Shaker Herbalife: prezzo e come si usa davvero

Shaker Herbalife: prezzo e come si usa davvero

Avete mai sentito parlare dei prodotti Herbalife e in particolare di quello che è considerato il prodotto top di gamma, cioè lo shaker Herbalife, il Formula 1?

Beh, ce ne sono diversi tipi, ecco i migliori:

Mi rendo sempre conto, più vado avanti nello scrivere questi che sono degli articoli informativi che molta gente non si avvicina ai prodotti che non conosce ed è anche giusto che sia così.

Proprio per questo, nella maggior parte dei casi, ho voglia di raccontarvi quello che ho imparato nella mia vita grazie anche all’efficacia di prodotti come questi che vengono pensati da aziende che sono leader del settore.

Herbalife nasce in California nel 1980 e da allora è riuscita a diventare presente in tutto il mondo con un sistema di network correlato che permette di vendere questi prodotti on line ma anche grazie a una rete di distributori indipendenti a cui l’azienda paga una commissione onerosa per ogni ordine che riescono a fare.

Questo tipo di ragionamento non fa di questa azienda una di quelle dal sistema piramidale, molto americano altrettanto, ma costruisce una vera e propria rete paritaria che mette i distributori come liberi professionisti ma al tempo stesso facenti parte di una grande famiglia come quella Herbalife.

Quando parliamo di leader del settore non parliamo certo di un’azienda a caso ma di un vero e proprio colosso che in questi anni ha fatto il meglio che poteva per rendere la propria azienda, appunto, la migliore, investendo nella ricerca e nel controllo medico di quello che viene proposto alla gente.

E proprio la ricerca ha fatto in modo che sia i prodotti per il dimagrimento e per la tonificazione che quelli che servono per la cura della pelle siano perfettamente bilanciati e controllati.

Negli anni Herbalife è stata accusata di usare prodotti non a norma, accuse quasi sempre decadute. In un paio di processi soltanto, e si tratta di errore umano e su un range che prende tutta la popolazione mondiale, sono stati riscontrati problemi al fegato dovuti alla presenza di efedrina.

Da allora, e sono passati anni e anni, Herbalife ha stretto ancora di più la maglia dei controlli e ha indetto ricerche mediche su ricerche mediche per dare la possibilità alle persone di fidarsi ciecamente della bontà dei prodotti, cosa che in effetti è stata più che comprovata.

Ora vediamo insieme questo prodotto, lo shake Formula 1 che è il prodotto più venduto e anche come funzionano il neon shaker Herbalife e il super shaker Herbalife, che sono due comodi compagni di viaggio.

Shake Herbalife Formula 1

Qui non vendiamo miracoli. 

Se continuerete a mangiare a pranzo o a cena cibo spazzatura accompagnato da litri e litri di bevande gassate nessun integratore o sostitutivo del pasto vi potrà mai dare un vero aiuto.

Questo è quello che vi deve entrare in testa nel momento in cui spendete dei soldi per comprare un sostitutivo del pasto, validissimo come questo, ma che non vi potrà mai far perdere chili se non deciderete di cambiare la vostra vita radicalmente.

Questo è un prodotto che funziona, e funziona bene, solo e soltanto se stiamo già lavorando su noi stessi con una bella attenzione nei confronti di una dieta ipercalorica che permetta di bilanciare e di mettere in riga il nostro sovrappeso.

Uno shake Formula 1 come questo di Herbalife è perfettamente bilanciato. Ha, nel suo interno:

  • proteine
  • vitamine
  • nutritivi
  • minerali

E ha pochissime calorie: 22o a porzione, quindi può essere utilizzato una volta al giorno come sostitutivo di un pasto migliorando tantissimo il nostro metabolismo, dandoci i nutritivi di cui abbiamo bisogno senza zuccheri, calorie o carboidrati.

Come funziona lo shake? Decidiamo innanzitutto il gusto che ci piace di più, c’è quello che sa di biscotto, quello al gusto di cioccolato o di vaniglia ed è molto buono, questo ve lo assicuro.

Herbalife è molto attenta nei confronti delle intolleranze, quindi nel barattolo non c’è nessun tipo di lattosio o di glutine.

Prendiamo un misurino di polvere (circa 50 grammi) e lo mischiamo con del ghiaccio (se vogliamo) e circa un quarto di litro di latte parzialmente scremato, di latte di soia, latte di riso, latte di kefir, quello che volete.

Potreste anche shakerarlo con l’acqua ma vi consiglio un liquido un po’ più denso perché è bene che la polvere diventi una sorta di milk shake all’americana nel momento in cui la frulliamo con il latte.

Ora questo tipo di bevanda, che vi assicuro che è anche molto gradevole, possiamo decidere di berla a pranzo o a cena e può essere, tranquillamente, essere portata fuori casa.

A quali prezzi vengono venduti gli Shaker Herbalife?

Avete presente il neon shaker Herbalife e il super shaker Herbalife?

Sapete come funzionano e come sono comodi da portare fuori casa?

Questi due prodotti sono diversi, perché il primo, il neon shaker Herbalife, è un bellissimo contenitore con colori accesi, dal prezzo di circa 14 euro, che serve a portare con sé il frullato.

Il super shaker Herbalife permette di preparare il frullato dovunque ci troviamo. In alcuni siti viene regalato se si acquista la confezione da 55 euro dello shake Formula 1 Herbalife.

Ecco, questa è una bella idea per non mangiare sempre qualcosa di sbagliato in ufficio o se pensiamo di non avere il tempo di prepararci il pranzo prima di uscire di casa. Preparare questo shake permette di stare tranquilli su ciò che stiamo portandoci dietro, su come ci stiamo nutrendo perdendo, come tempo reale per la preparazione, circa 3 minuti.

Avete idea dei prezzi e di quanti altri shaker ci sono e quanto costino? Vediamo insieme quello che è il percorso che possiamo intraprendere per avere sempre a portata di mano il nostro frullato:

Shaker Fluo: molto carino, dal costo di circa 22 euro. Ottimo da portare in spiaggia, comodo ed impermeabile, con colori shock molto giovanili.

Herbalife Sectional Shaker cup: questo è lo shaker degli sportivi, ha diverse sezioni che sono tutte molto utili. L’ultima parte contiene la polvere del frullato, un’altra può contenere le pillole drenanti e la parte superiore il liquido con cui vogliamo shakerare la polvere. In questo kit c’è anche una palla forata di metallo che permette di shakerare, appunto, il prodotto come in un frullatore. Costa circa 18 euro.

Herbalife Shaker a sezioni: questo è un altro link che permette di comprare, il super shaker Herbalife, a 18 euro, con la palla forata di metallo che fa da frustino senza corrente.

Come si usa lo shaker Herbalife?

Lo shaker Herbalife si usa in una maniera piuttosto semplice: abbiamo un vano inferiore in cui riponiamo il nostro misurino di polvere e un vano superiore, bello grande in cui dobbiamo inserire la bevanda preferita con cui shakerare il sostitutivo del pasto. A questo punto, dovunque ci troviamo svitiamo il vano inferiore, lo versiamo in quello superiore, mettiamo all’interno la palla forata che funge da frustino incanalando l’aria e shakerando la parte in polvere e quella liquida e il gioco è bello è fatto.

Ovunque vi troviate.

Conclusioni

Prima di concludere l’articolo voglio, però, tornare sul tema principale perché sicuramente incapperete in qualche commento negativo che riguarda la poca efficacia dello shake: una persona sedentaria, che non fa sport e non cammina neppure, non avrà mai gli stessi risultati di qualcuno che invece fa allenamento.

Così come è chiaro che avete delle abitudini alimentari sbagliate non fa altro che lasciare in fase di stallo una situazione di sovrappeso, di certo non ci troviamo davanti a un tipo di persona che, grazie al miracolo del frullato proteico, continuando a mangiare 6 hamburger al giorno perde peso.

Questo è quanto ed è bene che ognuno di noi sappia, in tutta onestà, che si deve sempre e comunque ragionare sul fatto che questo tipo di prodotti non ti cambiano la vita, siamo noi a dover cambiare la nostra prima di dover parlare di altro e di riempirci la pancia di integratori che, senza vita sana, molto poco possono servire.

Uno shake Herbalife serve a nutrirci bene e a farci dimagrire più in fretta ma sempre se mangiamo sano, mangiamo poco e mangiamo bene.

Qui nessuno vende pozioni magiche, la vera magia è quella di imparare a volersi bene, informarci sul cibo e sui prodotti buoni e iniziare a fare movimento.

Prodotti Herbalife: così li puoi avere a prezzi scontati

Prodotti Herbalife: così li puoi avere a prezzi scontati

Avete mai sentito parlare di Herbalife?

Mi viene proprio difficile credere che non abbiate avuto un approccio con i prodotti dietetici Herbalife e che ci abbiate pensato su, sul comprarli o meno, e che poi abbiate optato per non comprare nulla, visto che molto volte capita di non saperne nulla.

Allora io sono qui apposta per parlarvi di Herbalife e dei suoi prodotti così che possiate essere in grado di capire voi stessi, con le informazioni che vi do, se quello che vi sto presentando è un’azienda seria o meno.

Herbalife è un’azienda famosa in tutto il mondo che opera nel controllo del peso con prodotti specifici per dimagrire e nelle cura della pelle.

Fondata nel 1980 a Los Angeles, in California, ha circa 4000 dipendenti in tutto il mondo e circa 4 miliardi e passa di dollari di ricavati.

L’azienda si basa su una rete di distributori indipendenti che si regolano attraverso quello che viene chiamato network marketing e che è molto diffuso nel mercato americano.

Questi distributori guadagnano vendendo i prodotti Herbalife e poi da commissioni addizionali che l’azienda stessa dona loro grazie a questa rete.

La gamma dei prodotti che fanno capo ad Herbalife sono sia per la nutrizione interna:

  • frullati
  • snack proteici
  • integratori
  • prodotti per il fitness

e anche per la nutrizione del corpo esternamente:

  • prodotti per la cura della pelle
  • detergenti
  • creme idratanti
  • profumi
  • e prodotti anti – age

Il punto di forza dell’azienda, e ne parleremo tra poco, è il frullato Formula 1 che è un sostituto del pasto a base di proteine nobili della soia.

Questi prodotti servono anche per migliorare il sistema cardiovascolare, quello digestivo, sono adatti ai vegetariani e sono senza glutine per chi ne è intollerante.

Quali sono i prezzi per i prodotti Herbalife?

Quali sono i prezzi per i prodotti Herbalife?

I prodotti di cui parliamo in questa sezione sono quelli che io definisco i must have, cioè quelli che tutti noi dovremmo avere in casa per depurarci e per iniziare a pensare alla nostra salute in una maniera differente.

Il primo è questo:

Dieta Attiva Linea AVI

Questo prodotto è un sostitutivo del pasto che viene venduto, in un barattolo del peso di 500 grammi a un prezzo davvero molto basso: 15 euro e 99. Questo integratore in polvere è molto facile da usare, contiene le proteine della soia, dei piselli, del siero e del riso ed è senza lattosio e senza glutine. Basta inserire un misurino (di circa 50 mg) di questo integratore in polvere in acqua, in latte di soia o quello che vogliamo e diventa un mix unico di proteine, minerali e vitamine che permettono di nutrirci bene senza ingerire carboidrati e zuccheri.

Poi abbiamo:

3 Dieta Attiva Linea AVI

Questa scelta permette di avere, al costo di 44 euro e 99, tre barattoli da 500 grammi, per un totale di 1500 grammi, di integratore multi vitaminico e proteico, cosa che ci permette, ad un costo decisamente bassissimo, di avere 30 pasti sostitutivi al mese. E anche in questo caso basta leggere le istruzioni, leggere come usare questo sostitutivo del pasto per essere nutriti al massimo, con un prodotto controllato già dalla filiera iniziale e che è senza lattosio e glutine, quindi utilizzato da tutti quelli che sono intolleranti.

Bevanda concentrata al gusto di aloe e mango

Questa bevanda costa circa 33 euro ed è realizzata con succo di aloe vera che dà all’acqua un gusto straordinario che permette di aiutare a migliorare la nostra pelle, a depurarci, a drenare. La concentrazione di aloe vera, con il gusto del mango, aiuta a migliorare qualsiasi nostra bevanda rendendola perfetta per essere usata ogni giorno. Basta aggiungere un po’ di questo concentrato alla nostra acqua per renderla una bevanda squisita e perfetta per perdere peso.

Infuso a base di erbe al gusto limone

Questo tè, questo infuso, che costa circa 30 euro per 50 grammi di prodotto è un infuso di erbe drenanti e disintossicanti particolarmente concentrato. Grazie alla presenza della caffeina riesce a drenare in maniera eccellente il nostro corpo e tutti quei depositi di liquidi che ci portiamo dietro da anni. Proprio per questa ragione basta un cucchiaino di prodotto in acqua bollente per creare una tisana molto gustosa da bere e fantastica per il nostro dimagrimento rapido.

Barrette proteiche cacao e arachidi

Confezione da 14 barrette senza zuccheri, completamente proteiche, perfette come snack durante la mattina o il pomeriggio. Il tutto al prezzo, bassissimo, di circa 18 euro, poco più di un euro a barretta che sono un vero e proprio concentrato di energia e che permettono di saziarci per un bel po’ di ore fino ai pasti principali e senza ingurgitare cose che siano considerate non propriamente adatte a un regime dietetico.

Herbalife Formula 1

Questo ultimo prodotto è il vero e proprio fiore all’occhiello dell’azienda ed è il sostitutivo del pasto più usato, così come è chiaro che sia il prodotto più venduto. Molti ne parlano come di un prodotto che fa bene, che nutre alla grande e con 550 grammi di barattolo si può usare per qualche settimana al prezzo di circa 46 euro. Stiamo parlando di un prodotto che è un’eccellenza, c’è chi scrive di aver perso 4 chili in due settimane. Di certo non è miracoloso, dobbiamo sempre ragionare sul fatto che se mangiamo tantissimo a cena e poi pranziamo con questo integratore non perderemo mai peso. Questo sostitutivo shake permette di perdere peso più velocemente se già stiamo seguendo uno stile di vita sano, mi raccomando.

Alcuni prodotti herbalife a prezzi scontatissimi

Alcuni prodotti herbalife a prezzi scontatissimi

Abbiamo  prodotti Herbalife a prezzi scontatissimi che possiamo trovare su tutto il web a un costo molto basso, addirittura scontati del 50.

Fatemi un favore, aprite il vostro pc e fatevi un giro su Amazon, che vende prodotti originali, senza passare per quelli che sono dei siti poco conosciuti e che non ci sembrano affidabili. Dopo questo è bene poter ordinare i prodotti che ci servono grazie anche a questi sconti che si trovano spesso in queste catene di grossa distribuzione on line così che restare sani o perdere peso possa essere ancora e ancora più facile.

I prodotti Herbalife fanno male alla salute?

La salute è importante per tutti e non mi permetterei mai di presentarvi prodotti che non siano estremamente controllati come quelli Herbalife che da quasi 40 anni sono sul mercato e che da qualche anno si avvalgono, come testimonial, dello sportivo più famoso di tutto il mondo: Cristiano Ronaldo.

E lo stesso Ronaldo, dopo qualche prestazione più che eccelsa (cosa che capita spesso) non dimentica mai di ringraziare il suo sponsor per avergli dato le energie giuste per andare nell’eccellente.

Ovviamente sto parlando di Ronaldo perché è uno sportivo serio, uno che negli anni si è costruito una fama impeccabile e che mai farebbe da testimone a un imbroglio.

I prodotti Herbalife sono davvero molto ben controllati, ne parleremo anche in seguito e quegli unici due casi che sono stati riferiti a livello internazionale, cioè quelli che parlavano di presenza di efedrina (cioè di una sostanza illegale che permette di dimagrire velocemente) e che avrebbe dato problemi al fegato di questi due clienti, sono stati confutati da medici in 27 paesi del mondo. Herbalife è presente in così tanti paesi e con una così capillare distribuzione che se qualcosa di storto ci fosse stato nei prodotti ci sarebbe stata una vera e propria epidemia.

Invece basta fare un giro veloce sul web per scoprire che moltissimi sono i commenti entusiasti che riguardano i prodotti per il corpo e per dimagrire. C’è sempre qualche bastian contrario che sostiene che il prodotto non funzioni ma, come dicevamo già prima, questi prodotti non sono miracolosi. Se mangiamo pizza dalla mattina alla sera e poi prendiamo il nostro shake proteico davvero pensiamo di perdere peso miracolosamente? E come potrebbe mai essere possibile? Questo è il punto fondamentale su cui dobbiamo ragionare, questo è quello che dovrebbe farci rendere conto che un imbroglio globale non potrebbe essere possibile, quindi perché non dare fiducia a un marchio che è così tanto conosciuto da 40 anni a questa parte?

Opinioni mediche sui prodotti Herbalife

Opinioni mediche sui prodotti Herbalife

Herbalife ha bisogno di un regime qualitativo per funzionare, questo lo abbiamo capito e lo spiegheremo meglio anche alla fine di questo articolo. Quello che mi preme dire, però, prima della capacità di far dimagrire è che Herbalife finanzia ricerche in tutto il mondo per trovare nuovi prodotti al fine di migliorare la nutrizione.

Perché?

Perché Herbalife significa mangiare sano e a volte senza manco accorgercene, con la vita frenetica di tutti i giorni ci troviamo a fare degli errori nella dieta quotidiana più o meno grossolani.

Questo studio clinico, pubblicato sul Nutrition Journal non fa altro che dare ragione alla ricerca nutritiva di Herbalife promuovendo a pieni voti le diete che hanno un alto contenuto proteico.  Questo tipo di studio si basava su un test piuttosto facile che metteva davanti a un gruppo di persone un pasto proteico normale (tipo carne, pesce, pollo) e uno shake sostitutivo del pasto come il Formula 1.

Nel secondo dei casi le persone che avevano bevuto lo shake hanno subito la stessa perdita di peso di coloro che avevano mangiato la carne o il pesce magro ma con una perdita di grasso maggiore e quindi anche un drenaggio di liquidi maggiore. Questo studio mi piace riportarlo perché ha firme prestigiosissime nel panorama della nutrizione mondiale e quindi non fa che rendere evidente quello che già vi ho spiegato.

I prodotti Herbalife sono iper-controllati. Ci sono commissioni apposta che ne valutano tutte le componenti prima di metterli in commercio, questo è quello che vi deve far rendere conto della bontà di questo tipo di prodotti.

I prodotti Herbalife funzionano o no?

Quindi dopo questo viaggio abbastanza lungo ma anche molto esaustivo cosa mi direste: i prodotti Herbalife funzionano o no?

Ricordiamoci sempre che per quanto possano essere i prodotti più buoni e più nutrienti del mondo non possono cambiare la vita di coloro che li usano se quelli che li usano non hanno già avviato un regime dietetico e che non hanno pensato di fare un po’ di movimento.

Questo è quello che non serve solo per far funzionare i prodotti Herbalife ma per dare un senso alle nostre vite, non trovate?

Io ho quarant’anni, se non avessi deciso qualche anno fa di interessarmi ai prodotti (efficaci) per le diete mi troverei ancora a crogiolarmi in quelle belle pizze che erano la mia dieta da studentessa adolescente. Certamente bellissime e buonissime da mangiare ma non facevano bene alla mia salute, in nessun modo.

E se continuassi a mangiare hamburger con il doppio formaggio non credo che uno shake alla famiglia mi salverà dall’obesità. Proprio per questa ragione prima di spendere soldi (non tantissimi, diciamoci la verità) in prodotti Herbalife vediamo di cambiare la nostra idea di vita, con una bella dieta che si basi su tante proteine (animali e non) e che sia in grado di farci camminare o far palestra un paio di volte a settimana. Vi piace passare la vostra giornata seduti davanti alla scrivania o sul divano a guardare la tv?

Questo è il male assoluto, abbiamo bisogno di camminare una mezz’ora al giorno, abbiamo bisogno di fare le scale di casa e non prendere l’ascensore.

Lasciatela la macchina sotto casa, camminate a piedi, godetevi questa primavera che sta sbocciando sotto i nostri occhi. La prova costume si avvicina inesorabile e una barretta proteica al posto di quel pacchetto di patatine può essere un bell’aiuto. Ma l’altro aiuto dobbiamo darcelo noi, con una grande attenzione nei confronti del nostro corpo e della nostra mente.

Herbalife è nata nel 1980 e ha prodotti e distributori in tutto il mondo, non è un’azienda piccola che è appena nata e che nessuno conosce.

Bisogna dare fiducia all’azienda e a quelle che sono le commissioni di ricerca che ogni anno vengono rinnovate per migliorare i prodotti e bisogna dare una mano al nostro corpo con un bel po’ di attività fisica e senza mangiare cibo spazzatura da fast food. Basta con le birre della sera, bene è un concentrato di aloe che fa bene alle cellule del nostro corpo, che ci rende più belli. Perché essere belli nasce da dentro ma ci vuole una bella passata di allenamento e di cibo sano per essere belli  anche fuori, no?

Prodotti Dukan? Ecco dove trovarli (online e non)

Prodotti Dukan? Ecco dove trovarli (online e non)

Avete mai pensato di iniziare una dieta Dukan con i prodotti Dukan?

Avete mai trovato un sito dove comprare i prodotti Dukan?

Questo articolo vi aiuterà nella ricerca e su dove trovarli online.

La dieta Dukan è una dieta ferrea e iperproteica che permette di perdere parecchio peso nel giro di poco tempo.

La dieta, che è stata inventata dall’omonimo dottor Dukan, è divisa in 4 fasi:

  • fase d’attacco
  • fase di crociera
  • fase di consolidamento
  • fase di stabilizzazione

Visto che la dieta è molto rigida e che permette di mangiare solo determinati alimenti è consigliata l’acquisto dei prodotti Dukan che sono prodotti naturali che servono proprio ad aiutare il paziente nelle varie fasi della dieta per abituarsi man mano a questo regime piuttosto rigido.

In questo articolo scopriremo dove comprare i prodotti Dukan, cercando dove trovarli in rete, soprattutto su siti autorizzati alla vendita dei prodotti Dukan.

Vedremo dove trovarli per poi inserirli nella 4 fasi che vi ho introdotto prima perché vi aiuteranno a dimagrire tanto e poi a mantenere il peso giusto.

La prima fase, che è quella più dura di attacco ma anche quella più soddisfacente, permette di perdere parecchio peso grazie al fatto che si mangiano solo 72 proteine, 72 differenti proteine e basta.

Poi c’è la fase di crociera in cui queste 72 proteine magre vengono affiancate da 28 verdure, così da creare un carnet di 100 alimenti, 100 alimenti che vanno presi in giorni alterni.

Alcuni di questi giorni sono di sole proteine, gli altri giorni possono mescolare proteine e verdure.

La fase successiva è quella di consolidamento.

Questa fase permette di superare con facilità il problema del peso yo-yo permettendo al nostro corpo di dividersi tra la dieta ferrea e un’alimentazione spontanea.

Man mano vengono ripresi a mangiare anche altri alimenti, come il pane o il formaggio e anche la frutta.

La fase della stabilizzazione è essenzialmente libera ma ha bisogno di un paio di accorgimenti che servono per rendere questa dieta davvero perfetta, senza sbavature, nonostante si mangi di tutto.

Innanzitutto vanno presi 3 cucchiai di crusca al giorno e poi bisogna continuare a fare un’attività fisica leggera al giorno, anche solo di una ventina di minuti.

Questo perché è bene farla ogni giorno e bisognerebbe farla sempre. Fondamentale lo è certamente nella dieta Dukan, anche perché senza attività fisica è molto difficile pensare di dimagrire nel mondo giusto.

Ora vediamo i prodotti Dukan e dove comprarli così che si possa, ancora meglio, nutrire il proprio corpo con gli alimenti proteici giusti.

Prodotti per la Dieta Dukan: fase attacco

Nella fase di attacco sono accettate solo proteine super magre come:

  • Pollo coniglio e tacchino
  • Prosciutto magro
  • Manzo, vitello, o fegato di pollo
  • Pesce (ma non quello in scatola)
  • Molluschi
  • Crostacei
  • Uova (fino a due al giorno)
  • Prodotti lattiero-caseari magri
  • Aceto
  • Senape
  • Spezie
  • Erbe aromatiche
  • Aglio e cipolla
  • Ketchup Dukan (che è l’unico prodotto della linea Dukan che è concesso in questa fase e si può trovare sul sito della Dukan. Questo tipo di ketchup non ha nessuna aggiunta di zucchero e può essere usato, durante la giornata, in una quantità pari a un cucchiaio di zuppa.
Prodotto Prodotto
Ketchup Dukan Ketchup Dukan

Prodotti per la Dieta Dukan: fase crociera

In questa fase, in cui gli alimenti sono maggiormente variegati, si possono mangiare più tipi di cibo.

La vendita dei prodotti Dukan, in questo caso, sul sito, è molto consigliata.

I frullati, invece, sono dei sostitutivi proteici del pasto e sono perfetti nella fase da crociera. Equivalgono a un pasto completamente proteico.

Bastano 3 misurini, e ci sono anche dei gusti differenti, in 250 ml di latte scremato o di qualsiasi tipo di latte, anche non vaccino, che vogliamo usare. Oltretutto 10 grammi di proteine sono solo 130 calorie.

I biscotti di crusca d’avena mettono insieme sia le proteine che le fibre e sono ottimi sia la mattina che come spuntino durante la giornata.

Prodotto Prodotto
Frullati Dukan Biscotti Dukan

Nella fase di crociera se ne possono mangiare 3 al giorno.

Poi 4 nella fase di consolidamento e a volontà durante la fase di stabilizzazione. In questo caso, nella fase ultima di stabilizzazione, si possono mangiare quanti biscotti si vogliono e non vanno comunque in conflitto con i tre cucchiai di crusca d’avena che sono l’unico obbligo di questa ultima fase, duratura, della dieta libera.

Prodotti per la Dieta Dukan: fase consolidamento

Nella fase di consolidamento possiamo mangiare, in quantità più consistenti, una serie di prodotti Dukan che potevamo mangiare, con meno frequenza, nella fase di crociera che è molto più rigida. In questo caso è giusto parlare per primi dei prodotti Dukan più venduti, cioè le barrette sostitutive del pasto completamente proteiche.

Migliori Prodotti Barrette Dukan

Prodotto Prodotto Prodotto Prodotto
Barette Dukan Barette Dukan 2 confezioni Barette Dukan 3 confezioni Barette Dukan 6 confezioni

Questo tipo di barrette, ovviamente senza nessun tipo di zucchero aggiunto, sono costituite da un grosso quantitativo di crusca d’avena, un po’ di edulcorante sempre naturale e poi un po’ di semi di lino.

La cosa interessante di questo tipo di barrette, tutte fibra e salute, è che non contengono altri cereali al di là dell’avena e quindi, in questa fase di ritorno alla dieta libera, sono perfette per spuntini o pasti veloci che ci aiutino a spezzare l’alimentazione equilibrata con delle barrette energetiche perfette da ingerire vista la bassissima presenza di calorie.

Ci sono poi le pepite di crusca ai frutti di bosco (clicca qui), uno dei prodotti Dukan di punta, che sono fantastiche nel latte (sempre qualsiasi tipo di latte vogliate) al mattino.Pepite Crusca Dukan

Avete ben intuito, e poi ne parlerò in maniera più approfondita nella fase della stabilizzazione, quanto importante sia la crusca nella Dukan, quindi la mattina non c’è nulla di meglio che lanciarsi a capofitto in una nuova giornata con un bel carico di fibre.

In questa fase, che è molto importante perché c’è il reintegro della pasta, sarebbe molto interessarsi ad avvicinarsi ad altri tipi di pasta, come la pasta di konjac, che è sempre un prodotto Dukan.

Devo raccontarvi un breve aneddoto: non ho mai saputo dell’esistenza di altri tipi di pasta fin quando non incontrai un amico nutrizionista e molto ben allenato che iniziò a parlarmi di noodles o tagliatelle di konjac, in questo caso specifico, agli spinaci.

Tagliatelle DukanPerché scegliere tagliatelle di konjac e non di grano duro o integrali? Perché hanno circa il 96 per cento in meno di calorie di una tagliatella di grano normale. Sono senza grassi, ricche di fibre e senza glucidi, una sorta di miracolo che pochi di noi conoscono.

100 grammi di tagliatelle Dukan hanno 25 calorie rispetto alle 360 e passa calorie di un piatto di pasta normale.

Ed è tutto completamente naturale: il konjac è asiatico ed è ricco di glucommanano e di fibre solubili. Un’avvertenza che mi sembra interessante da dirvi per non spaventarvi: quell’odore di iodato che sentite nel momento in cui aprite la busta di tagliatella scompare appena le sciacquate in acqua una prima volta, quindi non abbiate timore di usarle.

Si possono amare i farinacei senza le complicazioni dei farinacei, fidatevi.

Per gli amanti dei dolci che poi dolci non sono vi consiglio anche di provare la crema spalmabile alla nocciola e al cacao magro (clicca qui per i dettagli), una vera delizia che mi sento di consigliare anche a tutti coloro che hanno problemi con la glicemia, cioè anche chi soffre di diabete.

Questa crema spalmabile, che sembra Nutella ma Nutella non è, è perfetto come dessert perché ha tutto ciò che un dessert dovrebbe avere, cioè è buono, è confortevole ed è dolce ma non ha zuccheri aggiunti, quindi può essere davvero mangiato da chiunque, anche da un diabetico.

Prodotti per la Dieta Dukan: fase stabilizzazione

La fase di stabilizzazione è quella del ritorno alla vita di tutti i giorni dopo una prima fase parecchio dura e poi il reintrodurre di tutte i vari alimenti man mano. Quando si arriva qui ci si dovrebbe destreggiare in quella che è un’alimentazione libera ed equilibrata.

Proprio per questa ragione entra in merito, proprio nell’ultima fase, quella che dovrebbe durare per la vita, la crusca, il super alimento su cui punta tutto Pierre Dukan, il famosissimo dottore francese che ha inventato questo tipo di dieta.

Perché la crusca?

Migliori Offerte per Crusca Dukan

Prodotto Prodotto Prodotto Prodotto
Crusca Dukan

Perché favorisce il senso di sazietà, aiuta il colesterolo a stabilizzarsi, stabilizza anche la glicemia ed è piacevole da mangiare.

La crusca d’avena, con le sue fibre solubili, diventa tutt’uno con il bolo della digestione e quindi crea un senso di pienezza che dura a lungo, decisamente più a lungo di altri alimenti.

Proprio per questo usare la crusca 3 volte al giorno permette al soggetto di non acquisire quel senso di fame che lo porterebbe a mangiare più del dovuto, questo è più che evidente. Per questa ragione ci troviamo davanti a quello che è definito, a tutti gli effetti, la vera e propria magia della dieta Dukan (qui puoi leggere la sua versione vegetariana) e che permette di superare anche questa fase conclusiva, anche perché dura tutta la vita, senza pensare mai di avere fame.

Vi chiederete anche: è possibile che questo tipo di crusca d’avena sia una crusca biologica?

Se acquistiamo la crusca Dukan sui siti dove comprare questi prodotti è chiaro che ci troviamo davanti a un prodotto controllato e al 100 per cento bio.

Come voi ben sapete sono anni che sostengo che la vera lotta, quella per cui dobbiamo combattere con maggiore enfasi, è quella che ha a che fare con l’ignoranza e l’acquisto di prodotti scadenti.

I prodotti Dukan sono controllati e come tali vanno presi ed acquistati, con la consapevolezza di avere a che fare con un prodotto che vale.

Abbiamo fatto una carrellata, piuttosto interessante, sui prodotti Dukan e sulla dieta Dukan, dieta più che famosa da decenni.

Questi prodotti è possibile trovarli anche nei supermercati come Carrefour, Esselunga, Auchan, Coop a Roma e a Torino o in farmacia ma è di certo molto più comodo e molto più aggiornato il catalogo che vi suggeriamo on line.

Un po’ perché essendo aggiornato possiamo certo essere sempre consapevoli dei nuovi prodotti, dei nuovi arrivi, di ciò che è presente e ciò che non è più in produzione e un po’ perché, ammettiamolo, è molto più intelligente avere a che fare con internet e con la possibilità di avere informazioni sottomano che siano davvero sotto alle nostre mani e ai nostri occhi attenti.

Pierre Dukan è stato considerato per anni un visionario, un vero e proprio innovatore del modo di pensare, dall’inizio alla fine, una dieta, una alimentazione controllata, anche decisamente rigida.

Mi ha sempre molto interessato questo modo di ragionare sugli alimenti a compartimenti stagni e al reintrodurre, in maniera sana, gli alimenti man mano che le fasi della dieta si susseguono.

Chi inizia con la prima fase, quella dell’attacco, può trovare questa dieta decisamente pesante, con restrizioni evidenti che circoscrivono gli alimenti a una sola macrocategoria.

Ma poi man mano che la dieta va avanti si rende sempre più interessante il quadro, con l’introduzione, man mano, di alimenti su alimenti di svariate categorie.

Proprio per questa ragione si arriva, poi, alla fase finale con la consapevolezza di aver imparato a dosare bene i vari cibi, con la scoperta della crusca come alimento guida e con l’aiuto della ginnastica consigliata tutti i giorni.

Questa dieta e i prodotti Dukan non sono concepiti per un tempo limite in cui fare la dieta, che è anche particolarmente stressante per chi vuole immaginare sempre la propria vita come in un’altalena di peso in cui si ha bisogno di fare la dieta per poi perdere i chili ripresi dopo la dieta precedente.

Questa dieta ti insegna a cambiare la propria visione del cibo e della vita ed è quello che più mi interessa vedere, in questo mio percorso alimentare ed esistenziale, che oramai seguo da più di due anni.

Bisogna esplorare ed internet è il luogo dei sogni per chi è curioso e al tempo stesso intelligente.

I prodotti Dukan, dove comprare, dove trovarli, questo è quello che questo articolo vuole farvi arrivare.

Avete mai pensato che dei prodotti completamente naturali possano aiutarvi a dimagrire meglio in un regime alimentare regolamentato? Questa è la vostra occasione per scoprire che è possibile lavorare bene con il proprio corpo e con la propria mente se abbiamo gli elementi giusti.

 

 

Segui un video sullo Zumba per mantenerti in forma

Segui un video sullo Zumba per mantenerti in forma

Hai mai provato a seguire uno zumba video per mantenerti in forma?

Se non avete voglia di spendere il vostro tempo in palestra seguire un corso video non è affatto male per provare comunque a fare del movimento in casa propria.

Iniziamo dal principio: chi di voi sa cos’è lo Zumba e quanti benefici dà al nostro corpo?

Che cos’è lo zumba?

Lo zumba è nato in Colombia qualche anno fa e da allora è diventato, per moltissimi, una delle discipline del fitness più amate e coinvolgenti.

Leggenda narra che il suo ideatore, il colombiano Beto Perez, avesse dimenticato la playlist con cui era solito coinvolgere i suoi clienti con l’aerobica e avesse solo la lista della sue canzoni preferite, quelle che sentiva ogni giorno. Quindi rumba, merengue, salsa, reggaeton.

Proprio grazie a questa dimenticanza il Perez decide di fare lo stesso la lezione e quindi di accoppiare una lezione di aerobica semplice con quelli che sono dei movimenti tipici delle danze afro-caraibiche.

