi di aiutare i nutrienti di cui sono ricchi i nostri integratori, ma anche ciò che mangiamo, a depositarsi correttamente nelle cellule giuste.

Come un navigatore per le automobili, che consente di trovare la via più veloce e quella più giusta per il raggiungimento del nostro obiettivo di benessere.

la-dieta-dei-15-giorni-come-mettere-il-turbo-al-metabolismo

La dieta dei 15 giorni: come mettere il turbo al metabolismo

la-dieta-dei-15-giorni-come-mettere-il-turbo-al-metabolismo

Dopo un bell’articolo sulla tisana zenzero e curcuma, che è un vero toccasana per tutto il nostro corpo, dal raffreddamento al detox, oggi vorrei parlarvi della dieta dei 15 giorni, una dieta fatta apposta per mettere il turbo al metabolismo.

Ma è possibile perdere così tanto peso, come questa dieta metabolica promette, in così poco tempo?

Mettiamo bene in chiaro che questa, che viene anche chiamata dieta Plank (dal nome di colui che l’ha messa a punto), è una dieta lampo di quelle che servono a perdere anche 8-9 chili in meno di 15 giorni.

Si può pensare di usare questa dieta a lungo termine? Direi proprio di no, perché è una dieta che ha come principio cardine proprio quello di dare un’accelerata forte al metabolismo per far sì che il nostro corpo, con uno shock alimentare, perda liquidi e peso in pochissimo tempo.

Ma vediamo nello specifico questo regime dietetico iperproteico e anche piuttosto restrittivo.

Il mio consiglio, prima di iniziare a lavorare con questa dieta, è di essere molto convinti ma, soprattutto, consapevoli che questa dieta sia pensata per un lasso di tempo determinato e che non possa essere seguita come dieta di mantenimento.

Mi raccomando!

Vediamo insieme la dieta giorno per giorno.

Prova il Metodo Vailo, compila la form e scarica gratuitamente il menu del Lunedì:

Uomo Donna

 

La dieta giorno per giorno

  1. Primo giorno Colazione: caffè senza zucchero, pranzo: uova sode e spinaci lessati, cena: carne di maiale arrostita con insalata
  2. Secondo giorno Colazione: fetta di pane con caffè senza zucchero, pranzo: bistecca di vitello e insalata, cena: prosciutto cotto (senza limitazioni di quantità)
  3. Terzo giorno Colazione: una fetta di pane e caffè senza zucchero, pranzo: uova sode e insalata, cena: prosciutto e insalata
  4. Quarto giorno Colazione: una fetta di pane e caffè senza zucchero: pranzo: carote bollite e caffè nero senza zucchero, cena: frutta (senza limitazioni) e yogurt
  5. Quinto giorno Colazione: caffè nero senza zucchero, pranzo: pesce bollito con verdure condite con olio e limone, cena: una bistecca di maiale e insalata
  6. Sesto giorno Colazione: caffè nero senza zucchero e una fetta di pane, pranzo: pollo arrosto senza olio, cena: carote bollite
  7. Settimo giorno Colazione: tè al limone senza zucchero, pranzo. bistecca di maiale con insalata, cena: una delle cene della settimana

Dall’ottavo giorno in poi riprendere la dieta dal primo giorno. Bere almeno 2 litri d’acqua al giorno, senza bibite gassate o alcoliche. Potete fare dei piccoli cambiamenti alla dieta, soprattutto se non vi piace mangiare qualcosa ma senza mai esagerare con i condimenti e con pochissimo sale.

Uno shock metabolico con così tante proteine porta a un radicale cambio di peso, quasi un chilo al giorno.

Conclusioni

Questa dieta dei 15 giorni, una dieta in cui è possibile far uso di un integratore per aumentare il metabolismo, è una dieta restrittiva, con un regime iperproteico che serve a dare uno shock violento al nostro modo di mangiare e di bruciare le calorie per far sì che si perda peso e liquido in pochissimo tempo. La dieta, come però ben sapete, è da gestire e usare per un breve lasso di tempo, ricordatelo, non è una dieta di mantenimento che può servire a migliorare, a lungo termine, il nostro stile di vita.

E’ una dieta lampo che serve a perdere molto peso in pochissimo tempo. E lo fa alla grande.

a-cosa-serve-tisana-zenzero-e-curcuma

A cosa serve la tisana zenzero e curcuma

A cosa serve la tisana zenzero e curcuma

A cosa serve la tisana zenzero e curcuma?

Siete consapevoli di poter comprare, a pochi passi da voi, due ingredienti considerati magici per le loro qualità depurative, acceleranti del metabolismo, per lo stomaco, contro la febbre, il raffreddore.

Nell’articolo precedente vi avevo parlato di mangiare o meno la mozzarella in gravidanza. Qui sempre si parla di qualcosa che noi ingeriamo, sotto forma di spezia, per condire dei cibi se vogliamo.

Ma insieme, beh, insieme sono una combinazione pazzesca. Sin dall’antichità, infatti, entrambi gli alimenti erano considerati, come lo sono ora, magici.

Vediamo insieme le proprietà della curcuma  e qualche ricetta con cui essere sempre al massimo con se stessi.
Che poi è quello che cerchiamo di ottenere ogni giorno.

Scopri i benefici delle compresse che contengono Zenzero e Curcuma:

Proprietà e ricette

La curcuma deriva dalla pianta della curcuma ed è una polvere gialla che serve a condire soprattutto curry e pollo.

Fin dall’antichità è stata considerata nella medicina ayurvedica ottima come disintossicante per il fegato. Ricca di antiossidante è considerata antitumorale e perfetta per rallentare l’invecchiamento della pelle. Funziona anche come antinfiammatorio, è un anticicatrizzante e abbassa il livello di colesterolo cattivo nel sangue.

Lo zenzero è una radice e si può trovare come radice o come polvere in commercio.

E’ un ottimo digestivo, previene la formazione di gas nella pancia e gonfiore.

E’ perfetto anche nella malattie di raffreddamento. E’ l’unico, fino a questo momento, rimedio da me provato personalmente che doni sollievo durante il raffreddore o una brutta influenza. In questo caso specifico basta far bollire dell’acqua con 3 o 4 pezzetti di zenzero. Arrivati al bollore lasciare lo zenzero all’interno e aggiungere mezzo limone e un cucchiaino di miele.

Ottimo contro la nausea, anche in gravidanza.

Lo zenzero  è perfetto anche per i dolori articolari e quelli muscolari, lenendo, anche con una certa rapidità, problemi di crampi.

Vediamo un paio di ricette con cui mettere insieme zenzero e curcuma in una tisana.

La prima:

  • 1/2 cucchiaino di radice di curcuma grattugiata fresca
  • 1/2 cucchiaino di radice di zenzero grattugiata fresca

Mettete in un pentolino un bicchiere d’acqua e portate ed ebollizione, filtrate l’infuso e poi dolcificate naturalmente o con un cucchiaino di miele o con la stevia.

Un’altra ricetta, ancora più detox, prevede:

  • 500 ml di acqua
  • 1 pezzetto di radice di zenzero
  • 1 pezzetto di radice di curcuma
  • 3 fette di limone

Prendere una brocca d’acqua, aggiungere i due pezzetti di radice, aggiungete il limone e lasciate riposare in frigorifero per 24 ore. Più dissetante e meno forte di sapore, è perfetta come bevanda estiva.

Conclusioni

A cosa serve, quindi, la tisana zenzero e curcuma? A moltissime cose, tutte molto interessanti. Che sia solo per depurarsi, che sia per digerire, che sia perché si ha un forte raffreddore, in tutti i casi possibili questa tisana non può far altro che fare bene. E questo è certamente quello che vogliamo sapere nel momento in cui decidiamo di far entrare nella nostra dieta a lungo termine, nel nostro nuovo regime alimentare, nella nostra nuova vita che di certo è più sana e più attenta a quello che ci fa bene.

Argento colloidale: funziona davvero?

Argento colloidale: funziona davvero?

Argento colloidale: funziona davvero?

È tornato in auge dopo tantissimo tempo e viene considerato come il migliore sostituto naturale degli antibiotici. Ma i benefici dell’argento colloidale sono reali o si tratta solo di una nuova moda del momento?

L’omeopatia sta prendendo sempre più piede e inizia ad essere preferita, per lo meno in casi di patologie non gravi, alla medicina tradizionale.

Per molti di noi ricercare, generalmente tramite il web, quali possano essere i rimedi naturali più indicati per i disturbi più svariati- dal banale raffreddore a problemi ben più seri- è diventata ormai una prassi.

Ci possono essere tante spiegazioni riguardo questa inversione di tendenza tra le quali spicca la teoria complottista a sfavore delle case farmaceutiche che pur di vendere sarebbero disposte a propinarci veleno.

Al di là delle credenze personali, soprattutto quando si tratta della propria salute, è bene però sempre approcciarsi alle alternative informandosi adeguatamente prima di escludere di affidarsi alle cure tradizionali.

In questo articolo ci soffermeremo sul caso specifico dell’argento colloidale che si sta imponendo come cura alternativa agli antibiotici per combattere le infezioni, sforzandoci di capire se si tratta un rimedio sicuro e affidabile o, semplicemente, dell’ultimo ritrovato omeopatico dalla dubbia efficacia.

Cosa è esattamente l’argento colloidale?

Ne abbiamo già parlato nell’articolo “Argento colloidale, dove si compra e quanto costa“, tuttavia è necessario aggiungere altre informazioni.

Iniziamo col capire esattamente cosa è l’argento colloidale e come si presenta.

Tecnicamente si tratta di una sospensione di particelle sottilissime di argento che si ottengono attraverso l’elettrolisi di questo metallo all’interno di un liquido purissimo (generalmente acqua bi-distillata) e si presenta come un liquido dal caratteristico colore giallo paglierino.

Tali particelle ioniche a carica positiva dovranno avere un diametro di dimensioni comprese tra 0,001 e 0,01 micron e trovarsi in una concentrazione non superiore alle 20 ppm (parti per milione).

A differenza degli antibiotici, non viene quindi chimicamente sintetizzato, ma semplicemente ottenuto tramite scissione elettro-chimica dell’argento.

Per informazioni più dettagliate riguardo le caratteristiche fisico-chimiche dell’argento colloidale, vi rimandiamo alla pagina santenaturels.it/argento-colloidale .

Che benefici può apportare in ambito medico-sanitario?

Prima di parlare le proprietà curative dell’argento colloidale e dei relativi utilizzi possibili è necessario puntualizzare innanzitutto che non si tratta di un’invenzione recente, ma di un presidio medico-chirurgico che trovava larghissimo uso prima della scoperta della penicillina e del conseguente avvento degli antibiotici come disinfettante generalmente ad uso topico e per la profilassi della strumentazione chirurgica.

La ragione delle suoi molteplici suo utilizzi è semplice: le particelle ioniche dell’argento colloidale, una volta entrate in contatto con gli agenti patogeni, sono in grado di aggredirne gli enzimi responsabili del metabolismo, causandone la morte nel giro di pochi minuti.

Si presta pertanto ad essere impiegato per debellare tutte le infezioni batteriche- da quelle cutanee a quelle dell’apparato urogenitale, fino a quelle dell’apparato respiratorio- e favorisce anche la cicatrizzazione dei tessuti lesionati da ulcere o da ustioni.

Può davvero essere utilizzato al posto degli antibiotici?

Stando a quanto risulta dagli studi clinici più recenti, l’argento colloidale puro, che è riconosciuto come un vero e proprio presidio medico e non quindi come un semplice farmaco omeopatico, possiede una reale efficacia contro le infezioni microbiche e, di conseguenza, può essere considerato come una valida alternativa all’utilizzo degli antibiotici.

