Frullati di frutta per dimagrire, ecco quello che devi sapere: i benefici dei frullati

I frullati di frutta aiutano a dimagrire, scopri perché

er avere successo in una dieta fatta apposta per noi dobbiamo iniziare a pensare a utilizzare la frutta ogni giorno.

E cosa c’è di meglio di un bel frullato di frutta per dimagrire?

frullati, gli smoothies di frutta fresca sono ricchi di antiossidanti e di vitamine e minerali e hanno pochissime calorie, sono perfetti per nutrirci e per farci perdere peso.

I frullati di frutta fanno dimagrire perché riempiono e sono ricchi di fibre e vi piacerà fare gli abbinamenti e scegliere i vari ingredienti per delle ricette davvero adatte a far bene al vostro fisico e al vostro metabolismo.

Mangiare Popcorn fa male E se ti dicessi che ti fa dimagrire

Mangiare Popcorn fa male? E se ti dicessi che ti fa dimagrire?

C’è un alimento di cui sappiamo poco o niente, uno snack a cui pensiamo solo nel momento in cui entriamo in un cinema a guardare un film: il popcorn.

Ma mangiare popcorn fa male?

O fa male proprio quello preso al cinema con tutto il burro, il caramello e tutto quel sale?

Se ti dicessi, sì proprio a te, che il popcorn fa dimagrire?

Sì, è proprio così.

Qui, ovviamente, stiamo parlando in generale.

Può anche essere che tu sia intollerante al popcorn e che quindi a te faccia malissimo (per questo, ogni volta che è possibile, cerco di raccomandarvi sempre una dieta personalizzata perché ogni persona è differente) ma, è davvero sorprendente quante capacità nutritive e dimagranti abbia il popcorn.

Ma vediamo nello specifico.

Che cos’è il popcorn?

Mangiare Popcorn fa male E se ti dicessi che ti fa dimagrire: che cos'è il popcorn

Il famoso popcorn non è altro che una varietà di mais, il nome specifico è Zea Mays Everta ed è proprio molto simile alla pannocchia.

I maggiori produttori al momento di popcorn si trovano in quegli stati del Midwest americano che si chiamano proprio Corn Belt , la cintura del mais.

Ma com’è che il corn diventa pop cioè scoppietta?

All’interno del chicco di mais c’è una piccola quantità di olio e una piccola quantità di umidità.

Portati i semi alla temperatura di 180 gradi, la pressione dell’interno taglia il guscio esterno del chicco ed esplode nella nuvoletta bianca che tutti noi conosciamo.

E’ considerato lo snack più antico del mondo.

Gli Aztechi, già 5600 anni fa, lo mangiavano e lo usavano per decorare e creare ghirlande nelle cerimonie comuni.

Le proprietà del popcorn

Mangiare Popcorn fa male E se ti dicessi che ti fa dimagrire: le proprietà del popcorn

E’ incredibile quante proprietà il popcorn abbia.

Innanzitutto è a basso contenuto calorico (31 per 180 grammi).

E’ a bassissimo contenuto di grassi ma non ha una valenza di sostitutivo del pasto, troppo poco proteico.

Meglio usarlo come spuntino sano.

Rafforza la digestione perché è ricco di fibre e poi perché non è un cereale raffinato ma di grano intero.

E’ uno snack perfettamente sano perché è a basso indice glicemico, non contiene sodio e zucchero, è senza glutine ed è pieno di proprietà antiossidanti essendo ricco di polifenoli come i mirtilli.

Ovviamente, come vi dicevo prima, un popcorn annegato nel burro con 2 chili di sale di certo non è lo snack consigliato di cui sto parlando, ma lasciato sano, con qualche goccio d’olio, un po’ di sale, qualche spezia, o un po’ di cannella o un po’ cioccolato in polvere, beh, perché no.

Sempre meglio di mangiare uno snack confezionato ricco di zuccheri e grassi.

Conclusioni

Avete visto che bella sorpresa imparare un po’ di cose sul popcorn?

La bella nuvoletta soffice che ci accompagna durante le proiezioni è un cibo sano, uno snack perfetto per rendere la nostra vita migliore e più salutare.

Basta condirlo poco o condirlo con il giusto, questa è la differenza.

E poi ricordiamoci che può essere perfetto per dimagrire.

Incredibile, eh?

A volte le soluzioni più impensate sono quelle che ci danno maggiori soddisfazioni, proviamole!

 

Come fare una dieta personalizzata e vivere felici: come si fa una dieta personalizzata

Come creare una dieta personalizzata per te

Oggi voglio parlarvi di voi.

Il vostro corpo e ciò che pensate fa di voi delle persone differenti e queste differenze si trovano sia in quello che è il vostro corpo sia in quello che mangiate.

E come mangiate? Quali sono le vostre abitudini?

In questi ultimi tempi vi ho spesso raccomandato di non lasciarvi tentare dalle diete che trovate sui giornali, sulle diete dell’estate o quelle generiche, perché non avranno successo.

L’unico modo per avere successo è puntare su voi stessi.

Come?

La migliore dieta per dimagrire e tonificare il corpo: cosa fare per dimagrire

Tonificare il corpo e dimagrire è possibile!

