Dieta disintossicante fai da te

Dieta disintossicante fai da te

Ogni anno, dopo le feste, domani è l’ultimo grande momento di abbuffata finale con Capodanno, cerchiamo di prenderci cura del nostro corpo, di disintossicarlo. Abbiamo già parlato di disintossicazione con la dieta detox e con altre diete depurative come quella dell’anguria ma in questo caso, come dico sempre parlando di diete di pochi giorni, i risultati sono contrastanti.

Stiamo parlando, infatti, di diete che durano dai 3 ai 5 giorni, che sono parecchio restrittive dal punto di vista degli alimenti e che hanno una vita breve dal punto di vista dei chili persi e dell’effettiva efficacia. Preferisco, come ben sapete, un regime alimentare controllato duraturo che lavori effettivamente sul nostro metabolismo per cambiare le nostre abitudini in fatto di cibo e che ci permetta di variare la nostra dieta in modo da non mangiare sempre le stesse cose e di stare attenti con i condimenti e con lo zucchero.

Oggi, però, voglio parlarvi di una dieta disintossicante fai da te che si occupi dei vari organi del nostro corpo e di disintossicarli dopo una malattia o dopo un eccesso.

Andiamo con ordine. Per il fegato oltre a bere molta acqua e succo di mela senza conservanti è ottimo variare e inserire nella dieta erbe amare e selvatiche come il tarassaco. Altri alimenti indicati sono carote, sedano, barbabietole e rosmarino. Tra le spezie si consigliano curcuma, cumino e curry.

Dieta disintossicante fai da te

Per quanto riguarda l’intestino e la possibilità di combattere meglio i batteri nocivi parliamo di  aceto di mele, succo d’aloe vera  e fermenti probiotici. I chiodi di garofano ed alcune erbe medicinali come l’artemisia assenzio sono perfetti per svolgere il compito di proteggere e risvegliare l’intestino.

Abbiamo già parlato anche dell’eventualità di depurare il nostro organismo con una dieta semi liquida a base di frullati e di zuppe ma in questo caso mi sento sempre di consigliarvi di chiedere un parere medico prima di forzare il vostro corpo con un cambio di dieta così drastico e repentino.

C’è anche chi consiglia di cambiare dieta in caso di contatto diretto ed intossicazione da metalli pesanti come l’alluminio e il mercurio e di lanciarsi, quindi, su una dieta a base di verdure e di cereali integrali.

Ancora c’è che chi pensa che una dieta disintossicante fai da te possa essere considerata quella del digiuno terapeutico con solo centrifugati di verdura da 1 a 3 giorni durante una settimana. Altra idea è quella del crudismo in cui ingeriamo solo elementi crudi non trattati in nessun modo con il calore.

Dieta disintossicante fai da te

Per la candida, malattia diffusissima, la dieta disintossicante fai da te presenta la totale assenza di lieviti che favoriscono la comparsa dei batteri.

Insomma, da quello che abbiamo capito in tutti questi mesi ed articoli, il cibo è davvero importante per stare bene ed è chiaro che possa dare una mano molto importante al nostro organismo per fare del suo meglio. E voi avete provato a fare qualcosa per disintossicare il vostro corpo?

E se sì cosa avete provato? Scrivetemi nei commenti, avrò molta voglia di leggere le vostre esperienze!

Ecco il mio schema preferito per la dieta per dimagrire

Ecco il mio schema preferito per la dieta per dimagrire

In questi giorni post Natale con tanti cibi ancora da ingurgitare per Capodanno è molto facile pensare di essere ingrassati ed è probabile che ciò sia accaduto! Abbiamo già parlato di diete per dimagrire velocemente o di strategie funzionanti per dimagrire.

Oggi vorrei parlarvi di una dieta americana che promette di perdere 10 chili in in un mese, la dieta del supermetabolismo della nutrizionista Haylie Pomroy. La dieta, abbiamo già parlato anche di questa idea di cercare con gli alimenti di aumentare il metabolismo, si basa sui principi bruciagrassi dei cibi stessi.

Questa dieta americana è stata al centro dell’attenzione anche perché ha avuto come testimonial diverse star di Hollywood, dalla bellissima Jennifer Lopez al nostro amato Iron Man Robert Downey jr. ma anche atleti che hanno affermato di aver notato l’efficacia e la velocità dei suoi risultati, che portano non solo ad una perdita di peso, ma anche alla diminuzione dei livelli di colesterolo cattivo (LDL) e nella stabilizzazione del tasso glicemico.

Ecco il mio schema preferito per la dieta per dimagrire

La dieta del Supermetabolismo: lo schema

La dieta del Supermetabolismo dura 28 giorni, un mese, e si divide in tre diverse fasi che si alternano ogni 2-3 giorni, in cicli settimanali. Ogni fase comporta il consumo di alimenti differenti ma anche nel frattempo un certo tempo dedicato all’attività fisica. Accompagnano le fasi anche una serie di regole che restano le stesse per ogni fase della dieta.

Dovrete:
– Mangiare 5 volte al giorno, ogni 3-4 ore senza saltare i pasti;
– Consumare la colazione entro 30 minuti dal risveglio;
– Bere 30 cl di acqua per ogni chilo di peso corporeo (quindi un litro e mezzo se pesate circa 50 kg);
– Scegliere alimenti biologici;
– Fare attività fisica almeno 3 volte alla settimana;
– Rispettare le 3 fasi della dieta.

Nella prima fase c’è una predilezione verso la frutta e i cereali, un paio di pasti dovranno essere fatti con la frutta, una porzione di cereali e sono uno a base di proteine. Questo nei giorni del lunedì e del martedì.

Dal mercoledì al giovedì, nella seconda fase, si consiglia un’assunzione maggiore di proteine e verdura che devono essere al vapore o alla griglia, anche in umido. Ovviamente come nella fase precedente zero grassi. Pensate a colazioni di omelette fatte con soli albumi, carni magre, pesce e insaccati magri.

La terza e ultima fase è quella del venerdì e del weekend in cui c’è il reintegro di tutti gli alimenti grassi a patto che siano sani, con proteine, cereali e frutta a basso contenuto glicemico.

Ecco il mio schema preferito per la dieta per dimagrire

Vi è piaciuta questa dieta? Promette scintille ed effettivamente sembra abbastanza equilibrata per funzionare. Parliamo di una dieta che ha il reinserimento degli ingredienti nella settimana stessa di dieta che è divisa in fasi proprio per far accelerare il metabolismo nei giorni giusti e poi farlo rilassare in altri. E voi che ne pensate? Cosa vi sembra di questa dieta del metabolismo? L’avete già provata? E’ vero che può far perdere fino a 10 chili in un  mese? E voi quanti chili avete perso? Datemi notizie nei commenti, mi piace sapere quali siano le vostre esperienze personali!

Dieta per dimagrire in pochi giorni. Ma sei davvero sicuro

Dieta per dimagrire in pochi giorni. Ma sei davvero sicuro?

Abbiamo discusso della vera utilità delle diete che durano poco e che sono parecchio drastiche.

Parlare di diete per dimagrire o di alimenti consentiti  nelle diete è qualcosa che ci interessa molto.

Ma stiamo parlando di qualcos’altro, nello stesso periodo, stiamo anche parlando di iniziare a mangiare e a condire meglio i nostri alimenti come ad esempio la buona abitudine di usare meno sale.

Abbiamo sempre parlato, quindi, di quanto fosse realistico immaginare come durevoli nel tempo ed efficaci delle diete che promettessero perdite di peso eccezionali in poco tempo.

Oggi voglio parlarvi, infatti, del nuovo ritrovato della sempre florida industria americana della bellezza: la dieta Miami.

La dieta Miami, detta anche dieta South Beach, ha fatto il giro di Hollywood  delle sue star di fama mondiale riscuotendo un notevole successo.

Questa dieta è detta anche dieta delle quarantotto ore.

Dieta per dimagrire in pochi giorni. Ma sei davvero sicuro
Il dottor Arthur Agatston, importante cardiologo statunitense, ha studiato la dieta Miami puntando ad un preciso risultato: la disintossicazione del sistema digestivo e la riattivazione del metabolismo in modo da portare in poco tempo ad una notevole perdita di peso che porti poi anche al riassorbimento dei cuscinetti di grasso, così difficili da togliere di mezzo.

In questa dieta, come in parecchie diete che regalano risultati miracolosi in tempi brevissimi parliamo di una dieta piena proteine e con pochissimi carboidrati.

Vediamo un esempio di dieta:

Dieta Miami: primo giorno

Colazione: 1/2 pomodoro, 1 fetta di pane tostato, 2 cucchiai di margarina, 1 caffè
Pranzo: 120 gr di tonno senza olio, 1 fetta di pane tostato, 1 caffè
Cena: 100 gr di carne bianca, 240 gr di fagiolini, 120 gr di barbabietole rosse e 100 gr di gelato alla frutta

Dieta Miami: secondo giorno

Colazione: 1 uovo sodo, 1/2 banana, 1 fetta di pane tostato, 1 caffè
Pranzo: 200 gr di Jocca, 5 crackers integrali
Cena: 2 wurstel, 240 gr di broccoli, 120 gr di carote, 100 gr di gelato alla vaniglia

Dieta Miami: terzo giorno

Colazione: 1 mela, 5 crackers integrali, 1 pezzo di gruvier, 1 caffè
Pranzo: 1 uovo sodo e 5 crackers
Cena: 2 kiwi, 120gr di tonno, 240gr di barbabietole, 120gr di cavolfiore, 100gr di gelato alla vaniglia.

Dieta per dimagrire in pochi giorni. Ma sei davvero sicuro

Ora, ovviamente queste sono delle indicazioni base, potrete vedere che non ci sono quasi per nulla carboidrati che sono molto presenti carni magre e verdure.

Parliamo anche dei condimenti, a questo punto.

Come nella migliore tradizione è importante non esagerare con olio burro e derivati.

Usate un cucchiaio d’olio per  condire in tutta la giornata e poi non usate zucchero raffinato ma dolcificanti naturali coma la stevia.

Stiamo ragionando nel brevissimo tempo, una dieta come questa non ha nessuna possibilità di poter essere continuata nel lungo periodo ma se avete bisogno di un dimagrimento sprint in questi giorni di feste e di abbuffate pensateci, alla fine non è particolarmente difficile e non stiamo neppure parlando di una dieta impossibile.

E voi siete davvero sicuri di voler iniziare una dieta così poco durevole nel tempo?

Sentite davvero il bisogno di mettere solo una pezza ai vostri eccessi di cibo di questi giorni di festa?

Voglio sapere le vostre opinioni, datemi notizie e informazioni nei commenti qui sotto, vi aspetto!

La dieta disintossicante e gli alimenti consentiti

La dieta detox e gli alimenti consentiti

Vi ho già parlato di dieta detox, dei pro e i contro della dieta disintossicante. Abbiamo anche parlato di diete interessanti e un po’ strane come quella depurativa all’aloe vera e  di come si possa pensare di lavorare bene e di lavorare con attenzione, in maniera continuativa, con il nostro organismo. Oggi, però, voglio parlarvi degli alimenti consentiti in una dieta depurativa, anche perché molti elementi, proprio perché è una dieta che serve a disintossicare il nostro organismo, sono proibiti. Parliamo, infatti, di una completa eliminazione di latte, grano, gli alimenti contenenti glutine, zucchero, cibi fritti. Gioca, invece, molto a favore, l’uso di frutta e verdura che servono ad eliminare le tossine.

La dieta disintossicante e gli alimenti consentiti-02

Gli alimenti da mangiare: Ecco un elenco di alimenti che potete consumare durante una dieta disintossicante 7 giorni

  • frutta fresca o congelata
  • non zuccherate
  • frutta secca come mirtilli, datteri, uvetta

Verdure

  • Verdure come broccoli, cavolfiori, cipolle, aglio, carciofi, bietole e verdure a foglia verde scuro come il cavolo e le bietole
  • verdure di mare, tra cui alghe, fogli di nori, wakame
  • mais

 

Cereali e amidi

  • riso, riso soprattutto integrale o nero
  • quinoa
  • grano saraceno
  • miglio
  • avena
  • cereali integrali , pasta riso integrale, pasta di grano saraceno, cracker di riso e pane

Fagioli e legumi

  • piselli
  • lenticchie
  • fagioli

Noci e semi

  • mandorle
  • anacardi
  • noci
  • semi di girasole
  • semi di zucca
  • semi di sesamo
  • semi di chia
  • semi di canapa
  • noce di cocco
  • dado e burri realizzati solo con ingredienti ammessi

Oli

  • olio d’oliva spremuto a freddo, extra-vergine
  • olio di canapa
  • olio di lino
  • olio di mandorle
  • olio di avocado
  • olio di cocco
  • sesamo, girasole e oli in quantità limitate (a causa di acidi grassi omega-6)

Bevande

  • “latti” : latte di riso, latte di mandorla, latte di canapa
  • latte di cocco
  • acqua
  • tisane
  • tè verde
  • acqua di limone
  • succo di frutta non zuccherato
  • minerale

Dolcificanti

  • eritritolo
  • stevia
  • sciroppo d’acero reale
  • miele grezzo
  • melasse

Condimenti

  • aceto di sidro di mele
  • miso – piccole quantità
  • olive nere
  • limoni
  • erbe e spezie fresche e secche
  • cacao in polvere
  • polvere di carruba
  • sale marino
  • senape

Proteine animali

  • tacchino biologico
  • pollo biologico
  • pesci di acqua fredda, come il salmone
  • agnello
  • selvaggina

Tutti i giorni:

  • Bere almeno 8 bicchieri di acqua al giorno
  • Prendetevi il tempo per masticare bene il cibo.

Per quanto riguarda le bevande oltre ad evitare alcool e bevande gassate pensate a qualche bevanda che potrete preparare voi stessi in casa come l’acqua con l’aggiunta del succo di limone da bere al mattino per ben svegliare il vostro metabolismo e il vostro intestino. Parliamo di una bevanda semplice ma di assoluta efficacia, con grande attenzione nei confronti della vostra pelle e del vostro corpo che poi è quello che io vi sto consigliando dall’inizio di questo percorso super eccitante.

La dieta disintossicante e gli alimenti consentiti

E voi, avete mai pensato di iniziare una dieta depurativa? E se anche l’aveste fatta come vi siete trovati? Avete recuperato i chili persi iniziando a mangiare di nuovo in un regime normale o avete continuato a mantenere delle sane abitudini alimentari?

Scrivete nei commenti la vostra esperienza!

8 motivi per cui usare molto sale ti fa male

8 motivi per cui usare molto sale ti fa male

Sappiamo tutti che non dovremmo mangiare troppo sale, tuttavia ne mangiamo circa il doppio dei livelli raccomandati dall’Organizzazione mondiale della sanità.

Molti di noi pensano che, evitando di aggiungere il sale in più ai nostri pasti, la riduzione di sale sia già sufficiente.

Ma non è sempre vero…..

Infatti, oltre il 75% del sodio nella nostra dieta proviene da alimenti trasformati.

E spesso, sono proprio gli alimenti che non consideriamo eccessivamente salati, ad avere livelli sodio difficilmente immaginabili.

E questi cibi ci stanno uccidendo.

Voglio dire letteralmente ci stanno uccidendo!

Continua a leggere questo articolo per scoprire tutti i diversi modi con cui una dieta ricca di sodio contribuisce alla morte prematura.

E ricorda questa lista la prossima volta che aggiungi il sale!

Ipertensione

Se si mangiano un sacco di alimenti trasformati, o generosamente cosparsi di sale, siete ad un elevato rischio di sviluppare ipertensione, nota anche come alta pressione sanguigna.

La pressione alta causa una forza del sangue maggiore spinge contro le pareti delle arterie troppo forte, e che porta a numerosi problemi di salute, come vedremo in seguito.

Abbiate fiducia in me se non volete lasciare che il sale vi uccida silenziosamente.

Uno studio pubblicato nel luglio 2015 ha esaminato oltre 4.500 adulti con livelli di pressione arteriosa normale. Dopo tre anni, i ricercatori hanno scoperto che il 23% dei partecipanti ha sviluppato l’alta pressione sanguigna.

Quelli con una presa di sale erano 1,25 volte più probabilità di avere ipertensione rispetto a quelli con un basso apporto di sale.

Se sei un uomo, potrebbe essere necessario essere ancora di più che tu sia consapevole di quanto sale si sta mangiando.

Uno studio precedente, nel 2010, ha trovato una relazione positiva tra l’assunzione di sale nella dieta e pressione alta, negli uomini più che rispetto alle donne.

Obesità

8 motivi per cui usare molto sale ti fa male: Obesità

Centri per il Controllo e la Prevenzione (CDC) Malattia dicono che l’obesità è un problema comune e preoccupante negli Stati Uniti. Oltre un terzo degli adulti americani sono obesi, cosa che, nel 2008, è costata 147 miliardi di dollari di $ spese mediche.

Sappiamo che una dieta non sana, ricca di alimenti trasformati, accoppiata con poca o nessuna attività fisica può portare all’obesità. Fattori genetici e le varie condizioni di salute possono anche essere collaboratori di questa condizione.

Ma, una recente ricerca ha trovato un link interessante e significativo tra l’assunzione di sale e l’obesità.

I ricercatori della Queen Mary University di Londra hanno scoperto che l’aggiunta di solo un altro grammo di sale sull’assunzione giornaliera potrebbe aumentare il rischio di obesità del 25%.