Da quel primo momento di disorientamento Perez inventò questa coreografia mista che ebbe da subito un successo clamoroso. Proprio per questo è facile immaginare quanto si sia propagato, a macchia di leopardo, il successo dello zumba nel mondo che oggi vanta milioni e milioni di seguaci.

Ovviamente, poi, il quadro di allenamento si è completato con il tempo diventando un vero e proprio programma che promette e mantiene mille calorie bruciate in un’ora. Che è veramente tantissimo.

Così come è vero che i ritmi caraibici sono perfetti per un allenamento vario in cui ci sono dei ritmi lenti e poi delle veloci accelerate che permettono al nostro corpo di non abituarsi all’esercizio che si sta facendo, che con i cambi di passi è sempre differente anche per il nostro metabolismo.

Come ogni attività aerobica lo zumba è perfetto per la tonificazione, fa benissimo alla circolazione ed è un toccasana per il cuore.

Consigliato lo è per ogni età, tranne che non si abbiano dei problemi alle articolazioni.

Se non avete mai visto una lezione di zumba mi auguro che un video possa farvi venire voglia di seguire il corso ovunque voi siate per fare lezione. Ma se aveste già visto una lezione vi sarete resi conto che ci sono diversi livelli di zumba e che viene praticato anche da donne di una certa età, in maniera più elementare.

Quindi io dico sì allo zumba sempre, è divertente, è gioioso, è coinvolgente.

E se vi piace quell’atmosfera non ci sarà nulla di meglio che seguire un video di zumba per restare in forma.

Vi siete messi in testa di perdere qualche chilo per sentirvi più leggeri?

Allora è proprio questo quello che fa per noi, anche se non abbiamo poi tanta voglia di uscire di casa per fare un po’ di movimento e sentirci meglio con noi stessi. Questo è l’anno giusto per iniziare a pensare di fare qualcosa per il nostro corpo e per la nostra mente, non trovate?

 

Centro di fitness a Roma con Piscina

Centro di fitness a Roma con Piscina

Se avete voglia di fare un po’ di fitness in piscina questo è l’articolo che fa per voi, se siete di Roma e dintorni.

Il Forum Sport Center Roma, fitness center che dispone delle migliori piscine di Roma, è proprio il posto giusto per iniziare a lavorare un po’ meglio sul nostro benessere.

Perché non avete ancora pensato di iscrivervi in un centro polifunzionale, decisamente comodo e spazioso, in cui si può pensare di fare sport con tutta la famiglia?

Questo tipo di idea, personalmente, la trovo molto interessante.

Ognuno di noi si trova ad accompagnare i figli, in giro per la città, a praticare qualche sport.

Un centro del genere permette anche a te di impiegare il tuo tempo in modo da poter sfruttare quell’ora in maniera diversa, aspettando i bambini, facendo qualcosa che faccia bene a noi.

Provare a fare fitness in piscina è proprio qualcosa di interessante, qualcosa che potreste anche pensare che possa essere una vera e propria rivoluzione.

Ora vediamo bene cosa significhi decidere di fare fitness per migliorare la nostra vita.

Fare fitness in piscina a Roma

Bella l’idea di fare un po’ di fitness in piscina a Roma?

Ci sono spazi immensi, di più di 11metri quadrati, che hanno uno sviluppo polifunzionale importante per chi ha voglia di entrare nel mondo del fitness.

Avete mai pensato di fare esercizio in acqua? Avete mai pensato di poter migliorare la vostra vita con un’ora di esercizio in piscina?

Questo nuovo modo di concepire la palestra è molto giusto per chi non ha voglia di sudare e di fare step o aerobica sulla “terra ferma”, è un nuovo concetto di esercizio che permette di sforzarsi il doppio senza neppure accorgersi di quanto ci si stia allenando.

A Roma, che è una città molto grande, la nostra capitale, credo che il concetto vincente sia proprio quello della polifunzionalità. I nostri figli faranno quello che più a loro aggrada mentre noi possiamo scegliere quello che più preferiamo, sfruttando al meglio quelli che sono i tempi di ogni giornata impegnativa in famiglia.

L’allenamento, a mio avviso, non deve mai essere visto come un nemico o come un privilegio per chi non ha nulla da fare. Prendersi del tempo per sé, per lavorare sul proprio corpo mentre si segue una dieta equilibrata non è nient’altro che volersi bene.

In quest’epoca in cui, grazie al web, abbiamo iniziato ad avere maggiori informazioni su cosa faccia bene o faccia male fare fitness in piscina è un bel modo per muoversi molto senza neppure accorgersi di fare tutto quel movimento e senza sudare, cosa che personalmente non mi piace per niente.

Occupiamo un’ora ogni due giorni per fare allenamento, non c’è bisogno di essere maratoneti o nuotatori per aiutare il nostro corpo a stare più in forma e ad accelerare il nostro metabolismo. Se sei di Roma e hai intenzione di cambiare la tua vita in meglio questa è la tua occasione.

Rimedi naturali contro la cellulite (anche in menopausa)

Rimedi naturali contro la cellulite (anche in menopausa)

Avete mai pensato a come far sparire la cellulite per sempre?

Certamente la cellulite è uno dei mali più riconosciuti del 21° secolo, quindi proprio per questi motivi l’articolo cercherà di rendervi informate su quali rimedi naturali sono più efficaci contro la cellulite!

Se pensi che la cellulite sia un problema solo tuo sappi che non sei affatto sola. L’85 per cento delle donne sviluppa, a un certo punto della sua vita, la cellulite.

Quasi tutte noi abbiamo problemi con quei buchetti antiestetici in qualche parte del corpo.

Ma che cos’è la cellulite e perché tante donne ce l’hanno?

Cosa possiamo fare per porre fine a questo incubo per sempre?

Innanzitutto ragioniamo su cosa sia la cellulite.

Cos’è la cellulite?

La cellulite è un altro modo di dire grasso.

Infatti si sviluppa sotto la pelle come un vero e proprio deposito di grasso che si spinge tra gli strati di collagene. La cellulite è bitorzoluta e irregolare e in genere si manifesta nelle parti del corpo dove già si tende a immagazzinare grasso quindi cosce, glutei, braccia e pancia.

Le donne, anche se magre possono sviluppare la cellulite a qualsiasi età.

Molte volte è legata a transizioni ormonali. Infatti, dopo la pubertà gli estrogeni che circolano nel corpo innescano l’accumulo di liquidi nei tessuti grassi.

Proprio questa ritenzione idrica nella fibre di collagene sotto pelle crea la caratteristica buccia d’arancia.

Anche durante la gravidanza gli stessi cambiamenti ormonali che possono causare le smagliature ti rendono più incline a sviluppare la cellulite.

Gli estrogeni regolano anche la produzione di collagene nel corpo. Con la premenopausa e la menopausa anche la produzione di collagene diminuisce. Meno collagene significa avere tessuti connettivi più deboli e una pelle più sottile, cosa che rende la cellulite ancora più forte.

In menopausa, con meno estrogeni, inizia a diventare più difficile la circolazione, sia vascolare che linfatica. Anche questo aumenta la cellulite.

Altri fattori che aumentano la cellulite

Rimedi naturali contro la cellulite (anche in menopausa)

Essere sovrappeso rende la cellulite più evidente. Maggiore è il grasso immagazzinato sotto la pelle e maggiore è la probabilità di stressare il tessuto connettivo e consumare i muscoli. Lo scarso tono muscolare può peggiorare la cellulite così come le sigarette. Fumare fa male alla circolazione e non permette al corpo di formare collagene.

In realtà molte di noi sono solo predisposte alla cellulite anche se magre e in forma.

7 rimedi per ridurre la cellulite

Le persone spendono un sacco di soldi all’anno per prodotti che servono a ridurre la cellulite. In realtà la maggior parte di questi prodotti sono completamente inutili.

Allora ecco 7 rimedi che servono a ridurre la cellulite e sono naturali.

1. Resta idratato

Bevi molto, almeno 2 litri di acqua al giorno per mantenere il tuo tessuto connettivo forte ed elastico. Si può aumentare l’assunzione di liquidi anche con degli alimenti ricchi di acqua come cetrioli, peperoni e sedano.

2. Bevi un brodo fatto con la carne attaccata all’osso

Prova ad andare in supermercato e comprare pezzi di carne da brodo attaccata ancora all’osso. L’osso è fondamentale perché rilascia parecchio collagene se viene lasciato in acqua bollente per ore.

3. Fai allenamento

Devi fare allenamento, soprattutto squat e affondi, cioè tutto quegli esercizi che tonificano i muscoli delle gambe.

4. Perdi peso

Chiaro è che avere dei chili in più non è mai una buona cosa, soprattutto se stiamo ragionando su una persona che ha problemi di cellulite. Il grasso si accumula, sedere e gambe sono più grossi, e la cellulite prolifica.

Un po’ di settimane di dieta mediterranea può essere una bella soluzione che permetterà di vedere subito il miglioramento.

5. Massaggio della pelle

Per migliorare la circolazione si può massaggiare, con quei guanti appositi o a mani nude, la pelle delle gambe dirigendosi verso il cuore. A secco questo massaggio alle gambe rende la pelle più morbida e liscia e rimuove anche un po’ di linfa stagnante, drenando i liquidi. Sii forte, usa pressione nel fare questo massaggio ma al tempo stesso non essere brutale, soprattutto se usi sfere o rulli per il massaggio.

6. Prendi un integratore multivitaminico

La tua pelle e il tuo tessuto connettivo richiedono un nutrimento costante. Le vitamine chiave per una pelle sana sono la vitamina C e il beta-carotene che il corpo utilizza per ricostruire e riparare le cellule della pelle. Per questo, puoi anche far riferimento a degli integratori naturali evitando però quelli che fanno male.

7. Fai uno scrub con il caffè

Fai uno scrub fai da te con il caffè. Gli alimenti che contengono caffeina, se applicati localmente, migliorano la circolazione della pelle e aiutano a esfoliare le cellule morte.

Per questo scrub servono: 300 grammi di caffè, 3 cucchiai di zucchero di canna e 3 cucchiaio di olio di cocco sciolto e raffreddato.

Usalo sotto la doccia, come faresti per qualsiasi scrub e conservalo in un barattolo per un massimo di 2 settimane.

Avete visto come sono semplici da applicare questi rimedi naturali?

La cellulite è un problema per quasi tutte le donne e non dobbiamo pensare che sia un mostro invincibile. Sconfiggerla è possibile, soprattutto se miglioriamo le nostre abitudini e usiamo qualche trucchetto facile facile come questi.

La piperina forte funziona? Opinioni mediche e dove si compra

La piperina forte funziona? Opinioni mediche e dove si compra

Hai mai sentito parlare di piperina forte e se davvero funzioni?

In questo articolo vi spiego tutto quello che sono riuscita a trovare sul web, con opinioni mediche e dove si compra.

Innanzitutto va detto che la piperina forte, nella medicina cinese, è considerata un vero e proprio toccasana e poi che è un prodotto decisamente economico, quindi va bene per tutte le tasche.

Altra premessa che voglio fare, certamente piuttosto importante, è che sul web le opinioni sono decisamente spaccate tra chi urla al miracolo e chi fa il conteggio delle controindicazioni.

Ovviamente noi siamo qui per non fare gli imbonitori ma per informarci, quindi leggiamo attentamente tutto quello che i medici ci dicono e poi decidiamo se comprarla o meno.

Lista Migliori Offerte Piperina Forte

 

Che cos’è la piperina forte?

Che cos'è la piperina forte?

La piperina forte è un alcaloide che è presente in una spezia molto economica che tutti noi abbiamo in casa: il pepe nero.

La medicina cinese, come vi accennavo prima, e quella ayurvedica sono millenni che sostengono che il pepe sia ricco di proprietà benefiche. Tutti i problemi digestivi venivano curati con il pepe così come i dolori cronici come l’artrite e i reumatismi e anche le malattie cardiache.

E’ interessante ragionare sul perché il pepe venisse considerato magico ma forse è facile riuscire a immaginarlo: il pepe aumenta la salivazione e la secrezione gastrica migliorando l’assorbimento del cibo e anche il transito intestinale.

Proprio per tutte queste ragioni la piperina forte viene utilizzata, sotto forma di integratore, nelle diete dimagranti. Insieme ad altri ingredienti naturali, come caffeina e guaranà, stimola il metabolismo.

La stimolazione del metabolismo, quindi l’accelerazione del processo che permette di bruciare i grassi, chiaramente rende la piperina una sorta di magia per chi vuole dimagrire in maniera facile, senza soffrire troppo.

La ragione per cui questo tipo di miracolo non è possibile che accada è che la gente pensa che sia una vera e propria formuletta magica per ci anche mangiando moltissimo, senza nessuna remora, grazie alla pillolina al pepe nero si dimagrisce lo stesso.

Questo è un errore madornale e avrò piacere, poi, di scrivere proprio in questo articolo una dieta da 1200 calorie da seguire nel frattempo che facciamo i nostri esperimenti con la piperina forte.

La piperina, come tutto ciò che deriva da spezie che sono piccanti o che pizzicano pancia e intestino aiutano il cuore e migliorano la digestione, questo lo sappiamo tutti.

Anche perché lo capiamo subito: se mangiamo un peperoncino a morsi diventiamo tutti rossi perché il peperoncino è vasodilatatore e poi iniziamo a sentire un eccesso di salivazione, perché vengono messi in moto tutta una serie di meccanismi digestivi.

Quindi anche la piperina forte di certo aiuterà in questo senso ma non aiuta a dimagrire se abbiamo un regime alimentare da 10000 calorie al giorno con un bel po’ di cibo da fast food.

Non c’è nessuna persona al mondo che vi dirà di essere dimagrita mangiando la qualunque e solo grazie a degli integratori alimentari.

La dieta è una scelta di vita, stare bene non significa perdere 200 grammi in più grazie all’uso di un’acceleratore di metabolismo.

L’acceleratore del metabolismo può fare qualcosa solo se ci troviamo davanti a un uomo o a una donna che stanno facendo già una dieta equilibrata che permetta loro di perdere peso.

Ma poi la piperina forte è davvero buona?

Dove si compra la Piperina Forte?

Intanto, cominciamo con il dire che la Piperina Forte si può acquistare sia sotto forma di polvere, ma sopratutto sotto forma di compresse.

Le compresse sono più facili da gestire e da ingerire.

La piperina si può comprare sia da sola, sia in combinazione con un altro prodotto che prende il nome di curcuma.

Detto questo, è possibile procurarsi la piperina forte in farmacia ma anche in erboristeria.

Se vi piacciono le comodità, allora non fatevi sfuggire la lista delle migliori offerte come quelle riportate di seguito:

Prodotto Prodotto Prodotto Prodotto

Opinioni mediche sulla piperina forte

Opinioni mediche sulla piperina forte

Le opinioni mediche dicono che la piperina forte funziona ma attenzione!

Non bisogna farne un uso frequente di questo alcaloide.

Prima di tutto se ci troviamo in presenza di un soggetto che fa uso di broncodilatatori e di antiepilettici. In entrambi i casi, infatti, la piperina può influenzare la vera efficacia del farmaco creando difficoltà al soggetto che sta, effettivamente, peggio.

Ma il più grosso dei problemi che i medici riscontrano in chi fa uso di piperina forte è quello che porta ad avere problemi di reflusso e di gastrite evidenti.

Un uso o un abuso di questa sostanza, con la successiva sollecitazione della secrezione gastrica, porta a un surplus di succhi gastrici che porta il soggetto a stare male poi con lo stomaco, addirittura può portare a un’ulcera se non presa in tempo.

Questo è quello che dicono più spesso i medici ma d’altronde stiamo sempre parlando di persone che non ne fanno un uso moderato e che hanno chiesto già al loro medico di famiglia come comportarsi con questo integratore alimentare.

Insomma, qua non stiamo parlando di plutonio, basterebbe solo attenersi alle indicazioni per non avere controindicazioni feroci.

Ma io sono già certa del fatto che ci sia tanta gente che fa un uso smodato di piperina forte o di altri integratori alimentari pensando di perdere 10 chili in un mese senza modificare la propria dieta.

Ed è proprio questo quello che noi vogliamo combattere: l’ignoranza alimentare che poi porta a una totale incapacità di usare il proprio corpo e una dieta equilibrata per dimagrire in maniera sana, che poi è quello che tutti noi vorremmo.

Ora vediamo insieme un piano settimanale piuttosto semplice, con una dieta equilibrata, mediterranea, che permette a chi la segue di perdere dai 4 ai 6 chilogrammi al mese che poi è quello che qualsiasi persona dovrebbe perdere per dimagrire sul serio, senza riprendere peso dopo la prima settimana e i primi chili persi.

Perché la dieta mediterranea? Perché ragionevolmente abbiamo a che fare con persone che hanno bisogno di mangiare di tutto, non bisogna fare diete in cui c’è la predominanza di un solo prodotto, di un solo alimento. Poi il corpo si assuefa e ha bisogno di integratori per migliorare l’apporto vitaminico e minerale.

Nella dieta mediterranea, che è una dieta giusta, c’è tutto: carboidrati, proteine, zuccheri, frutta e verdura, il tutto nelle giuste quantità, il tutto con l’attenzione giusta nei confronti del chilometro zero e di quello che si può mangiare.

Lista Migliori Offerte Piperina Forte

Prodotto Prodotto Prodotto Prodotto

Dieta da 1200 calorie

Mi raccomando, per chi ha voglia di seguire questa dieta, di pensare anche di integrarla con la piperina. Cioè non ritengo che possa essere un problema pensare di accelerare in qualche modo il metabolismo con delle compresse naturali. Posso, però, certamente consigliarvi di chiedere un parere al vostro medico e poi di iniziare con la piperina forte.

La dieta mediterranea è una dieta favolosa, ha nel suo schema tutti gli alimenti che si possano ingerire per migliore il proprio stato di salute. Perché la dieta mediterranea è una dieta che fa bene.

Prima di iniziare a mangiare potreste prendere una compressa di piperina forte, proprio per dare una sferzata iniziale al metabolismo che, come ben sapete, si attiva al momento della colazione.

Colazione

Abbiamo diversi modi di iniziare la giornata, tutti molto interessanti. Visto che con il tempo abbiamo imparato che la colazione è il pasto più importante della giornata possiamo farla all’italiana in molti modi differenti.

Un caffè con cucchiaino di zucchero, una spremuta d’arancia, uno yogurt con lo 0 per cento di grassi, 200 ml di latte parzialmente scremato, tutte queste bevande vanno benissimo per iniziare la giornata.

La cosa interessante è capire come combinarle e anche in questo caso abbiamo un po’ di possibilità: una mela, due fette di pane tostato integrale, 4 fette biscottate, 5 biscotti secchi, un cornetto, una fetta di crostata fatta in casa.

Mi raccomando di variare nella settimana il modo di fare colazione, così che il corpo non si abitui a un determinato elemento e abbia la stessa botta di energia.

Spuntino mattutino

Frutta fresca o secca, sempre diversa. Per la secca massimo 30 grammi per volta. Per la fresca variate sempre frutto, mi raccomando di non ingerire sempre frutta molto calorica come banana, uva o cachi.

Pranzo

Il pranzo si può immaginare come diviso in settimana tra 2 macro-ingredienti: proteine e carboidrati con il pasto libero della domenica.

Si potrebbe pensare di mangiare 3 volte a settimana la pasta, con sughi leggeri come salsa di pomodoro o zucchine o spinaci o peperoni, melanzane.

L’importante è che voi impariate a cucinare con poco condimento, in tutta la giornata al massimo 6 cucchiaini di olio extravergine e poco sale.

Una volta a settimana potreste anche variare e invece della pasta mangiare un bel piatto di legumi.

Quanta pasta? 80 grammi vanno più che bene.

Per quanto riguarda le proteine potreste fare un giorno pesce, un giorno pollo e un giorno vitello, ad esempio, sempre accompagnati da verdura di stagione.

Pane di accompagnamento? Sì, massimo 50 grammi e meglio se integrale, è più digeribile e meno raffinato.

Il pasto libero della domenica? Un po’ di tutto, assaggini anche di dolce, basta non esagerare.

Spuntino pomeridiano

In questo caso, se non si è mangiato la mattina, va benissimo uno yogurt o un frutto di stagione.

Cena

Anche qui la dieta mediterranea consiglia varietà e questa varietà è interessante perché aiuta a migliorare la qualità delle vitamine e dei minerali che ci servono per vivere bene.

Una sera si può mangiare un insaccato, un paio di volte latticini se non si è intolleranti, un paio di volte o tre un bell’uovo cotto senza olio. Sempre accompagnati da insalate o verdure di stagione grigliate o al vapore.

Questo tipo di dieta permette al nostro corpo di dimagrire e se utilizziamo un integratore come la piperina forte anche di dimagrire in maniera più veloce.

Ma l’importante è partire dalla dieta, non si può immaginare di poter perdere peso solo con un integratore, anche se farà il suo dovere.

Dove posso comprare la piperina forte?

La piperina forte ha molte possibilità di acquisto: la mia preferita, vista la velocità dei corrieri, è quella on line.

Basta inserire nel motore di ricerca piperina forte e troverete un sacco di siti che la vendono a prezzi parecchio convenienti.

Proprio questo tipo di facilità, però, ha le sue magagne: cercate di comprare sempre su siti che conoscete, non andate allo sbaraglio. Basta che l’integratore non sia composto bene per creare un sacco di danni al nostro organismo, quindi dico no ai prodotti troppo economici, dobbiamo sempre scegliere il meglio.

Qui ne va della nostra salute, non dobbiamo scherzare comprando prodotti che non conosciamo su siti che non conosciamo, è molto sbagliato.

Altrettanto giusto, anzi può essere anche un’esperienza divertente, è comprare la piperina forte in un’erboristeria. Immagino che nella vostra città ci siano svariate erboristerie che vendono integratori alimentari naturali e quindi sarà molto facile trovare anche la piperina.

A questo punto, se siete in confidenza con il venditore, potrete fare a lui qualsiasi domanda vi venga in mente così da fugare ogni dubbio sul reale utilizzo dell’integratore.

Mi raccomando, però, di sapere bene quello che state facendo, di chiedere al dottore se si può utilizzare la piperina forte nella nostra alimentazione quotidiana e di seguire sempre una dieta equilibrata. E’ molto facile lasciare dei commenti poco carini sull’utilizzo di un principio attivo naturale quando poi si continua ad avere le stesse cattive abitudini alimentari.

Così come è importante, sempre, pensare di fare un po’ di allenamento, anche blando, per tenere in forma il nostro corpo.

Passati i 40 anni è molto più difficile perdere peso senza accoppiare a una bella dieta anche un po’ di allenamento. Ragioniamo, infatti, sul fare una moderata attività fisica, non sul diventare un atleta da Olimpiadi in poco tempo. Sapete molto bene che basta fare una passeggiata lunga ogni due giorni per attivare il nostro metabolismo e per stare bene con noi stessi.

Camminare fa bene alla circolazione, fa bene alle articolazioni, fa bene anche alla nostra testa e ci fa prendere un bel po’ di vitamina D che è un vero e proprio toccasana naturale.

Impariamo, quindi, a fare un bel mix con allenamento, dieta e perché no anche la piperina forte ma senza pensare che sia una magia, come immaginavano i cinesi, ma un bell’aiuto per tutto quello che stiamo facendo per migliorare la nostra vita. Non vogliamo una dieta che ci faccia perdere 10 chili per riprenderne 12 il mese dopo. Vogliamo uno stile di vita che duri nel tempo e che ci permetta di stare finalmente bene con noi stessi, con il nostro corpo e la nostra mente.