Non c’è nulla di meglio di una buon programma di dimagrimento e di una tonificazione reali.
Quindi  oggi parliamo di un argomento che interessa tutti.
Tutti infatti abbiamo bisogno di perdere peso e di una dieta per dimagrire e tonificare i muscoli.
L’uomo  e la donna hanno due tipi di fisici, di solito, parecchio differenti, quindi differente dovrà essere anche la migliore dieta per dimagrire o per rendere il corpo più tonico.
Non smetterò mai di dirvi quanto sia importante rendere differente la dieta rispetto alle nostre esigenze, ognuno di noi ha esigenze differenti e voglie differenti, ha problemi e passioni diverse.
Leptina e dimagrimento prima di prendere la leptina per dimagrire leggi questo

Leptina e dimagrimento: prima di prendere la leptina per dimagrire leggi qui

Leptina e dimagrimento prima di prendere la leptina per dimagrire leggi questo: a che servono gli ormoniOggi voglio parlarvi di qualcosa che ha sempre a che fare con l’efficacia delle pillole dimagranti nelle diete.

Ci sono moltissime persone, infatti, che preferiscono scegliere farmaci per dimagrire.

Io, per esempio, nel mio percorso di dimagrimento mi sono trovata ad avere a che fare con gli ormoni e di un ormone in particolare oggi vorrei scrivere: la leptina.

Ma dove si trova la leptina?

E perché è così facile procurarsi farmaci o integratori a base di leptina?

Io, però, che preferisco sempre e comunque che le nostre diete si basino su ciò che mangiamo, vi parlerò anche degli alimenti dove trovarla.

Ma andiamo con ordine.

A cosa servono gli ormoni?

Innanzitutto dobbiamo partire dal presupposto che gli ormoni non sono solo quelli che, per i maschi, fanno piangere le donne durante il periodo del ciclo o che rendano le rendano piuttosto umorali in gravidanza.

Gli ormoni non regolano il pianto delle donne ma lo sviluppo di entrambi i sessi, la funzione sessuale, il metabolismo, la funzione cognitiva, il mantenimento della temperatura corporea e ancora tante altre cose.

Dobbiamo immaginarli come dei messaggeri che da quando vengono rilasciati dai vari punti (ipofisi, ghiandole surrenali, testicoli, etc. etc.) girano per il nostro corpo a controllare e a regolare quello che serve.

Controllando, appunto, rilasciano o contengono quello che serve: dall’ormone della crescita all’aumento dei globuli rossi nel sangue, dal latte alla crescita delle ossa passando per il testosterone o la promozione dell’ovulazione.

Ed è una parte di ciò che gli ormoni fanno al nostro corpo.

Proprio per la loro presenza così massiccia, i veri problemi si creano nel momento in cui abbiamo a che fare con degli scompensi ormonali e, un ormone che crea grande difficoltà in questo senso, è proprio la leptina.

Che cosa è la leptina e dove comprarla?

La leptina è un ormone, una citochina per la precisione, che è secreto dalle cellule adipose e la puoi acquistare qui.

E questa è già una gran scoperta se si pensa che molti hanno sempre immaginato che il grasso stesse lì, inerme, solo a romperci le scatole.

La leptina è fondamentale per ciò che ha anche fare con le riserve energetiche del corpo e con il metabolismo.

Infatti, con la grelina che è un altro ormone fondamentale, gioca un ruolo importante nel regolare l’appetito e il senso di sazietà.

I due ormoni sono complementari perché completamente differenti.

La leptina regola il peso corporeo, la grelina controlla lo stimolo della fame.

Un aumento della grelina e una diminuzione della leptina portano degli scompensi pazzeschi.

I due ormoni, per non creare situazioni spiacevoli, come un aumento di peso repentino, devono essere in equilibrio.

Cosa devi sapere sulla leptina?

La leptina regola le funzioni primarie nel nostro organismo.

Se c’è una diminuzione della leptina il nostro corpo andrà in carenza energetica e quindi rallenterà il metabolismo per non bruciare le riserve di energia rimaste, avrà voglia di mangiare maggiormente per riprendere, appunto, energia con conseguente aumento di peso.

Nel caso opposto, con aumento della leptina, ci sarà invece un’accelerazione del metabolismo e quindi un dimagrimento palese dovuto al fatto che tutto l’organismo gioca sul fattore velocità e sazietà per un tempo maggiore.

La resistenza alla leptina

Quando parliamo di resistenza alla leptina parliamo di un problema che, negli ultimi anni, è stato sempre, constantemente legato al problema, grave e molto diffuso negli ultimi 20 anni, dell’obesità.

La resistenza alla leptina funziona come la resistenza all’insulina.

Come per quanto riguarda l’insulina i ripetuti picchi di zucchero nel sangue portano le cellule, man mano, a diventare sempre resistenti alla secrezione di insulina e quindi si arriva al diabete di tipo 2, così gli zuccheri stimolano la leptina nelle cellule adipose fino a renderle leptina-resistenti.

Questa resistenza porta ad una conseguenza pazzesca: tu sei grasso ma il tuo corpo continua ad avere fame, quindi tu mangi come se fossi sempre affamato e magrissimo.

E’ il vero problema delle persone obese, quello per cui il cervello non ha percezione di quanto accumulo di grasso ci sia nel proprio corpo.

Proprio per questo il cervello va alla continua ricerca di cibo per aumentare l’energia senza pensare a quanta energia possa essere bruciata già nei depositi di grasso che rendono quella persona grassa e senza forze.

E più ci si sente senza forze perché il cervello ha fame e più si mangia, senza controllo alcuno fino a un livello patologico tale da portare alla morte prematura.

