15 alimenti miracolosi per una pelle luminosa

15 alimenti miracolosi per una pelle luminosa

Allora diciamoci la verità: se neppure con il filtro super schiarente del vostro super smartphone riuscite a farvi dei selfie con la pelle bella significa che avete bisogno di una mano. E si può: con una dieta nutriente piena di vitamine e sostanze nutritive ritornerà l’amore per la vostra pelle.

“Quello che si mangia può influenzare il vostro equilibrio ormonale, causare l’acne, e creare o diminuire un’infiammazione a cui è associato l’invecchiamento della pelle”, dice Jessica Wu, un dermatologo di Los Angeles.

Da brufoli ormonali ai punti neri la pelle che non è bella è davvero frustrante.

“La pelle è la parte di corpo più grande e cresce e cambia molto più velocemente di altri organi.” e quando le si danno i nutrienti di cui ha bisogno i risultati sono davvero eccezionali.

Ammettiamolo: tutti noi vogliamo una pelle bella e compatta e senza rughe!

Quindi, prima di spendere tonnellate di soldi per sistemi poco credibili che ti venderanno per avere la pelle di una ragazzina proviamo insieme questi 15 alimenti che fanno sicuramente del bene, in generale, e che sono ottimi per la pelle, appunto.

Vediamo cosa rende questi cibi così maledettamente buoni per la vostra pelle.

La Vitamina C

15 alimenti miracolosi per una pelle luminosa: La vitamina C

I radicali liberi sono molecole altamente instabili che pasticciano con le nostre cellule e rapidamente invecchiano la nostra pelle. Creiamo radicali liberi nel nostro corpo attraverso normali processi metabolici, ma anche quando siamo esposti ai raggi UV del sole e all’inquinamento atmosferico

La vitamina C è un antiossidante che combatte i danni provocati dai radicali liberi. La vitamina non solo li attacca ma ti protegge anche da loro.

Inoltre, è necessaria la vitamina C per creare il collagene, che è ciò che dà alla pelle la fermezza e l’elasticità che urla quanto la tua pelle sia sana e bella.

Quando il collagene è forte, la consistenza complessiva della pelle migliora e la pelle stessa è ancora in grado di appianare le rughe.

1. Peperoni gialli

15 alimenti miracolosi per una pelle luminosa: Peperoni gialli

 

Un peperone giallo ha 341,3 mg di vitamina C.

Secondo i ricercatori di uno studio di Cambridge, le donne che mangiavano le verdure più gialle e verdi avevano meno rughe rispetto a coloro che mangiavano solo minime quantità di questo tipo di verdure.

I ricercatori hanno così notato che le donne avevano rughe soprattutto meno evidenti nella zona delle zampe di gallina, che è un luogo spia per i segni di invecchiamento.

Costosa crema antirughe per il contorno occhi? Ci vediamo dopo.

2. Kiwi

15 alimenti miracolosi per una pelle luminosa: Kiwi

 

Un altro studio verifica che aumentando la vitamina C nella vostra dieta, non solo si notano meno rughe ma potrete anche sperimentare meno secchezza.

Chiunque abbia mai sofferto con il disagio della pelle secca dovrebbe assolutamente aumentare la loro assunzione di vitamina C.

Se stai cercando di aggiungere una dose rapida e semplice di vitamina C, puoi tranquillamente aggiungere nella tua dieta un kiwi

Solo un kiwi vi darà 64 mg di vitamina C.

Assicurati di lasciare la buccia del kiwi quando lo mangi.  La buccia del kiwi “, contiene tre volte gli antiossidanti della polpa”, che significa tre volte le proprietà che combattono i radicali liberi per aiutare la lucentezza della pelle.

3. Pomodori

15 alimenti miracolosi per una pelle luminosa: Pomodori

Seriamente: i pomodori andrebbero mangiati ogni giorno!

I pomodori sono stracolmi di potenti antiossidanti e tonnellate di vitamina C. Solo una tazza di succo di pomodoro ha circa 45 mg di vitamina C.

I ricercatori di uno studio dell’Università di Newcastle hanno scoperto che quando i partecipanti mangiavano cinque cucchiai di concentrato di pomodoro e un cucchiaio di olio d’oliva ogni giorno per 12 settimane, avevano “il 33 per cento maggiore protezione contro le scottature solari” quando esposti alla luce UV.

Oltre alla pelle che ama la vitamina C, gli scienziati attribuiscono grande interesse nei confronti del licopene di cui il pomodoro è pieno.

Il licopene, l’antiossidante responsabile del colore rosso dei pomodori migliora la nostra pelle e aiuta la circolazione.

Sarete sulla buona strada per una pelle splendente con l’aiuto del pomodoro.

Salutiamo anche la Vitamina E

Uno studio pubblicato su Clinical and Experimental Dermatology ha portato i ricercatori a imparare che le persone che soffrono di acne grave hanno livelli di vitamina E che sono inferiori del 30% rispetto a quelli delle persone con la pelle bella.

Facendo in modo di includere la vitamina E nella vostra dieta, starete rafforzando il sistema immunitario e allontanando le infiammazioni che portano anche all’acne.

La vitamina E, proprio come la vitamina C, protegge le cellule dai radicali liberi dannosi e “favorisce la circolazione”.

Aumenta anche la luminosità e la vitalità naturale della vostra pelle.

4. Semi di girasole

15 alimenti miracolosi per una pelle luminosa: Semi di girasole

Se usate due cucchiai di semi di girasole sono 10.2 mg di vitamina E. Questo è il 49% del vostro fabbisogno quotidiano.

I semi di girasole sono  anche uno spuntino che è necessario tenere a portata di mano se si è inclini a pelle con problemi di acne. Inoltre sono davvero eccezionali per gli sbalzi ormonali che noi donne abbiamo ogni mese.

5. Mandorle

15 alimenti miracolosi per una pelle luminosa: Mandorle

Se avevi bisogno di un altro motivo per amare queste mandorle incredibili ricordati che sono ricche di vitamina E e che sono perfette per una pelle splendida.

30 grammi di mandorle hanno 6,9 mg di vitamina E, che è pari al 35% del fabbisogno quotidiano

I volontari di uno studio che hanno consumato circa 20 mandorle prima di essere esposti a luce UV hanno subito meno danni di chi le mandorle non le ha proprio mangiate.

