16 cose che nessuno ti dice sulle bibite gassate

bibite gassate e soda

Nel 2019 tutti sappiamo che le bibite che contengono soda facciano male. Non è certo una novità.

Ma, anche se questo è vero, nessuno conosce con esattezza i problemi che l’uso (abbondante) delle bevande con la soda apporta al nostro organismo.

In questo articolo quindi cerchiamo di fare un po’ di chiarezza.

Non vi dirò semplicemente che le bibite gassate (e con alto contenuto di zucchero) fanno ingrassare, ma vi parlerò anche di alcune cose che certamente ignorate.

L’abuso di queste bibite è il primo passo verso una condizione fisica precaria che può portare anche a situazioni molto gravi per la propria salute.

Lo zucchero, di cui parleremo ancora, va assunto nel modo corretto.

Ma andiamo con ordine.

1. La soda ti fa ingrassare nei punti sbagliati

Se si consuma zucchero sotto forma di soda sia chiaro che è non che ingrassiamo con il sedere sodo di Beyoncé, anzi. Non sto parlando di quel grasso che ti rende sexy modellandoti i fianchi. Recenti studi parlano di grasso viscerale, di quel grasso che si raccoglie intorno agli organi vitali, come cuore, fegato, reni, intestino e stomaco. E questo tipo di grasso è strettamente collegato al diabete di tipo 2 e altre malattie infiammatorie. Si è infatti studiata l’incidenza di un consumo di soda normale su una malattia del fegato definita fegato grasso ed ha un’incidenza, appunto, del 100%. Il segno visivo più evidente della presenza nel corpo del cosiddetto grasso viscerale è avere una pancia sporgente. Se mai vi trovaste in questa condizione mi raccomando di fare delle analisi approfondite. Un’Università del Texas, nei suoi recenti studi, ha trovato corrispondenza tra la soda e l’aumento della circonferenza della pancia in più del 70% dei casi.

2. La soda non ti fa sentire pieno

Lo zucchero della soda è composto al 50% di glucosio e al 50% di fruttosio. Quando però non ci sono fibre il nostro cervello non calcola il fruttosio come nutrimento per cui noi ingurgitiamo solo le calorie senza sentirci sazi. Questo è molto pericoloso perché tutte le volte che noi beviamo una bibita gassata non sentiamo il senso di sazietà per cui aggiungiamo cibo ad un alimento già pieno di zuccheri e di calorie in eccesso. Parecchi studi hanno raggiunto lo stesso risultato sostenendo che queste calorie liquide disperse portano ad un eccesso di peso.

3. La soda accelera l’invecchiamento

Con tutti i prodotti anti-invecchiamento in vendita in commercio possiamo ben immaginare che alla gente non piaccia invecchiare neppure seguendo il cerchio della vita, figuriamoci se è contenta di assumere una sostanza che accelera l’invecchiamento.

Tutte le bevande gassate, anche quelle light, contengono acido fosforico che dà loro il sapore piccante e prolunga la loro scadenza nel tempo preservandole da batteri e muffe. L’acido fosforico in eccesso è stato collegato a problemi renali, diminuzione della densità ossea, osteoporosi e perdita muscolare a causa della sua interferenza con l’assorbimento di calcio nel corpo. Gli ultimissimi studi hanno scoperto che topi con elevato acido fosforico in corpo sono morti 5 volte prima di topi con livelli normali. Nella mia caccia allo zucchero cattivo ho anche scoperto che farne a meno dona alla pelle un bagliore giovanile impensabile, provatelo.

4. Bere soda porta resistenza all’insulina

L’insulino-resistenza è la porta della sindrome metabolica che può essere descritta come un insieme di fattori di rischio (tra cui l’ipertensione e l’eccesso di grasso intorno alla vita) associati con diabete di tipo 2 e malattie cardiache. Il ruolo principale dell’insulina è quello di indirizzare il glucosio dal sangue alle cellule corrette. Ma quando si bevono troppe bibite gassate in effetti si bombarda il corpo di zucchero costringendo il pancreas a produrre molta più insulina. Questo porta all’insulino-resistenza – qualcosa che davvero non vorrete nella vostra vita.

