Cibi ed integratori per sostituire la carne nella dieta

Cibi ed integratori per sostituire la carne nella dieta

Negli ultimi anni si è visto un aumento delle persone che scelgono di seguire una dieta vegetariana (e in molti casi anche vegana), sia per motivi morali sia per motivi più legati alla salute. Pensate che, secondo l’Associazione Italiana per la ricerca sul cancro, l’Italia è il paese europeo con il maggior numero di vegetariani.

Come molti sanno infatti, mangiare troppa carne non fa bene al nostro corpo, soprattutto i grassi che ostruiscono le vene e possono essere alla base di molti problemi cardiovascolari.

Negli ultimi anni si è aperto un dibattito etico sul mangiare carne oppure no: in molti, tra scienziati e attivisti, sostengono che il consumo di carne eccessivo oltre ad essere un problema per la salute è anche un problema per l’ambiente. Gli allevamenti intensivi consumano energie e producono rifiuti molto più che grandi industrie, senza parlare dello sfruttamento della terra.

E per finire c’è l’eterno dibattito sul giusto e sbagliato: è giusto mangiare altri animali? E’ giusto uccidere degli animali per la nostra sopravvivenza? Qualunque sia la vostra risposta, scegliere un’alimentazione che prevede di sostituire la carne con altri alimenti può sicuramente aiutarvi a rimanere più in forma e più sani. Oggi vi mostreremo come sostituire la carne con altri alimenti, integratori alimentari, e come seguire una dieta bilanciata.

Tofu, seitan e tempeh

Prima di iniziare a parlare dei legumi, tradizionalmente considerati il sostituto perfetto della carne, vi presentiamo tre alimenti che finalmente hanno raggiunto le nostre tavole e sono un ottimo aiuto quando si cerca di ridurre la carne per prepararsi alla diete vegetariana.

Il tofu, così come il tempeh, non sono derivati animali ma sono ricavati dalla soia, mentre il seitan è ricavato dal glutine del grano o farro. Tutti e tre questi alimenti sono altamente proteici e possono essere assunti sia cotti sia crudi.

Provate il tofu con zuppe di miso e porro, oppure alla piastra. Il tempeh e il seitan invece possono essere utilizzati per preparare dei nuggets, hamburger che ricordano il pesce (nel caso del tempeh) o la carne (nel caso del seitan). Facili da cucinare, sono alimenti salutari, proteici e adatti a preparare ricette sfiziose.

Melanzane

Tagliate delle fette di melanzana, cucinatela alla piastra e ricaverete un ottimo hamburger vegetale. Ma non solo, potete utilizzare questa verdura per preparare polpette, friggerle, ripiene e cucinarle al forno. Le melanzane sono un ortaggio ricco di proteine vegetali e sono molto versatili: potrete davvero inventare molte ricette innovative, andando ben oltre la parmigiana e la pasta alla norma.

Cereali

Se passate ad un regime alimentare vegetariano non riducetevi a mangiare solo riso e pasta: ci sono moltissimi altri cereali che possono aiutarvi a recuperare fibre e vitamine. Tra questi cereali ce ne sono di comuni come farro, avena, orzo, miglio, ma anche cereali meno noti come quinoa e l’amaranto. Alternateli spesso e consumateli freschi per ottenere il massimo da questi cereali. Se non avete l’opportunità di introdurli nella vostra alimentazione sappiate che potete trovare integratori alimentari che ne contengono le fibre e le vitamine dei cereali esotici.

Alga spirulina

L’alga spirulina è il perfetto integratore per l’alimentazione dei vegetariani. Oltre a contenere un alta percentuale di Omega 3, le alghe contengono anche moltissime proteine. Secondo il portale Segreti del benessere specializzato in integratori alimentari e in particolare in integratori di alghe, la spirulina è anche ricca di vitamine dei gruppi B, E, nonché di minerali quali il calcio, il ferro, il manganese, il cromo, il rame, lo zinco e il selenio. La spirulina è in grado di stimolare la flora nel nostro sistema digestivo, normalizzare la funzione intestinale, e ripulire in modo naturale il nostro organismo. L’alga spirulina è acquistabile sia in polvere o in foglie ed adattissima a preparare zuppe e brodi. Per poter beneficiare al massimo dei sui effetti benefici per la salute tuttavia Segreti del benessere raccomanda l’assunzione dell’alga spirulina sotto forma di capsule biologiche, al fine di conoscere esattamente la concentrazione di principio attivo che si sta assumendo e di controllare con precisione il dosaggio giornaliero. Per maggiori delucidazioni su sull’ alga spirulina vi rimando al sito segretidelbenessere.it.

Legumi

Come sostituire la carne nella dieta

Ovviamente non possono mancare i legumi. Economici, in mille varietà e utilizzabili in cucina in tutti i modi possibili, i legumi sono l’alimento con la più alta concentrazione di proteine. Possono essere assunti come piatto principale, fare hamburger o salsicce di legumi, zuppe. I legumi sono davvero un alimento versatile, ma l’importante è sempre alternali con altri alimenti per avere il giusto apporto di proteine e vitamine.

Frutta secca

La frutta secca è famosa per le sue proprietà antiossidanti e per essere una fonte di Omega 3. Ma sono anche un ottimo modo per assumere proteine vegetali. Aggiungete frutta secca ai vostri piatti salati, come ad esempio un risotto noci e pere o aggiungete nocciole triturate nella preparazione dei vostri hamburger vegetali, oppure mangiate qualche mandorla a colazione o merenda e con una quantità minima (100 grammi di mandorle contengono 20 grammi di proteine) avrete assunto il giusto apporto proteico e calorico.

Semi

I semi in cucina sono fondamentali: potete usarli per condire insalate ma anche unirli all’impasto di pane e pasta. E non solo, potete assumerli come snack a merenda. I semi consigliati sono quelli di chia (ricchissimi di proteine), di girasole, zucca e canapa.

Frutto di giaco

Forse non è molto conosciuto, ma il frutto di giaco, chiamato in inglese Jackfruit, è un alimento molto proteico, che può andare a sostituire la carne nei vostri piatti salati, ed essere usato come ripieno per i sandwich o essere cotto alla piastra con un contorno di verdure.

Funghi

Potete scegliere tra una varietà quasi infinita di funghi e li potete usare in cucina come preferite: come sugo per risotti e pasta, cuocerli in padella e accompagnarli con la polenta o se scegliete dei funghi grandi potete anche impanarli e mangiarli al posto delle cotolette. Esistono poi anche funghi esotici, come il shitake, il reishi il maitake, più o meno buoni da assumere durante i pasti, ma che si trovano sotto forma di integratori alimentari. Per maggiori delucidazioni sui funghi esotici, vi rimando sempre al sito segretidelbenessere.it.

Il consiglio è sempre quello di iniziare a piccoli passi, riducendo la carne e il pesce gradualmente e naturalmente chiedete il consiglio di un nutrizionista per conoscere la dieta più adatta al vostro corpo.

Add Comment