Come Jeffrey Dover, professore associato di dermatologia clinica presso la Yale University, spiega:

“La vitamina E agisce come un antiossidante che aiuta a proteggere le cellule della pelle dai raggi UV e altri fattori ambientali che generano radicali liberi danneggiando le cellule”.

Più protezione della pelle uguale pelle sana.

6. Avocado

15 alimenti miracolosi per una pelle luminosa: Avocado

 

Gli avocado sono pieni di vitamine: hanno sia la vitamina E che la vitamina C, quindi sono perfetti per la dieta che serve ad avere la pelle luminosa.

Ci sono 4,2 mg di vitamina E e 12 mg di vitamina C in un delizioso avocado.

Ma si può anche godere di questi benefici per la salute utilizzando l’olio di avocado che stimola la produzione di collagene per migliorare la consistenza morbida della pelle.

Non dimenticate: c’è una quantità incredibile di grassi sani in avocado e olio di avocado così avrete anche una pelle ultra idratata che rende la pelle più giovane e più sana.

La vitamina A

La vitamina A aiuta a mantenere e curare i tessuti controllando la rigenerazione delle cellule della pelle.

Si può pensare alla vitamina A come a una micro dermoabrasione interna: proprio come un esfoliante muta le cellule morte della pelle per rivelare una nuova pelle. La vitamina A in realtà crea queste nuove cellule della pelle.

Se ti manca la vitamina A nella dieta, probabilmente stai andando a sentire un po ‘di secchezza della pelle. Ma l’aggiunta di cibi ricchi di vitamina A ti darà qualche sollievo, soprattutto se hai a che fare con eczema o psoriasi.

7. Zucca

15 alimenti miracolosi per una pelle luminosa: Zucca

Ogni anno con Halloween compreso per mezzo siamo inondati da zucche. Che però dovremmo anche mangiare, perché fanno bene. Non sei felice di questo?

Il caldo colore arancio della zucca deriva dallo straordinario antiossidante beta-carotene. Quando si mangiano cibi con il beta-carotene, il corpo lo converte in pelle amare vitamina A.

150 grammi di zucca cotta hanno 38.135 UI di vitamina A, che è (tenetevi pronti per questo) il 763% del fabbisogno quotidiano!

Questo è davvero il miracolo della zucca!

8. Carote

15 alimenti miracolosi per una pelle luminosa: Carote

Allora sfatiamo un mito: non è che se per la tua pelle l’abbronzatura fa male se si mangiano due carote la tua pelle è pronta per il sole.

La ricerca suggerisce che quando le persone caricano la loro dieta di caretonoidi rendono la loro pelle simile a quella che diventa luminosa con la luce del sole.

Quindi basta mangiare come snack parecchie carote e ti sembrerà di stare in vacanza a Bali!

Lo zinco

Se sei basso con lo zinco non ti stupire se si inizia a vedere l’acne su tutto il viso.

Lo zinco sostiene le membrane delle cellule per renderle abbastanza forti per resistere al danno causato dai radicali liberi.

Il corpo utilizza lo zinco anche per contribuire a rendere collagene ed elastina, che sono entrambi fondamentali per prevenire le rughe, più utili nel momento in cui la pelle appaia stanca.

Se non c’è abbastanza zinco la pelle è opaca.

9. Carne di manzo nutrito con erba

15 alimenti miracolosi per una pelle luminosa: Manzo nutrito con erba

Lo zinco è meglio assorbito dagli animali che mangiano vegetali. I manzi nutriti con erba contengono 5 mg di zinco.

Ma non è tutto.

Lo stesso piatto porterà anche ben 30 grammi di proteine. Sia collagene ed elastina hanno bisogno delle proteine ​​vitali che si trovano nel manzo per rendere la pelle sana.

C’è anche un più alto rapporto di omega-3  e omega-6. Quando si mangia più omega-3, è possibile ridurre l’infiammazione e spianare la strada per la pelle luminosa.

10. Ostriche cotte

15 alimenti miracolosi per una pelle luminosa: Ostriche cotte

Le ostriche sono una delle più sane fonti di zinco del pianeta: 6 ostriche contengono 33 mg di zinco.

Sono inoltre ideali per chi ha problemi di fertilità e di continui raffreddori.

Acidi grassi essenziali

Gli acidi grassi essenziali sono incredibili per la vostra pelle.

Sono perfetti per combattere l’acne e le infiammazioni.

La maggior parte delle persone hanno una dieta che è incentrata sugli omega-6 e non incentrata sulla omega-3. Ma questo è molto sbagliato (e super malsano!) Quindi assicuratevi di seguire una dieta a basso rapporto incentrato sulla omega-3.

11. Olio d’oliva

15 alimenti miracolosi per una pelle luminosa: Olio d'oliva

 

I ricercatori in uno studio hanno esaminato i segni visibili dell’invecchiamento in 1.264 donne e 1.655 uomini tra i 45 e i 60 anni. Usando delle fotografie, i ricercatori hanno notato un minor numero di segni di invecchiamento della pelle nei partecipanti che hanno segnalato di mangiare la più alta quantità di olio d’oliva.

Le proprietà antiossidanti dei polifenoli dell’olio d’oliva sono stati considerati grandi combattenti contro i radicali liberi.

12. Sardine

15 alimenti miracolosi per una pelle luminosa: Sardine

 

Per scongiurare l’infiammazione e l’acne le sardine sono miracolose!

“Le sardine sono una delle migliori fonti di omega-3″.

Non buttare l’olio che se stai acquistando sardine in scatola! Per ogni cucchiaio di olio sardine si otterrà 3,7 g di omega-3 puro.

I disintossicanti per la pelle

Abbiamo già parlato in precedenza della dieta Detox.

Il tuo corpo fa un buon lavoro per eliminare le tossine da solo.

Tuttavia, quando i batteri vengono intrappolati nei pori della pelle, si sta andando incontro ad acne e brufoli

Ecco perché alimenti naturalmente detossinanti saranno davvero d’aiuto per la vostra pelle.

13. Crescione

15 alimenti miracolosi per una pelle luminosa: Crescione

Il crescione croccante e leggermente pungente è perfetto nelle insalate di cavolo

Un alimento ricco di antiossidanti e minerali che aiutano a eliminare le tossine e a migliorare la salute della nostra pelle.

10 su 11 donne in uno studio sperimentato hanno riscontrato “miglioramenti visibili per la loro pelle” in appena quattro settimane dopo l’aggiunta di un sacchetto di crescione alla loro dieta ogni giorno.

Le donne hanno riportato una riduzione delle rughe visibili, miglioramenti nella struttura della pelle, una diminuzione della macchie marroni e un minor numero di batteri della pelle.

14. Tè verde

15 alimenti miracolosi per una pelle luminosa: Tè verde

La regola numero uno da seguire quando si punta alla salute della pelle è rimanere idratati.

Quale modo migliore per rimanere idratati se non quello di bere la bevanda più sana del mondo?

Uno studio ha esaminato gli effetti del bere il tè verde ogni giorno per 12 settimane. I ricercatori hanno concluso che i polifenoli presenti nel tè verde hanno dato ai partecipanti pelle liscia più elastica e per un 25% più resistente al sole.

15. I cereali integrali

15 alimenti miracolosi per una pelle luminosa: I cereali integrali

L’ultima voce sulla nostra lista di alimenti per aiutare la vostra pelle ad essere più luminosa è più di un singolo alimento, è un cambiamento di stile di vita.

Se sei un lettore del nostro sai che ho due nemici nel mondo della nutrizione: zucchero e i cereali raffinati.

Zuccheri e carboidrati raffinati aumentano la quantità di radicali liberi.

Lo zucchero in prodotti in cui è presente la farina bianca, come pane bianco, pasta, dolci rompe il collagene.

Inoltre, si innesca un meccanismo che porta l’organismo a produrre insulina e ad aumentare la produzione di androgeni, ormoni che quando sono alti causano i brufoli

 

I cereali integrali sono:

Orzo
Grano saraceno
Bulgar
Farro
Miglio
Avena
Quinoa
Segale
Con l’aggiunta di questi cibi deliziosi  la vostra pelle migliorerà istantaneamente.

 

Splendete dunque!

Condividete le vostre esperienze qui nei commenti!

Dieta detox al carbone: fa più male che bene?

Dieta detox al carbone: fa più male che bene?

Dieta detox al carbone?

Abbiamo già parlato in un’altra pagina di questo sito della dieta detox.

Che cos’è, allora, la dieta disintossicante al carbone, vediamolo insieme.

Quando ho sentito parlare di questa cosa ero un po’ perplessa.

In effetti, però, è una cosa molto di moda, soprattutto si legge molto spesso sui giornali o in rete. E ho anche letto di persone a cui è venuto un gran mal di stomaco. Così, ovviamente, ho fatto qualche ricerca.

Il mio primo istinto quando ho sentito che la gente ingeriva carbone è stata: siete pazzi? Il carbone va bene per il barbecue, non per mangiarlo. E poi non ha un sapore orribile?

Ma poi ho capito che questo è carbone attivo.

L’idea principale è che il carbone attivo ha una maggiore assorbimento, e che questo può aiutare ad assorbire i veleni. E’ importante notare che questo tipo di assorbimento nasce da una specie di effetto calamita del carbone che fa attaccare a sé qualsiasi tipo di veleno e tutte le tossine, infatti viene usato come una lavanda gastrica in caso di avvelenamento reale.

Ora da qui c’è chi ha preso l’idea di usare il carbone attivo come un integratore alimentare, dato che fa bene. Ma vediamo nello specifico di cosa si tratti.

Le origini del carbone come disintossicante

Dieta detox al carbone: Le origini del carbone come disintossicante

 

Insomma, il carbone attivo viene utilizzato nel trattamento, in regime di pronto soccorso, di diversi tipi di intossicazione, tra cui l’overdose. Non impedisce ai veleni di essere assorbiti dal corpo ma si lega a veleni che sono stati rilasciati nel corpo, per esempio possiamo parlare di farmaci che sono ancora nel tratto digestivo e che non sono ancora stati assorbiti.

Sono i medici a determinarne il dosaggio e a somministrare il carbone attraverso vari mezzi, compresi i tubi attraverso il naso, la bocca o entrambi. Questo si usa farlo in un ambiente ospedaliero e quindi il paziente è altamente monitorato. Se la somministrazione di carbone attivo non comporta una riduzione abbastanza elevata del veleno, il paziente può essere sottoposto a dialisi per eliminare il veleno direttamente dal sangue.

Gli studi dimostrano che il carbone attivo è un efficace assorbente del veleno che è ancora nel corpo poco dopo l’ingestione, ma inefficace se il veleno o i farmaci sono stati nel sistema più a lungo.

Va bene, ha senso, così quando è somministrato in ospedale per overdose o avvelenamento simile il carbone attivo può essere efficace. Il ragionamento alla base della dieta, allora, è che il carbone può disintossicare i vari veleni che circolano nel nostro corpo. Il che non ha molto senso, dal momento che se ingeriamo qualche sostanza alimentare, sia che sia buona sia che sia cattiva, viene assorbita dal nostro corpo in un tempo abbastanza breve. Il cibo non si limita a stare lì nel nostro intestino, non è che nel frattempo possiamo montarci su una tenda!

Quindi visto che il carbone viene usato come disintossicante in ospedale, la gente ha ben pensato di farci su una bella strategia di commercializzazione come disintossicante nelle diete.

Il motivo?

Beh, i soldi, naturalmente. Parlare di carbone come utile in caso di avvelenamento è un conto, lavorarci su in una dieta è davvero poco credibile.

Per cos’altro è usato il carbone?

Dieta detox al carbone: Per cos'altro è usato il carbone?

 

Se stai pensando che il carbone attivo, con la sua capacità di assorbire le sostanze chimiche, può avere altri usi, avresti ragione. In realtà, c’è un certo numero di usi commerciali e ambientali del carbone attivo che mi fanno riconsiderare l’idea di ingerirlo.