Si ritiene che il sale influenzi il tasso di metabolismo del corpo, forse bloccando la sua capacità di assorbire i grassi.

Tuttavia, i risultati dello studio non dimostrano che il taglio del sale aiuterà la perdita di peso, il che significa che la prevenzione è sicuramente meglio che la cura in questo caso.

Questo potrebbe essere particolarmente vero nel caso dei giovani che consumano alti livelli di sale.

Uno studio di quasi 800 adolescenti degli Stati Uniti, di età compresa tra i 14-18, ha scoperto che quelli che mangiavano più sale avevano più probabilità di essere obesi e mostravano i marcatori di infiammazione, a prescindere dal numero complessivo di calorie consumate.

Preoccupante: il 97% dei ragazzi nello studio ha ammesso che consumavano più sale che quello consigliato nelle linee guida nazionali.

Infiammazione e malattie autoimmuni

Le malattie auto-immuni, che interessano 24 milioni di persone, sono in aumento a tassi drammatici, secondo il dottor Mark Hyman, con infiammazioni che sembrano essere la causa stessa delle malattie.

Oltre allo studio dell’effetto del sale sugli adolescenti, numerosi altri studi hanno anche trovato un legame tra assunzione di sale e l’infiammazione.

I ricercatori di Yale hanno scoperto che i topi nutriti con una dieta ad alto contenuto di sale hanno sviluppato una cella altamente infiammatoria che ha causato abbattimenti nel sistemi di difesa del loro corpo. Hanno quindi sviluppato una grave forma di sclerosi multipla (SM) chiamata encefalomielite autoimmune.

Si ritiene questa stessa cellula possa portare ad altre malattie autoimmuni come il diabete di tipo 1, la psoriasi, l’asma e l’artrite reumatoide.

Tuttavia, i ricercatori dicono che, se si dispone già di una condizione autoimmune, una dieta a basso contenuto di sodio non cambierà questo anche se può aiutare ad alleviare i sintomi di alcune malattie autoimmuni ed è un’opzione a basso rischio per la maggior parte dei malati.

Per contribuire a ridurre il rischio di sviluppare queste malattie, in primo luogo, ridurre il consumo di sale e seguire una dieta anti-infiammatoria.

Ictus

L’ictus è un ‘attacco cerebrale’ che si verifica quando il sangue che scorre per una certa parte del cervello è tagliato fuori, privando le cellule del cervello di ossigeno.

Quando si privano di ossigeno, quelle parti del cervello cominciano a morire portando a complicazioni come la paralisi completa di parti del corpo o addirittura la perdita della parola.

Poiché il sale porta ad alta pressione del sangue, che è un fattore di rischio enorme per gli ictus, tagliare il sale ti taglia il rischio di ictus.

Secondo uno studio su oltre 2.600 persone condotto nel corso di un periodo di 10 anni,  quelli che avevano mangiato più di 4.000 milligrammi di sodio al giorno avevano 2,5 volte più probabilità di avere un ictus rispetto a quelli che ha ottenuto meno di 1.500 milligrammi al giorno.

Stranamente, i risultati erano gli stessi se i partecipanti avevano l’alta pressione sanguigna.

Harvard Medical School dice che, oltre al taglio dell’apporto di sale, aumentando la quantità di potassio che si consuma si può abbassare la pressione sanguigna e prevenire ictus.

Fonti di potassio includono verdure a foglia verde come spinaci e cavoli, frutta vite come uva e more, ortaggi a radice tra cui carote e patate e gli agrumi.

Malattie del cuore

8 motivi per cui usare molto sale ti fa male: Malattie del cuore

Il sale influisce sul cuore, vi chiederete?

Le arterie che portano al cuore danneggiato nel corso del tempo dall’alta pressione sanguigna, possono rompersi o distruggersi.

Il risultato è un attacco cardiaco.

In realtà, troppo sale nella dieta ha avuto un ruolo nei 2,3 milioni di morti legati al cuore di tutto il mondo nel 2010, il 40% di loro aveva meno di 70 anni!

Circa 58.000 morti cardiovascolari in America  possono essere collegati a mangiare più di quanto sia considerato il livello raccomandato di sale.

Scienziati finlandesi segnalano che diminuendo il consumo di sale si può ridurre significativamente il rischio di morte per ictus o malattie cardiache.

Nel corso di un periodo di 30 anni in Finlandia, semplicemente riducendo l’assunzione di sale in media del 30-35%, hanno visto dal 75% al 80% di diminuzione sconcertante dei decessi.

Nello stesso periodo, l’aspettativa di vita è aumentata di 6/7 anni per i maschi e le femmine.

Cancro allo stomaco

8 motivi per cui usare molto sale ti fa male: Cancro allo stomaco

Il cancro allo stomaco è il quarto cancro più comune e la terza causa principale di morte per cancro nel mondo.

Una rassegna di articoli pubblicati ha trovato che il rischio di sviluppare il cancro dello stomaco è più alto del 68% in quelli con l’assunzione di sale alta rispetto a quelli con bassa assunzione di sale.

E più sale si mangia, più il rischio aumenta.

Si ritiene che il sale può contribuire al cancro allo stomaco in due modi.

In primo luogo, una maggiore assunzione di sale può aumentare il rischio di contrarre un’infezione cronica da H. pylori. Questo tipo di infezione batterica provoca ulcere, infiammazioni croniche dello stomaco, ed è il più forte fattore di rischio noti per il cancro gastrico.

In secondo luogo, il sale stesso potrebbe irritare il rivestimento dello stomaco e causare infiammazione, il che significa che lo stomaco è più esposto ad agenti cancerogeni del nostro pentole e cibo.

Osteoporosi

L’osteoporosi è una condizione in cui le ossa diventano deboli e fragili, rendendole più soggette a fratture.

Per prevenire l’osteoporosi, dobbiamo avere adeguati livelli di calcio nel nostro corpo (così come abbastanza vitamina D).

Mentre tutti gli alimenti – anche frutta e verdura – contengono naturalmente sodio, gli studi dimostrano che se si tratta di sale da tavola, non di sodio naturale, può causare la perdita di calcio e ossa deboli.

Dato che gli americani ottengono il 90% del loro sodio attraverso il sale, non è sorprendente che 10 milioni di persone negli Stati Uniti abbiano l’osteoporosi, con altri 18 milioni a rischio di svilupparla. Ulteriori 34 milioni sono a rischio di ridotta massa ossea, noto come osteopenia.

In realtà, alcuni studi dicono che la frattura non vertebrale, in particolare dell’anca, può portare a invalidità significativa e anche la morte. In realtà, l’osteoporosi uccide più donne che tutti i tumori ginecologici combinati.

Malattie renali

8 motivi per cui usare molto sale ti fa male: malattie renali

I reni sono uno dei modi del nostro corpo per buttare via i rifiuti. Lo fanno filtrando sangue attraverso i reni in un processo che richiede un delicato equilibrio di sodio e potassio.

Naturalmente, quando si mangia troppo sale buttiamo via questo delicato equilibrio e inibiamo la funzione dei reni, che porta a ulteriore stress e tensione.

Nel corso del tempo, questo può causare danni irreversibili ai reni, che se non trattata, progredisce a malattia renale cronica (CKD) e insufficienza renale.

La malattia renale uccide oltre 90.000 americani ogni anno – più di cancro alla prostata e il tumore al seno combinato. E quelli con malattia renale hanno un rischio maggiore di infarto o ictus.

Poiché non esiste una cura per la malattia renale cronica, è imperativo che possiamo prevenire questa malattia tagliando fuori il sale in eccesso dalla nostra dieta.

Quelli già malati dovrebbero evitare il sale di troppo – un recente studio di quasi 4.000 persone con insufficienza renale cronica ha collegato alti livelli di sodio e potassio nelle urine con progressione della malattia più veloce.

Altri effetti collaterali

Gonfiore e ritenzione idrica

Sicuramente saprai cosa voglio dire con quella sensazione di gonfiore e di disagio.

Per alleviare i sintomi, ridurre il sale aggiunto.

Tenete a mente che il gonfiore può essere un segno di ipertensione o danni ai reni.

Disidratazione

Cosa porta la disidratazione:

È una delle più comuni cause di costipazione cronica
Impatta negativamente sulla nostra concentrazione e umore
Può portare a calcoli renali, infezioni del tratto urinario e infezioni renali
Provoca mal di testa
Colpisce prestazione fisica, forza e resistenza
Porta pelle squamosa e rugosa

Asma indotta da esercizio

Ricercatori presso il Dipartimento di Scienze Motorie di Indiana University divisi 24 uomini e donne con asma indotta da esercizio in due gruppi, uno con sodio alto e l’altro con sodio basso, per due settimane.

Entrambi i gruppi hanno dovuto correre su un tapis roulant fino ad esaurimento. Quelli con la dieta ad alto contenuto di sale hanno mostrato un drammatico declino della funzione polmonare.

 

 

Conclusioni

Il sale è semplicemente un male per noi. Avete capito quanto faccia male consumarne in quantità elevate?

E voi? Siete scioccati da quanto faccia male il sale?

La dieta del lunedì: dieta detox di 1 giorno

Oggi vorrei parlarvi di una dieta disintossicante che dura un solo giorno.

Questa dieta detox di un giorno ha un po’ lo stesso principio della dieta di cui vi ho già parlato, cioè la dieta detox  ufficiale e non assomiglia neppure tanto ad una dieta depurativa famosa come quella all’aloe vera.

La dieta detox in questione dura un giorno, per l’appunto, e consiste nel fare una giornata depurativa iniziando la settimana con una serie di frullati e di vegetali che portino il corpo a disintossicarsi.

Ora qui sulla parola disintossicazione del corpo ce ne sarebbe da raccontare. Sapete benissimo che io mi trovo un po’ in difficoltà con l’idea che il nostro corpo abbia bisogno di una dieta depurativa per fare qualcosa che fa naturalmente senza nessun aiuto esterno.

Ma anche in questo caso trattandosi di un solo giorno e non di un trattamento prolungato è una prova che si può tranquillamente fare. Nei giorni che vengono, i successivi, però, vige la regola del buon senso.

Chiaro è che se il lunedì fate lo sforzo di mangiare poco o niente se il martedì doveste iniziare la vostra giornata con doppie uova e doppio bacon e poi cibo da fast food non è che risolviate molto i vostri problemi di depurazione e riprendereste subito quel chilo che dovreste aver perso anche solo di liquidi il giorno prima.

La dieta del lunedì: dieta detox di 1 giorno

Il lunedì è il giorno dedicato, quindi, alla depurazione, dove le calorie sono fornite soprattutto da alimenti vegetali dalle proprietà diuretiche, disintossicanti e depurative come ad esempio il nostro amato tè verde. Ho già parlato parecchie volte di questa bevanda di cui sono innamorata. Il tè verde depura, disintossica, energizza, ma soprattutto è ricco di catechine che hanno un grande potere antiossidante. In questa maniera regolando la tua giornata con pasti proporzionati e con una serie di tisane puoi perdere anche 1 chilo e dal martedì alla domenica, pur senza controllare maniacalmente ogni benedetta caloria ma stando attento a ciò che mangi, devi solo limitare determinati alimenti come gli insaccati e i dolci e preferire le verdure, il pesce, il pane e la pasta integrali.

La dieta del lunedì: dieta detox di 1 giorno

Facciamo un esempio di lunedì.

La prima cosa da fare al mattino è bere un bicchiere d’acqua con il limone. Perché? Già spiegato anche questo ma non vedo l’ora di ripetervelo: il limone con l’acqua è straordinario, dà un’accelerata pazzesca al nostro metabolismo di prima mattina e rende energico il nostro intestino. Quindi, vi prego, iniziate la giornata nel verso giusto.

Ecco un possibile lunedì:

Lunedì
Colazione
2 vasetti di yogurt bianco naturale, tè verde
Spuntino
1 bicchiere di spremuta di pompelmo non zuccherata
Pranzo
150g di insalata verdure crude miste
120g di patate lesse
Merenda
Tisana depurativa con 1 cucchiaio di miele
Cena
200g di frutta fresca
Dopo cena
Tisana depurativa con 1 cucchiaio di miele

Dal martedì alla domenica date solo una controllata a quello che mangiate, senza esagerare con cibi troppo grassi e con insaccati e formaggi grassi e zuccheri raffinati.

Mi dite cosa ne pensate nei commenti? Sono curiosissima!

Dieta per dimagrire 3 chili. Allora devi sapere che...

Dieta per dimagrire 3 chili. Allora devi sapere che…

Oggi voglio parlarvi di una dieta per dimagrire 3 chili al mese.

Vi ho già parlato di diete per dimagrire, come quella mediterranea o la dieta che promette scintille in due settimane.

Oggi vorrei parlarvi di una dieta che è più che una dieta di quelle assassine che in 3 giorni ti fanno perdere 10 chili uno stile di vita.

D’altronde è bene sapere che nelle diete a lungo termine si preferisce far perdere poco peso ma in maniera costante, diciamo dai 500 grammi al chilo a settimana. Vediamo qualche trucchetto per mantenerci in linea, allora.

Dieta per dimagrire 3 chili. Allora devi sapere che...

  1. Inizia a mangiare di meno. Per riuscire a perdere peso l’apporto calorico giornaliero deve essere tra le 1000 e le 1200 calorie. Quindi vedi di non mangiare troppe schifezze e di non riempirti abbondanti piattoni. Lo so che può sembrare stupido ma utilizzare dei piatti piccoli confonde il nostro cervello che crede che si stia mangiando di più. Provaci!
  2. Mangia bene, prenditi cura di ciò che stai mangiando. Mangia verdure, frutta, tutto di stagione. Prepara grosse insalate. Mangia carne magra e molto pesce. Abbandona per un po’ gli zuccheri raffinati, i cibi salati e mangia sì i carboidrati ma controllandone il peso.
  3. Registra tutto quello che mangi su un diario in modo da prendere nota costantemente dei cibi usati e dei progressi ottenuti. Ci sono anche delle buone app da scaricare sui nostri smartphone.
  4. Cercate sempre o quasi sempre di cucinare a casa. E’ un ottimo modo per controllare quello che si sta facendo, gli ingredienti da usare, come si sta cucinando, quanto condimento si sta usando. Rendersi responsabili di ciò che si mangia è la prima regola per un cambiamento a lungo termine. Mangiare sempre cibo confezionato fa sì che non si abbia percezione di cosa si stia mangiando. Se andate a mangiare fuori almeno cercate di non esagerare, prendete in considerazione di farvi portare il condimento a parte e di prendervi un pollo casomai grigliato e una bella insalata. Non esagerate con la pizza, con la pasta, con le cose troppo condite.
  5. Non bere calorie. Non bere caffè con troppo zucchero e troppa panna, non bere bevande gassate, non bere succhi di frutta. Hanno zuccheri aggiunti e fanno malissimo.
  6. Allenati ogni giorno. Anche poco ma fallo. Per te stesso e per la tua salute.
  7. Pesati ogni settimana. Controlla i tuoi progressi costantemente, ti renderà consapevole.

Dieta per dimagrire 3 chili. Allora devi sapere che...

Il mio consiglio è: dopo aver perso i primi 3 chili continua. Non fermarti ai primi risultati utili ma mantieni questo stile di vita a lungo. Perché è questo quello che io dico sempre, continuate e perseverate per far sì che mangiate cose sane e che saggiamente portiate avanti un modello di dieta di mantenimento che vi lasci in forma. Cosa ne pensate di tutti questi consigli? Vi ho fatto venire voglia di avere maggiore attenzione nei confronti del vostro corpo e  di mangiare alimenti sani? Scrivetemi nei commenti cosa ne pensate di questa dieta a lungo termine o se preferite le diete più corte ma con cui perdete più chili in meno tempo. Vi aspetto, commentate tutti!

Perdere peso velocemente: 20 espedienti per bruciare grassi scientificamente provati.

20 espedienti, alimenti e cibi brucia grassi scientificamente provati


Notice: Undefined index: type in /var/www/vhosts/vailo.it/httpdocs/wp-content/plugins/old_arscode-ninja-widget/arscode-ninja-widget.php on line 26

Notice: Undefined index: type in /var/www/vhosts/vailo.it/httpdocs/wp-content/plugins/old_arscode-ninja-widget/arscode-ninja-widget.php on line 27

Notice: Undefined index: type in /var/www/vhosts/vailo.it/httpdocs/wp-content/plugins/old_arscode-ninja-widget/arscode-ninja-widget.php on line 26

Notice: Undefined index: type in /var/www/vhosts/vailo.it/httpdocs/wp-content/plugins/old_arscode-ninja-widget/arscode-ninja-widget.php on line 27

Se stai cercando di perdere peso velocemente, probabilmente vi siete già chiesti: ci sono alcune misure non-così-evidenti che potrei adottare per rendere questo processo più efficace?

Facciamo così, ci sono molti suggerimenti da usare per rendere il nostro regime dietetico più convincente e ora ve ne dirò qualcuno.

Qui ci sono 20 suggerimenti di bruciare i grassi che sono supportati dalla ricerca scientifica, quindi sono scientificamente, appunto, approvati.

1. Bere più acqua

Perdere peso velocemente: 20 espedienti per bruciare grassi scientificamente provati: 1. Bere più acqua

Bere più acqua non solo per rimanere idratati ma anche per restare più in salute e per perdere peso.

Uno studio ha dimostrato che l’acqua potabile potrebbe aumentare il metabolismo dal 24 al 30% e soprattutto può aiutare molto prima dell’esercizio fisico.

