Cartilagine e protesi al ginocchio: quale alimentazione devo seguire?

Cartilagine e protesi al ginocchio: quale alimentazione devo seguire?

Qualche problema alla cartilagine? Qualcuno con la protesi al ginocchio?

Nessuna vergogna, fatevi avanti, qui ognuno di noi ha i suoi problemi.

Ognuno di noi ha avuto qualche problema con le articolazioni, fosse per quella maledetta caduta giocando a pallone, fosse quella storta alla caviglia di tanti anni fa che ancora duole, fosse l’età che ci mette un carico pazzesco nell’assottigliare la cartilagine.

Mia zia, ad esempio, a un certo punto si è dovuta arrendere e si è operata per sostituire la cartilagine oramai consumata, dopo anni e anni di infiltrazioni e altri lenitivi che si sono poi rivelati completamente inutili.

Avessi saputo, all’epoca, di quanto una dieta equilibrata possa aiutare la nostra cartilagine di certo gliel’avrei fatta seguire.

Cosa che sto facendo io da un bel po’ per prevenire problemi poi in età più avanzata.

Vi ho incuriositi?

Avete voglia di sapere cosa mangiare per non rovinare cartilagine e articolazione e non arrivare alla protesi al ginocchio?

Anche se di certo, soprattutto se le nostre articolazioni sono già rovinate, non c’è nulla di meglio che fare riferimento ai migliori professionisti per valutare l’esigenza di una protesi al ginocchio fatta bene che ci tolga i pensieri e ci riporti alla vita.

Mia zia è rinata, sia chiaro.

Ma, ma, prima e dopo meglio iniziare a mangiare meglio, non trovate?

Ho tante cose da dirvi, ce n’è di più.

Quale alimentazione seguire?

Innanzitutto, come detto in precedenza, quasi nessuno pensa a dare delle informazioni alimentari da seguire, poi, per un problema davvero molto comune, soprattutto nelle persone anziane.

Moltissime persone che hanno problemi articolari devono seguire una dieta specifica che, certamente, non include nessun tipo di latticino, neppure il latte di capra, dannosissimo.

Infatti, i latticini, purtroppo, non fanno altro che infiammare la cartilagine e le articolazioni.

L’altro consiglio è quello di eliminare completamente la frutta estiva, ricca di zuccheri, anche se naturali.

E, proprio a causa degli zuccheri, i dolci.

Pensate che moltissime persone, che in questi anni mi hanno seguito, hanno subito riscontrato la differenza con il cambio di dieta accorgendosi, ad ogni sgarro, che i dolorini o i dolori erano sempre associati a qualche zucchero o a qualche latticino mangiato a sbafo.

Possibilmente si dovrebbero mangiare maggiori proteine, sia a pranzo che a cena, eliminando i carboidrati, specialmente quelli raffinati che sono pieni di zucchero, e con un supplemento di ferro che aiuti nella guarigione completa o  nella prevenzione assoluta (che poi è quello che cerco di fare da un po’ di anni).

Smettetela di mangiare troppo pomodoro e anche troppo peperoncino, entrambi non sono indicati, perché tendono ad infiammare.

Decisamente meglio la carne, appunto, che serve anche a rinforzare il collagene che è la proteina fondamentale per la cartilagine e i tendini, anche sotto forma di brodo o mangiata regolarmente più volte a settimana.

Conclusioni

Ognuno di noi nella sua vita ha avuto a che fare con cartilagine infiammata o che tende ad assottigliarsi e nei casi più gravi con problemi che hanno portato poi alla protesi al ginocchio senza sapere che il nostro organismo perfetto si basa sempre anche su quello che mangiamo e ci sono degli alimenti da preferire e alcuni da evitare per non peggiorare le infiammazioni esistenti delle articolazioni.

Quindi impariamo a mangiare bene per migliorare il nostro corpo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *