ricette per frullati proteici fatti in casa

5 ricette per frullati proteici fatti in casa

Avete mai pensato di dare una sferzata di energia potente alle vostre giornate con dei frullati proteici fatti in casa?

In questo articolo vi darò 5 ricette di frullati proteici naturali, completamente naturali.

Decidere quando mangiare e cosa mangiare è una cosa che modifica i piani di una giornata, soprattutto se si parla di frullati proteici che possono essere considerati spuntini o pasti sostitutivi.

Quindi bando alle ciance, voi siete più per il frullato mattutino che alza il metabolismo e quindi lo accelera o siete per il frullato pre o dopo allenamento per riprendervi o per scatenare in voi tutta l’energia?

In qualunque caso vogliate sappiate che ci sono una serie di ricette sfiziose che stuzzicheranno il vostro appetito e che vi renderanno anche più semplice portarvi il pranzo dietro, sempre che decidiate che questo sia il vostro pranzo al lavoro.

Libero arbitrio, sia chiaro, ma le ricette ve le do io 🙂

5 ricette

Queste cinque ricette sono molto diverse tra loro e come tali vanno considerate, soprattutto decidendo poi di berli quando volete. Alcuni suggerimenti ve li darò io.

1. Frullato agli spinaci

Ideale come pasto sostitutivo o pre allenamento fisico.

Ingredienti:

  • 250 ml di latte di mandorla o latte scremato
  • 1 manciata abbondante di spinaci opportunamente lavati
  • 50 grammi di mango
  • 1 banana
  • 50 gramm di ananas
  • Puoi aggiungerci sia semi di chia che semi di lino per rendere il tutto croccante.

2. Alla mandorla

Si può bere sia per colazione che nel pomeriggio.

Ingredienti

  • 1/2 banana
  • 250 grammi di mandorla
  • 1 cucchiaio di burro di mandorle o se non lo trovate 1 cucchiaio di burro di arachidi
  • 1 cucchiaio di semi di chia o di lino

Se volete potete aggiungere:

  • zenzero
  • polvere di cacao
  • frutti di bosco (o un altro frutto a vostra scelta)
  • foglie di spinaci

3. Banana e caffè

Perfetto come post allenamento

Ingredienti:

  • 1 tazzina di caffè
  • 1 banana
  • 1 confezione di yogurt greco 0% grassi
  • 1 cucchiaio di semi di lino
  • 2 cucchiaini di sciroppo d’agave o di miele d’acacia
  • zenzero
  • noce moscata
  • 2-3 cubetti di ghiaccio

4. Alla ricotta

Ideale come sostitutivo della cena

Ingredienti:

  • 1/2 confezione di ricotta
  • un paio di mele gialle
  • un pizzico di zenzero
  • dolcificante Stevia o miele
  • ghiaccio

5. Tropical

Ideale nei pomeriggi estivi di calura.

Ingredienti:

  • 1 mango intero
  • 1 banana
  • 1 arancia
  • 1 confezione di yogurt magro
  • ghiaccio

Conclusioni

Qui non stiamo soltanto parlando di mangiare ma di mangiare bene e di far sì che il nostro corpo immagazzini energia con frullati proteici naturali.

Da qui l’idea di queste 5 ricette molto semplici che ci aiuteranno nei vari momenti della giornata.

Ricordatevi che siete voi a scegliere quando berli e che io vi ho dato delle semplici indicazioni partendo dagli ingredienti stessi da cui sono composti i frullati.

Quindi non temete di cambiare in meglio le vostre abitudini alimentari con dei prodotti freschi e naturali che aiuteranno il vostro corpo a migliorare lasciandolo più energico e più in salute.

Cosa sono gli integratori Juice Plus

Cosa sono gli integratori Juice Plus

In questi mesi abbiamo cercato di dare un senso a tutta questa ricerca di benessere, infatti non si tratta solo di perdere peso ma di migliorare la propria vita in tutti i modi possibili.

Ci troviamo qui a parlare di un’azienda come la Juice Plus e dei suoi integratori. L’integratore Juice Plus Complete è quello che più vicino, per composizione, alla frutta e alla verdura si possa trovare in commercio con l’aggiunta di proteine e carboidrati già miscelati.

Tutte le sostanze nutritive che sono inserite all’interno degli integratori sono composte in modo tale da rendere migliori tutti gli aspetti funzionali della nostra vita.

Ma vediamo nello specifico.

Gli integratori

Dobbiamo prima di tutto parlare di quella che è la filosofia Juice Plus, sulla quale tante opinioni si leggono su Internet, che come azienda nasce più di 40 anni fa come azienda che si occupa di allarmi antincendio nelle case degli americani.

Poi negli anni soldi e ricerche si sono settati sul benessere del corpo e della mente con questo nuovo brand che, negli ultimi 20 anni, ha rivoluzionato il mondo delle diete e degli integratori.

Qui, infatti, non si tratta solo di perdere peso ma di prendersi cura di se stessi con grande armonia tra cibi freschi e integratori, barrette, pasti sostitutivi come frullati e zuppe già pronti.

Ogni prodotto è controllato dall’inizio alla fine della produzione, con ricerca costante per renderli completamente naturali. Parliamo di prodotti senza conservanti e senza alimenti geneticamente modificati o trasformati chimicamente.

Sono prodotti senza glutine e senza lattosio che possono essere presi anche in gravidanza e dai bambini dopo lo svezzamento.

Integratori come quelli Juice Plus possono essere utili in gravidanza, senza esagerare con una dieta a basso contenuto calorico. In gravidanza la priorità deve essere il nutrimento del bambino, quindi mai pensare a sé ma pensare sempre prima al bimbo.