Un altro momento importante è bere acqua prima dei pasti. Non è solo per farvi sentire più sazi prima di mangiare che è la prima cosa che viene in mente.

Uno studio ha mostrato che l’acqua potabile aveva effettivamente ridotto il numero totale di calorie assorbite dal corpo durante il pasto, contribuendo a ridurre il carico di apporto calorico e favorire la perdita di peso.

Tuttavia, è possibile pensare ad un regime alimentare corretto anche quando si introducono quelli che vengono definiti i frullati proteici.

Bevande che garantiscono il giusto apporto di liquidi ma anche di proteine.

2. Non bere calorie

Se stai pensando di perdere peso non pensare solo a quello che mangi ma anche a quello che bevi.

Si potrebbe pensare che il succo di frutta sia meglio per voi che uno spuntino dolce, ma pensiamo meglio.

Uno studio ha mostrato che lo zucchero in forma liquida è in realtà peggiore per il corpo che in forma solida.

Un altro studio ha dimostrato che le bevande zuccherate sono stati collegate a un aumento del rischio di obesità infantile del 60% per ogni porzione giornaliera.

3. Porzioni più piccole

In ogni dieta per dimagrire che si comanda, non può mancare un consiglio del genere.

Se si sta calcolando quante calorie sono in un alimento che si sta per mangiare, dovete pensare anche alla porzione che decidete di prendere.

Tenere traccia delle vostre porzioni non solo aiuterà a tenere traccia del vostro apporto calorico totale, può anche aiutare a perdere peso, rendendo più consapevoli di ciò che stai mangiando.

Un altro modo per farlo è quello di usare piatti più piccoli quando si mangia.

So che può sembrare pazzesco, ma indipendentemente dalle dimensioni del piatto, se i tuoi occhi vedono il piatto pieno, il vostro cervello si sentirà più sazio nonostante sia chiaro che state mangiando di meno.

Quale è la dieta giusta per te?

Non tutte le diete sono uguali: scopri quale è la più adatta alle tue esigenze!

 

Calcola Ora la tua Dieta Personalizzata

 

 

4. Fate un sacco di cardio

Perdere peso velocemente: 20 espedienti per bruciare grassi scientificamente provati: 4. Fate più cardio

L’esercizio aerobico è la chiave per bruciare calorie e migliorare la vostra salute generale.

E’ probabilmente il miglior metodo di esercizio per sbarazzarsi di quelle maniglie dell’amore fastidiose e quel grasso sulla pancia che proprio non sembra lasciarci.

Gli studi dimostrano che facendo esercizi cardio come camminare di buon passo o fare jogging si è molto più propensi a perdere grasso, quello profondo, quello viscerale.

Il grasso viscerale è il grasso peggiore per il modo in cui si avvolge intorno ai vostri organi.

Non è solo avere la pancia il problema ma è ciò che è all’interno del nostro corpo.

Il grasso viscerale è stato ora collegato a disturbi metabolici e aumento del rischio di malattie cardiovascolari e diabete di tipo 2.

5. Fate anche pesi

Si può anche pensare di fare esercizi di resistenza come il sollevamento pesi.

Gli studi dimostrano che il sollevamento pesi mantiene il vostro metabolismo a pieno regime per evitare di perdere la massa muscolare.

6. Mangiare meno carboidrati semplici

Gli zuccheri – dolci, pane bianco, ecc – sono chiamati carboidrati semplici.

Essi forniscono energia, ma non sono confezionati con le stesse sostanze nutritive che si trovano nei carboidrati complessi.

Il corpo elabora i carboidrati semplici più rapidamente di quanto non faccia con i carboidrati complessi e subito fa aumentare il livello di zucchero nel sangue portando problemi di obesità e diabete.

7. Masticare più a lungo

Gli studi mostrano ora che masticare il cibo più lentamente e deliberatamente può portare alla stimolazione più efficiente di ormoni associati alla perdita di peso nel corpo.

8. Non mangiare troppo in fretta

Ci vogliono circa 20 minuti affinché il cervello registri che stai mangiando.

Quindi, prima di valutare i livelli di fame e decidere di mangiare ancora prenditi una pausa in mondo che passi il lasso di tempo per cui sei sazio anche per il tuo cervello.

9. Mangia uova a colazione

Gli studi hanno dimostrato che mangiare uova a colazione aiuta a sentire meno fame nelle successive 36 ore, quindi ti porterà anche ad assumere molte meno calorie durante il giorno.

Facendo questo spesso si può migliorare nel perdere peso.

10. Bere caffè nero

Perdere peso velocemente: 20 espedienti per bruciare grassi scientificamente provati: 10. Bere caffè nero

Sul caffè la scienza è sempre in bilico tra il bene e il male. Ogni anno escono studi che parlano di come faccia bene e di come faccia male.

Ma il buon caffè è senza dubbio pieno di antiossidanti che offrono tutti i tipi di benefici per la salute.

La caffeina nel caffè può anche aumentare il metabolismo del 3-11%, e aumentare la capacità del corpo di bruciare i grassi tra il 10 e il 29%.

Se non si beve il caffè nero, è il momento di iniziare a togliere di mezzo zucchero e panna. Hai bisogno di apprezzare la bevanda per quello che è.

11. Bere tè verde

Il tè verde è sicuramente una delle bevande più popolari degli ultimi tempi e per buon motivo.

Mentre il tè verde ha solo piccole quantità di caffeina che non lo rende energizzante come il caffè ha un maggiore effetto drenante.

Il tè verde è ricco di antiossidanti chiamati catechine che insieme alla caffeina lavorano da matti per far perdere peso.

12. Evitare zuccheri aggiunti

Dovreste cogliere ogni occasione per non aggiungere zucchero alle vostre vite.

Se qualcosa non è abbastanza dolce per te fai in modo che ti piaccia lo stesso!

Non si dovrebbe mai aggiungere zucchero nel cibo o casomai aggiungerlo sulla superficie di un dolce quando è già presente nel suo interno.

Gli studi hanno collegato gli zuccheri aggiunti a un aumento del rischio di malattie cardiovascolari.

13. Dormire di più

Non bisogna sottovalutare i benefici di un buon riposo notturno, soprattutto quando si tratta di perdere peso.

Studi hanno dimostrato che il poco sonno aumenta fortemente il rischio di obesità in adulti e bambini.

Un sonno migliore è associato ad un minore aumento di peso, in gran parte a causa di come il sonno controlla il metabolismo del glucosio.

Chiaro è che il sonno sia il regolatore della vostra energia e anche della vostra perdita di peso, quindi non dormite poco ma provate a riposare regolarmente.

14. Usate più spezie nel vostro cibo

Perdere peso velocemente: 20 espedienti per bruciare grassi scientificamente provati: 14. Usate più spezie nel vostro cibo

I ricercatori della Purdue University hanno scoperto che le persone che hanno consumato un mezzo cucchiaino di pepe di Caienna nella loro zuppa hanno assorbito 60 calorie in meno rispetto a quelli che hanno mangiato una semplice zuppa senza l’aggiunta del pepe.

La capsaicina, il composto trovato nel pepe di cayenna e in altri cibi piccanti, è stato collegato a un metabolismo migliore.

Questo significa che mentre si mangia il piccante questo aiuta l’organismo.

15. Non passare da una dieta a un’altra

Se cerchiamo di perdere peso vediamo almeno di non fare l’errore per cui passiamo da una dieta all’altra con facilità.

Un sacco di diete sono a breve termine e non serve davvero a nulla creare degli shock metabolici al nostro corpo facendo in modo che non ci si abitui mai ad un regime di dieta equilibrata e a lungo termine.

Ovviamente è il nostro punto fisso, la filosofia a cui dovremo aspirare.

Non c’è niente di meglio che mangiare sempre cibi sani, con porzioni misurate, con attenzione a preparare da noi i cibi.

Questo sarebbe il meglio a cui abituare il nostro corpo, non passare da una dieta all’altra senza nessun criterio e con il rischio, comprovato, di prendere peso tra una dieta all’altra.

16. Fare uno spuntino prima di un pasto

Se stai per andare a mangiare un pranzo luculliano a casa di qualcuno fermati e fai uno spuntino.

Mangia una mela o uno yogurt così da non arrivare affamato al pranzo e controllare maggiormente le porzioni dei piatti.

Inoltre, valuta anche di spezzare la fame con l’uso delle pillole dimagranti (quelle giuste…) o delle barrette proteiche che possono darti la giusta energia per continuare la giornata.

17. Mangiare più fibre

Gli studi hanno dimostrato che le persone che mangiano più frutta e verdura tendono a pesare di meno.

Mentre la scienza non è ancora del tutto certo per gli effetti della fibra sul sistema gastrointestinale, gli studi hanno dimostrato i suoi effetti nel contribuire a aumentare la sazietà e nel controllare il peso a lungo termine.