Per esempio:

  • Trattamento delle acque reflue – Potrebbe essere usato il carbone nel filtro dell’acqua o in un filtro simile. Questi filtri a carbone utilizzano, appunto, il carbone attivo per rimuovere i contaminanti e le impurità con un assorbimento chimico.
  • Filtrazione dell’aria – Si può anche aver notato che i filtri dell’aria, quelli neri, sono pieni di carbone attivo. Questi filtri, appunto, filtrano l’aria. Rimuovono i composti organici volatili dall’aria e eliminano anche l’odore.
  • Stoccaggio dell’idrogeno – l’uso di carbone attivo è qualcosa di recente. Una delle applicazioni più interessanti è che l’idrogeno, che è un gas a temperatura ambiente, è generalmente pressurizzato e immagazzinato come un liquido, quindi è molto freddo. Ma la ricerca ha mostrato che il carbone attivo può consentire che venga immagazzinato a temperatura ambiente.

Ora io non so voi, ma nessuno di questi usi mi fanno venire voglia di saltare dalla sedia e di farmi una bella scorpacciata di carbone attivo. Sì, lo so, gli integratori al carbone detox sono venduti in tante piccole pillole carine e hanno all’interno svariati ingredienti. Ma l’ingrediente fondamentale che è commercializzato è il carbone attivo. Lo stesso carbone attivo che viene utilizzato in filtri per l’acqua e simili.

Vuoi mangereste il vostro filtro per l’acqua?Non l’avrei mai immaginato.

Effetti collaterali sull’intestino

Se pensi che l’ingestione di carbone potrebbe avere effetti sul tuo intestino, avrai assolutamente ragione. Ammettiamolo, il carbone non è qualcosa che la gente ingerisce per le sue qualità nutrizionali. E non è digerito o assorbito nel corpo. Pertanto, può portare al blocco intestinale.

Ora, se già soffre di ostruzione intestinale o se avete una certa lentezza in quel campo andateci piano con il carbone.

Qui ci sono alcuni altri effetti collaterali gastrointestinali causati dall’ingestione di carbone attivo:

Dolore e /o gonfiore di stomaco
Diarrea
Stipsi
Vomito

Effetti collaterali sul metabolismo

I problemi di cui abbiamo parlato sopra per cui il carbone attivo può portare al blocco intestinale, dobbiamo anche dire che questo è il motivo per cui molti integratori di carbone attivo aggiungono il sorbitolo nel loro mix di carbone. Il sorbitolo è un alcolico dello zucchero che agisce come un lassativo. Tuttavia, il sorbitolo ha anche alcuni effetti collaterali sul metabolismo, tra cui:

  • Disidratazione
  • Shock
  • Alterazioni elettrolitiche
  • Ipernatriemia – o livelli di sodio nel sangue elevati
  • Ipomagnesiemia – o anormalmente bassi livelli di magnesio nel sangu

Il sorbitolo può anche aggravare la sindrome dell’intestino irritabile e altri problemi gastrointestinali, con conseguente mal di stomaco molto forte anche con piccole quantità ingerite. Dato che il carbone potrebbe aggravare i problemi di stomaco, se avete uno stomaco sensibile, sarebbe meglio evitarlo.

Effetti collaterali sul sangue

Tornando a parlare dell’ospedale e dell’uso del carbone attivo in casi di disintossicazione non dobbiamo dimenticarci che il dosaggio di carbone attivo per il veleno è strettamente monitorata dai medici. Ma il dosaggio sbagliato può esacerbare i sintomi della porfiria variegata – una malattia rara che colpisce circa 1 su 300 persone.

Il fatto è che molte persone non hanno nessun sintomo di questa malattia, pur avendola. Questa è una buona cosa, se non si esagera con il carbone attivo. In questo caso si può scatenare un attacco e la condizione può provocare lesioni cutanee, pesanti vesciche, e nei casi più gravi possibili danni neuromuscolari.

Anche se questo è un raro effetto collaterale volevo solo farvi notare che il carbone, anche in questo caso, peggiora la condizione del nostro sangue, di certo non la migliora.

Effetti collaterali sulla respirazione

Gli effetti collaterali sulla respirazione hanno a che fare con il modo in cui viene somministrato il carbone attivo e molto probabilmente a meno che il carbone non venga inalato non dovrebbero esserci problemi nell’uso casalingo e non ospedaliero del carbone stesso. Indipendentemente da ciò, per farvi il quadro più che completo, il carbone attivo, quando somministrato nel percorso delle vie respiratorie può portare a malattie polmonari croniche.

Il Journal of Respiratory and Critical Care Medicine ha pubblicato uno studio che mostra come il carbone attivo possa rapidamente portare a insufficienza respiratoria. Abbastanza spaventoso, non credi?

Come il nostro corpo realmente si disintossica

Dieta detox al carbone: Come il nostro corpo realmente si disintossica

Quando penso alla parole disintossicazione penso sempre a una dieta miracolo. Come se seguire un piano di dieta per un paio di settimane riuscisse ad eliminare tutti gli elementi nocivi che ho ingerito o bevuto nel corso di una vita intera. Questo è esattamente il tipo di cose che la gente vuole sentire ed è troppo bello per essere vero. Niente batte imparare le buone abitudini alimentari, niente.

In un articolo del Guardian  c’è un’intervista a Edzard Ernst, professore emerito di medicina complementare presso l’Università di Exeter. E ok, ho una certa passione anche per Google, ho scoperto che è una delle 10 migliori università che esistano nel Regno Unito.

Ad ogni modo, il dottor Ernst ha detto: “ci sono due tipi di disintossicazione: una è di tutto rispetto e l’altra non lo è. Quella rispettabile è il trattamento medico delle persone tossicodipendenti in pericolo di vita. L’altro è la parola che viene dirottata da imprenditori e ciarlatani su un trattamento fasullo che disintossica presumibilmente il corpo dalle tossine che dovresti aver accumulato nel corso della tua vita.”.

Ernst continua dicendo: “Se le tossine si fossero accumulate in un modo in cui il corpo non avesse potuto espellerle, si dovrebbe probabilmente essere morti o sicuramente avere bisogno di un intervento medico. Il corpo sano ha i reni, il fegato, la pelle, anche i polmoni che ci stanno disintossicando mentre parliamo. Non vi è alcun modo conosciuto – non certo attraverso trattamenti di disintossicazione – di fare qualcosa che funziona perfettamente in un corpo sano.”.

Ora, quando ho letto tutto questo, ho pensato: sono d’accordo ma queste sono parole durissime!

The Huffington Post in realtà ha risposto all’articolo del Guardian ed è andato più in profondità su ciò che sono le diete detox che hanno come bersaglio liberarci dalle tossine. Essi sottolineano che mentre il fegato e i reni e gli altri organi ci liberano da molte tossine nel corpo, questi organi possono diventare con il tempo appesantiti e funzionare male con un’alimentazione inadeguata o una dieta scadente.

A mio avviso, la maggior parte delle diete detox che vedete sono fasulle. Ma le diete che stanno semplicemente promuovendo alternative sane o stanno cercando di insegnare a mangiare alimenti nutrienti di alta qualità lavorano. Lavorano nel senso che forniscono una nutrizione adeguata per il corpo che così può fare un lavoro migliore.

ConclusioniDiera detox al carbone: Conclusioni

 

Ora dovremmo parlare di “senso comune”. Non è un termine buffo? Perché sembra che quello che noi chiamiamo senso comune in realtà non è affatto comune. In fondo, sappiamo che mangiare sano, dormire bene e fare del fitness nella nostra vita è la cosa migliore che possiamo fare per noi stessi e la nostra salute. Ma è difficile cambiare le abitudini, lo sappiamo benissimo, inutile negarlo.

In tutti questi post io ho sempre cercato di parlarvi delle cose in cui credo e delle cose che mi sembrano delle truffe di moda o dettate dal marketing e vi ho sempre parlato di come credo che la moderazione sia la base di tutto.

Ora la ricerca sul carbone attivo e il suo ruolo come integratore alimentare è ancora limitata. La maggior parte della ricerca è basata su come viene utilizzato in medicina o nell’industria, non come un integratore in una dieta. Il  mio pensiero è chiaro: parliamo di un elemento che funziona come una calamita per i veleni, viene usato nei casi di overdose e secondo me questi dovrebbero essere i casi in cui ingerirlo.

Oltre a questo inutile che io vi dica di provare una dieta disintossicante che consente di ottenere sufficienti vitamine, minerali, macronutrienti e con una buona idratazione del corpo che possa permettere al vostro fegato e ai reni di funzionare al massimo delle prestazioni. E che, soprattutto, sarà la base migliore per cui poter aiutare i nostri organi a disintossicarci naturalmente, cosa che avviene tutti i giorni

Un post controverso, lo so, anche parecchio duro!

Hai provato la disintossicazione con il carbone attivo? Hai riscontrato problemi?

Scrivilo nei commenti, non vedo l’ora di leggerli!

Cibi sani e gustosi senza troppe calorie

Tutti noi siamo alla ricerca del cibo sano. Molte volte il cibo quello più nutriente è anche tanto ricco di calorie. Allora io oggi sono qui per parlarvi di cibi sani e gustosi che però non abbiano tante calorie, per l’appunto. Cibi sani, quindi, ma al tempo stesso nutrienti che potrete inserire nella vostra dieta per renderla più gustosa.

Petto di pollo

Il petto di pollo è quello che in genere viene considerato carne magra. Ma cosa significa in realtà carne magra? In primo luogo ciò significa basso contenuto di grassi e mentre il grasso non è di per sé una cosa negativa come vi avevo già scritto nell’articolo in cui promuovevo le diete ricche di grassi giusti confrontandole con quelle con pochi carboidrati, le carni che sono a basso contenuto di grassi sono fantastiche perché sono quasi interamente proteine. I vantaggi delle proteine sono sicuramente tanti, parliamo innanzitutto di quanto facciano bene ai nostri muscoli. E i muscoli sono sicuramente importanti perché i muscoli aumentano il nostro metabolismo e quindi bruciamo più calorie! Ogni muscolo brucia infatti a riposo dalle 6 alle 10 calorie in un’ora. Con i muscoli si bruciano calorie in eccesso anche stando seduti. Oltretutto mangiare proteine e collegando questo ad una buona attività fisica non fa altro che far perdere peso.

Possiamo considerare le proteine buone per dimagrire ma non è solo quello. Le proteine sono mattoni per il nostro corpo. Al di là di tutto le proteine sono fantastiche per tutto ciò che è ossa, cartilagine, la pelle che sono tutti tessuti connettivi che servono per mantenere le articolazioni forti. Le proteine ​​sono anche un blocco di costruzione per il tuo sangue, facendo in modo che le sostanze nutrienti importanti vengano trasportate dove devono andare, così come per i vostri enzimi e ormoni, che servono ad un sacco di cose importanti nel vostro corpo facendo in modo che diversi sistemi funzionino correttamente – dal sistema immunitario al vostro sistema digestivo! Le proteine sono anche fondamentali per l’effetto di termogenesi che hanno sul nostro metabolismo, per cui diciamo che un piatto in cui è contenuta una proteina di 700 calorie non sarà mai di 700 calorie perché la proteina ne avrà bruciate essa stessa un po’! Carino, no?

Oltretutto il petto di pollo ha più dell’84% di proteine nel suo interno! Oltretutto questo elemento fantastico si può anche cucinare in mille milioni di modi differenti e tutti buoni, lo sapete anche voi!

Uova

egg-925855_640

Ti piace fare colazione? D’altronde è il pasto più importante della giornata. Anche perché se non fai colazione è chiaro che poi tenderai a mangiare troppo. Insomma se non fai colazione poi starai tutto il giorno a mangiare schifezze come snack e cose poco salutari. Invece partire con il piede giusto e con una proteina è quello che ti serve. Torniamo sempre allo stesso discorso per cui vale anche per le uova la termogenesi per cui iniziamo a bruciare calorie di primo mattino. Le uova sono eccezionali, ogni uovo ha in media 6 grammi di proteine. Le uova sono anche a basso contenuto di calorie, e hanno tonnellate di grassi sani. Avete sentito bene, parliamo di grassi sani. Vedi, non tutto il grasso è male per te. Grassi sani, come quelli trovati in uova (e altri alimenti, di cui parleremo in seguito), ti stanno riempiendo facendoti bene come la proteina! Combinare le due cose insieme mangiando di meno è la cosa migliore da fare!

L’uovo fa bene a tutto: alla pelle, i capelli, gli occhi, ossa e muscoli. Anche il tuorlo d’uovo, dove c’è più grasso, è grasso sano, si può mangiare. Le uova intere sono il modo migliore se si vogliono ottenere tutti i benefici connessi con le uova. Che non solo comprendono proteine ​​e grassi, ma anche sei diverse vitamine (A, B2, B5, B12, D, ed E, se vi stavate chiedendo), ferro (molto importante per il sangue sano), iodio (aiuta la tiroide), biotina (capelli, della pelle e la salute del sistema immunitario), la colina (metabolismo e la funzione del fegato), l’acido folico (non il tipo mortale di acido, per fortuna), fosforo (aiuta a mantenere i denti bianco perlaceo), luteina e zeaxantina (protegge gli occhi dagli effetti negativi dell’invecchiamento) e il selenio (il sistema immunitario e della tiroide). Anche nel caso del petto di pollo oltretutto ci sono mille modi di cucinare le uova e sono tutti buoni. A me fa impazzire l’omelette ma ce ne sono davvero tantissimi, poi me li scriverete!

Salmone

Il salmone non solo è ricco di proteine come il pollo e le uova ma anche un altro elemento sano fondamentale: l’omega-3. Gli omega-3 sono fondamentali per tante cose, la prima il cuore e anche pelle capelli e vista. Se accoppiamo agli elementi di prima anche un paio di volte alla settimana salmone o frutti di mare questo farà diventare la nostra dieta davvero perfetta!

Latte fresco

Bere latte fa bene, ce lo dicono fin da piccoli per via del calcio. Possibile è, lo sappiamo, prendere il calcio da altre parti, come integratori, soia o mandorle. Allora perché è importante bere proprio il latte? Perché il latte è ricco di biodisponibilità di calcio cioè trattiene ed espelle la giusta quantità di calcio che serve al vostro corpo. Questo non è che voglia dire che bere latte sia per forza meglio del latte di mandorla. L’intolleranza al lattosio ad esempio è un problema che affligge buona parte della popolazione e la quantità di calcio può essere presa tramite altro. Ma se non siamo intolleranti bere latte non può far altro che farci star bene!

Yogurt greco

Se proprio state pensando che non avete voglia di bere il latte potreste sempre pensare allo yogurt ma anche in questo caso non ad uno yogurt normale ma a quello greco. Perché lo yogurt greco contiene il doppio delle proteine dello yogurt normale ed ha meno zuccheri dello yogurt normale. Per chi avesse difficoltà nel mangiarlo per via del sapore che è un po’ strano io consiglio quello greco della Danone che è un po’ più liscio e ha un sapore in generale più gradevole.

Gamberetti

prawns-959219_640

Abbiamo parlato di salmone e adesso parliamo di crostacei, nello specifico i gamberetti. Il gamberetto così come gli altri crostacei ma anche i frutti di mare contengono parecchie proteine e gli omega-3. Ma in più il gambero è ricco di zinco che tende a migliorare il sistema immunitario, la gestione dei livelli di stress, a ridurre l’acne e a migliorare il processo di guarigione delle ferite e lesioni.

Latte di mandorla

Se sei intollerante al lattosio, come detto prima, questa sì che è la soluzione ideale: il latte di mandorla! E perché tra tutte le alternative proprio il latte di mandorla? Perché è quello che ha il sapore migliore. Avrei potuto dirvi la soia ma negli ultimi tempi la soia è stata messa sotto accusa perché aumenta il livello di estrogeni e può causare lo sviluppo del tumore al seno. Quindi proprio no.

Il latte di mandorla è più buono e più sano, non c’è dubbio.

Mandorle

seeds-700014_640

Visto che siamo in tema con il latte di mandorla parliamo delle mandorle che sono cariche, come gli altri frutti a guscio, di grassi sani che sono un toccasana per il cuore.

Oltre a ciò, le mandorle sono anche piene di meravigliosi nutrienti come biotina, fosforo, vitamina E, e fibre. Fai uno spuntino molto abbondante e sano, e, se sei occupato come lo sono io, vi innamorerete del fatto che non c’è nessuna preparazione per doverli mangiare.

Quindi, mantienine un po’ in un sacchetto di plastica o in un piccolo contenitore di plastica sono validi sia come spuntino, topping o contorno e sono piene di valori nutritivi!

Avena

Non è di certo un caso che ai cavalli venga data l’avena perché l’avena fa bene!

Diminuzione di malattie cardiache
Gestisce la pressione sanguigna
Abbassa il colesterolo cattivo
Migliora la digestione
Migliora il sistema immunitario
Riduce il rischio di diabete

E poi si può mangiare con lo yogurt di prima!

Patate

potatoes-411975_640

No, non sto parlando delle patatine fritte! Sto parlando della patate cariche di valori nutritivi, come la vitamina B6 che portano tonnellate di benefici per la salute, tra cui stimolare il cervello e la salute del sistema nervoso e sono una discreta fonte di vitamina C, potassio e fibre alimentari (tra gli altri). Il fatto è che molti di noi mangiano le patate con un sacco di cose che fanno male o anche soltanto fritte. Provate a cuocere mezza patata con la buccia in forno con un po’ di sale e poi ne riparliamo.

Cavolo

Il cavolo è l’ortaggio più nutriente del mondo! Andando al di là di ogni aspettativa in termini di vitamina C, vitamina A, vitamina K1, e un certo numero di minerali sani, il cavolo domina quando si tratta di benefici per la salute.

Mirtilli

Io adoro la frutta e adoro i mirtilli! Il frutto in assoluto con il maggior valore antiossidante che esista. I  benefici per la salute di queste sostanze intriganti sono sorprendenti, dal miglioramento della memoria al ridurre la pressione sanguigna a anche, in alcuni studi su animali, forse la lotta contro il cancro. Oltre ai mirtilli, la maggior parte della frutta è un valore aggiunto per la vostra dieta quotidiana. Smoothies, i frullati, sono modi sorprendenti per mangiare più frutta. Unisci Yogurt greco, latte, mirtilli, fragole, e mezza banana in un frullatore e si dispone di un delizioso – e altamente nutriente – frullato per la colazione o la metà della giornata, quando avete bisogno di una sferzata di energia.

Aglio

L’aglio ha dimostrato di ridurre il rischio di cancro ai polmoni, ridurre il rischio di osteoartrite, ridurre la pressione sanguigna, e contribuire alla lotta contro diversi tipi di cancro. Che cosa incredibile, vero? Ed è così facile aggiungere l’aglio alla vostra dieta.

Schiaccialo e cospargilo sul pollo o pesce, o anche le uova se vi piace (a me no, ma vale la pena di provare). Provalo sulle insalate.

Cannella

La cannella è una delle spezie che preferisco, sarà che da piccola ne mangiavo in quantità industriali, sui dolci o sul pane con il burro e lo zucchero. La cannella può essere utile quando si cerca di perdere grasso, aiuta il controllo dell’insulina, abbassa il colesterolo e gli zuccheri nel sangue e accelera il metabolismo.

Cioccolato fondente

Ma come? Tutti i cibi sani e poi alla fine il cioccolato? Il cioccolato fondente (con un alto contenuto di cacao, pensa al 70%) ha una maggiore quantità di antiossidanti anche dei mirtilli – un alimento noto per il suo contenuto di antiossidanti.

E sicuramente non saprai che il cioccolato fondente ha anche grandi quantità di fibre, ferro e magnesio. Scommetto che non te l’aspettavi, eh? Quindi in realtà come sempre basta solo non eccedere per rendere qualsiasi alimento sano per la nostra alimentazione, anche il cioccolato.

E voi? Seguirete i miei consigli? Commentatemi qui sotto e parliamone!

 

Tutto quello che c’è da sapere sulla vitamina D

Sei fuori in giardino e pensi che la vita sia meravigliosa e che tu sia in gran forma. Quello che non sai è che questo stato di benessere è dovuto alla Vitamina D. E non solo perchè ti stai rilassando o perché ti stai dedicando al giardinaggio, quindi, ma perché la Vitamina D è un nutriente che è in grado anche di rendere migliore il tuo umore.

Vuoi sapere tutto quello che c’è da sapere su questa vitamina del sole? Allora seguimi!

Conosciamo la Vitamina D

E’ possibile trovare la Vitamina D in alcuni alimenti come il tonno, il pesce spada e il salmone. C’è anche nel fegato di manzo, nelle uova e in alcuni formaggi. A causa della mancanza di questa vitamina in parecchie diete è stata poi aggiunta, diciamo artificialmente, in succhi di frutta, latte, yogurt e alcuni cereali. C’è da dire che la vitamina D si prende sì stando all’aria aperta e dal sole ma con questi problemi che abbiamo con i melanomi causati dall’esposizione solare diciamo che la gente non ha più tanta voglia di stare al sole a prendere vitamina D senza crema solare! Diciamo però che se utilizzare delle buone creme solari riduce il rischio di cancro riduce anche la nostra assunzione di Vitamina D del 95%.

Ecco perché è giusto prendere la vitamina da altre parti, in realtà andrebbero presi degli integratori per far sì che il nostro corpo abbia la quantità giusta di vitamina. Ci sono due importanti processi che il nostro corpo compie sia nel fegato che nei reni per trasformare la vitamina D in una sostanza che il corpo può effettivamente utilizzare. Diversamente dalla vitamina C e da quella E che vengono espulse come scarto se considerate di troppo la vitamina D resta nel nostro corpo per un uso successivo. Si tratta di una vitamina liposolubile che è in grado di essere conservata nel tessuto adiposo e nel fegato e che il vostro corpo può utilizzare quando i livelli di D sono bassi. A fine giornata potrete notare la differenza sulla nostra pelle e nel nostro corpo se abbiamo assunto D o meno, è davvero palese.

Lo scopo per cui assumiamo Vitamina D

Uno degli scopi principali per cui è importante la presenza di Vitamina D nel nostro corpo è per la cura dei nostri denti e delle nostra ossa perché la vitamina D regola la presenza di fosfato e di calcio presenti nel nostro corpo. Senza una combinazione buona di calcio e Vitamina D le ossa non sarebbero così forti come sono. Infatti a causa di alcune mancanze vitaminiche si sviluppano anche traumi consistenti.

La vitamina D ha anche altri vantaggi, come il suo ruolo nel sistema nervoso, dove regola lo sviluppo e la funzione dei nervi. Ha un effetto neuroprotettivo a causa del fatto che esso ha un’influenza sulla produzione di neurotrofine e sul loro rilascio.  Inoltre, ha un impatto sulla sintesi neuromediatore e può anche proteggere le cellule dai danni ai tessuti che nascono dall’ossidazione. Guardando indietro, quando i miei livelli di vitamina D erano bassi, ho sofferto di perdita di memoria e non riuscivo a concentrarmi, questo è sicuro.

Sono stata contenta poi di aver mantenuto il livello di Vitamina D buono con degli integratori perché effettivamente avevo delle difficoltà ed ho scoperto poi che la D è la vitamina in grado di tenere a bada, molto più di tante altre sostanze, la demenza.

Oltretutto questa vitamina è fondamentale anche per i movimenti perché aiuta anche nella regolazione di quel campo del sistema nervoso quindi senza i muscoli non sarebbero in grado di rispondere agli impulsi del cervello. Anche per scongiurare virus e batteri hai bisogno della D. Non mi sono resa conto al momento ma poi ho scoperto, nel mio periodo di carenza, che ho preso influenza e raffreddore tre volte nello stesso inverno.

 

Di quanta vitamina D hai bisogno?

Non siete sicuri di avere un livello sufficiente di vitamina D nel vostro corpo? Allora dovete fare il test!

Se pensate di non riceverne abbastanza e avete qualche patologia che vi fa pensare ad una carenza dovete fare il test 25-OH Vitamina D ma potreste anche pensare di fare un altro test se soffrite di problemi ai reni che è il 1,25-OH Vitamina D per controllare il livello di calcitriolo. Il test è un test del sangue molto semplice, vi viene punto un dito come per la glicemia e poi vi darà subito il risultato. La vitamina D vuole un livello nel corpo di circa 50 ng/ml. Quindi diciamo che tra 40 e 60 è tutto lecito. Da preoccuparsi se si ha un livello minore a 30 e superiori a 125.

Ogni età ha un suo livello, adesso lo vediamo:

Da 0 a 12 mesi: hanno bisogno di 400 UI al giorno quindi diciamo che andrebbe dato loro un aiuto durante questo periodo.