Inoltre, l’uso massiccio e troppo spesso indiscriminato degli antibiotici ha indotto gli agenti patogeni a sviluppare delle mutazioni genetiche che li rendono ormai inattaccabili da questa categoria di farmaci.

È un fenomeno chiamato antibiotico-resistenza e che purtroppo si sta estendendo ad un numero sempre più elevato di microbi e virus e che impedisce all’antibiotico di poter essere realmente efficace contro diversi tipi di infezioni, per lo più quelle intestinali.

Ovviamente, il buon senso impone di rivolgersi sempre al medico prima di optare per l’una o l’altra soluzione e, qualora si scegliesse l’argento colloidale, assumerlo secondo il dosaggio più corretto per la tipologia di infezione che si sta curando.

mozzarella-di-bufala-senza-lattosio-in-gravidanza

Si può mangiare la mozzarella di bufala (senza lattosio) in gravidanza? Ecco cosa ho scoperto

La mozzarella di bufala senza lattosio in gravidanza

Quando una donna resta incinta inizia una sequela, piuttosto consistente, di alimenti che si possono mangiare durante questo periodo di gestazione e alimenti che non sono affatto consigliati alle donne gravide.

Oggi mi piace parlare, con voi, di cosa ho scoperto su uno dei miei alimenti preferiti in assoluto, la mozzarella, e nello specifico su quanto e come si possa mangiare la mozzarella di bufala senza lattosio in gravidanza.

Nello scorso articolo vi avevo parlato di quanto fosse difficile trovare delle motivazioni psicologiche per iniziare un piano alimentare di un mese ma anche di quanto ci fossero tanti spunti, invece, tutti i giorni per motivarsi pian piano.

La gravidanza ha bisogno di attenzioni e motivazioni ancora maggiori ma, soprattutto, ha bisogno di attenzioni alimentari.

Quindi si può mangiare o non si può mangiare la mozzarella quando si è incinte?

La mozzarella sì o la mozzarella no?

L’importante, in gravidanza, come ben sapete è scegliere i prodotti che siano garantiti e controllati in tutto e per tutto. Banditi gli alimenti crudi, specie di dubbia provenienza, sì alla frutta e alla verdura se lavate, accuratamente, con acqua e bicarbonato.

E la mozzarella?

Beh, la mozzarella di bufala è, in primis, un alimento principe nella nostra dieta mediterranea.

La mozzarella di bufala senza lattosio poi può essere considerata altamente digeribile e anche consumabile da chi ha grossi problemi di intolleranza.

La cosa fondamentale, però, per poter consumare la mozzarella da incinta è mangiarla molto fresca, sigillata.

La mozzarella deve essere il prodotto di un latte pastorizzato, quindi senza batteri.

Non è possibile consumare una mozzarella che sia stata troppo esposta all’aria, meglio comunque anche in frigorifero che sia conservata nel suo serio, che è già fortemente antibatterico.

Assolutamente intollerabili i prodotti da discount di dubbia provenienza, sì alle mozzarelle prodotte bene, con tutti i crismi di legge e di cui conosciamo nome e tradizione.

Come in tutte le cose, essendo poi la mozzarella un alimento ricco di calcio, ottimo per la crescita del feto, bisogna essere in grado di riconoscere tutti i passaggi della filiera della qualità.

Riconoscere la provenienza di un prodotto ci aiuta molto in tutti i casi delicati, come una gravidanza, in cui abbiamo il dubbio di non poter mangiare qualcosa.

Conclusioni

Quindi si può mangiare la mozzarella di bufala (senza lattosio) in gravidanza?

Assolutamente sì, specie senza lattosio perché risulta molto più digeribile senza, però, ridurre le proprietà contenute nel prodotto.

Attenzione, molta attenzione, alla provenienza della mozzarella, a come è stata prodotta, da quali animali e con latte, assolutamente, pastorizzato per non rischiare infezioni.
Controllate anche che la mozzarella non stia fuori dal frigo o dal suo siero da troppo tempo, per non temere, appunto, la prolificazioni dei batteri.