18. Gomma da masticare

La gomma da masticare può essere utile per le persone che cercano di non mangiare tanto.

Alcuni studi suggeriscono che la gomma da masticare per regolare l’appetito può essere efficace.

Quindi, a meno che non stai morendo di fame, la gomma da masticare potrebbe essere efficace perché vi distrae dalla vostra fame.

In effetti il fatto di avere qualcosa in bocca può essere interessante per non masticare altri spuntini nel frattempo.

19. Utilizzare un integratore proteico del siero del latte

Sappiamo che le proteine sono una parte importante nelle diete.

Se non si ottengono abbastanza proteine, potrebbe essere saggio iniziare a prendere un integratore di proteine come le proteine del siero del latte.

Uno studio ha dimostrato che l’uso di proteine del siero aiuta ad aumentare la massa magra e in un tempo limitato è capace di far perdere 2 chili di peso in più rispetto a chi non ne fa uso.

Molto interessante davvero.

20. Dormire in un ambiente più fresco

The National Institute of Health Clinical Center ha riscontrato in uno studio che dormire in un ambiente più fresco non era solo un mezzo efficace per aiutare a bruciare calorie, ma anche un modo per aumentare un sonno migliore.

Ricercatori hanno scoperto che dormire in temperature più fredde “… potrebbe essere una nuova strategia nella lotta contro l’obesità, il diabete, e disturbi correlati.”

Conclusioni

Qua non stiamo solo parlando di trucchetti ma parliamo di consigli per la vita.

Ed è quello a cui aspiro nel momento in cui ho deciso di parlare a voi di come stare in forma e in salute.

Qui non stiamo parlando di trucchetti effimeri ma di un modo di vivere completamente differente.

Dormire bene, fare gli spuntini, non abbuffarsi, bere più acqua, queste sono regole di vita, non sono giochetti con cui provare a perdere peso in 3 giorni.

E voi avete qualche abitudine da cambiare? Perché non mi raccontante nei commenti cosa fate per cercare di restare in forma? Aspetto le vostre testimonianze nei commenti!

Colazione ideale per dimagrire

Colazione ideale: 8 colazioni per dimagrire

Abbiamo tutti sentito dire che la colazione sia il pasto più importante della giornata ma quanti di noi ancora la fanno?

Anche io, per un lungo periodo, l’ho saltata perché non ce la facevo con i tempi.

Pensate quanto possa essere pesante pasticciare di prima mattina piuttosto che non mangiare, stare nel letto 10 minuti in più prima di andare al lavoro.

Dopo aver fatto delle ricerche sono giunta alla conclusione però che sia abbastanza ovvio che la colazione è importante e necessaria, soprattutto se si sta cercando di vivere una vita più sana.

Ecco perché ho deciso di trovare una serie di idee per una colazione ideale.

Questa lista completa vi offre tante opzioni sane che non vi porterà a mangiare sempre le solite cose.

Ho provato e testato tutte queste idee di ricette anche per dimostrare a tutti che sono ricette facili.

Ma prima di saltare alle ricette voglio rendervi consapevoli del fatto che la colazione debba sempre essere fatta.

Vantaggi della colazione

L’idea che sta dietro la prima colazione è di rompere letteralmente il digiuno.

Il tuo corpo è stato a riposo per diverse ore mentre hai dormito e il tuo metabolismo ha bisogno di un punto di partenza per svegliarsi e iniziare a lavorare.

Se si salta la colazione, il vostro corpo resta addormentato.

Questa mancanza di carburante può portare a un aumento dei rischi di malattia coronarica, alti tassi di obesità, diminuisce il funzionamento della memoria e porta un aumento del rischio di diabete di tipo 2, solo per citare alcuni svantaggi.

Al primo posto, se non si mangia la prima colazione, si corre il rischio di diventare affamati da essere nervosi.

Urban Dictionary traduce quel sentimento di fame che si ha al mattino come un senso di frustrazione che rende terribilmente tesi.

Nutrizionalmente parlando, i bassi livelli di zucchero nel sangue e la fame causano il diventare facilmente agitati e irritabili.

La mia ipotesi è che non è abbastanza.

Inoltre, non c’è modo di vivere sani senza mangiare bene.

Invece ora controlleremo i benefici per la salute che provengono dal mangiare la prima colazione ogni giorno.

Indice di massa corporea inferiore

“Gli studi hanno trovato che anche se le persone che saltano la prima colazione mangiano leggermente meno calorie durante il giorno, essi tendono ad avere un più elevato indice di massa corporea, o BMI“, secondo Christy Tangney, professore del Dipartimento di Nutrizione Clinica presso la Rush University.

Riduzione rischio per diabete di tipo 2

In uno studio condotto da The American Journal of Clinical Nutrition, “Le donne che hanno consumato la prima colazione meno di sei volte alla settimana erano a più alto rischio di diabete di tipo 2 rispetto alle donne che hanno consumato la prima colazione tutti i giorni.”

Miglioramento della memoria

Secondo uno studio della US National Library of Medicine, “L’evidenza suggerisce che il consumo della prima colazione può migliorare la funzione cognitiva legati alla memoria, ai test e alla frequenza scolastica.

Perdita di peso

Uno studio fatto dalla Tel Aviv University ha separato delle donne in due gruppi; il primo gruppo, o “Big Breakfast Group,” ha consumato fino a 700 calorie al mattino, circa 500 calorie a pranzo, e 200 calorie a cena. Il secondo gruppo, “Big dinner group”, ha invertito le calorie in modo che la colazione sarebbe consistita da sole 200 calorie.

I risultati sono stati sorprendenti.

Dopo 12 settimane, “Le donne del gruppo prima colazione sono dimagrite perdendo in media, 4 chili e 3 centimetri dai loro fianchi”, secondo Medical News Today.

La colazione riduce le tentazioni

Saltare la prima colazione può anche indebolire la vostra capacità di combattere le voglie e le tentazioni di un alto contenuto di grassi, cibi ad alto contenuto calorico durante il resto della giornata.

Ecco la logica che sta dietro questo:

“Saltare la colazione rende il cibo ad alto contenuto calorico più attraente nel corso della giornata perché i nostri circuiti cerebrali possono aver innescato questa ricerca proprio per il digiuno mattutino.”, secondo uno studio completato da Tony Goldstone dell’Imperial College di Londra.

La prossima volta che si decide di saltare un pasto, ricordatevi che il vostro corpo sta per sentirsi più affamato e graviterà verso gli alimenti ad alto contenuto calorico. Il vostro corpo desidererà una maggiore assunzione di calorie per compensare quelli che avrebbe dovuto consumare a colazione.

Saltare la prima colazione è solo una cattiva idea.

Ma ho capito il problema.

Chi ha tempo per fare colazione tutti i giorni?

Allora è proprio per questo che mi sono scervellata nel trovare delle soluzioni sane e piuttosto facili per fare colazioni sane.

Preparate la colazione la sera prima

Preparando colazione la sera prima, avrai una cosa in meno di cui preoccuparsi in mattinata. Ora vediamo le ricette.

1. Farina di avena

Avete mai provato la farina d’avena? So benissimo che quando si va al supermercato è facile trovare quella con gli zuccheri raffinati all’interno. Beh, scartatela, qui abbiamo bisogno di roba sana.

Lo so, lo so, la farina d’avena non è dolce, la farina d’avena non riempie.

Mi sembra di sentirvi.

Ma voi la mettete a macerare nel latte dalla sera prima. Zero cottura.

Tutto quello che dovete fare è mescolare in parti uguali di avena e latte in un contenitore e lasciate riposare in frigorifero per una notte. E ‘così facile. Se si utilizzano vasi un po’ più grandi può diventare anche un ottimo spuntino durante la giornata.

Il mio modo preferito per fare l’avena durante la notte è quello di utilizzare circa ½ tazza di avena con ½ bicchiere di latte.

Avanti, aggiungerò alcuni condimenti sani per renderlo più eccitante e meno blando. Il mio preferito topping di tutti i tempi è semi di chia. Questi cattivi ragazzi sono ricchi di acidi grassi omega-3, proteine, fibre, antiossidanti e minerali in solo un piccolo cucchiaio.

Se la farina d’avena non sembra mai riempirvi, aggiungete semi di chia. I piccoli semi si espandono nello stomaco, dando quella sensazione di sentirsi pieni per molto più tempo.

Per insaporire la mia farina d’avena, aggiungo quello che ho a portata di mano al momento. Condimenti come banane, bacche, burro di mandorle, sciroppo d’acero puro, cannella, e anche proteine in polvere tutti funzionano molto bene. Fate attenzione con lo sciroppo d’acero in quanto ha una tonnellata di zucchero all’interno.