5. Consumare soda può portare a malattie cardiache

malattie-cardiache

Le malattie cardiache sono molto diffuse e sono anche la causa di morte numero 1 in tutto il mondo. Questo tipo di problemi porta ad insufficienze cardiache, ad attacchi di cuore, ad ictus. E se anche si supera uno di questi step è difficile vivere una vita normale. L’abitudine a bere soda può incidere anche su questo. Uno studio pubblicato nel 2014 ha confermato che chi beve bibite gassate ha una probabilità del 38% maggiore di morire d’infarto. L’American Heart Association raccomanda non più di sei cucchiaini di zucchero al giorno per le donne. Pensate: una lattina di soda normale contiene 8,75 cucchiaini di zucchero – più che il limite raccomandato e sicuramente non sarà l’unica fonte di zucchero della giornata.

6. Le bevande zuccherate aumentano il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2

bibite gassate

Come accennato in precedenza il consumo di soda può portare alla resistenza all’insulina che porta poi, appunto, alla sindrome metabolica. Una ricerca dell’Università di Harvard associa le bevande zuccherate allo sviluppo del diabete di tipo 2.

La ricerca ha dimostrato che bere uno o due bevande zuccherate al giorno aumenta il rischio di diabete di tipo 2 del 26 per cento rispetto a coloro che consumano meno di una bevanda zuccherata al mese. Bere solo una lattina al giorno aumenta il rischio del 15 per cento. Il diabete di tipo 2 non è certo una malattia da prendere sottogamba soprattutto per le sue complicazioni che prendono il cuore, i reni, gli occhi, gli arti inferiori.

7. Le bevande contenenti soda e il morbo di Alzheimer

L’ Alzheimer è stato a lungo pensato come una malattia neurodegenerativa ereditaria che non possiamo controllare. E se è vero che tutt’oggi purtroppo non abbiamo una cura abbiamo di sicuro trovato degli alimenti e delle abitudini che possono aumentare la possibilità di svilupparlo. L’insulino-resistenza è appunto definito un marcatore di rischio considerevole nello sviluppo della malattia. Inoltre uno studio giapponese ha trovato una corrispondenza pazzesca tra i malati di diabete di tipo 2 e l’Alzheimer.

8. La soda associata a gravi disturbi cerebrali

L’aspartame dolcificante artificiale che si trova come ingrediente in molte bevande gassate è spesso associato a diversi disturbi cerebrali, compresi epilessia, la sclerosi multipla, e tumori cerebrali. Infatti a molti pazienti epilettici è proibito bere bevande gassate proprio per non aumentare il rischio di attacchi. Ci sono stati anche svariati studi sull’ingerenza delle bibite gassate nel tumore al cervello. Non so voi ma già questo sarebbe abbastanza per me per pensarci bene nel bere la soda.

9. Il colorante color caramello contenuto provoca il cancro

Se sei un fan di Pepsi, Coca Cola o quant’altro dovresti smetterla e leggere questa cosa. Il colore marroncino caramello che viene usato per dare il colore alla tua bibita preferita contiene due agenti inquinanti che è comprovato provochino il tumore negli animali. Parliamo del 2-metilimidazolo and 4-metilimidazolo. La ricerca pubblicata da PLOS ONE ha parlato di chiara evidenza di attività cancerogena nelle cavie maschi e femmine. E la cosa bella è questa colorazione non cambia il gusto, è solo una cosa estetica!

Nel 2011, la legge Proposition 65 della California ha dichiarato che i livelli di 4-metilimidazolo contenute nelle bibite richiederebbe un’etichetta di avvertimento cancro su ogni unità venduta nello stato. Da allora, sia la Coca-Cola e Pepsi hanno affermato di essere passati a una colorazione che non contiene 4-metilimidazolo.

Tuttavia, test di Pepsi non vendute in California hanno dimostrato che ancora contiene livelli pericolosi della sostanza chimica. La cosa migliore da fare? Stanne lontano!

10. Lo zucchero può creare dipendenza

Chiunque abbia partecipato ad una festa di compleanno per bambini sa benissimo quali siano gli effetti dello zucchero nel corpo. Lo zucchero innesca il rilascio di dopamina che è un ormone neurotrasmettitore ed è come la cocaina, ti esalta e ti fa star bene. E’ come la droga, ti fa star bene un paio d’ore, poi ti crolla la glicemia e hai bisogno di altro zucchero, come se fossi in crisi d’astinenza.