Sono ottimi da usare prima durante e dopo l’esercizio fisico anche perché con tutte quelle vitamine e quei sali minerali naturali stiamo parlando di un prodotto perfetto per dare energia. Insomma vale la pena di provare anche se si hanno intolleranze e allergie.

I prodotti Juice Plus sono molto attenti a restare naturali, come già detto in precedenza, e a non avere nessun prodotto di origine animale o che possa creare difficoltà a chi già di suo è un soggetto allergico.

Qui si tratta solo di natura e di essere attenti a migliorare la propria vita con prodotti che sono un pieno di salute!

Conclusioni

Gli integratori Juice Plus, che ha un sistema di network in grado di garantire lavoro e guadagni, e i prodotti Juice Plus Complete sono curati in tutto e per tutto, con grande attenzione a tutta la filiera di produzione che va dalla coltivazione dei prodotti al prodotto finito.

Quindi non si tratta solo di un prodotto commerciale ma di una vera e propria rivoluzione di vita che, accompagnata da cibo più sano e meno grasso, può migliorare e di tanto sia il nostro corpo che la nostra mente.

Il menu per la dieta metabolica (pdf)

Il menu per la dieta metabolica (pdf)

Avete mai sentito parlare di dieta metabolica?

Se ne avete sentito parlare saprete anche che i risultati di questa dieta vengono sempre considerati quasi miracolosi.

Parliamo di velocità nel perdere peso con aumento della massa grassa e della forma fisica, aumento della salute in generale, aumento dei sistema immunitario, miglioramento del carattere.

In Italia la dieta è famosa perché è considerata senza carboidrati e con moltissimi grassi ma non è proprio così.

Proprio per questo vedremo insieme un menu di dieta metabolica a grandi linee per spiegarvela meglio.

La dieta metabolica

Come funziona quindi la dieta metabolica? Funziona in modo da alterare il metabolismo sostituendo i carboidrati con i grassi e mantenendo la massa magra con le proteine. Ma non è proprio così. La dieta è senza carboidrati solo nella parte iniziale, essendo poi divisa per fasi.

La teoria si basa su quello che per millenni i nostri antenati hanno mangiato. E tutto questo di certo non riguardava sia gli zuccheri che i carboidrati raffinati ma tutto ciò che potevano procacciarsi da soli con la caccia e con la pesca e con i doni della natura stessa.

Quindi diciamo che la dieta e il relativo menu si basa proprio su quello che sembra essere il metodo di alimentazione dei primitivi modificandolo secondo esigenze più moderne ma sempre tenendo a mente dei grassi che sono energia e dei carboidrati che portano invece all’obesità e al diabete.

Nella prima fase parliamo di carboidrati solo al 10% del fabbisogno giornaliero, quindi circa un 30 grammi, e poi grassi (specie presi dal pesce) e proteine in quantità elevate dal 40 al 50 per cento ciascuno ogni giorno.

Prova il Metodo Vailo, compila la form e scarica gratuitamente il menu del Lunedì:

Uomo Donna

 

Questa prima fase dura 12 giorni ed è quella che più assomiglia a quella dell’uomo delle caverne.

Nella seconda fase il menu prevede il ricarico di carboidrati e dura sempre 12 giorni. Serve a elettrizzare l’insulina con carboidrati anche fino al 60 per cento del fabbisogno giornaliero. Sotto tutti shock metabolici controllati, sia chiaro.

Per darvi qualche esempio di quello che potete mangiare in questa dieta sappiate che potete nutrirvi di tutto ciò che è pesce e carne nella prima fase, anche tonno e carne in scatola. Salumi e formaggi almeno 3 volte a settimana.

Chiaro altrettanto è, che nella seconda parte della dieta, potrete mangiare pasta pizza e pane in quantità sì moderate ma tutti i giorni.

Ovviamente provare per credere, qui si tratta di una dieta forte. 12 giorni senza nessun carboidrato o quasi, sono piuttosto difficili da superare ma è il primo scoglio. Il secondo è altrettanto forte metabolicamente ma compensa il primo step.

Posso farvi un esempio di un giorno ideale di scarico, quello della prima fase con solo 30 grammi di carboidrati e un giorno carico, quello con i carboidrati, così che possiate rendervi conto ancora meglio di quello che la dieta metabolica fa al nostro corpo e al nostro metabolismo.

Un giorno possibile di scarico può essere:

Colazione: fette biscottate o cereali senza zucchero o biscotti secchi con té o caffè

Spuntino: frutta fresca

Pranzo: insalata con salmone/trota salmonata/feta/mozzarella/3 uova (quello che volete tra questi alimenti, tutti proteici)

Spuntino: spremuta di arance

Cena: vitellone/salmone/formaggio fresco/prosciutto (a scelta) con verdura cotta o cruda

Un giorno di possibile carico può essere così, invece:

Colazione: biscotti ai cereali o brioche con tè o caffè

Spuntino: frutta fresca

Pranzo: pasta con il ragù o vellutata di verdure  + un panino + verdura cotta o cruda

Spuntino: spremuta

Cena: pesce o pollo con panino e verdura cruda o cotta

Conclusioni

Qui non solo stiamo parlando di dieta metabolica ma di una dieta che ha un menu da seguire a grandi linee e piuttosto singolari. Alterare il metabolismo aiuta il nostro corpo e la nostra mente allontanando il pericolo di obesità e di diabete. Qui non si tratta di fare una dieta normale ma di considerare i grassi nostri amici. Una bella curiosità, no?

FORSE TI PUO’ INTERESSARE: Dieta per dimagrire: 3 motivi per cui ingrassiamo e come evitarli

Come preparare un frullato proteico senza proteine in polvere

Come preparare un frullato proteico senza proteine in polvere

Voglio capire quanto ne sappiate di frullati proteici e quanti di voi sappiano come fare un frullato proteico senza proteine in polvere.