Questo crea un circolo vizioso in cui tu hai sempre voglia di mangiare cibo-spazzatura e di conseguenza porta anche alla dipendenza da cibo, che è la vera malattia, una piaga degli ultimi anni, in crescente sviluppo.

Ricordiamo tutti gli sforzi che i diversi paesi stanno facendo per cercare di controllare il peso nei più piccoli, stiamo parlando di un grosso aumento di obesità infantile nei paesi in cui abbiamo sviluppo economico e poca cultura dal punto di vista alimentare.

E’ la cultura del cibo che rende tutto più facile, abbiamo bisogno di mangiare bene, non di mangiare tanto per produrre energia e per sentirci in forma.

La qualità non la quantità, questa è la prima regola fondamentale.

C’è differenza tra mangiare un chilo di verdura e un chilo di patatine fritte, non dimenticatelo mai.

La resistenza alla leptina non si può curare ma si possono ridurre i livelli di leptina con una serie di strategie da seguire.

Leptina come farmaco

Leptina e dimagrimento prima di prendere la leptina per dimagrire leggi questo: cosa devi sapere sulla leptina

Negli ultimi anni si è creato un mercato piuttosto fiorente in cui vengono utilizzati dei farmaci a base di leptina che sembra siano molto venduti sul mercato americano.

I farmaci si trovano anche facilmente acquistabili on line, sul web.

Il meccanismo di questi farmaci di solito è sempre lo stesso: si promuove la perdita di peso e nel contempo si aumenta il senso di sazietà.

Nella maggior parte dei casi questi farmaci cercano anche di diminuire il livello di resistenza alla leptina.

Leptina come integratore

La leptina viene usata anche base per degli integratori che si possono trovare in rete.

Il successo di questo tipo di farmaco o di integratore è dovuta sempre al modo in cui viene regolato il meccanismo della fame, meno fame si ha, più il metabolismo viene accelerato e quindi si perde peso grazie ai grassi bruciati.

I body builders hanno negli ultimi anni trovato il modo per usare degli integratori a base leptina che rende il loro corpo maggiormente scolpito.

Leptina e dimagrimento

Leptina e dimagrimento prima di prendere la leptina per dimagrire leggi questo: leptina e dimagrimento

Abbiamo imparato a conoscere la leptina man mano, in questo articolo, e abbiamo capito che regola il nostro appetito, quindi è un ormone fondamentale.

Nel momento in cui riusciamo con gli alimenti a tenere a bada la leptina noi riusciamo ad aumentarne la secrezione e a dimagrire.

Ma questo lo vediamo tra poco.

Ora vorrei parlarvi dell’adiponectina che è una proteina della famiglia delle citochine (quindi strettamente legata alla leptina) che ha un ruolo altrettanto importante nell’aumento o nella diminuzione del peso e della massa grassa.

Vediamo dunque come fare per dimagrire e come stimolare la leptina.

Leptina e gli alimenti consigliati

Leptina e dimagrimento prima di prendere la leptina per dimagrire leggi questo: leptina e gli alimenti consigliati

Ovviamente non stiamo parlando per forza di una dieta basata sulle calorie ma di certo non possiamo permetterci di mangiare sempre e comunque delle porzioni esagerate di cibo.

Quindi andiamo calmi con le porzioni, soprattutto fuori casa, e mangiamo tutto ciò che stimoli questo ormone prezioso.

In primis parliamo di aumentare le dosi di carboidrati complessi come:

  • pane e pasta di grano integrale
  • quinoa
  • riso integrale
  • fiocchi d’avena
  • lenticchie
  • fagioli
  • verdure a foglia verde come broccoli, cavoli e spinaci.

Questi alimenti non sono fondamentali per la perdita di peso ma sono perfetti per aumentare il senso di sazietà e per rallentare la digestione al punto da non sentire la sensazione di fame.

Abbiamo già letto e imparato che i legumi o le zuppe a base di legumi sono fondamentali per reggere la fame per un bel po’ di ore e in questo caso diventa importante, perché è l’appetito che non dobbiamo farci venire, senza però mangiare cose che possano farci male.

Dobbiamo aumentare il livello di omega-3, presente soprattutto nel pesce, nel corpo che aumenta la leptina.

Vediamo quali sono questi alimenti:

  • salmone
  • caviale rosso e nero
  • sgombro
  • aringa
  • coregono
  • acciughe
  • sardine

Ottimi anche frutta con una forte base di fibre come

  • Lamponi
  • Pere (buccia)
  • Mele (buccia)
  • Banana

Non esagerate con lo zucchero, ovviamente e non mangiate mai e poi mai cibo da fast food.

La dieta della Leptina

La dieta a base di leptina si basa su un programma semplice ma rigoroso che usa come metodo principale i tre pasti della giornata scanditi da orari prestabiliti.

La colazione deve essere fatta tassativamente a 12 ore dalla cena e intervallata, nel mezzo, a 6 ore precise, dal pranzo.

Solo 3 pasti principali, spuntini tra i pasti vietati, tutto questo per stimolare il metabolismo a lavorare di più.

Gli alimenti consentiti sono vari, oltre a quelli già introdotti nel paragrafo precedente abbiamo, per stimolare la leptina, bisogno di pomodori, uova, yogurt, frutta secca, limoni, pompelmo.

Non bisogna assolutamente abusare di ciò che è grasso, di ciò che è zucchero raffinato, dei cibi spazzatura, controllare sempre la porzione e fare attività fisica e bruciare calorie camminando.

Anche solo poco movimento al giorno, mezz’ora di attività, possono rendere la dieta molto più semplice, perché è proprio il moto che stimola il metabolismo con la dieta più adatta al nostro corpo.

Importante, infatti, è sempre stare attenti a calibrare il moto e l’alimentazione a quello che il nostro corpo chiede.

Non possiamo pretendere di scalare una montagna dal primo giorno di allenamento, così come è impossibile giocare con il cibo ingerendo poco o nulla per giorni e poi pensare che questo resti come perdita di peso permanente.

Conclusioni

L’argomento leptina e farmaci e integratori a base di leptina è un argomento molto articolato e molto in voga al momento.

Già la scoperta, solo 20 anni fa, dell’ingerenza della resistenza alla leptina con quello che è il grande problema dell’obesità, è un fondamento di quella che è la nuova medicina e della lotta all’obesità stessa.

La leptina è un regolatore magnifico, il più importante del nostro corpo.

Mantenere il livello di leptina alto serve a mantenere il nostro corpo sveglio e in salute.

I farmaci a base di leptina, così come gli integratori, sono controversi nel momento in cui abbiamo a che fare con degli elementi chimici poco chiari all’interno della confezione e del farmaco stessi.

Ma il miglior metodo per prendersi cura di se stessi è proprio quello di curarsi con l’attività sportiva, seppur moderata, e con l’alimentazione giusta.

Abbiamo scoperto che ci sono parecchi alimenti in grado di stimolare la leptina, che i carboidrati complessi e le fibre non fanno che far bene e che bisogna bannare tutto ciò che è grasso e poco calibrato sul grasso e sul nostro corpo.

Il principio fondamentale su cui dovremmo metterci al lavoro è quello per cui il nostro corpo è il nostro corpo, siamo noi a conoscerlo e siamo noi in grado di capire come funzioni.

Puoi essere che ci sia un corpo molto fortunato in cui la leptina funziona alla grandissima e uno in cui la leptina ha un po’ di difficoltà ad essere secreta.

Per questo non faccio altro che parlare di quanto sia importante avere una dieta personalizzata in base alle esigenze di ciascuno.

Non è facile svegliarsi la mattina e decidere di cambiare vita ma ancora più difficile è pensare tutti i giorni a vivere una vita sempre uguale in cui il nostro corpo sia completamente inadatto alle nostre esigenze, costretto dai chili di troppo a vivere una vita che non è quella che vogliamo vivere.

Come abbiamo appreso da questo articolo la leptina, la sua resistenze, le malattie che hanno a che fare con ciò che mangiamo e con l’essere in sovrappeso sono in aumento in tutto il mondo.

Ed è proprio questo il punto: siamo noi a poter decidere cosa fare della nostra vita e del nostro corpo, scegliere ogni giorno cosa sia meglio per star meglio, grazie a prodotti di qualità, ad un’alimentazione controllata, ad un team di esperti  a nostra disposizione.

Non c’è niente di male a volere una vita migliore.

Forse ti può interessare anche: Irisina, dove si compra l’ormone brucia grassi

Ecco perché ho smesso di fare frullati ma continuo a dimagrire

Ecco perché ho smesso di fare frullati ma continuo a dimagrire


Notice: Undefined index: type in /var/www/vhosts/vailo.it/httpdocs/wp-content/plugins/old_arscode-ninja-widget/arscode-ninja-widget.php on line 26

Notice: Undefined index: type in /var/www/vhosts/vailo.it/httpdocs/wp-content/plugins/old_arscode-ninja-widget/arscode-ninja-widget.php on line 27

Notice: Undefined index: type in /var/www/vhosts/vailo.it/httpdocs/wp-content/plugins/old_arscode-ninja-widget/arscode-ninja-widget.php on line 26

Notice: Undefined index: type in /var/www/vhosts/vailo.it/httpdocs/wp-content/plugins/old_arscode-ninja-widget/arscode-ninja-widget.php on line 27

Tutti sanno che si dovrebbero mangiare molte verdure.

Ma ragazzi, è difficile.

Ci vuole un sacco di tempo a masticare cinque porzioni di verdura.

Quando lo spremiagrumi è arrivato, dopo averlo ordinato, ho pensato che avrei risolto tutti i problemi.

Ma anche in questo caso mi sbagliavo.

  1. Perché ci vogliono un sacco di soldi per comprare verdure biologiche di prima qualità.
  2. D’inverno è difficile trovare la frutta e la verdura di cui abbiamo bisogno.
  3. Ci vogliono un sacco di energie per andare in giro a trovare quello che serve e che faccia bene
  4. Un sacco di pazienza per la pulizia, l’essiccazione, sbucciatura, verdure tagliate e poi beccare le giuste combinazioni per non far sapere tutto di erba bagnata.

Me lo fai un favore?

Collegati con la mia pagina su Facebook e clicca mi piace.


Notice: Undefined index: select_link_options in /var/www/vhosts/vailo.it/httpdocs/wp-content/plugins/arscode-ninja-popups/include/builder.inc.php on line 114

Fallo ora. Te ne sarei grata!

Insomma, morale della favola?

Ho venduto lo spremiagrumi e ho iniziato a respirare, non ho più pensato la mattina alle varie combinazioni di verdure e mi sono affidata completamente ai frullati già fatti.

E voi direte: e la qualità? Cosa ne sai di cosa stai mangiando?

Carissimi amici, basta cercare bene, è questo il punto.

E trovare prodotti di qualità che facciano al caso nostro, come ho fatto io.

La dieta che ho seguito io è bata sulla qualità dei prodotti che mangiamo, prodotti controllati in ogni passaggio, dalla coltivazione al momento in cui avviene l’essicazione, fino al momento in cui diventano un prodotto da acquistare.

A quel punto basta un po’ di latte, di soia se siamo intolleranti, e il gioco è fatto.

Ecco perché ho smesso di fare frullati ma continuo a dimagrire

Tempo perso? 15 secondi.

Salute guadagnata? Provate e mi direte.

 

Come bruciare oltre 1000 calorie nella vita di tutti i giorni

Come bruciare oltre 1000 calorie nella vita di tutti i giorni


Notice: Undefined index: type in /var/www/vhosts/vailo.it/httpdocs/wp-content/plugins/old_arscode-ninja-widget/arscode-ninja-widget.php on line 26

Notice: Undefined index: type in /var/www/vhosts/vailo.it/httpdocs/wp-content/plugins/old_arscode-ninja-widget/arscode-ninja-widget.php on line 27

Notice: Undefined index: type in /var/www/vhosts/vailo.it/httpdocs/wp-content/plugins/old_arscode-ninja-widget/arscode-ninja-widget.php on line 26

Notice: Undefined index: type in /var/www/vhosts/vailo.it/httpdocs/wp-content/plugins/old_arscode-ninja-widget/arscode-ninja-widget.php on line 27

Oggi voglio parlarvi di quotidianità, della vita di tutti i giorni.

E di come bruciare oltre mille calorie nella quotidianità.

Vi avevo già parlato di alcuni modi con cui bruciare calorie ma ora andiamo a guardare nello specifico.

Bruciare 1000 calorie

Come bruciare oltre 1000 calorie nella vita di tutti i giorni: come bruciare 1000 calorie

Se il pensiero di sudare su un tapis roulant è la cosa che meno vi attira nella vita sappiate che si possono perdere molte calorie anche facendo le cose che facciamo tutti i giorni.

“Gli studi la mostrano che le persone che sono fisicamente attive durante il giorno possono bruciare un extra di 300 calorie al giorno”, dice Pete McCall, un fisiologo dell’American Council on Exercise. “Ogni 12 giorni si può addirittura perdere un chilo di peso in eccesso” dice McCall.

McCall dice che queste 300 calorie bruciate al giorno possono provenire da quello che viene chiamato termogenesi cioè il calore che si sprigiona anche solo respirando o digerendo.

La termogenesi, ovviamente, funziona camminando, andando in bici ma anche digitando i tasti della tastiera del nostro computer.

Queste attività aiutano a bruciare calorie, aumentando il tasso metabolico.

Me lo fai un favore?

Collegati con la mia pagina su Facebook e clicca mi piace.


Notice: Undefined index: select_link_options in /var/www/vhosts/vailo.it/httpdocs/wp-content/plugins/arscode-ninja-popups/include/builder.inc.php on line 114

Fallo ora. Te ne sarei grata!

Questo è il motivo per cui i lavoratori agricoli e manuali tendono ad avere tassi metabolici più elevati rispetto alle persone che vivono stili di vita più piacevoli.

In effetti, le calorie bruciate attraverso la termogenesi possono differire di più di 2000 calorie al giorno tra due persone che sono di dimensioni simili ma fanno mestieri differenti.

Secondo Kimberly Lummus, medico della Texas Dietetic Association, in 30 minuti una persona che pesa 70 chili può bruciare il seguente numero di calorie:

Rastrellare le foglie = 147 calorie
Giardinaggio o diserbo = 153 calorie
Spostamenti = 191 calorie
Aspirare le foglie = 119 calorie
La pulizia della casa = 102 calorie
Giocando con i bambini (livello di attività moderata) = 136 calorie
Falciare il prato = 205 calorie
Passeggiare = 103 calorie
Guardare la TV = 40 calorie
In bicicletta al lavoro (su una superficie piana) = 220 calorie

Se si sta comunque cercando di perdere un po’ di peso, basta soltanto aumentare di poco quelle che sono le attività quotidiane, vediamo come.

Come bruciare calorie ogni giorno

Come bruciare oltre 1000 calorie nella vita di tutti i giorni: come bruciare calorie ogni giorno

McCall dice che la seguente lista può aumentare il livello di calorie bruciate in tutta la giornata:

Proseguire a piedi lungo il corridoio per vedere un collega piuttosto che fare una telefonata o l’invio di una e-mail.

Prendere le scale invece di un ascensore o scala mobile.

Pulire la casa invece di utilizzare un servizio di pulizia.

Portare il cane a fare passeggiate più frequenti.

Andare in bicicletta o camminare per andare a lavoro piuttosto che guidare.

Si può anche considerare di indossare un contapassi per monitorare il numero di passi che si fanno in tutta la giornata.

Una volta che avete un’idea di quanti passi fate in media, fissate degli obiettivi per camminare il più possibile. In questo modo avrai uno stimolo per migliorarti sempre.

Conclusioni

Oggi abbiamo scoperto che con le nostre attività quotidiane possiamo bruciare più di 1000 calorie al giorno.

Non è magnifico?