Barbecue e carni dietetiche: piatti gustosi con poche calorie

Barbecue e carni dietetiche: piatti gustosi con poche calorie

Avete mai pensato all’idea di cucinare la carne su un bel barbecue a gas (come questi bbq) per cucinare utilizzando il minimo condimento possibile?

Il barbecue, con la possibilità di cuocere gli alimenti sulla brace, crea una cottura uniforme, senza utilizzare nulla di grasso.

Per esempio una bella grigliata è anche un bel modo per trattenersi con amici e parenti senza fare un attentato alla linea.

E come si può essere dietetici e cucinare senza fare un grosso danno alla linea?

Ovviamente scegliendo il cibo più magro da mettere sulla griglia e il condimento da usare.

Si possono, pensate, usare 5 tipo di carni magre che si possono mangiare anche durante una dieta.

Le carni

Ovviamente è sempre meglio prediligere la carne bianca in una dieta ma la carne rossa non deve mai essere eliminata in maniera definitiva.

Anzi ci sono diversi tipi di carne che sono altrettanto magri e contengono più ferro, zinco e vitamina B.

Non bisogna esagerare, questo certamente, ma non bisogna neppure eliminarla definitivamente.

La differenza, di calorie, è veramente iniqua: un taglio magro di carne rossa è 115 calorie per 100 grammi; un petto di pollo, dello stesso peso, è 110 calorie.

Il vero successo del barbecue, quindi, abbiamo imparato, riguarda le scelte che vanno fatte sul tipo di carne, appunto, e sul condimento.

Ora vediamo i vari tipi che sono più giusti per quello che è un barbecue dietetico a tutti gli effetti.

  1. Il pollo: fare il pollo alla brace, ad esempio, è molto nutriente ed è priva completamente di grassi se ci si leva prima la pelle. Quando il pollo si cuoce intero bisogna prima aprirlo e poi appiattirlo con un batticarne per abbassare il volume di cosce e di ali. La cottura deve essere molto lenta e, frequentemente, va girato sulla brace per impedire che venga cotto e bruciato troppo all’esterno.
  2. Il tacchino: questo tipo di carne anche è una bella idea, soprattutto se abbiamo dei petti belli grossi e ricchi di carne. Anche le cosce di tacchino possono essere cotte in maniera soddisfacente. Questo tipo di carne ha bisogno forse di più esperienza rispetto al pollo ma se viene lasciato croccante fuori e tenero all’interno è proprio molto gustoso.
  3. Il coniglio: questo tipo di carne è molto leggera ma è preferibile fare una marinatura con vino e spezie un paio d’ore prima della cottura perché è una carne dall’odore piuttosto forte, va stemperato in qualche modo prima che il barbecue lo esalti ancora e ancora più.
  4. Il maiale: maiale ad un barbecue dietetico? Certo che sì, soprattutto se usiamo coscia, lonza e filetto, che sono tutti e tre molto molto leggeri. Un etto di lonza di maiale ha 111 calorie, non pensiate che il maiale sia per forza grasso, anzi.
  5. Il manzo: una bistecca di 100 grammi contiene 113 calorie. E la cottura ad alta temperatura è quella che viene sopportata meglio da un tipo di carne come il manzo. Va bene che usiate lo scamone, la fesa o la coscia per un successo assicurato.

Si possono preparare degli spiedini, con diversi tagli di carne, intervallati da verdure che vengono bene sulla griglia per un piatto fantasia certamente apprezzato.

 

 

 

Dieta Mediterranea da 1200 calorie: menu settimanale (pdf)

Dieta Mediterranea da 1200 calorie: menu settimanale (pdf)

Alla fine è sempre così: sai che hai bisogno di mangiare meno per perdere peso ma già solo l’idea di mangiare piccole porzioni di cibo ti rende affamato.

Invece una dieta da 1200 calorie è quella che è più raccomandata, come efficace, per far perdere peso a una persona di corporatura media.

Questa stessa persona avrà bisogno dalle 1600 alle 2400 calorie al giorno per mantenere il suo peso.

Diciamo che 1200 calorie è il minimo possibile per perdere peso senza perdere massa muscolare e per non mettendo a repentaglio una sala alimentazione, ancora ricca di nutrienti.

E, comunque, può essere considerata piuttosto scarna nelle calorie per gli uomini che, per corporatura, hanno bisogno di almeno 1600 calorie al giorno, proprio per la maggiore quantità di massa muscolare.

Pensa che, a volte, un singolo pasto consumato in alcuni ristoranti contiene facilmente più di 1200 calorie quindi devi essere attento nella scelta dei cibi di qualità che ti rendono sazio e che possono essere distribuiti nel corso della giornata.

Se scegli cibi ricchi di fibre e di proteine con almeno 2 litri di acqua, il tuo piano da 1200 calorie non ti farà male e, soprattutto, non ti lascerà affamato.

Se vuoi, puoi scaricare il menu del lunedì della dieta mediterranea da 1200 calorie in formato pdf. Segui le istruzioni nel box!

Dieta da 1200 calorie: quanto si dimagrisce con una ?

Una dieta per dimagrire di 1200 calorie, applicata ad un menu settimanale, è una dieta equilibrata, quindi non una di quelle da 4 kg in 4 giorni ma una di quelle che funziona a lungo termine.

Se viene seguita con continuità permette di perdere inizialmente circa 6 kg al mese per poi assestarsi sui 3-4 kg mensili, che poi è proprio la perdita di peso più consigliata dai dietologi.

Una perdita di peso di circa un chilo, un chilo e mezzo a settimana è quella più indicata nel poter essere considerata una perdita che resiste nel tempo e anche alla successiva dieta di mantenimento che reintegra qualche alimento in più, con porzioni leggermente più abbondanti di cibo.

Dieta da 1200 calorie: divisione dei pasti

Anche se stai cercando di mangiare di meno, e quindi di risparmiare calorie, evita di saltare i pasti.

Questo giochetto può portarti a provare una fame estrema che, in colpo solo, potrebbe farti saltare le 1200 calorie preso dalla grande fame.

Dividi le tue calorie nel corso della giornata.

Io consiglio di consumare circa 400 calorie in ciascuno dei 3 pasti, oppure si può pensare di mangiare 350 calorie a pasto con uno spuntino da 150 calorie.

E, ancora, e questo è il mio schema preferito, si possono consumare 3 pasti da 300 calorie con due spuntini da 150 calorie.

Scegli il modello di alimentazione che ti piace di più, che più si adatta alle tue giornate, ai tuoi livelli di fame e ai tuoi bisogni energetici.

Ad ogni pasto principale pensa a mangiare circa 50-70 grammi di proteine, 250 grammi di verdure e una decina di grammi di cereali integrali.

Un apporto adeguato di proteine rende il corpo sazio e riesce a prevenire le oscillazioni selvagge della glicemia, che può causare fame e voglie improvvise.

Le proteine aiutano anche a mantenere la massa muscolare magra.  Infatti perdere muscoli fa sì che crolli anche, velocemente, il metabolismo, quindi non è per niente indicato. Il corpo inizia a mangiare se stesso, perdendo completamente il tono muscolare.

Le verdure e i cereali, invece, contengono molta fibra che richiede più tempo ad essere digerita e quindi aiuta nel sentirsi pieni dopo i pasti.

Ogni giorno, alternandoli per non esagerare si possono anche consumare latticini a basso contenuto di grassi per circa 200 grammi (divisi nei pasti principali o in uno soltanto), 300 grammi di frutta e qualche grasso sano, come la frutta secca, per aiutare a restare sazi.

Quando si fa una dieta di 1200 grammi è difficile farci rientrare alcool, bevande zuccherate o dolci. Posso concedervi, però, una volta a settimana, diciamo la domenica, un pasto con un dolce, che sia una crostata di frutta o un po’ di gelato (questi sono due dolci un po’ meno pericolosi da mangiare).

Colazione

Colazione per una dieta da 1200 calorie al giorno

La colazione ti dà energia e, se fatta bene, ti impedisce di mangiare ciambelle o attaccarti alle macchinette in ufficio.

Sempre consigliabile è mangiare fibre, cereali integrali, frutta e verdure con proteine magre.

Un piatto da 300 calorie può essere: una frittata di 2 albumi con dei pomodorini servita su una fetta di pane tostato integrale con succo d’arancia.

Oppure un frullato di 250 ml di latte con una banana e un po’ di siero del latte (che rende la bevanda proteica ancora di più).

Ancora: 250 ml di latte con 150 grammi di lampi e 200 grammi di crusca.

O uno yogurt greco con 0 per cento di grassi e 250 grammi di mirtilli.

Pensa sempre alle colazioni con frutta, latte di qualsiasi genere tu lo preferisca, frutta secca o una fetta di pane tostato integrale.

Pranzo

Un piatto di pasta per una dieta equilibrata da 1200 calorie

Per il pranzo pensa sempre a verdure ricche di fibre come lattuga, cetrioli, ravanelli, germogli di soia, peperoni, carote, spinaci.

Un’insalata è un modo molto facile per mettere insieme verdure diverse insieme a circa 100 grammi di proteine magre, come il pollo o il tonno e 5 cracker integrali.

L’insalata puoi condirla con un pochino di sale, un cucchiaino di olio d’oliva e un po’ di succo di limone fresco.

Le alternative all’insalata possono essere una piccola pita integrale (il pane greco meno lievitato), 150 grammi di formaggio feta, 2 cucchiai di hummus di ceci, 200 grammi di spinaci conditi con olio e sale, qualche pomodorino sempre condito con olio e sale.

Oppure 100 grammi di riso integrale con 50 grammi di carne di manzo e 150 grammi di broccoli.

Ancora: 100 grammi di pasta con zucchine condite con olio e sale.

Basta sapere di poter arrivare a 400 calorie e trovare alternative valide per un pranzo sempre leggero ma che sazi.

Cena

Questa è la cena per una dieta da 1200 calorie al giorno

Insomma sarebbe sempre meglio non andare al ristorante per controllare l’apporto calorico. Se andate a mangiare fuori preferite sempre una proteina magra accompagnata a dell’insalata.

La griglia è una buona tecnica di cottura leggera, come la bollitura o la cottura a vapore.

Per cena 80 grammi di salmone con 200 grammi di broccoli o una patata bollita sono un’ottima cena.

Anche 120 grammi di pasta integrale al pomodoro sono una buona cena.

100 grammi di carne macinata con l’insalata condita con olio e sale sono una buona idea.

80 grammi di maiale accompagnati da 60 grammi di pane integrale sono un’altra possibilità.

200 grammi di parmigiano o di fior di latte con 150 grammi di melanzane grigliate sono ancora un’altra scelta possibile.

Spuntino

Non mangiare snack confezionati, pensa sempre a mangiare alimenti freschi e sani.

Anche 50 grammi di formaggio con dei bastoncini di carota sono un buono snack.

Anche la frutta, ovviamente, come una mela o una pera.

O 30 grammi di mandorle.

Uno yogurt magro, ecco un’altra idea niente male.

Insomma, quello che si evince da questo tipo di dieta è che non è impossibile, anzi. Basta solo limitarsi nelle porzioni e nel condimento. E, soprattutto, non mangiare cibo da fast food o fritture e bevande di ogni genere. Ma di certo non si può considerare fare questa dieta una fatica impossibile. Basta solo pensare a poter star meglio fisicamente per poter star meglio mentalmente.

Culatello di zibello: come si prepara e dove si acquista

Culatello di zibello: come si prepara e dove si acquista

Come saprete oramai, Vailo è un sito in cui si parla di diete ma anche di sana alimentazione e per questo motivo, oggi abbiamo deciso di parlare di qualcosa di particolarmente gustoso.

Per molti di noi la conoscenza di questo salume, di cui ora vi parlerò in maniera più che esaustiva, è solo di nome. Per altri, invece, anche il nome che ora farò è piuttosto sconosciuto: culatello di zibello.

E che peccato davvero che non abbiate mai sentito parlare, ma ancor di più mangiato questa delizia nutriente e proteica.

Il culatello di zibello non ha origini molto antiche, fino alla fine dell’Ottocento non abbiamo nessuna menzione sia nelle opere degli storici che in quelle degli eruditi locali.

Probabilmente sembrava piuttosto volgare utilizzare, per quei tempi, il termine “culatello”.

D’Annuzio, però, rompe la censura nel 1891 e nel dizionario Panzini del 1905 finalmente viene annoverato tra le specialità gastronomiche.

Vediamo insieme, allora, di che si tratta.

Di che si tratta

Il culatello è uno dei salumi nobili italiani. Questo perché la tecnica di produzione del culatello, così come la sua lavorazione, sono molto lunghe e delicatissime.

Parliamo, infatti, di un salume che viene preparato con la noce della coscia, che è la parte più pregiata del maiale proprio perché rara.

Sul mercato, proprio per questa ragione, non arrivano mai tanti pezzi di l’anno, solo poche migliaia, anche se molto richiesto e molto celebrato.

Diciamo che quello originale ha bisogno di una lavorazione completamente a naso, senza nessun impianto di refrigerazione per la stagionatura.

Se si seguono le tecniche tradizionali, che sono molto molto lunghe, il prodotto arriva puro e molto pregiato.

Dopo il periodo di stagionatura il culatello assomiglia a una pera bella grossa, con uno strato di grasso proprio nella parte convessa, dove va lo spago a rete.

Quando viene tagliato si presenta rosso omogeneo ed ha l’odore e il sapore del vino, dove è stato bagnato prima di essere stagionato, con note mielate e speziate poi nel retrogusto.

Come si prepara

Avete bene in mente come si possa preparare e quanto tempo ci voglia per il culatello di zibello?

Non credo proprio, quindi proprio per questo mi piace spendere qualche parola per spiegarvi come funzioni il culatello e come sia difficile e lungo il periodo di preparazione di un salume così pregiato.

Parliamo del periodo di stagionatura. Tutto parte con la noce di maiale, come già detto che viene salata a secco, con le mani per un periodo che va da un giorno a sei giorni. Quando finisce il momento della salatura la noce della coscia viene insaccata nel budello suino e legata con lo spago.

Dopo la sgocciolatura, che è di una settimana, e l’asciugatura che va da uno a due mesi, si va per la stagionatura che va dai 10 ai 14 mesi.

In dei locali adatti, con un ricircolo dell’aria sempre presente e una temperatura di massimo 17 gradi, i culatelli DOP vengono prodotti.

La bassa parmense è il luogo DOP per eccellenza, quella zona della Pianura Padana più adatta per questa lavorazione lunga e complicata per un prodotto così pregiato.

Interessante potrebbe essere anche parlare di come mangiarlo. Chiaramente può essere mangiato crudo, affettato, e scoprirete quanto possa essere buono e saporito così.

Ma può anche essere cotto. Vi riporto una ricetta di un piatto che mi ha particolarmente colpito per duttilità che è un fagottino di mela e culatello, un antipasto o uno snack molto interessante proprio per l’accostamento dei sapori.

Gli ingredienti per 8 fagottini sono:

  • 300 grammi di mele fuji
  • 460 grammi di pasta sfoglia (già pronta)
  • 100 grammi di culatello tagliato fino
  • 50 grammi di succo d’arancia
  • 50 grammi di nocciole tritate
  • 50 grammi di zucchero di canna
  • 1 uovo per spennellare

Tagliate le mele a cubetti e nel frattempo sciogliete lo zucchero di canna in un pentolino aggiungendoci il succo di arancia. Quando si sarà amalgamato buttateci dentro le mele e lasciatela ammorbidire per 15 minuti. Togliete il pentolino dal fuoco e aggiungete al composto la granella di nocciola.

Tagliate la pasta sfoglia a quadrati di 15 cm per lato e aggiungeteci il culatello tagliato sottile, metteteci una parte del composto di mele e spennellate i bordi con l’uovo per incollarci il quadrato di pasta sfoglia che chiude il ripieno (come per un raviolo). Richiudete il fagottino a metà poi e spennellate la pasta sfoglia anche sopra per far fare la crosticina.

Infornate per circa 12 minuti a 220 gradi.

Festa del culatello di zibello

Ogni anno, a Zibello in provincia di Parma, patria del culatello DOP, si svolge la Festa del culatello, giunta quest’anno alla 32esima edizione. Ogni anno per 4 giorni la festa ospita chef stellati che usano il culatello per ricette tradizionali e innovative, ci sono stand gastronomici che cucinano il culatello e ospiti internazionali.

Artisti di strada e mercato a tema chiudono il cerchio di questi 4 giorni completamente dedicati al re dei salumi della bassa parmense.

Prezzo culatello di zibello

Il prezzo del culatello di zibello, come avete potuto intuire, non è affatto basso, specie se parliamo del culatello DOP, quello per la cui stagionatura non si usano impianti industriali, che può arrivare ad essere pagato circa 90 euro al chilo. Un culatello di 4 chili, che è circa il peso del tradizionale culatello a forma di pera legato dalla rete di spago, sta circa 360 euro.

Chiaro è che, nel momento in cui si decida di passare a un prodotto meno pregiato, si riesca a raggiungere il costo di 80-100 euro ma è certamente uno di quei prodotti semi-industriali che non hanno il marchio DOP.

Parliamo, come già vi ho scritto in precedenza, di soli 50mila culatelli dop, prodotti all’anno nel territorio della bassa.

Ma l’esperienza da fare con un prodotto come il culatello è chiaramente l’esperienza di un culatello buono e fatto a regola d’arte. Qui noi parliamo sempre di prodotti freschi e buoni, della qualità a discapito della quantità.

Dobbiamo sapere cosa mangiamo, dobbiamo essere in grado di capire quale prodotto stiamo mangiando e anche mangiarne poco ma mangiarlo fresco e buono. Noi non siamo per le schifezze chimiche, non siamo per i prodotti industriali, siamo per le cose fatte bene.

Anemia mediterranea: i sintomi nei bambini che devi tenere presente

Anemia mediterranea: i sintomi nei bambini che devi tenere presente

Quando ci troviamo davanti a un bambino un po’ pallido o un po’ stanco dobbiamo, sempre e comunque, renderci conto della cosa, in maniera piuttosto repentina e poi, subito dopo, andare dal proprio pediatra per capire se si tratti di anemia mediterranea.

Ed è proprio di anemia mediterranea e dei suoi sintomi che parleremo oggi.

E dei sintomi nei bambini che, essendo bambini, è molto più difficile che ci facciano capire se hanno dei problemi.

Ma che cos’è l’anemia mediterranea, che sintomi devono farci scattare il campanello d’allarme e come si cura.

I sintomi dell’anemia mediterranea

L’anemia mediterranea (argomenti che puoi approfondire qui www.anemiamediterranea.it), o beta talassemia, è una malattia genetica che tende a ostruire la catena beta dell’emoglobina nel sangue facendo abbassare i globuli rossi con una crescita anomala dei globuli bianchi. Le diverse forme di beta talassemia portano, nell’adulto e nel bambino colpiti, un’anemia più o meno grave, quindi attenzione a questi sintomi:

  • stanchezza
  • pallore
  • affanno
  • aumento del volume del fegato e della milza
  • disturbi nella crescita

L’anemia mediterranea è considerata una malattia rara in Europa e in America del Nord ma piuttosto frequente nel Medioriente, in Africa e nell’America del Sud.

Esistono tre forme di anemia mediterranea:

  • la forma minor che non è grave e non produce né sintomi, né conseguenze
  • la forma major che è grave e che si riconosce tra i 6 e i 24 mesi, con della stanchezza eccessiva e con la possibilità che il neonato pianga moltissimo e che mangi poco. Altro sintomo da tenere in considerazione è che le labbra e i palmi della mani siano piuttosto pallidi. In questo caso bisogna sottoporsi regolarmente a delle trasfusioni di sangue.
  • la forma intermedia, che ovviamente non è così grave e che ha bisogno di trasfusioni occasionali

E’ importante, ai primi sintomi, chiamare subito il proprio medico che permetterà, tramite un semplice emocromo di scoprire se si è affetti da una malattia rara, come questa, e anche subdola nei sintomi, così tanto da non sembrare neppure una vera e propria malattia ma solo un periodo un po’ più fiacco nella vita del piccolo.

Oltre alle trasfusioni l’unica terapia che può permettere una guarigione completa da questa malattia è il trapianto di midollo osseo, come nella leucemia.

Il paziente viene sottoposto a una speciale trasfusione di sangue e midollo del donatore compatibile. Se, dopo un periodo di isolamento, perché il bimbo è a rischio infezioni molto alto,  il midollo sano riesce ad attecchire e a soppiantare il midollo malato il paziente è da considerarsi guarito, ovviamente dopo controlli più che accurati.

Il consiglio giusto, però, prima di formare una famiglia e di mettere alla luce dei bimbi potenzialmente malati, è quello di fare un consulto genetico per vedere se ci sono incompatibilità che possano portare alcune malattie a svilupparsi nel feto.

Conclusioni

L’anemia mediterranea è una malattia, fortunatamente, rara ma è una malattia genetica subdola.

I sintomi, infatti, più comuni sono quelli di una normale stanchezza.

Attenti, quindi, specie con i più piccoli a mettere in conto di fare dei controlli accurati già al primo sintomo di pallore e stanchezza per non portare a conseguenze più gravi come l’ingrossamento del fegato o della milza. Abbiate sempre cura di ciò che vi circonda, l’attenzione verso i piccoli cambiamenti di umore e fisici di un bambino a volte può salvare una vita.

Dieta Mediterranea Menu Settimanale (pdf)

Dieta Mediterranea Menu Settimanale (pdf)

Immagino che tutti noi ci siamo trovati davanti alla possibilità e alla necessità di fare la dieta senza trovare un prototipo di dieta che fosse, innanzitutto, sana e varia.

C’è chi decide di fare una dieta del minestrone di tre giorni, chi fa la dieta del gelato per quattro giorni e chi decide di lasciarsi incuriosire da quella che da anni è considerata la dieta più completa e più nutriente tra tutte: la dieta mediterranea.

Scopriremo che cos’è la dieta mediterranea, chi è stato il primo a scoprire la qualità di questa alimentazione varia, ricca di pasta, cereali, fibre, pesce, verdura, frutta, poca carne rossa, sì alla carne bianca.

E come si possa dimagrire, in maniera intelligente, con un menù settimanale (da scaricare anche in formato pdf) a differente carico calorico, sia in base a quale sia il grado di allenamento e di attività fisica della persona, sia in base all’età, sia in base a quanti chili vadano persi.

Allora andiamo a vedere insieme cos’è.

Cosa è la dieta mediterranea

Che cosa è la dieta mediterranea

Il primo a parlare della dieta mediterranea fu il medico nutrizionista italiano Lorenzo Piroddi che, nel 1939, fu il primo a capire la potenzialità di questo tipo di dieta con la salute.

Ciò che viene riscontrato e scoperto dal medico italiano Piroddi viene ripreso, poi, dagli studi del medico americano Ancel Keys che rende questa dieta, negli anni 50, super famosa.

La popolarità rende la dieta famosa anche tra gli esperti che si occupano di salute.

Nel 2010 l’Unesco ha dichiarato questa dieta e questo approccio al cibo “patrimonio immateriale dell’umanità”.

La dieta si basa sul consumo di tanta frutta e tantissima verdura, di cereali integrali (che fanno molto meglio alla salute), di olio d’oliva al posto del famigerato burro (molto più grasso e senza polifenoli), noci e pesce.

La carne e i grassi animali come quello dei latticini sono meno consumati nella settimana, soprattutto se si parla di carne rossa.

Il modello quello classico è un modello piramidale con degli abbinamenti ma credo che il successo di questa dieta nasca anche dal fatto che questo regime alimentare sia al passo con i tempi, con degli abbinamenti diversi e moderni.

Le ricerche, dalla prima di Ancel Keys, sono continuate negli anni e questo ha portato a capire, molto bene, gli effetti che determinati alimenti hanno sulla salute. Diciamo che la dieta, infatti, si è modificata nel corso degli anni anche in base, come ho scritto nella premessa, delle differenze tra persona e persona, di età, di peso e di allenamento.

Negli ultimi dieci anni si parla anche di piramide alimentare della dieta mediterranea per gli anziani.

Perché?

Perché un anziano non esce sempre di casa, non può fare sempre la spesa o comprare cibi freschi. Allora questo tipo di alimentazione è riuscita a inserire anche cibo in scatola di qualità e cibi surgelati enfatizzando l’importanza di bere tanto.

I tanti studi e l’attenzione da parte dei ricercatori nel migliorare la piramide alimentare hanno fatto sì che la dieta non solo si adatti al tempo che passa e ai tempi moderni ma anche a un regime dimagrante che possa permettere di usare la varietà di questi alimenti prima come dieta e poi come alimentazione sana, con cui restare in forma, per tutta la vita.

Avete capito bene, la dieta mediterranea è l’unica in grado di poter essere usata tutta la vita, mantenendo, in maniera molto varia e sana, tutti i nutrienti di cui una persona comune ha bisogno.

L’elemento chiave, appunto, è la varietà della dieta, che non priva colui che la intraprende, di nessuna vitamina, di nessuna proteina, di nessun minerale ma anzi determina un miglioramento del metabolismo e una regolarizzazione della salute intestinale che non è da sottovalutare, soprattutto se ci si rende conto del fatto che questo tipo di base alimentare è quella giusta per fare prima mantenimento e poi mangiare sano tutta la vita.

Certo è che, negli ultimi anni, i nuovi studi hanno trovato anche un’incidenza causale dell’utilizzo della dieta mediterranea e della diminuzione di casi di tumori e di malattie cardiovascolari, con una perdita, in maniera esponenziale, di casi di obesità infantile che è una delle cause principali dei problemi di diabete nel bambino.

Vediamo la dieta nel complesso.

Dieta mediterranea per dimagrire

La dieta mediterranea può aiutare a dimagrire

Questo tipo di dieta privilegia i carboidrati complessi (pasta e pane preferibilmente integrali, perché meno ricchi di zuccheri raffinati) e limita l’assunzione di zuccheri semplici (quindi sia il glucosio che il lattosio che il saccarosio che si trovano nello zucchero, appunto, nel miele e nei dolci).

La grande presenza, tutti i giorni, di frutta e verdura e di un paio di volte a settimana dei legumi garantisce, grazie alla grande quantità di fibre a un senso di sazietà appagante.

Al contempo il basso contenuto glicemico permette di migliorare il metabolismo.

Nessun grasso animale è considerato valido come condimento.

Viene privilegiato, invece, l’olio d’oliva, che è simbolo della dieta mediterranea e fa bene.

Negli anni, seguendo una propaganda sbagliata, l’olio, l’oro liquido come lo chiamava Omero, è diventato sempre più leggero e insapore, come se questo valesse indiscutibilmente come valore di qualità e di salute.

Negli ultimi anni, fortunatamente, la rotta è cambiata, l’olio, fulcro della dieta infatti, è diventato sempre più biologico, quindi seguito in tutta la filiera di produzione, dalla coltivazione senza chimica per mezzo alla spremitura e all’imbottigliamento.

L’olio, lavorato in questa maniera, diventa sano, ricco di polifenoli e di anti-ossidanti, un ottimo anti-tumorale, un anti-invecchiamento naturale. E abbassa il colesterolo.

Un condimento standard, leggere, di pietanze di pesce fresco e verdure, di pasta con il pomodoro, di spuntini di frutta, è alla base del dimagrimento e abbassa le possibilità di ingrassare, migliorando il sistema immunitario. Accompagnare una dieta così interessante, con abbinamenti interessanti, con cibi freschi, con l’intenzione di mantenere sempre l’alimento integro, ricco di tutti i nutrienti, ecco cosa serve per star bene.

Le regole base della dieta mediterranea sono:

  • sostituire il sale con le spezie
  • mangiare verdura a pranzo e a cena
  • mangiare frutta secca o frutta fresca come spuntino
  • mangiare almeno due volte a settimana legumi e uova
  • mangiare carne bianca o pesce 3 volte a settimana, sostituendo la carne rossa dalla dieta
  • usare l’olio al posto del burro
  • limitare il consumo dei formaggi
  • evitare, nei limiti del possibile, di usare cibi precotti o junk food in genere
  • consumare poco alcolico, al massimo un paio di bicchieri di vino rosso al giorno
  • bere acqua, almeno 2 litri al giorno per permettere al corpo di espellere tossine e zuccheri
  • rispettare le porzioni, senza abbondare, per mantenere le giuste calorie
  • consumare una porzione al giorno di pasta o pane, meglio se integrali, come carboidrati
  • mangiare uno yogurt magro al giorno per i fermenti lattici
  • limitare il consumo dei dolci
  • fare 5 pasti al giorno, i tre principali e due spuntini, uno la mattina e uno il pomeriggio

Perché questi alimenti?

Questi alimenti sono perfetti perché ognuno di loro ha delle caratteristiche specifiche che fanno bene alla salute.

Il pesce è ricco di omega3, vitamina A e D, oltre che calcio e proteine.

Ortaggi e verdure sono ricchi di fibre e di anti-ossidanti.

I cereali integrali sono migliori perché ricchi di fibre e anti-infiammatori.

I legumi sono detti la carne dei poveri, sono ricchi di proteine e di fibre.

La carne bianca sazia, è ricca di proteine e non fa male come la carne rossa.

Il vino rosso si può bere perché, in piccole quantità, fa bene al cuore.

Non esageriamo, però.

3) Menu della dieta Mediterranea 1200/1400/1600/1800/2000

Riportiamo ora il menu del Lunedì della dieta basta sul consumo calorico giornaliero.

Gli esempi riguardano diete cha prevedono un consumo calorico giornaliero che parte dalle 1200 calorie e fino alle 2000 calorie al giorno.

Menu Dieta da 1200 calorie al giorno

Colazione

– Yogurt bianco magro 125 g (un vasetto) – Mela n. 1 (150 g)
– Fiocchi d’avena 20 g
– Semi di Chia n. 1 cucchiaino

Spuntino

– Wasa® n. 2 fette
– Bresaola 20 g
– Philadelphia balance® q.b.

Pranzo

– Pasta ai funghi 60 g
– Filetto di vitello arrosto 120 g
– Insalata di pomodori e lattuga Porzione abbondante – Olio extravergine d’oliva n. 1 cucchiaio

Spuntino

– Pera n. 1

Cena

– Trancio di tonno al naturale 100 g
– Patate e fagiolini 200 g
– Olioextravergined’olivan.1cucchiaio

Menu Dieta da 1400 calorie al giorno

Colazione

– Yogurt bianco magro 125 g (un vasetto) – Mela n. 1 (max 150 g)
– Fiocchi d’avena 30 g
– Semi di chia n. 1 cucchiaino

Spuntino

– Wasa® n. 2 fette
– Bresaola 20 g
– Philadelphia balance® q.b.

Pranzo

– Pasta ai funghi 70 g
– Filetto di vitello arrosto 120 g
– Insalata di pomodori e lattuga Porzione abbondante – Olio extravergine d’oliva Un cucchiaio e mezzo

Spuntino

– Pera n. 1

Cena

– Trancio di tonno al naturale 120 g
– Patate e fagiolini 250 g
– Olio extravergine d’oliva n. 1 cucchiaio

Menu Dieta da 1600 calorie al giorno

Colazione

– Yogurt bianco magro 125 g (un vasetto) – Mela n. 1 (max 150 g)
– Fiocchi d’avena 30 g
– Semi di chia n. 2 cucchiaino

Spuntino

– Wasa® n. 2 fette
– Bresaola 20 g
– Philadelphia balance® q.b.

Pranzo

– Pasta ai funghi 70 g
– Filetto di vitello arrosto 140 g
– Insalata di pomodori e lattuga Porzione abbondante – Olio extravergine d’oliva Un cucchiaio e mezzo

Spuntino

– Pera n. 1
– Noci secche n. 1

Cena

– Trancio di tonno al naturale 120 g
– Patate e fagiolini 300 g
– Olio extravergine d’oliva Un cucchiaio e mezzo

Menu Dieta da 1800 calorie al giorno

Colazione

– Yogurt bianco magro 125 g (un vasetto) – Mela n. 1 (max 150 g)
– Fiocchi d’avena 40 g
– Semi di chia n. 2 cucchiaino

Spuntino

– Wasa® n. 2 fette
– Bresaola 20 g
– Philadelphia balance® q.b.

Pranzo

– Pasta ai funghi 80 g
– Filetto di vitello arrosto 150 g
– Insalata di pomodori e lattuga Porzione abbondante – Olio extravergine d’oliva n. 2 cucchiai

Spuntino

– Pera n. 1
– Noci secche n. 1

Cena

– Trancio di tonno al naturale 130 g
– Patate e fagiolini 300 g
– Olio extravergine d’oliva n. 2 cucchiai

Menu Dieta da 2000 calorie al giorno

Colazione

– Yogurt bianco magro 150 g (un vasetto) – Fiocchi d’avena 50 g
– Semi di chia n. 2 cucchiaino

Spuntino

– Mela n. 1

Pranzo

– Pasta ai funghi 90 g
– Filetto di vitello arrosto 150 g
– Insalata di pomodori e lattuga Porzione abbondante – Olio extravergine d’oliva n. 2 cucchiai e mezzo

Spuntino

– Pera n. 1
– Noci secche n. 2

Cena

– Trancio di tonno al naturale 140 g
– Patate e fagiolini 350 g
– Olio extravergine d’oliva n. 2 cucchiai e mezzo

Prodotti siciliani perfetti per la dieta

Prodotti tipici Siciliani nella dieta mediterranea

Avete mai pensato di mettere in conto di usare prodotti siciliani nella dieta mediterranea? E’ stata una scoperta recente e mi ha molto incuriosito.

Alcuni oli d’oliva di alcune coltivazioni tipiche, di quelle belle con il terreno vulcanico, sono il meglio dell’anti-ossidazione alimentare, così come alcune paste di grano duro che sono tipiche dell’isola.

Si può cercare su questo sito di piatti tipici siciliani qualche bella ricetta da inserire nella magnifica varietà di piatti che fanno da corollario alla dicitura dieta mediterranea.

La Sicilia è terra ricca e meravigliosa, la frutta e la verdura sono d’eccellenza, così come eccellenti sono i cereali e le altre coltivazioni.

Quindi usare prodotti siciliani non fa che rendere la dieta un’eccellenza, appunto, per la nostra salute.

Conclusioni

Tra tutte le diete che ho provato, che ho toccato con mano, che ho solo letto, la dieta mediterranea, se seguita con una certa costanza e rispettando alcune regole fondamentali di cui vi ho parlato sopra, mi è sempre sembrata la più equilibrata, la più varia e la più malleabile nelle modifiche.

Come usare la piramide alimentare varia molto in base alle esigenze delle persone considerate come singole, bene è che, negli anni, si sia deciso anche di usare prodotti confezionati di alta qualità, per chi non ha tempo di comprare cibo fresco ogni giorno.

L’importante è stato ed è variare i piatti e gli abbinamenti della dieta seguendo il cambiamento e la velocità dei tempi moderni. Questa non è una dieta standard a un solo alimento principale, è uno stile di vita. E come tale va vissuto e rispettato, rispettando anche gli standard di qualità che la dieta impone e richiede.

Quindi provateci, cambiate abitudini, cercate, come sempre, di ricercare il benessere del corpo e della mente.