Oggi cercherò anche di darvi delle ricette di frullati proteici senza proteine in polvere (eccone alcune intanto) anche perché il frullato proteico è un ottimo pasto sostitutivo ed è perfetto anche per colazione, per iniziare la settimana con slancio, con una botta di energia non indifferente.

Ricette di frullati proteici

Per avere a che fare con le proteine non c’è solo bisogno di prendere proteine in polvere ma anche e soprattutto si possono ricavare da alimenti che tutti noi abbiamo in casa e che sono perfetti per darci quell’energia di cui abbiamo bisogno sia per davvero partire con slancio che per immagazzinare benzina per i momenti di sforzo come per l’allenamento.

1. Frullato limone e banana

  • latte di mandorle
  • limone buccia
  • succo di limone
  • banana
  • miele
  • un cucchiaio di yogurt greco
  • un cucchiaio di cereali integrali
  • un paio di cubetti di ghiaccio

2. Frullato cioccolato e caffè

  • latte scremato
  • un cucchiaino di zucchero di canna
  • una tazzina di caffè
  • un cucchiaino di cioccolato amaro
  • un cucchiaio di cereali
  • un paio di cubetti di ghiaccio

3. Frullato lamponi e cioccolato bianco

  • latte di cocco
  • lamponi congelati
  • un cucchiaio di semi di chia
  • un cucchiaio di sfoglie di cioccolato bianco
  • due dita d’acqua

4. Frullato banana e burro d’arachidi

  • latte di soia
  • 1 banana
  • 2 cucchiai di burro d’arachidi
  • 2 cubetti di ghiaccio

5. Frullato ciliegie cioccolato e banana

  • latte di soia
  • 1 banana
  • ciliegie congelate
  • 2 cucchiai di cioccolato amaro
  • 2 cubetti di ghiaccio

Il compito fondamentale di questi frullati non è solo quello di essere perfetti come colazione, per iniziare con grinta la giornata ma anche quella di essere naturali, infatti nessuno di loro contiene nel suo interno polvere di proteine che ha una deriva industriale.

Abbiate sempre premura di controllare gli ingredienti di cui sono composte queste proteine, ci sono un sacco di prodotti a basso costo che non sono per nulla controllati e questo di certo non fa bene al nostro organismo nonostante le proteine siano perfette per il nostro metabolismo, per  nutrire i nostri muscoli. Parliamo della nostra salute, innanzitutto e iniziare la giornata con un buon frullato proteico grazie agli ingredienti ma perfettamente naturale è qualcosa di davvero interessante.

Ricordate che ci sono moltissimi modi di ingerire proteine dagli alimenti e che non c’è bisogno di utilizzare prodotti che non siano considerabili attendibili dopo un’attenta lettura degli ingredienti.

Se proprio doveste non avere il tempo di prepararli in casa affidatevi solo a prodotti di rinomata qualità, confezionati naturalmente e ben bilanciati già per la vendita.

Conclusioni

Non c’è bisogno di avere a che fare con dei prodotti pre-confezionati (scegliete solo prodotti di cui vi fidate) ma qui parliamo di frullati proteici e di come fare frullati proteici senza proteine in polvere in casa. Ho scelto 5 ricette con cui potervi cimentare.

Opinioni sulla dieta Juice Plus

Opinioni sulla dieta Juice Plus

Opinioni sulla dieta Juice Plus

Prima di tutto, Juice Plus non è una dieta anche se molti pensano questo!

Immagino che anche voi, nella ricerca della dieta perfetta in rete, siate incappati in quella che erroneamente viene definita dieta Juice Plus e vi siate chiesti come funzioni e se ci sono degli effetti collaterali.

Ovviamente mi sono fatta una mia idea della cosa ma vorrei che anche voi, leggendo le varie opinioni, possiate poi decide liberamente come vi sembri questo tipo di programma.

Cos’è la dieta Juice Plus

La dieta Juice Plus (che può anche trasformarsi in lavoro) non può essere considerata una dieta ma una possibilità di un netto cambio di vita. Questo è quello che un semplice colloquio con un qualsiasi coach (che è la persona preposta a seguirvi) vi dirà fin da subito.

L’obiettivo di certo non è quello di perdere solo peso ma di cambiare radicalmente il proprio modo di vedere la vita, il cibo e il proprio benessere.

La dieta, se così vogliamo chiamarla, si basa su dei principi base:

  • ridurre le calorie giornaliere e sostituire dei pasti con zuppe, frullati o barrette precedentemente bilanciati
  • aumentare il consumo di frutta e verdura
  • integrare la dieta con delle compresse tutte naturali di frutta e verdura

Gli integratori possono essere venduti anche da soli e sta a noi poi bilanciare il tutto con una dieta che si basa sui tre pasti principali e poi i due spuntini per un totale di 5 pasti giornalieri.

Come si fa a seguire poi a seguire il piano di dieta, quali sono i principi cardine su cui lavorare?

  • Detox per 2 settimane
  • Sostituire 2 pasti al giorno per 2 settimane
  • Prendere gli integratori Juice Plus

Ovviamente essendo una dieta disintossicante ma basandosi anche su prodotti industriali ci sono un sacco di opinioni a cui dar conto.

C’è chi in rete ne parla come di un miracolo e chi invece non fa altro che dire che sia una truffa.

Io le mie ricerche le ho condotte da sola e ho scoperto un po’ di cose proprio sull’azienda.

La prima è che questa azienda americana ha più di 40 e da circa 30 lavora nel business dell’alimentare.

La seconda è che ognuno di questi prodotti è seguito passo dopo passo da una serie di esperti e di ricercatori che ne affermano la genuinità e la naturale dei prodotti.