Con queste piccole indicazioni, anche in gravidanza, potrete assaggiare uno degli alimenti più buoni della dieta mediterranea all’italiana.
Da consumare fresca, appunto, con una bella insalata di pomodori (lavati con acqua e bicarbonato, non dimenticatelo!), olio, sale, origano e qualche foglia di basilico fresco per un piatto estivo e buonissimo tutto da gustare.

 

piano-alimentare-per-un-mese

Il piano per dimagrire in un mese

Il piano per dimagrire in un mese

Dopo aver visto 33 buoni motivi per dimagrire oggi vedremo qual è il piano migliore per dimagrire in un mese.

Ci sono diversi piani per dimagrire, tra quelli che vanno di moda e quelli che più recensioni positive hanno avuto sul web. Io mi sono fidata di questo piano per dimagrire in un mese che parla di allenare il supermetabolismo e che sostiene di poter far perdere in un mese all’incirca 10 chili (che non è certo poco!).

Il piano per dimagrire di cui vi parlerò dura esattamente un mese e si basa su dei cicli di due o tre giorni, settimanali, che prevedono cibo diverso e un’attività fisica diversa.

Una sorta di shock metabolico che dovrebbe portare il nostro corpo a un surplus di dimagrimento, quindi vediamo bene insieme come si possa strutturare un piano per dimagrire che abbia senso per noi.

La struttura del piano per dimagrire in un mese

La struttura del piano per dimagrire in un mese si suddivide così:

  • mangiare 5 volte al giorno, ogni 3 o 4 ore senza mai saltare un pasto
  • consumare la colazione presto, entro mezz’ora dal vostro risveglio
  • bere parecchio, circa 30 cl ogni chilo di peso (se pesate 50 chili sono un litro e mezzo, se ne pesate 75 sono due litri, 100 chili sono due litri e mezzo)
  • davvero meglio scegliere alimenti bio
  • fare attività fisica 3 volte a settimana
  • ripetere la struttura della dieta con le tre fasi con rispetto

La prima fase

La prima fase del piano per dimagrire per un mese va eseguita nelle giornate del lunedì e del martedì e prevede frutta e verdura, proteine e cereali.

La colazione deve essere fatta con cereali e frutta, due spuntini con la frutta, un pranzo e una cena con i cereali e poi una porzione di proteine e verdure a volontà.

La seconda fase

La seconda fase, che va dal mercoledì al giovedì, invece predilige proteine e verdure da cucinare lesse o grigliate, di certo non fritte. Colazione  e spuntini devono essere di omelette (solo di albumi) e verdure a pranzo e a cena con proteine magre.

La terza fase

La terza fase, che va dal venerdì e prosegue nel weekend, prevede il reintegro dei grassi sani e proteine, frutta e verdura con cereali integrali. A colazione e durante gli spuntini meglio la frutta, poi a pranzo e a cena cereali integrali, appunto, e proteine magre.

La cosa fondamentale, da accompagnare a questo tipo di piano alimentare, è quella di lasciar perdere la vita sedentaria di prima e continuare, invece, a migliorare la propria vita con dell’ottima attività fisica. L’attività può essere decisa in base a quello che è il nostro grado di forma, dalla semplice passeggiata alla palestra, all’arrampicata, alla partita di calcetto, insomma come meglio preferite, basta che vi muoviate.

Per quanto riguarda il mantenimento, che è anche definita fase quattro, cioè quella definitiva, duratura, dovrete pensare di reintegrare alcuni grassi, alcuni alimenti proibiti come la pasta, il pane e i latticini nella dieta. E poi dovrete sempre gestirvi, in maniera chiaramente meno restrittiva, alle tre fasi del piano alimentare, così da avere sempre un’alimentazione varia e una vita attiva.

Conclusioni

Il piano per dimagrire in un mese non è certo sempre un piano alimentare con cui essere sicuri di fare dei miglioramenti e dei progressi che abbiano a che fare con il nostro fisico e con la nostra mente. Perché ogni cambiamento non deve pretendere di mostrare solo un corpo migliore ma deve migliorarci completamente come persone, questo è il nostro obiettivo.

 

33 buoni motivi per dimagrire e perdere peso definitivamente

33 buoni motivi per dimagrire e perdere peso definitivamente

 

L’estate arriva, quel jeans non entra più e noi vi diamo 33 buoni motivi per dimagrire.

Dopo avervi dato diete che vi aiutano nel vostro percorso di salute, come questa per la sindrome del colon irritabile oggi parleremo di quanto possa essere importante decidersi a perdere peso, illustrandovi una serie  di suggerimenti che non possono non fare al caso vostro.

Il sovrappeso inficia molte cose, sull’umore, sull’autostima, sul modo in cui ci si pone con gli altri. Per non parlare dei problemi di salute, dal colesterolo al diabete, dai problemi di cuore a quelli di circolazione periferica.

Quindi perdere peso non sarà solo entrare in quel bikini o in quel vestito per il matrimonio ma cambiare radicalmente stile di vita per avere davvero buoni motivi per dimagrire, cioè per migliorare se stessi.

Vediamo insieme i 33 buoni motivi, così da rendere la nostra vita molto più facile e salutare.

I 33 buoni motivi per dimagrire

1. Dimagrire significa dormire meglio

Quello che non sai è che dormire il tempo giusto ti fa dimagrire con maggiore facilità. Spesso le persone che stanno a dieta, proprio per compensare una dieta povera di grassi hanno costantemente fame. E avere fame significa essere in pericolo di qualche sgarro imminente. Invece dormire ti porta a stare rilassati e non pensare alla fame che invece permette di risvegliare il metabolismo.

2. Alleviare i dolori articolari

Molti di noi in sovrappeso soffrono di una serie di dolori articolari cronici dovuti al peso eccessivo che il nostro corpo non riesce a reggere senza sforzo. Un accumulo di peso porta a una serie di infiammazioni che una dieta fatta bene che porti a dimagrire ma anche a rafforzare i tendini e i muscoli non può che migliorare.

3. Miglioramenti lavorativi

Sembra assurdo da dire così, di primo acchito, ma è comprovato che avere un peso più che normale riesca a mettere in luce le abilità lavorative maggiormente. Le persone obese, vivendo con grande difficoltà la loro condizione personale, non danno il massimo al lavoro portandosi dietro sempre lo stesso stipendio per anni o non riuscendo a mantenersi il lavoro. E’ una questione di qualità e di autostima.

4. Ottenere il lavoro dei sogni

Non bisogna pensare a chissà quale psicologia straordinaria per arrivare a uno studio e a un pensiero del genere: avere un peso forma significa avere maggiore consapevolezza e considerazione di sé. Proprio per questo è più facile che un uomo o una donna con un fisico normale abbiano maggiori possibilità lavorative. Un uomo o una donna obesi sono persone che non sono in pace con se stessi e proprio per questo migliorarsi fisicamente può aiutare a raggiungere obiettivi migliori.

5. Abbassare i livelli di stress

Stare a dieta può anche aiutare ad abbassare, con il cibo, i livelli di stress di una persona. Invece di avere rabbia fin sopra la punta dei capelli si può pensare di mangiare zuccheri meno raffinati per una scelta alimentare che aiuti il nostro corpo a produrre meno cortisolo e meno stress.

6. Soffrire meno di allergia

Scegliere i cibi giusti, mangiare alimenti sani a chilometro zero, porta un miglioramento palese anche delle allergie che tutte le primavere attanagliano i nostri nasi, i nostri occhi e i nostri polmoni. Il sovrappeso, infatti, porta a un surplus lavorativo delle ghiandole surrenali che porta a un aumento dell’allergia.

7. Gustare di più i sapori

Questo forse non lo sai neppure ma mangiare con meno ciccia intorno e all’interno del nostro corpo migliora i nostri sensi. Proprio perché il livello ormonale non è tanto soggetto a dislivelli o a scarichi eccessivi riusciamo a gustare meglio i sapori del cibo che ingeriamo. Provare per credere.

8. Migliorare l’eccitazione sessuale

E’ comprovato che nel momento in cui nel nostro corpo c’è meno peso e meno cortisolo (che aumenta il livello di stress a dismisura) anche le nostre prestazioni sessuali aumentano. Le donne hanno un’impennata del desiderio grazie a un improvviso ringiovanimento ormonale. Gli uomini, altrettanto, con una maggiore secrezione di testosterone.

9. Durata del sesso maggiore

Un uomo e una donna con un peso normale durano circa il 10% in più a letto di una persona in sovrappeso.

10. Migliorare come cuochi

Usare alimenti freschi e sani e quindi usare meno prodotti confezionati e surgelati fa sì che si possa migliorare molto dal punto di vista culinario, aumentando di parecchio le skills come chef.

11. Soffrire meno il caldo

Avere meno peso addosso e mangiare meno cibi grassi o alcool fa sì che il nostro corpo sudi di meno e quindi soffra meno il caldo. E poi mangiare meglio, secondo la Scuola di medicina di Harvard, migliora il nostro sistema immunitario.

12. Memoria d’elefante

E’ comprovato che mangiare meglio e dimagrire contribuisca anche ad avere grande memoria, è questo quello che forse neppure immaginavamo! Migliorare dal punto di vista alimentare porta a una rigenerazione maggiore delle cellule cerebrali e quindi a una memoria più attiva.

13. Usare cibi che saziano

Il costante bisogno di cibo è una di quelle cose che attanaglia chi decide di iniziare una dieta. Ed è anche quel costante sentirsi affamati che di solito rompe le scatole a chi è a regime. Cercare, però, i cibi che saziano per più ore, come le proteine animali e vegetali o alcune verdure ricche di fibre è un trucco interessante per chi prova fastidio nel sentire quel senso di fame continuo. E mangiare di meno significa dimagrire più facilmente.

14. Maglioni meno sottili

Si può scegliere di vestirsi anche un po’ più pesante, perché il cibo migliore porta ad avere meno caldo, come abbiamo detto prima e quindi si può variare di più il tessuto e la forma del vestito da indossare, chiaro.

15. Salute della pelle migliore

Chiaro è che nel momento in cui ci troviamo ad avere a che fare con una dieta migliore anche la nostra pelle migliorerà. Proprio per questo è consigliato un regime alimentare sano a chi soffre di psoriasi, eczema, acne e altro problemi della pelle. Il miglioramento sarà evidente fin da subito.

16. Miglior rapporto con il proprio corpo

Semplice capire il perché del miglior rapporto con il proprio corpo. La dieta non rappresenta solo del cibo migliore ma anche una maggiore consapevolezza di sé, con un rinnovato amore nei confronti delle parti del corpo. Super hot davvero.

17. Avere più energia

Il cibo, il cibo quello buono, non abbatte, appesantisce o deprime. Anzi. Se mangiate bene non vi sarete mai sentiti più energici.

18. Sentirsi più carini

Lo so che sembra un dato di fatto anche piuttosto scontato ma stare più in forma significherà anche sentirsi più carini, con dei sorrisi spontanei che usciranno fuori con maggiore semplicità. Ci sono molte testimonianze di persone che già dopo aver perso 7-8 chili si sentono molto più attraenti. D’altronde la società tende a demonizzare, purtroppo, chi è obeso o in forte sovrappeso.

19. Diventare più facilmente riconoscibili

Il grasso tende a rendere le persone più anonime, anche perché sono le persone stesse a rendersi meno riconoscibili, con abiti larghi e meno cura di sé. Perdere qualche chilo porta subito ad essere maggiormente memorizzabili, anche grazie al fatto di sentirsi meglio, quindi più predisposti alla conoscenza.

20. Più endorfina

Sentirsi meglio e mangiare meglio non fanno altro che incrementare l’endorfina, l’ormone del benessere, stabilizzando il nostro umore.

21. Avere più soldi

Mangiare meno, mangiare meglio, bere meno, bere meglio. Queste sono tutte cose che faranno sì che il nostro portafogli sia sempre meno vuoto, ci saranno maggiori risparmi alla fine del mese, evidente.

22. Uscire di più

Cercare di fare un po’ di attività fisica per restare in forma vi porterà ad uscire più di casa per esplorare ciò che c’è intorno e che, sicuramente, in auto non avevamo mai visto con calma.

23. Nuove ricette

Finalmente, con la dieta, sarà molto più facile cucinare nuove ricette senza ricadere nei soliti cliché alimentari precedenti con la pizza, l’hamburger e la pasta con il formaggio.

24. Scoprire nuove attività

Con il peso in meno si può certamente pensare di fare cose che prima non eravamo in grado di fare, dal fare una bella corsetta o una lunga nuotata, oppure una passeggiata in bici o una semplice arrampicata.

25. Respirare meglio

E’ comprovato che la perdita di peso riesce a farci respirare meglio, aumentando la capacità di incamerare ossigeno da parte dei polmoni.

26. Lavorare meglio

Maggiori capacità di concentrazione porteranno a lavorare di più e meglio, con un focus evidente ogni giorno, senza distrazioni o cali di attenzione frequenti.

27. Alleviare le malattie croniche

Mangiare meglio, con un certo dimagrimento, porta, certamente, a migliorare anche i problemi cronici, dal diabete alle infiammazioni. Noterete un miglioramento evidente che vi permetterà di diminuire anche il numero di farmaci al giorno.

28. Basta russare

Se siete l’incubo del vostro partner con il vostro costante russare sappiate la dieta migliorerà anche questo fastidioso problema notturno.

29. Diminuire il rischio di cancro

Non solo i fumatori sono a rischio cancro ma anche chi soffre di obesità o è fortemente in sovrappeso. Perdere peso significa diminuire il rischio di cancro, specie post-menopausa per le donne.

30. Possibilità maggiori di gravidanza

Avere meno peso addosso fa sì che sia più facile restare incinte e che la gravidanza successiva, poi, sia meno a rischio. E questo, di certo, non è una cosa da non tenere in conto. Arrivate intorno ai 30 anni le donne iniziano a pensare grandemente ad avere un figlio, a realizzare il sogno di diventare madri.

31. Migliorare le persone intorno a te

La dieta, se fatta bene, non cambia solo la tua vita ma anche quella della gente che ti sta intorno. Certo è che un’ondata di cibo sano e di benessere non ha mai fatto male a nessuno  e che quest’onda positiva si allarghi è di per sé una cosa molto bella e molto interessante.

32. Farsi nuovi amici

Con un cambiamento di vita così evidente è anche chiaro che si potranno conoscere molte più persone. Già il fatto di stare più all’aria aperta, di fare palestra, di cambiare giri soliti, farà sì che le amicizie si possano allargare.

33. Vivere più a lungo

Ultimo motivo ma certamente il più importante: mangiando meglio e dimagrendo aumentano, di parecchio, le possibilità di vivere una vita lunga e serena. Essere in pace con se stessi, in forma, in salute, ecco quello a cui noi tutti aspiriamo.

Conclusioni

Migliorare la propria vita, ecco perché i 33 buoni motivi per dimagrire. Di motivi per dimagrire ce ne sono sempre tanti, di buoni motivi, come abbiamo visto (e anche molto semplici da realizzare) ce ne sono parimenti. La differenza tra i motivi e i buoni motivi è che i motivi possono essere fugaci o fallaci. I buoni motivi, invece, sono perfetti per chi ha davvero voglia di cambiare la strada maestra, prendendo una nuova via per stare più in forma, più sani e più felici.