Chi Sono

CHI-SONO

antonella-gigantinoCiao a tutti e benvenuti nel mio spazio, nel mio mondo se proprio vogliamo essere precisi! Ci sono anche io dietro questa nuova avventura di nutrizione e benessere, due cose che, come capirete mi sono molto a cuore.

Ma andiamo con ordine e vediamo come ci sono arrivata.

Mi chiamo Antonella, ho 38 anni, ho timore di compierne 40 come se fossero già 80 da circa 8 anni, cioè da quando ne ho compiuti 30. Sono laureata in Scienze della Comunicazione, sono felicemente zitella da un mese a questa parte e colleziono disastrose avventure sentimentali su cui scrivo decine di canzoni. E sì, oltre alla mia passione per il cibo, su cui mi dilungherò più tardi, ho un’altra grande passione: la musica. Canto e scrivo da 10 anni nello stesso gruppo, assolutamente e senza ombra di dubbio la mia storia d’amore più lunga.

Vivo in famiglia, voi direte sei grande, sì sono grande ma gli affitti sono alti e i miei non rompono tanto le scatole. Mia mamma, mio papà e la capostipite della famiglia, la zia zitella senior, Zielide, sono la mia compagnia. E Zielide è anche la colpa, se così vogliamo dire, della mia passione per il cibo.

Ho sempre oscillato tra un peso da sovrappeso e un peso da cicciona fin dai 6 anni di vita, ho mangiato schifezze assolute da fast food e ottimo cibo cucinato alla paesana in casa. I miei sono dell’Alta Irpinia, un posto dove mangiar bene è l’unico scopo nella vita. Non mi ha mai, però, interessato, fare il conto delle calorie precise ma da un certo punto della mia vita in poi, a 24 anni, mi sono imposta di star bene e sono andata da una nutrizionista.

La dottoressa, completamente pazza ma bravissima nel suo lavoro, dopo tutti gli esami del caso, mi ha dato una dieta semplice, in cui c’era tutto, di tutto, anche i carboidrati, e che basava il suo principio fondamentale sulla varietà.

Cosa di cui ancora adesso sono convinta: non serve fare 2 settimane di dieta del minestrone così alla prima fetta di pizza prendi 10 kg. Basta stare attenti nelle quantità, usare i prodotti giusti, aiutare il corpo con degli integratori, come fece lei, e tutto andrà bene. Morale della favola: in 10 mesi ho perso 26 kg. Nei 13 anni successivi ne ho ripresi 11 ma sempre per mia volontà. E oscillo tra la voglia di trasgredire e la voglia assoluta di mangiare sano ogni giorno della mia vita.

Quindi una volta a settimana mi concedo la mia birra artigianale, la mia pizza con i prodotti dop, il mio dolce gourmet ma negli altri giorni cerco di alternare ingredienti sani, quasi tutti veg, con verdure e frutta di stagione e un po’ di esercizio fisico che male non fa.

Lo so che sembra scontato ma basta davvero camminare mezz’ora al giorno per sentirsi bene, in pace con il mondo.

E a proposito di pace nel mondo cos’è che rende voi felici?

Ora, per l’appunto, vorrei dirvi, in questa pagina introduttiva, dieci cose random che rendono felice me:

  1. la bossa nova
  2. l’odore del caffè
  3. i tramonti
  4. gli amici
  5. il vino rosso
  6. un piatto di spaghetti al dente
  7. un libro nuovo
  8. il colore delle ciliegie
  9. la buccia dell’albicocca
  10. il cinema

Se siete arrivati fin qui, grazie per avermi seguito e continuate a farlo!