E questo è solo uno dei tanti modi che abbiamo per sentirci bene e per volerci bene.

3 modi per smettere di fare merenda nel modo sbagliato

3 modi per smettere di fare merenda nel modo sbagliato


Notice: Undefined index: type in /var/www/vhosts/vailo.it/httpdocs/wp-content/plugins/old_arscode-ninja-widget/arscode-ninja-widget.php on line 26

Notice: Undefined index: type in /var/www/vhosts/vailo.it/httpdocs/wp-content/plugins/old_arscode-ninja-widget/arscode-ninja-widget.php on line 27

Notice: Undefined index: type in /var/www/vhosts/vailo.it/httpdocs/wp-content/plugins/old_arscode-ninja-widget/arscode-ninja-widget.php on line 26

Notice: Undefined index: type in /var/www/vhosts/vailo.it/httpdocs/wp-content/plugins/old_arscode-ninja-widget/arscode-ninja-widget.php on line 27

La costante voglia di fare spuntini calorici è uno dei più grandi problemi con cui ci scontriamo ogni giorno noi che abbiamo problemi con la bilancia.

Jillian Michaels, che è una delle più famose personal trainer al mondo, ci spiega 3 modi per smettere di fare merenda nel modo sbagliato perché è proprio nelle nostre merende che le nostre distrazioni sono così piccole da non farci rendere conto dell’errore.

Ora vediamo i modi più comuni di far merenda sbagliando.

I tre errori comuni nel fare merenda

3 modi per smettere di fare merenda nel modo sbagliato: i tre errori comuni nel fare merenda

Jillian crede che il più grande errore che viene fatto, nel momento in cui ci mettiamo a dieta, è essere bugiardi con noi stessi e nei limiti che dobbiamo prefissarci e, soprattutto, dobbiamo aspettarci che ogni giorno avremo una tentazione.

Lei dice che la chiave è di essere realistici e di non essere bugiardi nei confronti di noi stessi.

Nascondete le tentazioni che avete in casa, fate in modo di non vederle, perché il primo errore comune è quello di buttarsi sul cibo appena ne vediamo una qualsiasi forma.

Il secondo errore comune è quello di lasciarsi saziare dal dolce, quindi scegliere quella bella pasta frolla con la crema.

Pensate a quale possa essere la soluzione più sana, prendete quell’arancia che vi sta vicino e lasciatevi saziare, appunto, da una cosa che vi faccia bene.

3 modi per smettere di fare merenda nel modo sbagliato: i tre errori comuni nel fare merenda

Il terzo errore comune è pensare che una volta non cambi nulla.

Invece se cedete alla ciambella che vi sta chiamando, probabilmente cederete ogni giorno, quindi sedetevi dal lato opposto della stanza appena le vedete comparire in riunione.

Conclusioni

Jillian Michaels, la più famosa trainer del mondo di Hollywood, ci racconta quali siano i tre errori più comuni nel fare merenda ma è solo un modo di raccontarci noi stessi.

Dobbiamo essere consapevoli ed indulgenti quando si inizia una dieta, dobbiamo sapere che non c’è solo il fisico ma, soprattutto, le nostre abitudini e la nostra mente.

Quindi impariamo bene dall’inizio quali possano essere i nostri limiti e lavoriamo insieme, avendo un po’ di timore nel cibo e non pensando che possiamo essere in grado di controllarlo perché non è così, non è sempre così.

Stiamo parlando di persone in sovrappeso, che hanno problemi con il cibo, proprio per questo dobbiamo sapere che qualche volta potremmo non farcela e prevenire.

Meglio un pezzo di carota o un’arancia piuttosto che la brioscina che ci si para davanti.

Cerchiamo di avere la massima cura di noi stessi.

Me lo fai un favore?

Collegati con la mia pagina su Facebook e clicca mi piace.


Notice: Undefined index: select_link_options in /var/www/vhosts/vailo.it/httpdocs/wp-content/plugins/arscode-ninja-popups/include/builder.inc.php on line 114

Fallo ora. Te ne sarei grata!

 

Ho smesso con le zuppe, perché francamente non ce la faccio più

Ho smesso con le zuppe, perché francamente non ce la faccio più

Ora, prima di ottenere una valanga di commenti al vetriolo io sono la prima ad ammettere che le zuppe siano un modo perfetto per mangiare le porzioni giuste di verdura.

E ‘un modo semplice per ingurgitare più verdure possibili, il nostro corpo sicuramente riuscirà a trovare giovamento in pochissimo tempo, è questa la verità.

E ‘anche uno dei modi più apprezzati per perdere peso, che consente di ottenere tutte le sostanze nutritive senza morire di fame con quei digiuni da paura che ogni tanto ci propinano sui giornali.

Cerchiamo di essere chiari: non sto affatto dicendo, come state notando, che questa cosa faccia male, anzi.

Fondamentalmente, avete un paio di modi per ottenere le verdure in per il giorno:

1. si può diventare un tossicodipendente da insalata, masticando una montagna di verdura ad ogni pasto

2. si possono spendere 200 euro al mese solo di verdure biologiche e un paio d’ore al giorno per preparare le nostre bellissime zuppe.