2. Golden Milk

Il latte d’oro è una bevanda appartenente alla tradizione che è intorno alla disciplina dello yoga, ritenuta particolarmente benefica per proteggere le ossa e le articolazioni. Gli ingredienti principali per la sua preparazione sono costituiti da curcuma in polvere, olio di mandorle, acqua e latte. Il latte vaccino può essere sostituito con latte vegetale. Affinché la bevanda sia ricca di calcio, è consigliabile da questo punto di vista optare per latte di sesamo o latte di mandorle.

3. Fette biscottate e marmellata fatta in casa

Colazione ideale: 3. Fette biscottate e marmellata fatta in casa

Questa alternativa sembra una comune colazione ma entrambi gli elementi sono fatti in casa. Piuttosto che usare le fette biscottate industriali, fatte con l’olio di palma, potremmo prendere del pane casereccio e dorarlo in forno, così come essere ben felici di spalmare la marmellata fatta da noi con la frutta e lo zucchero di canna. Una bella cosa, non trovate?

4. La quiche

Colazione ideale: 4. La quiche

Queste torte salate per la colazione, se fatte in maniera saggia, sono delle ottime alternative fatte in casa.

Una volta che ho finito la cena la sera prima, mi riempio una teglia unta di burro con una miscela di:

4 uova, leggermente strapazzate
300 grammi di latte di mandorla
Una manciata di verdure
Una spolverata di formaggio magro
Le mie verdure preferite sono spinaci, funghi e pomodori.

Dopo aver compilato la pentola, basta cuocere la quiche a 180 gradi per circa 40 minuti.

Diciamoci la verità, non ho sicuramente perso tanto tempo a cucinarle e soprattutto avrò anche dei deliziosi spuntini da conservare nei giorni a seguire.

5. Yogurt greco con muesli e bacche

Colazione ideale: 5. Yogurt greco con muesli e bacche

La mia ricetta più semplice? Prendete una tazza di yogurt greco 0% di Fage con alcune bacche fresche, miele, o pezzi di muesli in un barattolo. Secondo Muscle for life, una tazza di yogurt abbinata a frutta e muesli è 120 calorie per 23 grammi di proteine, che è abbastanza impressionante.

C’è un leggero avvertimento: vacci piano con il miele e muesli e scegli i tuoi condimenti con saggezza. Entrambi i prodotti possono essere ad alto contenuto di zucchero e se non stai attento si può facilmente utilizzare più di una porzione.

6. Smoothie

Al mattino, tutto quello che devo fare è aggiungere proteine in polvere, ghiaccio, lo yogurt o latte nel il mio frullatore e in 5 minuti ho un frullato super sano come colazione!

La mia combinazione preferita è il frullato di mandorle e banane. Tritate una banana, aggiungere un cucchiaio di burro di mandorle, ¾ di tazza di yogurt greco, un cucchiaino di miele e un pizzico di cannella e congelatelo. Il giorno dopo potete combinarlo con del latte e con i famosi semi di chia che fanno volume e rendono sazi.

7. Torta di mele e latte di mandorle

Colazione ideale: 7. Torta di mele e latte di mandorle

La torta di mele preparata in casa rappresenta probabilmente uno dei dolci più amati, anche dai bambini e può facilmente sostituire le merendine confezionate che tanto male fanno ai nostri organismi. Della torta di mele esistono numerose ricette, tanto che probabilmente ogni famiglia la prepara secondo la propria personale variante. La torta di mele è ottima anche in versione vegan sostituendo il burro con un burro vegetale ed è perfetta da accompagnare ad un bicchiere di latte di mandorle.

8. Torta vegana di carote e mandorle

La torta vegana di carote e mandorle è una bella alternativa sana per la nostra colazione.

Vediamo la ricetta:

Ingredienti

150 gr farina 0

100 gr farina integrale

200 gr mandorle finemente tritate

80 gr zucchero integrale di canna

30 ml olio di mais

1 bicchiere di centrifugato di carote e arancia

3 carote

scorza grattugiata di arancia o limone

mezza bustina di lievito cremor tartaro

cioccolato fondente a piacimento

Procedimento

Tritate finemente le mandorle con un paio di cucchiai di zucchero.

Mescolate la farina bianca con quella integrale.

Aggiungete le mandorle, il lievito, lo zucchero e la scorza grattugiata del limone.

Preparate il succo di carota e arancia, circa 300 ml.

Grattugiate le carote e a questo punto potete procedere con la preparazione della torta.

Mettete tutti gli ingredienti secchi in una planetaria e aggiungete gradatamente l’olio e il succo di carota e arancia.

Amalgamate bene e successivamente incorporare le carote. Come ultimo ingrediente inserite il cioccolato fondente a pezzetti, io ne ho utilizzato circa 40 gr.

Ungete e infarinate una tortiera del diametro di 20/22 cm, versate il composto ottenuto che dovrà essere di consistenza morbida ed infornate per circa 40 minuti a 180 C°.

La superficie della torta risulterà rugosa, a piacimento potete decorare con zucchero a velo.

Vi sono piaciute queste idee alternative di colazione? Al solito bar con cappuccino e cornetto mangiato di fretta senza amore possiamo anche prenderci del tempo per noi che poi è quello che io vi dico da sempre. Prendersi del tempo, cercare di rallentare i ritmi frenetici delle nostre vite, coccolarsi, ecco cosa significhi per me una vita sana, una vita che valga la pena di essere vissuta. E in più tutti questi ingredienti sono sani e sono perfetti per quella nostra idea di dieta equilibrata che stiamo cercando da tempo.

E voi?

Fate colazione?

E se sì cosa mangiate?

Dieta depurativa con l'aloe vera

Dieta depurativa con l’aloe vera

Abbiamo molte volte parlato di diete depurative, partendo dalla dieta detox che è la dieta più famosa o più controversa o, e questo argomento mi affascina molto utilizzando come ponte tra la depurazione e il corpo una spiritualità molto interessante come per la dieta macrobiotica.

Oggi però voglio parlare di un’altra dieta disintossicante il cui alimento principale è l’aloe vera. L’aloe vera viene considerata da tutti un potente antiossidante e un potente antinfiammatorio. Io che d’estate soffro come un cane per le punture di zanzare essendone allergica mi sono sempre beccata l’amica un po’ hippie che aveva l’aloe a casa e mi sfregava sulla puntura il liquido che è presente nella foglia.

C’è gente che usa l’aloe per qualsiasi cosa, dalle scottature alla pelle luminosa. Io personalmente trovo che abbia una certa efficacia e se vogliamo credere alla dieta disintossicante (anche se più volte abbiamo detto che il nostro corpo sa benissimo come disintossicarsi senza interventi esterni) allora perché non usare il succo di aloe vera.

Dieta depurativa con l'aloe vera

Diciamo che è anche vero che il nostro stile di vita porta ad accumulare uno stress interessante, che dovremmo almeno immaginare di fare un paio di cicli depurativi all’anno, uno in autunno e uno in primavera per cercare di eliminare tutte le tossine e i radicali liberi in eccesso che il nostro corpo non riesce a buttare fuori.

In questo ciclo depurativo, di due settimane ciascuno, potrebbe essere interessante seguire un regime piuttosto equilibrato con l’aggiunta di una tisana depurativa di cui vi darò la ricetta, con un paio di bicchieri di acqua e limone a prima mattina e un quarto di bicchiere di succo di aloe vera ogni giorno, per disintossicarsi davvero.

La tisana depurativa che più mi piace contiene:  30 grammi di foglie di carciofo, 10 grammi di radice di cicoria, 10 grammi di foglie di menta piperita, 10 grammi di foglie di melissa. Mettere un cucchiaio della miscela in una tazza di tè, coprire con 200 ml di acqua bollente e lasciare in infusione per 15 minuti. Poi, filtrare e bere.

Poi seguite una dieta piuttosto rigida in cui alternate a pranzo una serie di cereali integrali e la sera una proteina magra come il pollo, il tacchino, il nasello. Durante gli spuntini considerate sempre di bere qualcosa che depuri, per far sì che il corpo si dreni in santa pace.

Dieta depurativa con l'aloe vera

Affinchè la tua dieta depurativa abbia effetto è conveniente eliminare dalla dieta alcolici, caffè, salumi, formaggi, zuccheri, burro, tutti i grassi di origine animale.

Insomma non è tanto difficile, non è un regime alimentare che si può seguire tutto l’anno ma di sicuro è una delle diete meno allucinanti che abbia visto girare in rete, oltretutto l’aloe è davvero una pianta che ha del miracoloso, quindi ne vale la pena. E voi avete avuto già i vostri contatti con l’aloe vera e con il succo di aloe vera? E’ stato usato su di voi come pronto soccorso come è già successo a me? Raccontatemi le vostre esperienze nei commenti, non vedo l’ora di leggere cosa ne pensiate.