Dopo un anno hanno bisogno di 600 UI come le persone che sono al di sotto dei 70 anni. Sopra i 70 la pelle non riesce più ad assorbire bene la vitamina e c’è bisogno di un aiuto maggiore anche perché i reni non lavorano più come a 30 anni.

Le madri che  allattano hanno bisogno dello stesso fabbisogno di un adulto o di un bambino che di certo non allatta. Anche una donna in gravidanza ha bisogno dello stesso quantitativo senza esagerare.

Sembra semplice, eh? Lo è! Ed è chiaro che se non prendiamo sole a sufficienza, se non vogliamo prenderlo, se non ci piace stare al sole, dobbiamo pensare di prendere la vitamina D da un’altra parte, con gli integratori appunto.

Cosa succede se abbiamo troppa Vitamina D o troppo poca?

In realtà c’è il rovescio della medaglia, c’è anche molta gente che di Vitamina D ne ha troppa nel corpo, così come abbiamo già parlato di tantissima gente, quasi un miliardo di persone che ne ha troppo poca. C’è chi non sta troppo al sole, chi non può starci, chi per problemi renali, invece, ne produce troppa. I  bambini che non ricevono abbastanza vitamina D possono sviluppare una condizione nota come rachitismo. Come precedentemente accennato, le persone – compresi i bambini – richiedono vitamina D per mantenere un corretto equilibrio di fosforo e calcio. Quando essi sperimentano una carenza estrema e prolungata, il rachitismo si verifica e conduce al rammollimento delle ossa e l’indebolimento nei bambini. Mangiare prodotti contenenti vitamina D o l’assunzione di integratori tende a correggere il problema e risolvere gli eventuali problemi di ossa sorti dalle rachitismo. Tuttavia, i bambini che hanno una condizione genetica che ha portato il rachitismo possono avere bisogno di farmaci e trattamenti. Le deformità scheletriche che vengono attribuite a ossa molli possono richiedere la correzione chirurgica e sono più comuni nei neonati e nei bambini di origine afroamericana. Gli adulti che sviluppano un deficit possono invece finire in una condizione nota come osteomalacia che lascia le ossa erano morbide e molto pieghevoli. A differenza dell’osteoporosi, che provoca un indebolimento delle ossa, l’osteomalacia provoca problemi nel processo di struttura dell’osso con conseguente debolezza muscolare e dolore alle ossa doloranti.

calcio

Immagino che tu ora stia pensando che devi ingurgitare più Vitamina D possibile ma ovviamente anche questo è sbagliato!

Prendere più Vitamina D artificiale può essere tossico così come invece non è affatto tossico avere un surplus di vitamina dal sole o dagli alimenti che naturalmente la contengono!

Anche se è raro si può iniziare a soffrire di ipervitaminosi che è causata proprio dall’eccesso di integratori. Le persone che soffrono di tossicità della vitamina D tendono a sviluppare una grande quantità di calcio nel sangue – una condizione indicata come ipercalcemia. I sintomi di ipercalcemia possono includere nausea, vomito, scarso appetito, minzione frequente, problemi renali e debolezza. Le persone che hanno già problemi ai reni o al fegato dovrebbero stare molto attenti con questi sovradosaggi, è chiaro che bisogna stare molto cauti nel momento in cui si entra nell’equilibrio del nostro corpo.

Chi dovrebbe prendere gli integratori?

Al di là delle raccomandazioni di prima ci sono gruppi di persone che hanno maggiore bisogno di controllare e mantenere buono il loro livello di D.

Un esempio sono le persone che hanno la celiachia o il morbo di Crohn. Entrambe le condizioni inducono la gente a assorbire impropriamente carboidrati, grassi e proteine. La vitamina D richiede grasso per assorbire, provocando il malassorbimento di vitamina D – che si traduce in una carenza di vitamina. Per non parlare del fatto che persone che hanno queste condizioni in genere hanno una carenza di calcio pure, che causa ulteriori problemi ossei.

Quelli con la pelle scura hanno una minore capacità di ottenere la vitamina D da esposizione al sole, mentre coloro che rientrano nella categoria di problemi di obesità con l’assorbimento della vitamina hanno altrettanti  problemi. Ciò si verifica perché il grasso corporeo in eccesso si lega ad una porzione di vitamina D e impedisce di raggiungere il flusso sanguigno.

Infine,i neonati allattati al seno possono beneficiare di un supplemento perché il latte umano non contiene una grande quantità di vitamina D. I bambini che bevono meno di 500 ml di formula ogni giorno possono beneficiare di un supplemento pure. Bisognerebbe continuare con la vitamina fino a quando il bambino raggiunge almeno cinque anni di età, o su raccomandazione del medico.

Considerazioni finali sulla Vitamina D

Dopo la mia personale esperienza con la carenza di Vitamina D cerco sempre di essere attenta a quelle che sono le ultime ricerche in materia. Negli ultimi anni c’è stata una tendenza da parte dei medici nel considerare migliore un aumento di vitamina D nel corpo tanto da portare i livelli un po’ più in là, fino ai famosi 600 ml di cui si parlava prima. Un’altra ricerca importante correla la carenza di D con la sclerosi multipla, diabete, alcuni tipi di cancro e malattie cardiache. La vitamina D sarebbe utile, appunto, anche per il cuore. Una ricerca di Harvard ha scoperto che gli uomini che avevano una carenza di vitamina D avevano una possibilità raddoppiata di avere problemi di cuore. Altri studi hanno trovato incidenza tra questa carenza e gli ictus, ad esempio. Appunto un’altra cosa strana ma fondata è che le persone che vivono al nord della terra hanno più possibilità di prendere la sclerosi multipla di quelli che vivono nei posti più soleggiati. Un’altra ricerca svedese ha scoperto che un bambino finlandese ha 400 possibilità in più di prendere il diabete di tipo I di un bambino venezuelano. Uno studio di Harvard durato 30 anni ha studiato 10.000 bambini finlandesi per anni. Quelli con la vitamina D normale avevano il 90% di rischio in meno di prendere il diabete.

Come dicevo parlando di me la vitamina D è fondamentale anche per non prendere tanti raffreddori o febbri dovute al clima. A me è successo di avere questi problemi con quella che io considero la vitamina del sole. E a voi cosa è successo??

sole

Raccontatemi pure!