Ho smesso con le zuppe, perché francamente non ce la faccio più

Infatti è necessario:

  • avere un buon lavoro perché la spesa annua per le verdure biologiche è di circa 4000 euro l’anno
  • tempo per cucinare almeno un paio di volte al giorno
  • abitare in un bel posto perché bisogna trovare ortaggi biologici a chilometro zero
  • un sacco di pazienza nel pulire, mondare, tritare, lavare un bel po’ di verdure
  • riuscire ad ottenere un piatto decente che sappia di qualcosa e non solo di erba

Il problema è che anche tutta questa attenzione potrebbe non bastare perché ci sarà sempre qualcuno che vi dirà che cuocendo le verdure perderete le sostanze nutritive.

Così come qualcun altro che vi dirà che le verdure non sono più nutrienti come una volta perché i terreni si sono impoveriti.

E vi diranno anche che c’è bisogno di integrare quello che mangiamo con un multivitaminico perché se no avremo sempre carenze dal punto di vista del nostro organismo.

Insomma come si può ovviare a tutto questo?

Bisogna affidarsi a prodotti e aziende di qualità, che producono zuppe da consumare a casa conservando quelli che sono i veri elementi nutrienti che stanno solo nelle verdure non trattate.

Ho smesso con le zuppe, perché francamente non ce la faccio più

Io l’ho trovata e ho scoperto che una busta di zuppa mi viene a costare un po’ più di 2 euro.

E, soprattutto, ha nel suo interno solo prodotti che sono testati dal raccolto all’essiccazione per poi passare al momento in cui diventano bustina da sciogliere nel latte di soia se si è intolleranti o vegani.

Ecco come si può cambiare la propria vita in soli cinque minuti.

Ed è questo quello a cui noi dobbiamo aspirare.

Si può perdere peso mangiando cioccolato? Ecco la sorprendente verità

Si può perdere peso mangiando cioccolato? Ecco la sorprendente verità

Mangiare cioccolato, perdere peso.

Se il titolo del nuovo libro di perdita di peso dal neuroscienziato Will Clower non è sufficiente per afferrare la vostra attenzione, la sua promessa potrebbe rendervi molto felici: mangiare cioccolato 20 minuti prima e cinque minuti dopo il pranzo e la cena può bloccare l’appetito del 50%.

Ehm, cosa?

Questa notizia fa sicuro esclamare “questo è  troppo bello per essere vero”, così vediamo di fare un po’ di ricerche per capire se questa cosa sia la verità.

Ho, in effetti, scoperto che la roba dolce può combattere i picchi di zucchero.

In uno studio presso l’Università de L’Aquila in Italia, le persone che hanno mangiato una barretta di cioccolato fondente ogni giorno per 15 giorni hanno diminuito il loro potenziale per l’insulino-resistenza di quasi il 50 per cento.

Si può perdere peso mangiando cioccolato? Ecco la sorprendente verità

La ricercatrice internista Sue Decotiis fa notare che il cioccolato fondente contiene anche grassi sani, che rallentano l’assorbimento dello zucchero nel flusso sanguigno.

E questo grasso sano è quello che ferma i picchi di insulina.

Nel frattempo, gli scienziati svizzeri hanno scoperto che il cioccolato fondente riduce gli effetti metabolici dello stress, e i ricercatori dell’Università di Copenhagen hanno dimostrato che il cioccolato placa il desiderio dei cibi salati.

E questo porta alla conclusione che il tanto detestato cioccolato possa, invece essere un alleato prezioso nello stare bene e e nel dimagrire.

Le aziende di qualità, quelle con più di 40 anni di esperienza, utilizzano, infatti il cioccolato come ingrediente principale di barrette e frullati.

Parliamo appunto di cioccolato fondente, quello con i grassi sani, che non fa altro che migliorare il nostro organismo, darci energia, bloccare un possibile diabete e accelerare il nostro metabolismo in un lampo.

Come abbiamo visto nelle ricerche il cioccolato ha dalla sua la grande capacità di bloccare la nostra fame e tra una barretta di fondente puro e un panino con l’hamburger sia chiaro, qui parliamo di un alimento sano, non c’è nessun paragone.

Si può perdere peso mangiando cioccolato? Ecco la sorprendente verità

Quindi cerchiamo di essere sempre attenti a ciò che mangiamo, diamoci la grande capacità di essere al centro delle nostre vite, di cambiare le nostre vite, ne abbiamo una sola e dobbiamo essere felici di prenderci cura di noi.

E se ne abbiamo voglia di compare i prodotti che meglio ci fanno stare e che sono stati studiati apposta per noi.

Non c’è nulla di meglio che pensare che la nostra vita sia speciale. Magari anche perdendo peso mangiando cioccolato….

Il miglior modo di pesarti è questo

Il miglior modo di pesarti è questo

La domanda principale che mi piacerebbe porti in questo momento è se valga la pena pesarsi tutti i giorni o non farlo mai.

Jillian Michaels, famosissima personal trainer americana, dice che se vi pesate ogni giorno, le fluttuazioni dei fluidi nel vostro corpo vi faranno impazzire.

I cambiamenti ormonali, in particolare nelle donne, possono causare variazioni di peso significative da un giorno all’altro.

E, se si evita del tutto la bilancia di certo riuscirai ad impazzire molto prima che il tuo medico scovi le medicine giuste per la tua pazzia.

Il miglior modo di pesarti è questo

Jillian suggerisce di utilizzare la bilancia volta a settimana – utilizzando la stessa bilancia alla stessa ora nello stesso giorno della settimana.

Una bilancia può essere uno strumento efficace di perdita di peso, se usato correttamente. Ma può anche essere un’ossessione pazzesca per chi lo utilizza ad ogni ora del giorno e della notte per capire come stia il suo peso.

Il peso è, però, strettamente correlato a quello che mangiamo e quello che mangiamo siamo noi.

Potrebbe sembrare retorica ma in realtà è proprio così.

Allora dobbiamo essere attenti a come usiamo tutti gli strumenti, anche la bilancia.

Jillian dice di pensare alla bilancia come una bussola: ci dice, infatti, se siamo dentro o fuori rotta.

Ovviamente per capire se riusciamo a stare dentro o no ci sono molti modi, il primo modo è proprio quello di alimentare noi stessi con una certa attenzione, attenzione dovuta alla ricerca di alimenti e di un piano alimentare personalizzato che ci faccia veramente bene.

Metterci in mano a un esperto, fare in modo che la dieta sia soltanto nostra, che quello che mangiamo sia nutriente e sia basato su ciò che sono le nostre esigenze, i nostri punti di forza e i nostri problemi.

Ed è questa, poi, la vera bussola.

Di certo non pesarsi sulla bilancia ogni giorno ma stare attenti ad essere felici.

Perché si ingrassa e cosa fare per evitarlo

Perchè si ingrassa e cosa fare per evitarlo

Oggi voglio parlarvi del perchè si ingrassa.

Ci sono molte cause di cui neppure ci rendiamo conto, come le carenze nutrizionali, e in questo articolo vi darò dei consigli su cosa fare per evitarlo.

Perchè si ingrassa

Quando il corpo è privo di minerali vitali, acidi grassi, vitamine, aminoacidi, enzimi o altre importanti sostanze nutritive sentiremo spesso il senso di fame per cercare di far funzionare il nostro organismo nel modo migliore possibile.

Purtroppo, invece di mangiare i cibi ricchi di nutrienti che servono al nostro corpo molti di noi si lanciano su degli snack ipercalorici, che non servono a nulla.

Questi prodotti non fanno altro che alzare la glicemia che dopo poco si schianta di nuovo a livello zero facendo salire di nuovo quel senso di fame pazzesco che ci fa tornare al cibo spazzatura.

Il cibo spazzatura è ad alto contenuto di zuccheri e di carboidrati ma non danno nessun nutriente al nostro corpo che resta in deficit di sostanze nutritive e la fame e il peso aumentano.

L’energia del frullato

Perché si ingrassa e cosa fare per evitarlo: l'energia del frullato

Uno dei modi migliori per nutrire il nostro corpo è bere frullati di frutta e verdura fresca, multivitaminici.

Bere frullati è il miglior rilascio dei nutrienti mai concepito.

Quando si bevono vegetali e succhi di frutta fresca, tutte le vitamine, minerali, antiossidanti, clorofilla, enzimi e altri nutrienti in essi contenuti sono concentrati in questo bicchieri di bontà.

Questi nutrienti sono anche in una forma estremamente biodisponibile che il corpo può utilizzare immediatamente.

Non vi è praticamente alcun dispendio energetico con la digestione dei succhi di frutta freschi e si ottiene un concentrato di energia immediato.

Infatti, in appena 10 minuti, tutti i benefici del succo sono già dentro il nostro corpo.

Nei multivitaminici scadenti mancano gli enzimi vivi, la clorofilla, la vasta gamma di fitonutrienti e altri composti benefici che si trovano in abbondanza nei succhi di frutta freschi e in quelli di alta qualità che si possono comprare in rete.

Perché bere frullati fa bene

Perché si ingrassa e cosa fare per evitarlo: perché bere frullati fa bene
Innanzitutto dobbiamo fare i conti con il fatto che il nostro corpo sia differente dal corpo di un’altra persona, per questo noi parliamo spesso di una dieta personalizzata valida che includa anche l’uso dei frullati.

A meno che non vi piaccia veramente sedervi davanti a un grande piatto di verdure miste più volte al giorno, non c’è modo migliore per offrire alti livelli di vitamine, minerali, antiossidanti e altri nutrienti benefici per le cellule affamate di succhi di frutta appena sfornati.

Il frullato ti dà anche una grande quantità di fibra fresca che si perde nel piatto di verdura cotta.

Aumentare l’assunzione nutrizionale con una spremitura regolare può migliorare quasi ogni aspetto della propria salute e del benessere, dal vostro tono della pelle alla vista, all’energia cardiovascolare.

Quando si tratta di perdita di peso, è molto difficile resistere al tipo di alimenti che fanno ingrassare quando si sta morendo di fame.

Si tratta di un meccanismo di sopravvivenza.

Prendetevi cura, allora, dei vostri bisogni nutrizionali prima di tutto.

Solo allora il vostro corpo cesserà le sue richieste di cibo e brucerà il combustibile in eccesso.

Un buon frullato vi renderà possibile vivere una vita differente, con tutti i nutrienti in un sorso.

Conclusioni

Molte volte ingrassiamo senza neppure saperne il motivo.

Ecco perché ho cercato di darvi dei consigli sul perché si ingrassa e su come evitarlo.

La carenza nutrizionale è qualcosa che noi neppure ci accorgiamo di avere e continuiamo a mangiare cibi che ci fanno male e ancora più male.

Un bel frullato di verdura e frutta fresche fanno al caso nostro perché ci saziano e mettono in moto il nostro metabolismo grazie a tutti i nutrienti freschi, appunto, contenuti nel frullato.