Dieta per dimagrire settimanale? Trucchi e suggerimenti

Dieta per dimagrire settimanale? Trucchi e suggerimenti

Vi ho già parlato di strategie veloci per dimagrire  o di bizzarre diete funzionali per disintossicarsi come quella dell’anguria.

Oggi vorrei invece parlarvi della dieta mediterranea, considerata una delle diete più equilibrate al mondo, e di come si possa dimagrire lo stesso mangiando un po’ di tutto, senza cioè cadere nell’errore di privarsi di macronutrienti perché fanno ingrassare ma al momento dei reintegro entrare nella forma mentis che tutti i chili persi senza mangiare nulla o quasi possano rientrare tutti molto facilmente.

La dieta mediterranea coinvolge un po’ tutti i paesi che si affacciano sul mar Mediterraneo appunto come la Spagna, la Grecia, parte dell’ex Jugoslavia, il Sud Italia, la Tunisia e Creta, Cipro e parte della Turchia.

In questo tipo di equilibrio alcuni ingredienti base come pasta olio vino legumi e frutta e verdura di stagione si combinano con vari tipi di carne in particolare bianca e il pesce azzurro con l’uso e il consumo anche delle uova.

La pasta diventa il fulcro di questa dieta, parliamo di un elemento stabile presente sulle tavole almeno una volta al giorno. Ma in assenza della pasta anche il pane è presente costantemente.

Dieta per dimagrire settimanale? Trucchi e suggerimenti

Ora voi vi chiederete: ma com’è possibile dimagrire partendo dal presupposto che ci sia un uso così tanto esagerato dei carboidrati.

Qualcuno di voi si ricorderà che in una delle mie prime disamine confutavo questa credenza popolare partendo da ricerche scientifiche che sostenevano che le diete low carb, a basso contenuto di carboidrati portassero sì un certo dimagrimento immediato ma che alla fine risultassero fittizie perché il peso subito dopo veniva ripreso in toto.

Dieta per dimagrire settimanale? Trucchi e suggerimenti

In una scelta come quella di intraprendere un regime di vita che sia sano effettivamente la dieta mediterranea ha una così forte componente di varietà di verdure, frutta, legumi, che è facilissimo prenderla in considerazione per tutta la nostra esistenza.

Questa è una dieta settimanale tipo:

PER CONDIRE.

Nel corso della giornata si possono usare per condire le pietanze 4 cucchiaini di olio extravergine d’oliva e un cucchiaino di sale.

COLAZIONE & SPUNTINI.

La colazione e gli spuntini sono sempre uguali.

Colazione: un bicchiere di latte magro (100 ml); caffè; 40 g di muesli mediterraneo. Prendere una scatola di bastoncini di crusca integrali (lo sapevi che si può mangiare la crusca di avena per dimagrire?) da 375 g e aggiungere 200 g di mandorle e 100 g di scaglie di cioccolato fondente al 70%, quindi mescolare.

Spuntini: a metà pomeriggio: uno yogurt magro con 2 nocciole.

LUNEDÌ

Pranzo: 60 g di spaghetti con 100 g di cozze sgusciate, olio extravergine di oliva, uno spicchio d’aglio, pomodoro e prezzemolo; melanzane ai ferri; un frutto.

Cena orzo e fagioli, preparato con 70 g di orzo e 30 g di fagioli lessati, cipolla, olio di oliva extravergine e aromi; carote tagliate a julien­ne; un frutto.

MARTEDÌ

Pranzo: fusilli con zucchine fresche, preparati con 60 g di fusilli, zucchine al vapore e pomodorini a pezzetti; insalata verde; un frutto.

Cena: orecchiette con i broccoli, preparate con 70 g di orecchiette, broccoli lessati, aglio e olio di oliva extravergine; peperoni al forno; un frutto.

MERCOLEDÌ

Pranzo: 60 g di penne al pomodoro; 100 g di triglie in umido; insalata di radicchio, un frutto.

Cena: zuppa di farro, preparata  con 50 g di farro e 30 g di lenticchie, cipolla, carote, zucchine, sedano; carciofi lessi, conditi con olio di oliva extravergine, limone e prezzemolo; un frutto.

GIOVEDÌ

Pranzo: risotto alla pescatora preparato con 60 g di riso e 100 g di pesce misto; pomodori in insalata; un frutto.

Cena: minestra di verdure, preparata con 80 g di pasta e verdure miste; cavolfiore al vapore; un frutto.

VENERDÌ

Pranzo: tagliolini alle vongole, preparati con 60 g di pasta, 100 g di vongole sgusciate, olio di oliva extravergine, aglio e prezzemolo; verdure grigliate; un frutto.

Cena: minestrone di legumi, preparato con 60 g di riso, 30 g di legumi secchi lessati e verdure miste; cipolle al forno; un frutto.

SABATO

Pranzo: 60 g di penne con sugo di pomodoro; frittata di carciofi, preparata con un uovo, carciofi a fette e prezzemolo; insalata mista un frutto.

Cena: una pizza margherita o con verdure; un frutto.

DOMENICA

Pranzo: risotto ai funghi, preparato con 60 g di riso, funghi, aglio, olio di oliva extravergine e prezzemolo; 70 g di bistecca ai ferri; cicoria lessa, condita con olio di oliva e aceto; un frutto.

Cena: minestrone di farro, preparato con 80 g di farro, verdure miste, aromi, olio extravergine di oliva; insalata di radicchio; un frutto

Vi piace questa dieta? Raccontatemi qualcosa nei commenti!

Forse ti può interessare:

La dieta dell'anguria: 5 giorni detox

La dieta dell’anguria: 5 giorni detox

Abbiamo già parlato dei pro e i contro della dieta detox e abbiamo anche esplorato una serie di diete davvero interessanti e anche un po’ al di là di quello che è il sentire comune (si può dimagrire mangiando gelato? Pare proprio di sì). Oggi voglio parlarvi di qualcosa che sappiamo sia un alimento drenante e straordinariamente antiossidante che è l’anguria.

La dieta dell'anguria: 5 giorni detox

L’anguria è l’elemento estivo per eccellenza, non c’è nessuno che rinunci al potere di questo frutto composto al 90% di acqua e ricco di magnesio. D’altronde è anche vero che una fetta da 100 grammi di anguria contiene solo 30 calorie ed è anche perfetto per la digestione, facilissimo da digerire, appunto, grazie alle fibre in esso contenute.

Questo frutto straordinario è anche un grande elemento di punta negli smoothies che tanto vanno di moda, i centrifugati freschi. Accoppiato ad esempio a mango e ananas è un centrifugato dissetante e molto buono per disintossicare il nostro corpo. Attenzione, però, a non togliere via i semini che sono ricchi di vitamina E e perfetti per i reni. Ritorniamo al potere antiossidante del frutto.

Parliamo di un frutto a dir poco miracoloso, che sollecita l’ossigenazione cellulare rendendo la pelle luminosa e brillante. In più l’anguria aiuta il rilassamento del sistema nervoso grazie all’apporto di vitamine del gruppo B e di licopene, in grado anche di contrastare l’invecchiamento cellulare e i tumori.

Parliamo quindi di una dieta detox in cui l’anguria sia al primo posto ma da mixare in una dieta equilibrata tra proteine, fibre per ridurre la massa grassa. Anche il tempo è limitato, questa è una dieta da fare al massimo per 5 giorni che può essere ripetuta dopo una settimana di pausa. Durate la dieta si consiglia di bere 8 bicchieri d’acqua al giorno, più tè verde (disintossicante e molto drenante, ne abbiamo parlato parecchio) e caffè.

La dieta dell'anguria: 5 giorni detox

Durante la prima colazione si consiglia di mangiare 350 grammi di anguria con il tè verde, così da iniziare la giornata con le fibre che aiutano la digestione mattutina e con il potere disintossicante di entrambi i nostri alimenti scelti. Sia a pranzo che a cena scegliete o verdura ricca di fibra o proteine base come il pollo, la carne magra e il pesce. Alla fine di ogni pasto mangiate una fetta di anguria.

Dopo 5 giorni di questa dieta bilanciata è possibile, anzi sicuramente probabile, che riusciate a perdere peso.

Un altro modo parecchio disintossicante di vedere l’anguria è usare l’acqua all’anguria durante il giorno che si prepara così:

Un litro e mezzo d’acqua
Due Coppe di anguria a dadini
Un buon ramo di foglie di menta
Il succo di un limone
Un limone
Mescolate il tutto e lasciate la bottiglia in frigo. Aggiungete acqua se volete che il composto sia più liquido e utilizzatelo al posto dell’acqua per bere e disintossicarvi.
Allora vi ha convinto questa idea di usare l’anguria per dimagrire?
Io sono convinta del fatto che faccia bene, quindi il mio consiglio è di provarla.
E voi? L’avete già provata?
Avete provato l’acqua all’anguria?
Ditemi tutto nei commenti!