11. La soda fa male ai denti

L’acido fosforico contenuto nella soda e che porta anche all’osteoporosi è tremendo anche per i denti. Questo acido in pratica marcisce i denti, il meno che possa fare è farti uscire una carie o una malattia gengivale. Non è che questo acido non sia presente nelle bevande dietetiche quindi mettetevi l’animo in pace. Una ricerca recente considera il consumo di soda peggiore per i denti di una qualsiasi droga usata per lungo tempo. Moltissimi uomini così come molte donne hanno perso tutti i denti a causa dell’eccesso di soda, quindi è bene pensare alla salute e anche al costo di un possibile impianto.

12. La soda contiene agenti che ritardano le fiamme

Avete presente quegli agenti ritardanti che si trovano nelle lenzuola per far sì che non siano infiammabili così come i divani. Quello che non sapete è che sono presenti anche nelle bibite sotto forma di olio vegetale bromurato. Questa sostanza chimica è stata collegata a condizioni allarmanti, come i disturbi nervosi, perdita di memoria, e lesioni cutanee ed è vietata in Europa e in Giappone ma non in Nord America.

13. Le lattine contengono una resina che è collegata all’infertilità

Tutte le lattine delle nostre bibite gassate contengono BPA, una resina che agisce da barriera tra la bibita e la bevanda. Questa resina è stata collegata a diabete, tumori riproduttivi ed infertilità. Sia Pepsi che Coca Cola stanno lavorando a dei prodotti BPA free ma sono ancora in via di sviluppo.

14. Gli effetti collaterali del mais geneticamente modificato

La maggior parte delle bibite prodotte negli Stati Uniti utilizzano sciroppo di fruttosio al posto dello zucchero di canna, in quanto è un ingrediente molto più economico. Non sappiamo quanto male faccia lo sciroppo di fruttosio ma sappiamo benissimo che il 90% del mais prodotto in America sia geneticamente modificato per resistere agli agenti chimici. E quanto male fanno i prodotti geneticamente modificati? Si parla di tumore, di infertilità e di danni all’apparato digerente, ricordatevelo.

15. Le bibite dietetiche inquinano la nostra acqua

Abbiamo parlato dei danni diretti delle lattine sul nostro corpo ma ancora non abbiamo parlato dei danni indiretti delle sostanze contenute nelle bibite dietetiche che noi stessi scarichiamo nelle nostre acque, inquinandole. Un sondaggio del 2009 ha testato impianti di depurazione e potabilizzazione negli Stati Uniti e li ha trovati pieni di sucralosio.

16. La soda fornisce zero valori nutrizionali

In pratica nessun valore nutrizionale è presente nelle lattine di bibite gassate, quindi praticamente si bevono a vuoto, senza nessun beneficio per il nostro corpo. Sono solo calorie vuote.

Insomma dopo tutti questi 16 punti spero di avervi fatto un po’ cambiare idea ma per ultimi vi do dei consigli pratici per smettere di bere soda o di pensarci.

Riduci il consumo di lattine durante una settimana per poi continuare con l’altra successiva.

Cambia la tua routine e il tuo modo di mangiare. Non fermarti al solito fast-food, torna a casa.

Sostituisci le bibite gassate con tisane, acqua frizzante con una spruzzata di lime fresco, o un bicchiere di latte per placare la sete.

Parla con un tuo collega al lavoro, fatti una breve passeggiata, perdi 10 minuti di tempo per una tazza di tè in compagnia.

Scrivi sempre quando hai bevuto la tua lattina in modo da tracciare un percorso che racconti il tuo progresso come quando si smette di fumare.  Così come puoi identificare le cause che ti portano a bere la soda, casomai uno stress o una riunione con gli amici. Un modo molto intelligente di avere a che fare con la salute del proprio corpo, fidati.

E scrivi soprattutto, felice, il tuo primo giorno soda free.

Perché arriverà un momento in cui tu dimenticherai completamente il tuo bisogno di bibite gassate e ti sentirai finalmente libero e in forma. Un processo lungo ma sicuramente molto importante per te, per la tua salute, per il tuo corpo. Pensa solo a quel lungo elenco di conseguenze che hai appena letto, pensa a quanto il tuo corpo possa stare meglio senza tutta quella chimica trattata, pensa solo a come possa essere piacevole vivere la tua vita in salute, senza paura di continuare ad ingurgitare cose dannose per il tuo fisico.

Sarà un giorno bellissimo e lo vivremo insieme.

Redazione Vailo

Redazione Vailo

Vailo è un blog dove pubblicano articoli semplici appassionati della salute e del benessere ma anche professionisti riconosciuti: dietisti, nutrizionisti, personal trainer e wellnes coach. Per saperne di più clicca qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *