Barrette Proteiche Migliori

Le migliori barrette proteiche

Diciamoci la verità: l’idea di mangiare delle barrette energetiche non è una cattiva idea, affatto. Soprattutto se parliamo delle migliori barrette proteiche fatte con ingredienti sani come quelle di cui parlerò.

Il business delle barrette dietetiche (con o senza lattosio) è un fenomeno in costante crescita, anche questo è vero. Ed è anche vero che questa particolare categoria di alimenti, una volta acquistabile solo in farmacie ed erboristerie, è ormai presente anche nei supermercati e da qualche anno viene venduta anche su Internet.

Il successo delle barrette energetiche (come in alcuni casi anche per le pillole dimagranti) nasce per due motivi chiari: il primo è che sono molto pratiche. Appena si può si prende questa barretta, che sia confezionata o meno, e la si mangia.

Quindi senza cottura, senza preparazioni, senza problemi di sorta. E poi l’aggettivo dietetico che nell’immaginario collettivo è sinonimo di salute e di dimagrimento. Infatti le barrette alimentari sono considerate molto più salutari degli snack tradizionali.

Oltretutto non dobbiamo dimenticare che abbiamo a che fare anche con un periodo storico in cui l’aspetto fisico è fondamentale, quindi parliamo di un mondo sempre più frenetico in cui la forma fisica va di pari passo con la praticità del momento.

Dicevo prima che la barretta per lungo tempo è stata considerata al pari di un qualsiasi medicinale da banco.

Ora, invece, da qualche anno, grandi catene di negozi di sport o alimentari qualsiasi hanno il loro angolo barrette, ma anche di frullati proteici. Ma cosa c’è davvero in queste barrette?

La cosa principale da capire è che per anni ci sono state somministrate delle barrette veramente schifose i cui principi nutritivi non erano affatto tali da renderle energetiche e sane, piene com’erano di raffinati industriali e ingredienti poco sani, anzi per niente.

OTTIENI LA TUA DIETA PERSONALIZZATA: lo sai che tu non sei come tutti gli altri? E lo sai che il tuo corpo è unico? Per questo motivo, per ottenere il tuo peso ideale hai bisogno di una dieta studiata appositamente per te. Ottiene la tua dieta personalizzata gratis cliccando qui

Invece, in realtà, una buona barretta energetica è il massimo per chi deve approcciare un allenamento duro in palestra o una super pedalata in bicicletta.

Durante un allenamento o prima di una competizione abbiamo bisogno di barrette a basso contenuto di proteine e fibre ma con parecchi carboidrati. I carboidrati, d’altro canto, sono fonte di combustibile primario del corpo. Consumare 60-90 grammi di carboidrati in un’ora rende molto migliore l’allenamento.

Kim Schwabenbauer, una nutrizionista proprietaria di Fuel your passion, è d’accordo. Dice che gli atleti dovrebbero soprattutto evitare grassi e fibre poiché sono in grado di “rallentare il processo del vostro metabolismo”. Schwabenbauer suggerisce la scelta di barrette energetiche con meno di otto grammi di grasso e due grammi di fibre.

Due ingredienti chiave sono il sodio e la caffeina, quest’ultima importante per l’umore e l’energia. Il problema è stare attenti con le quantità perché parliamo di una sostanza che può portare grossi problemi al sistema nervoso e anche parecchio diuretica.

Nei 30-45 minuti dopo un allenamento, i muscoli sono come spugne umide, porosi, pronti ad assorbire il glicogeno perso: fonte di combustibile primario del corpo che è fatto da carboidrati. Non fatevi ingannare da barrette ad basso contenuto di carboidrati,  i carboidrati sono ancora la cosa più importante da cercare.

Ma a differenza di prima o durante l’esercizio fisico, in cui la proteina è meno importante, l’ingestione di proteine subito dopo un allenamento è la chiave per aiutare a ricostruire i muscoli ripartiti. Si suggerisce di ricercare un rapporto di carboidrati a proteine di 3: 1 a 4: 1 (ad esempio, 60 grammi di carboidrati e 17 grammi di proteine).

Ci sono poi anche le barretta sostitutive del pasto.

E qui la cosa è differente: si tratta di barrette di dimensione superiore alla media il cui peso varia generalmente dai 45 ai 120 grammi per porzione.  Vengono utilizzate per sostituire un pasto completo e per questo motivo contengono o dovrebbero contenere tutti i vari nutrienti nelle giuste proporzioni. Stiamo attenti, però, a cosa compriamo e a cosa c’è dentro. Questo non è affatto da sottovalutare.

Ingredienti per le barrette

Barrette proteiche: Ingredienti per le barrette

 

Abbiamo parlato delle barrette con più carboidrati che servono per l’allenamento ma ci sono anche barrette senza carboidrati di cui vorrei parlarvi e gli ingredienti base sono la frutta secca, mandorle ad esempio, riso, kamut, cioccolato, mirtilli, ciliegie, bacche di Goji, miele. L’importante è che non ci siano zuccheri raffinati, che tendono ad aumentare lo zucchero nel sangue e che abbiano un buon apporto di proteine e fibre.

 

Alcune ricette di barrette energetiche fatte in casa

Le prime barrette di cui vi parlerò hanno come ingrediente principale i cereali.

Questa è la ricetta base:

Ingredienti

  • 100 gr di cereali
  • 20 gr di riso soffiato
  • 90 gr di miele
  • 30 gr di zucchero di canna
  • 1 cucchiaio di farina
  • 10 gr di cioccolato al latte

Barrette ai cereali

1. Barretta di granola fatta in casa

Barrette proteiche: 1. Barretta di granola fatta in casa

Queste barrette sono tutte fatte con un mix di prodotti buoni ma questi ingredienti tutti insieme creano un delizioso mix di sapori e consistenze. Le mandorle danno un po’ di proteine e croccante, o mirtilli secchi e l’uva passa portano il dolce e il gommoso e scaglie di cioccolato fanno storia a sé. Tostare l’avena può sembrare inutile, ma rende il sapore pimpante e ancora più croccante.

2. Barretta di granola e quinoa

barrette proteiche: 2. Barretta di granola e quinoa

 

I semi non sono solo per gli uccelli, e queste barre non troppo dolci lo dimostrano. Canapa, chia, zucca, papavero, lino per renderle croccanti e per fornire alcuni omega-3. Burro di noci e quinoa aggiungono la capacità di sentirsi sazi fino a cena.

3. Barretta mela e lampone

Per chiunque abbia allergie questa ricetta è una vittoria totale. L’avena regala tonnellate di fibra, i lamponi sono straordinariamente antiossidanti e l’olio di cocco aggiunge una nota tropicale sottile. Pronta subito è perfetta per il risveglio.

4. Barretta con olive e pomodori secchi

Il muesli non è solo dolce e questa barretta dai sapori mediterranei ha un sapore fantastico. E come potrebbe non esserlo con pomodori dolci secchi, olive di Kalamata leggermente amare, il cumino, il peperoncino piccante terroso e l’origano piccante? Si può anche uscire pazzi.

5. Barretta con mirtilli e pistacchio

L’unico inconveniente di questa barretta è che deve stare in frigo un paio d’ore per far indurire i mirtilli ma vale la pena attendere per questa bontà meravigliosa.

6. Barretta con mirtilli e yogurt greco

Dovete solo mescolare la ricetta base con mirtilli e yogurt greco fresco. Mentre nelle altre ricette abbiamo a che fare con yogurt in polvere in questo avrete la gioia di poter mescolare il vero yogurt con la frutta fresca e i cereali. Lasciatela indurire un po’ in frigo.

Le barrette energetiche

7. Barretta con fagioli neri e cioccolato

I fagioli neri possono essere ingredienti di deliziosi brownies, senza farina e biscotti, quindi perché non tentare una bella barretta energetica? Mescolati i fagioli con burro di mandorle, cacao, banane, uva passa e cocco, questi sono morbidi, dolci e sono una buona fonte di fibre e magnesio, un minerale coinvolto nella produzione di energia per la funzione muscolare e altro ancora.

8. Barretta con albicocche e anacardi

Barrette proteiche: 8. Barretta con albicocche e anacardi

 

Anacardi, albicocche, noci di cocco, avena e pochi altri ingredienti vengono mescolati nel robot da cucina, trasferiti in un tegame e messi in freezer a raffreddare. Le albicocche prestano tanta dolcezza naturale, si può anche non aggiungere il miele.

Le barrette proteiche

9. Barrette proteiche al tè verde

Il tè verde dal Giappone è conosciuto per un alto livello di antiossidanti e la caffeina può aiutare a mantenere l’energia. Mescolato con un po’ di cioccolato e di avena parliamo di un ottimo prodotto proteico.

10. Barretta proteica al parmigiano

Quinoa, noci, e parmigiano rendono questi barretta perfetta. Per una spinta in più di proteine, vi renderà sazi fino al pasto successivo.

Conclusioni finali

Abbiamo capito che in questo mondo frenetico in cui siamo abituati a vivere sia molto più facile perdere peso mordendo una barretta piuttosto che preparare un bel pranzetto con tanti ingredienti sani.

Abbiamo scoperto che ci sono degli ottimi prodotti da comprare  e anche tanta schifezza pubblicitaria da non confondere con ciò che viene promesso.

Parliamo di ingredienti raffinati, di anabolizzanti quasi, di prodotti pieni di roba industriale che fa parecchio male. Inoltre abbiamo anche visto la differenza tra le varie barrette, quelle salva pranzo e quelle proteiche, nonchè quelle energetiche.

Abbiamo bisogno, però, di sapere di quali ingredienti siano fatte, di quali possano essere le proporzioni tra i vari nutrienti e che ci facciano bene. Parliamo di un sostitutivo del pasto o di un energizzante che va inserito in una dieta equilibrata, non stiamo parlando di un momento a sé stante per cui tutto quello che mangiamo ci va bene ma di un momento integrativo all’interno di una dieta con alimenti sani.

Se parliamo delle barrette fatte in casa abbiamo l’imbarazzo della scelta, basta mettere insieme un po’ di cereali integrali con il cioccolato, la frutta, fresca o secca che sia e il gioco è fatto. Mi è piaciuta moltissimo anche l’idea di inserire degli elementi salati per non provare sempre le solite stucchevoli barrette dolci. E non è affatto male l’idea di utilizzare del formaggio che di per sé è un alimento parecchio proteico per tentare una via salata decisamente intrigante.

Comunque il mio voto sulle barrette è un voto positivo che nasce molto dall’esperienza personale e che trova, senza che diventi un fatto pubblicitario, una bella barretta anche un modo per accorciare i tempi in qualche giornata di quelle in cui non riusciamo a prendere neppure un po’ d’aria per respirare.

E voi? Avete mangiato barrette? Avete provato a inventare una barretta?

Fatemi sapere cosa ne pensate nei commenti!