Poi bisogna sempre immaginare di poter e di voler consultare un medico per essere al cento per cento sicuri sia che si parli di donne in gravidanza sia di prodotti anti-cellulite e anti-ritenzione idrica un po’ più potenti come i booster a base di caffeina.

Di effetti collaterali reali e comprovati, tranne allergie o intolleranze riscontrate poi, non ne abbiamo, soprattutto se seguiamo un regime integrativo ai prodotti con alimenti a chilometro zero e freschi.

Per il resto è sempre, secondo me, come prendiamo noi questo compito con noi stessi, senza aspettative innaturali ma con grande armonia con la natura.

Conclusioni

Qui non si tratta solo di parlare di dieta Juice Plus ma di come funzioni, se ci siano effetti collaterali e quali possano essere le opinioni su questo caso specifico di dieta detox con prodotti industriali ma naturali. Non bisogna portare avanti un’idea senza avere dei dubbi.

Consultate sempre il vostro medico e cercate di fugare ogni ansia prima di iniziare un percorso.

Essere ben disposti significa iniziare per il verso giusto!

Dieta chetogenica: arrivano i risultati?

Dieta chetogenica: arrivano i risultati?

Non so se avete mai sentito parlare di dieta chetogenica (ne ho già parlato in questo articolo), che infatti è una dieta considerata piuttosto controversa dai più, e se vi siate mai chiesti quali e quanti possano essere i risultati di una dieta chetogenica, appunto.

Innanzitutto cerchiamo di capire bene cosa sia la dieta chetogenica e se credere ai suoi sostenitori che promettono grandi risultati in solo dieci giorni.

Viene anche usato per migliorare delle condizioni di malattie croniche di una certa difficoltà come l’epilessia e sicuramente viene anche pensato per dare maggiore energia e una salute migliore in generale.

Alcuni, però, continuano a sostenere la pericolosità di un tipo di dieta del genere, quindi vediamo prima che cos’è la chetosi.

Che cos’è la chetosi?

La dieta chetogenica si basa sulla chetosi che è una condizione del nostro corpo che si sviluppa in assenza di carboidrati per un periodo di tempo controllato.

I bassi livelli di carboidrati abbassano anche il livello di zucchero nel sangue e il corpo comincia a usare il grasso depositato da tempo perché possa essere utilizzato come energia.

Quindi non ciò che mangiamo ma quello che abbiamo accumulato nel tempo.

Accertamenti vari hanno considerato questa chetosi che è un principio di chetoacidosi come non dannosa e, anzi, molto molto interessante per le persone obese da tempo, che hanno molto grasso in eccesso accumulato.

I detrattori sostengono anche che questo tipo di dieta così forzata nel mangiare solo alcuni alimenti non porti poi a una condizione permanente di perdita di peso ma solo temporanea, al massimo di un anno.

Si possono perdere, però, tanti chili in meno di un anno di dieta, quindi con risultati evidenti. Si parla di 30 chili in un anno per persone con forte sovrappeso e anche di più se si parla di persone obese.

Soprattutto questo tipo di dieta dà risultati su quelle persone che hanno già provato parecchie diete senza risultato, anche perché è una dieta molto povera, di circa 800 calorie al giorno, quindi piuttosto rigida da seguire.

Il fondamento, personalmente, anche per seguire questa dieta è quello di non esagerare.

Essendo una dieta rigida non si può seguire per tutta la vita ed è chiaro che questo comporti poi anche un adattamento della vita successiva alla dieta a quella che è la rigidità precedente.

Cercate di mantenere un’alimentazione controllata anche successivamente e di fare una dieta risoluta e legata al proprio benessere quindi anche con esercizio fisico costante e un’attenzione che va al di là del momento di dieta rigida.

Non siate ossessionati dalla dieta, cercate sempre il meglio per voi.

Conclusioni

La dieta chetogenica è una dieta i cui risultati sono molto buoni.

Ci sono esperti che parlano di dieta miracolosa e dei detrattori che si domandano se una dieta così drastica possa essere dannosa per il corpo.

L’importante, come in tutte le cose, è non essere ossessionati dalla forma fisica ma imparare a voler bene a se stessi e al proprio corpo, senza ammazzarsi con una dieta che è sicuramente difficile nel lungo periodo. Ma perché non provare?

Quanto dimagrisci seguendo una dieta detox?

Quanto dimagrisci seguendo una dieta detox?

Hai mai pensato di prendere sul serio l’idea di una dieta? E sai quanto possa una persona dimagrire con una dieta detox?

Quanto si dimagrisce con una dieta detox? Qual è il peso massimo che si possa perdere con una settimana di dieta pianificata disintossicante?

Vediamo insieme in questo articolo un esempio di dieta detox per una settimana per capire quanti chili davvero si possano perdere con una pianificazione giusta.

FORSE TI PUO’ INTERESSARE: Dieta per dimagrire: 3 motivi per cui ingrassiamo e come evitarli

Quanto peso si può perdere in una settimana?

Sicuramente nel momento in cui decidiamo di fare una settimana disintossicante ci troviamo davanti a una serie di alimenti che non fanno altro che eliminare tossine dal corpo e dagli organi principali.

Io che l’ho provata per una settimana devo ammettere che è un po’ forte, soprattutto l’esperienza un po’ estraniante di mangiare solo alcuni alimenti, invece che una gamma di alimenti completi.

Proprio grazie a questo tipo di shock per il nostro corpo riusciamo anche a perdere 2 o 3 chilogrammi a settimana.

Il primo giorno la dieta è completamente liquida (vedi anche acqua detox) con dei frullati di frutta e verdura.

Alcune idee per i frullati:

  • 1 pompelmo, 1 arancia e 2 cucchiai di succo di limone
  • 100 ml di barbabietola e succo di sedano + 1 cucchiaio di aceto di mele
  • 300 ml di succo di cetriolo, 100 ml di succo di pomodoro e 1 cucchiaio tritato di prezzemolo
  • 200 ml di succo di carota e 100 ml di succo di mela

Si possono integrare questi frullati con succhi di frutta, acqua e té.

Il secondo giorno si possono mangiare solo patate cucinate in maniera differente, così come il terzo giorno è interessante fare un giorno di solo riso.

In questi due giorni così come nel successivo la colazione può essere fatta con un paio di fette di pane tostato con della marmellata.

Il successivo è invece tutto di frutta, con frutta a pranzo e a cena.

Il quinto giorno si può mangiare la pasta con verdure o con pomodoro o solo con olio e prezzemolo.

Il sesto si possono mangiare, per tutto il giorno, delle verdure come cavolfiori, broccoli, insalata mista e uovo sodo.

Il settimo giorno si possono mangiare sia carne che pesce con qualche contorno di verdure e un po’ di pane.

Una volta che questa settimana è finita si può pensare di reintrodurre piano piano altri ingredienti a questi per una dieta equilibrata.

Conclusioni

Non ci siamo mai considerati dei maghi e neanche voi siete dotati di chissà quale super pozione. Per far funzionare una dieta detox c’è bisogno di costanza e di attenzione nel momento in cui dopo una settimana in cui si è cercato di dimagrire con una dieta detox si pensa poi a immettere di nuovo nel quotidiano anche altri alimenti.

Quanto si può dimagrire con una dieta detox, quindi?

Bisogna seguire la dieta con attenzione, senza grosse tensioni, e poi essere concentrati sulle settimane successive per avere una perdita di peso consistente e duratura.

Mai fidarsi al 100% delle riviste di fitness

Mai fidarsi al 100% delle riviste di fitness

Mai fidarsi al 100% delle riviste di fitness

Nell’articolo di oggi, voglio illustrarti alcuni segreti del settore editoriale soprattutto nell’ambito delle  riviste di fitness e bodybuilding : come vedrai, il settore editoriale tende a nascondere molte informazioni importanti e ad ingigantire quelle poco rilevanti.

La terza grande bugia per eccellenza sulla perdita di peso di cui ti parlerò oggi è­: “Credi a tutto ciò che leggi sulle riviste”.

Niente di più sbagliato.

Parliamoci chiaro, generalmente ognuno di noi è portato a pensare che tutto ciò che viene riportato nelle riviste (soprattutto se si tratta di riviste con una certa notorietà) corrisponda alla sacrosanta verità.

Questo perchè i principali mezzi di informazione e comunicazione ed in particolar modo le riviste nazionali ed internazionali  tendono ad avere maggiore credibilità rispetto alla parola di una comune mortale come me.

Non trovi? Beh, ti farò ricredere.

Devi sapere che un corretto programma di dimagrimento deve comprendere dell’attività fisica, ma ne basta poco: basta camminare 3 volte alla settimana.

Purtroppo i media del fitness nascondo alcuni piccoli subdoli segreti.

Le informazioni divulgate nel campo del benessere, del fitness e della nutrizione contenute in numerose note riviste del settore vanno prese con le pinze: devi sapere che sono in un certo senso “contaminate” o come meglio dire “influenzate negativamente”da numerose variabili.

Gli editori sono molto furbi: sono riusciti a fare centro nel punto di debolezza dei loro lettori. Hanno fatto leva sulla loro ingenuità, sfruttando l’eccessiva fiducia che i lettori hanno riposto nelle loro riviste: la maggior parte dei lettori infatti risultando facilmente impressionabili, credono indistintamente a tutto ciò leggono in una rivista nazionale o internazionale di successo.

Purtroppo devo dirti che negli ultimi anni si è venuto a creare una sorta di circolo vizioso, un piccolo business tra il settore editoriale di riviste di fitness e le aziende produttrici di integratori alimentari e  prodotti simili.

Mi spiego meglio.

Moltissime riviste di fitness oggi giorno guadagnano non soltanto per gli articoli che scrivono ma soprattutto per quello che pubblicizzano: ebbene si ,molte aziende di supplementi alimentari sfruttano le riviste per farsi pubblicità, insomma le utilizzano come canale principale per vendere i propri prodotti.

Ovviamente ci tengo a precisare che con questo non voglio dire che queste riviste non contengano informazioni veritiere: bisogna soltanto saper filtrare le notizie vere da quelle false con un pizzico di furbizia ed intelligenza.

Il problema a parer mio è che purtroppo la maggior parte delle persone non sa piu’ di quali scrittori e soprattutto di quali riviste ci si può fidare e quali invece sono quelle da evitare.Inoltre non tutti hanno le perspicacia di individuare dove termina la parte editoriale  e dove inizia la pubblicità vera e propria.

Ed ecco che qui vi aiuto io.

Pensaci un attimo: hai mai notato la presenza in una qualunque rivista di fitness di articoli basati sulle ultime più grandi “scoperte” fatte sugli integratori? Ecco,questi non sono realmente articoli ma semplicemente annunci in incognito, con tanto di numero telefonico alla fine per effettuarne l’ordine.

Anche se una rivista non ha alcun particolare  interesse per una particolare azienda di integratori, tieni bene a mente questo: un annuncio di una pagina intera scritto su una rivista di fitness ad alta diffusione nazionale può costare decine di migliaia di euro,di conseguenza è chiaro che gli editori non scriveranno mai qualcosa che possa offendere o contraddire gli inserzionisti di tali aziende di supplementi.

Anzi è nel miglior interesse della rivista  promuovere gli integratori a piu’ non posso per tenersi buone e fedeli le aziende produttrici, a prescindere dall’efficacia dei loro prodotti.

E sai perché?Si basa tutto su un ciclo che tende a ripetersi all’infinito: piu’ le aziende di integratori vendono i loro prodotti, piu’pubblicità fanno, piu’tali aziende si fanno pubblicità e piu’ riescono a vendere i loro prodotti.

Quello che mi stupisce tuttora è assistere a quante persone,specialmente principianti, ingenuamente credono ad ogni parola che leggono nelle “riviste di bodybuilding” e finiscono cosi con l’  acquistare centinaia o migliaia di euro di inutili pillole, polveri, bevande per “aumentare la massa muscolare”” o “bruciare i grassi”.

Se non sai come distinguere il vero dal falso nelle informazioni delle riviste di fitness – e oggi, questo vale anche per le riviste online e  i blog,- c’è solo modo per essere certi che le informazioni che si ottengono siano imparziali.La soluzione è quella di ottenere le informazioni da una rivista imparziale che non pubblicizza o vende integratori A TUTTI!

Quante barrette proteiche al giorno

Quante barrette proteiche posso mangiare ogni giorno?

Immagino che nel momento in cui vi siate trovati davanti al dilemma dello scegliere o meno di iniziare a inserire nella dieta un pasto sostitutivo come le barrette proteiche e, soprattutto, quante barrette proteiche si possono mangiare al giorno.

Non è mica facile iniziare a variare la propria alimentazione standard per iniziare a provare una dieta che abbia con sé anche una serie di pasti sostitutivi come le barrette.

Allora vediamo cosa sono e quante barrette al giorno possiamo inserire nella dieta.

Le barrette proteiche

Le barrette proteiche sono convenienti. Si possono buttare nella borsa della palestra o nella borsa da passeggio. Sono leggere, non ingombrano e si possono per questo portare dietro anche in viaggio.

Il loro aspetto, composto da cioccolato o frutta e una base tipo muesli, fa sempre pensare al fatto che sia uno snack sano, migliore di quello industriale da supermercato.

Questa cosa nella maggior parte dei casi è vera, in altri è completamene errata. Bisogna sempre stare attenti a quelle che sono le indicazioni degli ingredienti. Parliamo sempre di prodotti davvero di qualità, naturali. Questo è quello che dobbiamo sempre cercare nelle barrette.

Comunque ricordatevi che la quantità non deve per forza farvi pensare che siano uno spuntino. Ci sono delle barrette proteiche che contengono circa 400 calorie, quindi valgono come pasto

Ma poi, certo, di cosa sto parlando.

Ci sono persone che ancora oggi non sanno neppure cosa siano le calorie e come contarle.

Invece avere consapevolezza di ciò che mangiamo è il primo step per la rivoluzione che porterà non solo a perdere chili ma al benessere.

Quindi come vi ho detto prima controllate quali ingredienti ci siano in ogni barretta (ce ne sono alcune che hanno 56 ingredienti differenti!), controllate il livello di zucchero (che in alcune è davvero troppo elevato per scegliere di mangiarne più di una al giorno e, soprattutto, da usare solo in caso di grande dispendio di energia dovuto all’attività fisica) e controllate anche il tipo di proteina che faccia di più al caso vostro.

Ci sono un’infinità di proteine che vanno a nutrire nello specifico una parte differente del nostro corpo.

Valutato questo e nel complesso il numero di calorie potrete poi decidere, nell’ambito di una dieta equilibrata, quante barrette poter mangiare durante il giorno.

Impariamo quindi ad essere consapevoli e tutto il resto poi verrà da sé.

Conclusioni

In questo articolo non ho voluto, volontariamente, rispondere alla domanda principale, cioè: quante barrette proteiche posso mangiare ogni giorno perché ogni giorno dovrebbe essere un giorno a sé stante per ognuno di noi.

Essere consapevoli della qualità delle barrette, del tipo di proteine che si trovano nel loro interno, del numero di calorie contenute e anche del tipo di giornata che ci troviamo davanti e poi si può pensare a quante mangiarne al giorno.

E’ fondamentale conoscere per essere in grado di poter gestire ogni giorno e ciò che mangiamo, questo è il trucco per una vita migliore.

Le lampade di sale e i loro benefici per la tua salute

Le lampade di sale e i loro benefici per la tua salute

Le lampade di sale favoriscono il nostro rilassamento oltre che prevenire gli effetti dannosi provocati dalla emissione di onde elettromagnetiche.

Cellulari, computer, televisione, sono solamente alcuni degli elettrodomestici che, in linea generale, si possono trovare in ogni casa.

Tuttavia, questi elettrodomestici ci espongono ad un campo elettromagnetico producendo delle onde che possono interagire con quelle emesse dal nostro cervello, con una intensità variabile al tipo di apparecchio elettronico.

Quindi, queste lampade insolite, oltre che essere molto decorative e in grado di caratterizzare un arredamento, possono anche migliorare il nostro benessere.

Di fatto, queste lampade realizzate con il sale dell’Himalaya, si stanno sempre di più diffondendo, per via degli effetti benefici che sono in grado di offrire.

Ecco perché ho deciso oggi di parlare delle lampade di sale e i loro benefici per la tua salute su Vailo.it

Come funzionano

Uno dei fondamentali principi che regola il funzionamento delle lampade di sale, sta nel fatto che sono in grado di generare degli ioni negativi, i quali consentono di poter andare a neutralizzare la presenza in eccesso degli ioni positivi in un ambiente.

In pratica, si riscaldano e, facendo ciò, hanno la capacità di riuscire ad attirare sulla superficie di sale l’umidità che è presente in un ambiente.

Grazie a questo naturale processo il sale si bagna, creando un campo di ioni.

Pertanto, grazie al loro benefico funzionamento si potrà essere certi di riuscire a neutralizzare gli effetti dannosi provocati dalla presenza di ioni positivi. Se non sai dove comprare lampade di sale te l’ho appena consigliato io 🙂

Altro aspetto benefico che è in grado di produrre questa originale tipo di lampada forgiata con il sale dell’Himalaya, è la sua peculiare colorazione. Infatti, produce una gamma di tonalità di color giallo arancio, una tipologia di colorazione che ha dei ben noti effetti rilassanti e favorevoli alla concentrazione e alla meditazione.

La loro particolarità

Per lungo tempo queste lampade sono state considerate esclusivamente una icona del movimento new-age. Oggi, con l’accresciuta esigenza di godere un maggior benessere fisico, sono divenute sempre più popolari e note in virtù del fatto che consentono un naturale scambio ionico.

Quindi, se prima per purificare i polmoni era, ad esempio, necessario fare una bella passeggiata in montagna, adesso basta stare a casa, e scegliere il modello decorativo per godere di tutti i benefici di queste belle lampade con capacità ionizzanti derivanti dal sale.

Come è noto, la qualità dell’aria che respiriamo dipende, anche, dal carico e dalla concentrazione di ioni. In linea di massima, l’ambiente attuale ove si vive, risulta essere maggiormente carico di ioni positivi rispetto al recente passato. Questa condizione determina una perturbazione dell’equilibrio elettrico dell’aria.

Inoltre, grazie a corpose ricerche, si è attestato che l’emissione di ioni positivi risulta essere dannosa al nostro benessere. Oltre che essere alla moda e decorare elegantemente l’ambiente, le lampade di sale, promuovono un maggior equilibrio proprio perché sono in grado di emettere ioni negativi.

Tutti questo è possibile perché vi sono come componenti di base i cristalli di sale. Queste gemme, inoltre, sono particolarmente note per la loro bellezza e per le loro proprietà ottiche, in grado di offrire tonalità di colori notoriamente rilassanti.

In conclusione, grazie alla capacità di produrre ioni negativi, con la loro presenza si potranno risolvere problemi respiratori, insonnia, mal di testa, tra le altre cose.

Lavorare e guadagnare con Juice Plus, ecco cosa devi sapere.

Lavorare e guadagnare con Juice Plus, ecco cosa devi sapere.

Non c’è lavoro e non c’è successo in cui qualcuno non creda possa esserci una truffa. In questo caso specifico cercherò di darvi le mie opinioni sul lavorare e sul guadagnare con Juice Plus Company.

La ricerca del lavoro che ti faccia guadagnare davvero è sempre un’aspirazione per tanti di noi che non hanno la fortuna del posto fisso o del posto statale. Qui si tratta di cercare di costruire il futuro con le proprie mani e, stando a quello che leggo in rete e per esperienze personali, Juice Plus sembra davvero un’azienda seria su cui poter pensare di costruire un futuro migliore.

Vediamo nello specifico cosa significhi lavorare e guadagnare per un’azienda come Juice Plus Company.

SE VUOI CONOSCERE I DETTAGLI CLICCA QUI

Lavorare con Juice Plus

Innanzitutto credo che per iniziare a pensare di lavorare con Juice Plus si debba parlare dell’azienda e di come sia nata. Perché solo appassionandoci alla storia di Juice Plus si può pensare di perdere del tempo per immaginare che possa essere una scelta giusta per noi.

La Juice Plus Company nasce come NSA (National Safety Associates) in Tennessee, nel 1970. La società cercava soltanto metodi davvero sicuri per migliorare la qualità della vita delle persone. Inizialmente, infatti, ci si occupava di rilevatori anti-incendio e poi di filtri dell’aria e dell’acqua. Quindi diciamo che in certo senso si è sempre preoccupata della salute delle persone, poi in senso meno lato e più alimentare e basta.

Nel 1993 l’azienda diventa Juice Plus + e inizia a produrre una serie di sostitutivi alimentari che servono a migliorare la salute generale dell’individuo.

Quella che è nata, quasi 25 anni fa, come piccola azienda porta a porta è diventata poi negli anni un’azienda molto strutturata che vende i propri prodotti in più di 20 paesi nel mondo.

Lavorare con l’azienda significa credere assolutamente all’efficacia del prodotto, che negli anni è stata comprovata da una serie di ricerche che sono settate sulla qualità di ogni step di ogni prodotto da loro venduto.

Qui non si tratta solo di lavorare con l’azienda ma di accogliere in seno una filosofia di vita completamente nuova, con una ricerca del benessere quotidiana, che non sia solo quella di perdere chili per un periodo della propria esistenza ma che abbia come obiettivo quello di vivere meglio, più sani e più belli per parafrasare un claim famoso nella tv italiana.

Come si lavora quindi?

Si lavora dopo un periodo di rodaggio con quello che viene definito sponsor che è già all’interno del sistema Juice Plus, soprattutto per cercare di capire quanto si possa essere davvero convinti del prodotto di cui ci stiamo occupando e della dieta Juice Plus. Poi dopo il primo periodo ci si iscrive, con una piccola quota di partecipazione e parte la formazione vera e propria in cui lo sponsor diventa un tutor che ti insegna come insegnare, appunto, agli altri quello che è diventato il tuo stile di vita.

Qui parliamo di un sistema rodato, con molte interazioni tra le persone del gruppo, con quella idea di famiglia che di sicuro può rappresentare anche una rete di salvataggio reale.

E con guadagni di certo non da poco.

Guadagnare con Juice Plus

Guadagnare con Juice Plus

Come scrivevo nel paragrafo precedente qui stiamo parlando di un sistema comprovato in cui lo sponsor, il contatto principale che è anche il tutor che ti porterai dietro per sempre, dopo un certo periodo di rodaggio ti inserisce in quello che è un gruppo più grande e più si allarga il gruppo e più commissioni sia di vendita che di affiliazioni si riescono ad ottenere.

Non voglio, però, parlare solo di denaro e vi posso assicurare che qui si parla davvero di molto denaro, ma di team, di squadra e di solidarietà.

Questa non è solo un’azienda ma è una rete di contatti che non smette mai di seguirti, di aiutarti, di sostenerti nei primi momenti, quelli di maggiore difficoltà.

E’ una questione di ispirazione e chi fa parte di questa azienda è sicuramente ispirato. Si intuisce da subito, da come le persone che sono all’interno da un po’ cercano di spiegarti quanta meraviglia abbiano trovato nell’impegnarsi in questo che è più che è un lavoro, una vera e propria missione.

Qui non sto scrivendo per dirvi che è tutto oro quello che luccica o per fugarvi dei dubbi che dovete, assolutamente fugarvi da soli.
Non si tratta di fare gli imbonitori per forza o di lavorare per un’azienda che propone di cambiare il mondo senza che voi ne sappiate nulla o non ci crediate.

Qui racconto di un’opportunità che voi dovete toccare con mano, in cui dovrete metterci cuore, anima e cervello dopo aver letto e toccato tutto quello a cui non credete, come San Tommaso.

Conclusioni

SE VUOI CONOSCERE I DETTAGLI CLICCA QUI

Lavorare è sempre più difficile, lavorare in proprio ancora peggio. Qui si tratta di lavorare per la Juice Plus Company che è una società molto seria, americana e che si basa su un sistema collaudato che ha come obiettivo quello di migliorare la vita delle persone. Che possa essere una truffa?

Vi rispondo con le parole di un ragazzo che lavora in quell’azienda: bisogna provare tutto, le ricette, conoscere i prodotti perché li si usa ogni giorno, entrare nella mentalità di migliorare se stessi per migliorare gli altri. Se solo si è convinti di quello che si fa è chiaro che possa essere molto più facile convincere gli altri a cambiare e a migliorare se stessi.

L’obiettivo dell’azienda, infatti, non è tanto quello di lavorare e guadagnare, assicurandovi che quello che ho visto sono guadagni davvero molto alti, ma quello di migliorare, in maniera evidente, la propria vita. E’ questo il vero obiettivo e dal 1973, anno di fondazione dell’embrione della società attuale, sempre settata sui bisogni della gente.

Irisina, dove si compra l'ormone brucia grassi

Irisina, dove si compra l’ormone brucia grassi

Qualcuno di voi sa cosa sia l’irisina?

L’irisina è un ormone che, oltre a proteggere le ossa, di solito viene secreto durante l’esercizio fisico e che aiuta geni e proteine a convertire il grasso cattivo in buono impedendo anche il formarsi di tessuto grasso.

Questo è ciò che accade naturalmente.

Ma dove si compra l’irisina?

Queste sono le migliori bruciagrassi in commercio

 

Irisina, dove comprarla

L’irisina, come abbiamo iniziato a capire, lavora sia sul metabolismo che sui muscoli.

Assunta con una certa regolarità ti permette di bruciare grassi e calorie come se si stesse facendo costante esercizio fisico.

Il nome Irisina deriva dal nome della dea greca Iris ed è stato dato all’ormone dai ricercatori della Harvard University che ne hanno scoperto le infinite potenzialità.

Certo, tutti quanti noi siamo sempre alla ricerca della pillolina magica in grado di risolvere tutti i nostri problemi di peso e che ci tonifichi i muscoli senza neppure uno sforzo.

Immaginate la sorpresa mondiale quando ci si è trovati davanti alle mille risorse dell’irisina.

Parliamo di un ormone in grado di trasformare completamente il corpo.

L’irisina, definito anche ormone dello sport, come vi ho già descritto un po’ nell’introduzione, viene prodotta dal tessuto muscolare durante l’esercizio fisico.

Soprattutto è in grado di attuare un meccanismo che gli esperti chiamano browning che converte il grasso cattivo in grasso buono.

Questa scoperta, fatta davvero pochissimi anni fa, fa parlare di sé perché è incredibile.

Chiaramente più esercizio fisico si fa più l’ormone viene secreto.

Abbiamo anche capito che con un esercizio fisico regolare assistiamo a un un aumento dei livelli di irisina nel sangue che causa, grazie alla termogenesi aumentata, anche un aumento del dispendio energetico totale del nostro organismo e una diminuzione della resistenza all’insulina che è una delle cause, appunto, dell’obesità.

Qui si tratta di muscoli e di termogenesi insieme, è una vera bomba!

Insomma è chiaro che nel momento in cui facciamo delle sessioni brevi di allenamento tre volte a settimana questo ormone verrà rilasciato più naturalmente.

Ma c’è anche una seconda soluzione, di certo non da sottovalutare.

Quella per cui ci troviamo a comprare in rete degli integratori che hanno nel loro interno, come principio attivo, l’irisina.

Questa è una soluzione per chi ha una vita così piena da non poter pensare di fare attività fisica in maniera costante ma soprattutto per chi, a causa di una patologia, non può assolutamente pensare di poter fare esercizio.

Chiaro è che non avremo gli stessi risultati al 100 per cento dell’irisina naturale ma può aiutare e molto.

Basta digitare sul motore di ricerca del vostro pc irisina integratore e vi usciranno tutta una serie di possibilità, alcune molto valide.

Basta saper leggere bene gli ingredienti di cui sono composte.

Conclusioni

Qui parliamo di un miracolo che naturalmente il nostro corpo perfetto ci propone. Parliamo di un ormone, l’irisina, che brucia i grassi e velocizza il metabolismo. Dove si può comprare questa meraviglia se non si può fare esercizio fisico per un qualsiasi motivo? In rete e attenzione agli ingredienti, ci sono prodotti validi e imbrogli evidenti.